Archivio Generale - Roma

Documenti primi padri

- A -

- Amarante Biagio -

Amarante, Biagio CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria – Sulla missione di Aversano incominciata il 26 marzo. Ci sono 400 fedeli., per cui richiede l’aiuto di altro Padre. Dopo si farà la missione di S.Mattia. Sul P. Criscuoli, di cui fa un grande elogio. Sul bene che si fa nelle missioni. Sul Fratello Picone. (1753.03.27) – 0813, 0623

 

Amarante, Biagio CSSR  A:  – Librettino manoscritto autografo, in cui dopo i dati personali di nascita, ingresso nella Congregazione, ordinazione sacerdotale, segna ogni lavoro apostolico fatto dal 28 gennaio 1744 al 6 ottobre 1761. Lui è morto il 2 novembre 1761. (1761.10.06) – 0813, 0624

- Amati Francesco -

Amati Francesco, CSSR  A: Blasucci, Pietro Paolo Rettore Maggiore – Informe del Visitatore d’ Iliceto, P. Amati, sulla condotta del P. Perretta, riguarfante il museo del P. Tannoia. Detto Padre Ministro d’Iliceto ha presso dal museo 154 monete d’oro, d’argento e di rame che ha consegnato a D. Ignazio Calvini, il quale se ne servì per farsene un merito con un Officiale o Generale francese. P. Amati chiede che P. Perretta sia subito trasferito a Ciorani, ma servando il segreto del fatto. Un notaio manifestò che aveva la scrittura di donazione del museo fatta dal P. Tannoia alla casa d’Iliceto. (1808.11.26) – 0814, 0641

 

Amati, Francesco CSSR  A: Villani, Andrea, CSSR Vicario Generale – Sulla questione della precedenza tra i Padri venuti dallo Stato e i Padri del Regno: Riflessioni del P. Amati. Prega di decidere tale questione. (1786.10.25) – 0814, 0634

 

Amati, Francesco CSSR  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si rallegra della notizia ricevuta (non si dice quele). Sullo stato di salute della comunità: “”Qui è cominciato l’ospedale”” Su Maffei e la sua famiglia. Sull’afare della Posticchia. Sulle Pagelle dei confessori. Le cose con il Canonico Consiglio. Non vuole che gli Studenti di Ciorani tornino a Deliceto. (1791.08.28) – 0814, 0635″

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Sul viaggio a Venosa per la missione. Sui Padri: P. Tozzoli ha scritto al vescovo che manderà 3 Padri, invece dei PP. Errico e Ansalone. Rimangono dunque 7. Da qui i Padri passeranno a Matera. (1791.12.21) – 0814, 0636

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Incontro con D.Arcangelo: il fratello, che voleva andare in Calabria, si è mandato a Scifelli, per impegno del Cardinale di Benevento.. Sulla spezza della Madona. Sull’orologio del P. Errico. Sulle elezioni considerati nulle, ma sanabili dal Re. Sulla situazione di S.Maria la nuova e i siciliani. Giudizio sui Siciliani: tutti di mala fede. (1793.06.22) – 0814, 0637

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Chiede denaro per D. Salvatore Tramontano. L’orazione funebre di Monsignore (Alfonso)  dall’Autore si vende unita a quella di D.Mariano Arcieri. Sulla situazione di Battista: soluzione. Documenti per la pezza della Madonna. L’orologio del P. Errico consegnato a D.Salvatore Tramontano. L’Apparecchio per la Messa (di S.Alfonso) si trova unito alla Novena di Natale. D.Alfonso Liguori farà venire da Marianella il dato sul tempo della morte della madre di Mons. Liguori. Sui Padri che debbono partire per Calabria. Sugli atti per la Consulta da farsi per il P. de Paola (1793.06.19) – 0814, 0638

 

Amati, Francesco CSSR  A: Innominato – Sul memoriale da dare alla Segreteria delle Finanze. Spiega il tramite da seguire: si vogliono documenti autentici; si abbia presente la legge dell’amortizazione ecc. Sul Fratelli Pasquale Tarantino, Gianpaolo. Sento che le cose di Roma vadano male. Non si è data l’approvazione agl’atti del Capitolo. Sul svegliarino. (1793.07.13) – 0814, 0639

 

Amati, Francesco CSSR  ” A: Tannoia,Antonio Maria CSSR – Ha ricevuto la procura della comunità d’Iliceto con gli atti. Soltanto la procura ha inserito negli’Atti dell’Assemblea, non gli atti. Spiega la ragione. PP. Corrado e Buonopane in Napoli con carte firmate da “”Monsignore nostro”” e da tutti i deputati delle case del Regno. Acclude la formola del giuramento di povertà. Arrivato il P. Ficocelli con i Padri Cimino, Leggio e Vincenzo Genito, vogliono fare un altra assemblea. Indica dove si trovano i deputati dell’Asamblea convocata da S.Alfonso, adesso dispersi. Sui voti e la perseveranza.Sulla cappellania di D.Ciccio de Vicariis. Decisione dell’Assemblea sul vestuario. Sul denaro delle Bolle.Su la lettera all’Asemblea non inviata. (1780.06.02) – 0814, 0625″

 

Amati, Francesco CSSR  ” A: Ansalone Giambattista CSSR – Comunica la sentenza del Cappellano Maggiore: non si accettano mutazioni al Regolamento approvato dal Re: “”Questa è stata tutta maniglia del P. Cimino trattata col vescovo di Caserta e D.Gaetano Celano””. Quando ritorna da Napoli P. Corrado si farà l’elezione. Sul  catechismo di Bottari. (1780.06.22) – 0814, 0626″

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Non ha ricevuto lettera indirizzata al P. Corrado. Per gli affari della casa bisogna aspettare il ritorno del P. Corrado. Il 22 giugno si fecero i giuramenti in Pagani con tutta solennità. Le ricorda di far fare i giuramenti. (1781.06.23) – 0814, 0627

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla questua. Spiega perché non puo tornare subito in Deliceto. Sulla boccetta di stagno. P. Corrado invierà altro Padre a Iliceto. La lettera al sig. Timiani. Non capisce perché Tannoia non compie ciò che ha concordato circa i Fratelli. Invio di diversi oggetti. (1781.06.28) – 0814, 0628

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria – Spiega che non era conveniente fare la visita proposta al Sr. Marcantonio, adesso cercando di mutar nelle carceri di S.Felice. P. Corrado autorizza il cambiamento del Fratello Giuseppe con Fratello Daniele. Vi sono buone notizie d’accomodo tra la corte di Roma ed i Napoli. I vescovi d’Oria e di Potenza partirano per andarsi a consecrare. Il Principe di Cimitile ben accolto dal Papa. (1781.06.30) – 0814, 0629

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia. Antonio Maria – I quattro d’Agosto non sono arrivati ancora. Cambiamenti di Fratelli Coadiutori: Michele Ilardo., Fr. Giuseppe. Sul Noviziato. Sulle saiette. Figure di Sta Catarina.. Da roma non vi sono notizie. I Padri di Regno hanno avuta grata accoglienza dal S.Padre. (1781. 07.06) – 0814, 0630

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria – Diversi dati sulla comunità d’Iliceto: questua, lavori nella casa. Sui Maffei. Sulle bolle di Ascoli. Fede data da Tannoia non pagata per mancanza di autentica della firma e della carica di rettore d’Iliceto. Convulsione del P. Dell’Armi. Ecc. (1783.08.10) – 0814, 0631

 

Amati, Francesco CSSR  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Invia l’atto del possesso firmato da due testi e con autentica notarile. Arrivata la dimisoria di Fr. Montemurro “”e penserò a mandarlo ad ordinare””. Notizie della comunità.””I PP. Studenti, Novizi e Fratelli stanno bene. (1783.08.12) – 0814, 0632″

 

Amati, Francesco CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Invia la fede negativa per il Fr. Magaldi (Vincenzo), che li bisogna per l’ordinazione. Sul Maestro d’umanità: nuova decisione circa coloro che passano alla teologia, e coloro che rimangono nell’umanità. Difficoltà di trovare un ottimo maestro. Coloro che restano nell’umanità continuino sotto la direzione del P. Meo minore. Li mandi il biglietto di associazione di Grimaldi. Sul libro I Sinonimi del P.Robbi. (1783.09.06) – 0814, 0633

 

Amati, Francesco CSSR  A:  – Spiega l’ogetto dell’istrumento: compra della massaria di Tremolito. (1794.02.06) – 0814, 0640

- Amato Marcello -

  • Amato, Marcello              A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – Sulle opere di S.Alfonso. Cfr. 050601 () – 0802B, 0173

- Amendolara Pasquale -

  • Amendolara Pasquale CSSR        A: Francesco Maria Margotta CSSR – La prega di inviargli 4 figure di San Francesco Saverio. Ricorda il reliquiario, richiesto dal Fratello Mattia. Qui si trova un certificato di battesimo del P. Amendolara, dato il 27.06.1747. Non si capisce il nome dell’autore del certificato. (1753.09.18) – 0815, 0642

- Andrea, fratello -

Andrea, Fratello CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Vi faccio sapere””: il costo delle fenestre e vitrate da fare per Benevento. () – 0802B, 0253″

 

Andrea, Fratello CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Io vi scrisse per la posta””: gli fa sapere che si fanno le fenestre e domanda l’invio del denaro promesso. () – 0802B, 0254″

 

Andrea, Fratello CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Vi faccio sapere””: le fenestre sono finite; si fanno le vetrate. Costo. () – 0802B, 0256″

- Anonimo -

Anonimo             ” A:  – “”Copia recentior omnium epistularum patris Carmeli Fiocchi””. () – 0809A, 0422bis”

 

Anonimo             ” A:  – “”Memoria di alcuni fatti ricavati dal R.P.D.Carmine Fiocchi  CSSR nel corso delle missioni fatte nella Calabria e Terra di  Lavoro, le tante fatiche da un tal soggetto così pingue, e di  età avanzata””. () – 0809C, 0552″

 

Anonimo             ” A:  – “”Fatti e azioni accadute in vita del P. D. Carmine Fiocchi”” nel 1758 nella missione di Foggia, Capua e Gaetta ed in altre missioni. Le sue virtù. () – 0809C, 0560″

 

Anonimo             A:  – Notizie sulla vita, virtù e fatti straordinarii del P. Carmine Fiocchi. () – 0809C, 0562

 

Anonimo             A:  – Cenni biografici del P. Alfonso Falcone, nato nel 1791 e morto in odore si santità  nel 1816.02.24 nella missione di Vietri di Potenza. E grazie ottenute per la sua intercessione. (1816.02.24 dopo) – 0830, 0930

 

Anonimo             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Note inviate al P. Tannoia riguardanti il P. Garzilli. C’è dietro di un foglio dove ci sono delle dette note, una letera con data 13.12.1791 di auguri al P. Tannoia. Le note dunque sono di questo tempo. (1791) – 0832, 0963

 

Anonimo             A:  – Racconta lo sviluppo della vocazione del novizio Giovanni Lauria, fino all’ingresso nel noviziato in Iliceto. Manca la firma e la data. (1727?) – 0833, 0980 

 

Anonimo             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Dati di nascita, di professione e di morte. Altri dati che gli riguardano. Era già sacerdote al suo ingesso nella Congregazione. () – 0833, 1027

- Ansalone Giambattista -

Ansalone Giambattista, CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Aspetta buone notizie della riunione. Ha predicato la Novena della Concezione. Ma è caduto dal cavallo in Pontone, vicino a Scala. Raccomanda di ricordare al P. Vicario di inviare un Padre a Scala per predicare gli esercizi alle Monache. Rinforso del personale per la Sicilia. (1786.12.13) – 0816, 0651

 

Ansalone, Giambattista A: Tannoia, Antonio Maria – Sulle critiche e accusazioni fatte contro Tannoia e contro di lui. (1775.08.06) – 0816, 0649

 

Ansalone, Giambattista CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Racconta ciò che gli è successo in Deliceto l’ultima volta che si predicò: exigenza di una licenza difficilmente concessa per predicare. (1761.03.28) – 0816, 0644

 

Ansalone, Giambattista CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria? – Incontro con Mons. Liguori: Risposta alle sue domande sullo stato della Congregazione. Per i problemi che sorgono si ricorra al P. Villani, che non è vero che D. Andrea dice e non fa. “”Monsignore sta bene, dice Messa,mangia bene a fatica; sta componendo l’Istoria dell’eresie di tutti i secoli, colle confutazioni””. Va a Ciorani. Da Ciorani prosegue la lettera: sul suo ritorno a casa; sul incontro del segretario di Tanucci con Mons. Liguori. (1771.04.16) – 0816, 0646″

 

Ansalone, Giambattista CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria – Spiega una frase sua male interpretata da Tannoia. Sul carattere del P. Grosso assignatoli come ministro.. Raccomanda di sostenere la mutazione di soggetti: spiega la ragione. Sul suo zio e sulla sua sorella.P. (1771.07.09) – 0816, 0647

 

Ansalone, Giambattista CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria – Si stupiscono eggli e P. Corrado di non avere ricevuto notizie di lui per gli affari di Verdesca e de Vecchis.Partirà per Nocera. Su alcuni libre: Tournely. Libri inglesi. Sulla cappellania di Teppa. (1773.06.12) – 0816, 0648

 

Ansalone, Giambattista CSSR     A: De Paola, Francesco Antonio CSSR – Sulla celebrazione di Messe nelle diverse case e Messe di suffragio per il defunto P. Giovenale.. Ringrazia la lettera e manifesta i sentimenti di amicizia verso di lui.In poscritto P. Liguori saluta P. de Paola.  Al margine si accenna a una lettera con data 04.07.1782 del P. de Paola in cui da avviso delle case dello Stato e di altri punti pertinenti. (1782.07.04) – 0816, 0650

 

Ansalone, Giambattista CSSR     A: [Tannoia, Antonio Mria ]? – Non si capisce. Scrittura molto irregolare. (1791.06.20) – 0816, 0652

 

Ansalone,Giambattista CSSR      ” A: Tannoia, Antonio Maria – Data la situazione della Congregazione pensa che sarebbe necessario un ricorso: “”Corrono quattro mesi dalla morte del R.M.”” e non si convoca Capitulo per eleggere il nuovo superiore. (1792.07.09) – 0816, 0653″

- Antonio Francesco de Plato -

vescovo di Tricarico

Antonio Francesco de Plato, vescovo di Tricarico               ” A: Cajone, Gaspare CSSR – Sulle fondazioni nello Stato Pontificio. Si meraviglia che nella distribuzione dei beni che appartenevano all’estinta Compagni di Gesù, non vi sia sta una briciola per gli operarii della Vigna di G.C., quale la vostra venerabile Congregazione””. (1774.02.20) – 0821, 0725″

- Apice Bernardo Maria -

Apice, Bernardo Maria CSSR       A:  – Racconta la storia della sua vocazione alla C.Ss.R. Scrive che il vescovo di Castellammare si serviva dei Padri della Congregazione da lui fondata. Connobe il P. Alfonso de Liguori in Castellammare e si persuase di essere  chiamato alla Congregazione dei missionari. (1747.10.04) – 0817, 0654

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Margotta, Francesco Maria CSSR – Chiede l’acquisto di 7 libri, che enumera. (1753.08.03) – 0817, 0655

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – Sul suo stato d’animo dopo la morte del P. Paolo (Cafaro). Chiede diversi oggetti per i figlioli. Sulla Congregazione degli uomini.

 

Orazione funebre al P. Cafaro. Sui lavori apostolici. Indulgenze e benedizione degli abitini della Concezione ecc. (1753.08.28) – 0817, 0656″

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Francesco Carnevale – Direzione di coscienza: risponde ai suoi scrupoli. (1754.09.07) – 0817, 0657

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Carnevale, Francesco – Spiega perché non lo ha trovato. Gli da coraggio e gli dice per le cose della sua coscienza si rivolga al P. Rettore. (1754.09.18) – 0817, 0658

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       ” A: Carnevale, Francesco Arciprete – Risponde al suo invito, che non ha tempo per recarsi costà, ma non mancherà l’occasione di trovarsi insieme. “”Animo grande. Fatichiamo assai per Gesù Cristo e per le anime redente col suo sangue””. (1754.12.16) – 0817, 0659″

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Carnevale, Francesco Arciprete – Sul matrimonio di quel giovane di Rionero con una figlia di Nicola Blasucci abitante in Ruo ? (1754.12.17) – 0817, 0660

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Francesco Carnavale – Il giorno seguente va alla sua residenza: Caposele. Si ammira di non avere ricevuta una lettera scritta da lui, via Ciorani. Sul demonio meridiano: non perda la pace. (1756.04.04) – 0817, 0662

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Carnevale Francesco – Si consola che si trovia Napoli. Consigli sul modo di comportarsi in quella città. Altri consigli di vita spirituale e circa gli studi: Non pensare a farsi avvocato per intrigare nei Tribunali. D’accordo sarà il suo zio Arciprete. (1756.01.10) – 0817, 0661

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Carnevale, Francesco Arciprete – Gli ha inviato il libro richiesto. Si consola del ritiro che ha fatto. Considerazioni di direzione spirituale. Su una tale Maria. (1758.08.01) – 0817, 0663

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Mazzini, Giovanni CSSR – Sulla sua salute. Non può continuare a Girgenti, a meno che sia stato deciso che deve moriri costì. Lavori apostolici. Esercizi ai sacerdoti, ai cacerati, ai forzati alla marina ecc. (1763.03.09) –

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Rettore di Caposele ? – Lamenta la morte del P. Morza così repentina. Sui lavori che gli aspettano, in compagnia del P. Meo. Questi va a studiare cose di probabile contro Patuzzi nelle pubbliche librerie. Sui viaggi per diversi luoghi, fino ad arrivare al Capitolo alla fine di agosto. (1764.08.10) – 0817, 0666

 

Apice, Bernardo Maria CSSR       A: Vescovo – Manifesta la sua compiacenza  di rivederlo e gli invita ad alloggiarsi nella casa della comunità. (1768.06.15) – 0817, 0667

 

Apice, Bernardo Maria CSSR e Caputo Domenico CSSR   A: Villani, Andrea Vicario Generale CSSR – Racconta i diversi lavori apostolici della comunità: esercizi spirituali, missioni. Dopo la firma del P. Apice, continua la lettera con un’esposizione angosciata dello stato di salute dei membri della comunità, con la firma dei Padri Apice e Caputo. (1763.04.15) – 0817, 0665

- Apicella Baldassarre -

Apicella, Baldassare CSSR         A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’unione della Congregazione. Sui Padri che sono a Roma; sull’andamento dell’affare. Insta a Tannoia di partire per Roma. Sulla riunione dei Padri in Benevento. (1786.05.26) – 0818, 0670

 

Apicella, Baldassare CSSR             ” A: Tannoia. Antonio Maria CSSR – Su una lettera scritta da Tannoia riguardante il fatto della divisione, che fa le parti del P. de Paola e Legio, indirizzata alla S.Sede che P. Avena ha fatto togliere dagli atti. Se c’è altra copia: “”questa lettera potrebbe far male a V.R., e metterla forse al pericolo dello stesso castigo di Paola e Legio””. (1786.07.05) – 0818, 0671″

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Come fu ricevuto in Deliceto. P.Errico volle dargli il possesso sabato nel Capitolo. Prepara la nomina digli uffici. P. Caprioli vuele il P. Amati per Ministro. Desidera sapere che l’occorre a Tannoia. Sull’accettazione del Regolamento: P. Blasucci scrisse che l’accettazione non era peccato mortale. Tutti sono disposti ad accettarlo con alcune condizioni. (1786.07.23) – 0818, 0672

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Villamaina – Continui i bagni, se vuole, ma Fratello Romito torni a casa. Sulla contribuzione della casa d’Iliceto a quella di Caposele: mancano i fondi, tutto è stato venduto. Sui scritti del P. Meo: Il fiscale di Salerno li ha pressi per stamparli, perché si ha detto che la comunità non vuole stamparli. Sui Padri della comunità. Missioni. (1786.08.22) – 0818, 0673

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Convocati tutti i rettori delle case del Regno, per l’assegnazione del personale, gli studi, le missioni. (1786.09.22) – 0818, 0674

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Circa un denaro del Fr.Minichino depositato in mani del P. Tannoia. (1786.10.25) – 0818, 0675

 

Apicella, Baldassare CSSR             A:  – Racconta diversi fatti della vita di S.Alfonso, di cui fu testimone, sia prima di entrare nella Congregazione, sia dopo in Arienzo nel 1768. (1768 dopo) – 0818, 0668

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’affare del Regolamento. Sentimenti del P. de Paola. L’affare dovrebbe essere già a Roma. L’esorta a partire subito e non perdere tempo con gli affari di Maffei. () – 0818, 0669

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si lamenta che sia lasciato solo nella sua carica: non è venuto (tannoia) con il maestro dei novizi, ma restato a Pagani. Sulle missioni: non è stato avvertito a tempo che soltanto si farebbero le missioni in Bovino e S.Agata, stando già annunziate le missioni ai Vescovi. Spiega dove e con quali Padri si faranno le diverse missioni. Sui Padri Polestra e dell’ Armi. (1786.11.15) – 0818, 0676

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Domanda quando pensa venire in Deliceto, perché lo vuole per gli esercizi. Prega di chiedere al P. Vicario (Villani) sull’atto che dobbono fare i Fratelli Giuseppe e Paolo, finito il noviziato. Sul Fratello Francesco. (1787.02.20) – 0818, 0677

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  Racconta la negativa del Papa alla convocazione del Capitolo Generale della CSSR per l’unione delle due parti, perché il Regolamento non era stato ancora abolito. Attegiamento del P. de Paola in queste circostanze. (1792.11.22) – 0818, 0678

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla novena della Concezione. Due volte si è data la missione a Bosco. Nella prima è stato S.Alfonso, secondo Zambarelli. Sul Decreto circa l’unione CSSR. (1792.12.12) – 0818, 0679

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Circa due decreti: Non constare de concordia, e Recedendum a decisis: aboliti dunque i Vicarii e i Provinciali. P. Lupoli maggiore Visitatore delle  quattro case dello Stato. (1806.05.05 (?)) – 0818, 0680

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Racconta la maniera come P. Cajone rispose  al  Vice Duca San Leon, che voleva  la raccolta di monete  antiche che si trovava nella casa,  per far un dono al nuovo Duca di Benevento, Carlo Maurizio Talleyrand. P.Cajone scrisse a Tannoia cha aveva potuto salvare qualche piccola cosa, che le sarebbe inviata (1806.08.18) – 0818, 0681

 

Apicella, Baldassare CSSR             A: P. Agostino Saccardi CSSR – Avviso della morte del P. Giuseppe Maria Pavone (1810.12.24) – 0818, 0682

- Arareo Giovanni Battista Maria -

Arareo, Giovanni Battista Maria ” A:  – “”Io qui infrascritto della terra di Pescopagano, in Provincia  di Basilicata…”” Testimonianza notarile sulla vita e virtù del P. Fiocchi, conosciuto da lui dal 1753. Notaio Giuseppe Antonio di Gianni di Pescopagano- () – 0809C, 0555″

- Artesoro Pietro, P. O. -

Artesoro, Pietro P O       ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Perché so, farà di consolazione a V.R.””: Racconta il duo viaggio in Spagna e tratta di una fondazione dei Pii Operai in Spagna, chiesta dai vescovi. () – 0801, 0035″

- Avena Francesco Saverio -

Avena, Francesco Saverio CSSR A: Comunità d’Iliceto – Acto notarile per cui Francesco Saverio Avena rinunzia alla rappresentanza della comunitò di Deliceto nella assemblea convocata in Nocera, che considera non legittima. Se questa rinunzia non arriva in tempo ad Iliceto, rinunzia a qualunque elezione fatta. Lui va di stanza nella casa di S.Angelo a Cupulo in Benevento, dove si compiono tutte le norme. Firma il P. Avena  e il Notaio Gennaro Fraccini. (1780.06.29) – 0819, 0683

 

Avena, Francesco Saverio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Si consola per il suo ritiro da Napoli, ma pensa che questo potrebbe pregiudicare l’affare. Doveva ricevere dall’Abbate Bruno qualche memoria di Monsignore nostro Padre e la stava già aspettando, ma si è sparsa qui notizia che si è morto. Continuerà a curare dai giovani. L’umidità del luogo non favorisce gli studi. (1787.06.04) – 0819, 0684

 

Avena, Francesco Saverio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – P.Avena insiste al P. De Paola di portarsi in Nocera, ma questi risponde che la sua venuta è inutile e l’affare appartiene ai Padri del Regno in Roma. Si giudica opportuno che i Padri inviati a Roma portino gli atti del capitolo delle case, e specialmente quelli di Deliceto. Lui sarebbe disposto ad ogni buon progetto. (1780.10.05) – 0819, 0685

 

Avena, Francesco Saverio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Tannoia mentre si portava in Roma ha trovato una lettera in suo discredito. P. Avena afferma che tale lettera non è uscita da S.Angelo né da Benevento. Fa un commento di questo fatto. (1787.10.16) – 0819, 0686

Documenti Primi Padri

- B -

- Barba Raffaele -

Barba Raffaele CSSR       A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla maniera di inviargli le monete, preparate dal P. Colca.. Noviziato in Sicilia con P. Fiorentino. Ospizio. Missione di Castro-nuovo con i Padri di Girgenti e Sciacca. Suo fratello  D. Paolo si è ordinato sacerdote. (1805.12.26) – 0820, 0689

 

Barba, Raffaele CSSR      A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’acquisto della Vita di S.Alfonso. Sul suo trasferimento in Palermo con il P. Mansione e i Fratelli Cocle, Luciano e Buono. (1804.04.07) – 0820, 0687

 

Barba, Raffaele CSSR      A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Lavori apostolici:PP. Mansione, Frangiamore, Cocle e Panzuti, alla missione di Alcara. Esercizi al clero. Il vitto dei missionari. Sul Fratello Filippino Gaetano Piccioti, che vuole venire ai Pagani. P. Panzuti vuole uscire da Sicilia. (1805.01.10) – 0820, 0688

- Barletta Gaspare -

vescovo di Venosa

Barletta, Gaspar vescovo di Vanosa        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Per riguardo così de stimatissimi comani di V.R.””: risponde alla richiesta di documenti sul beato Benvenuto di Gubbio, che niente al riguardo si trova nell’archivio della diocesi. () – 0802B, 0156″

- Basile Pasquale -

Basile, Pasquale CSSR    ” A:  – Racconta come è stato chiamao da Dio alla CSSR, non ostante l’opposizione dei suoi familiari. E’ stato ammesso”” al Noviziato l’ 11 di giugno (1750) in giorno di Mercoledì stando sotto la direzione del P. D. Andrea Villani attual Maestro di Novizii”” (1750.06.11) – 0820, 0690″

- Bata Giovanni -

Bata, Giovanni  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Monsignore (Giuseppe Antonio) Farao (vescovo di San Severo)  mi scrive di non aver ricevuta da voi la mia lettera””. Era indirizzata alla casa di D. Ercole Liguori, C’era un foglio dettato dall’arcivescovo. Ma finora nessuna risposta. () – 0802B, 0231″

- Bata Giovanni -

Bata, Giovanni  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Monsignore (Giuseppe Antonio) Farao (vescovo di San Severo)  mi scrive di non aver ricevuta da voi la mia lettera””. Era indirizzata alla casa di D. Ercole Liguori, C’era un foglio dettato dall’arcivescovo. Ma finora nessuna risposta. () – 0802B, 0231″

- Batista (?), D'Avalos -

Batista (?), D’Avalos        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Non saprei di che termini mi potessi servire””: ringrazia l’invio dei PP. Costanzo e Paravento. Spiega perché non sono potuto ancore venire. () – 0802B, 0134″

- Battimelli Luca P. O.-

Battimelli, Luca Pio Operario      ” A: Un Canonico – “”Quant’è stata la consolazione””: si rattrista per il fatto che la Consulta dei PP. Pio Operari non habbia accettato nella sua Congregazione il Canonico a cui scrive. () – 0802B, 0077″

- Benedetto XIV-

Papa

Benedetto XIV Papa       A: Gayano Carlo CSSR – Concessione di un beneficio. (1726.01.02) – 0833, 1020

- Benedetto (?)-

indegno figlio

Benedetto, indegno figlio            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – “”Padre dell’anima mia””: conto dello stato suo spirituale. () – 0802B, 0096″

 

Benedetto, indegno figlio            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – “”Padre dell’anima mia””: conto dello stato suo spirituale. Cfr. 0096. () – 0802B, 0098″

- Benucci Gaetano -

Benucci, Gaetano            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Promissio boni viri est obligatio””: D. Luigi Targiani ha detto che il memoriale non ha avuto ancora corso. Ma lui avrà cura di esso. Il Governatore di Deliceto si trova a Napolia, ma non conosce il suo indirizzo. Se non lo vede, gli invierà i libri, per mezzo di D.Nicola Maria Rocco. () – 0802B, 0374″

 

Benucci, Gaetano            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ecco alla fine i libri del Sig. Luigi Targioni””: sono stato inviati per mezzo di Nicola Maria Rocco. D. Luigi gli invierà mensualmente il volume, ma domanda altra produzione sua, sulle api o altro argomento. Lui è dispiaciuto perchè non ha ricevuto risposta alla lettera precedente. () – 0802B, 0376″

- Bettazzi Domenico -

Bettazzi, Domenico Agapito cancelliere fiscale   A:  – Rinnovazione del Bando sopra la concessione dell’appalto delle api, bandito da Gaetan Casini, pubblico Banditore in Firenze, il 10.04.1745. () – 0802B, 0079

- Blasucci Pietro Paolo -

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Nella posta passata le indrizzai una mia con due copie di  ordini della Visita fatta in questa casa””: Rapporto della visita: sullo stato economico, sui membri della comunità e specialmente sul rettore P. Apici,e su se stesso; sull’apostolato. () – 0806, 0277″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Giungimo a Traetto venerdì la sera 7 del corrente senza  fermarci al Garigliano””: sulla missione di Traetto per 15 giorni e di Garigliano. Spese. “”Mons. di Gaeta ci ha visitato;  fa a sue spese le missioni…Ha posto a nota niente meno che  dieci luoghi di missioni con i 4 …casali. La sua fatica gli ha tolto il sonno: mi sento esinanito””. Non ha voluto ricevere regali. () – 0806, 0288″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: De Paola, Francesco CSSR – “”Ricevo una vostra de 4 del cadente””: sull’affare del Regolamento, del ricorso a Roma e dell’elezione di un nuovo Rettore Maggiore. Dichiara sbagliatto tutto quanto hanno fatto con il ricorso a Roma. Esortazione all’umiltà. Copia. () – 0806, 0290″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Sono ritirato dalle Missioni ai 12 del corrente””: sul P. Giovanni Lauria, il suo atteggiamento. Fame in Sicilia. Non è tempo di fare delle spese di viaggio. () – 0806, 0297″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Carissimo Padre Vicario, vi è un giovane..”” Presenta due candidati alla Congregazione: Filippo Neri Tajetta ?, e Rosario Benintende: li raccomanda assai. E propone inviarli a Pagani, a fare il noviziato.Aggiunge alla lettera la dichiarazione del P. Lauria, esaminatore dei candidati insieme al P. Blasucci,sulla sua conformità con il parere di Blasucci. () – 0806, 0278″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Rispondo all’ultima di V.P.Rma””: sulla sua elezione al rettorato. Sulla chiamata del P. Apice in Pagani. Con P.Apice potranno viaggiare i due giovani postulanti accettati già della Consulta Generale. Difficoltà del viaggio per mare. Sulla cattiva salute del P. Ippolito. Villeggiatura per i Padri nel Casino del Vescovo. () – 0806, 0279″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Da più poste non ricevo lettere di V.P.Rma””: sulla persecuzione da Targiani contro la Congregazione in Sicilia, so pretesto che la morale di S.Alfonso difende il probabilismo gesuitico. Blasucci pensa che S.Alfonso è probabilista e causa perciò di persecuzione contro la Congregazione: “”I Ministri di  Palermo, che uniti col resto del mondo fanno sanguinosa guerra  ai Gesuitismo… “”Mons. Liguori non fa altro che difendere il  suo equiprobabile, che in verità si riduce alla difesa del  puro probabile””. Parla della pubblicazione di altra morale dopo la morte di S.Alfonso in cui si dimostra che la Congregazione è probabiliorista. Missione di Villafranca. () – 0806, 0282″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Colla sua lettera mi ha recato un piacere sensibilissimo per  i buoni principi dell’unione delle nostre case””. Morte del P. Giovenali. Malattia del P. Ignazio Noto. Sugli Studenti e novizi in Sicilia. In Sicilia tutto in pace. Ottima riputazione dei Redentoristi in Sicilia presso il Cardinale e la popolazione. Molti missioni. () – 0806, 0291″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore – “”Mi comanda V.P.Rma. per mezzo del P. Cardone, che le metesse  in carta tutto ciò che della felice memoria del nostro Mons.re  Liguori, ho veduto, ho inteso e mi ricordo”” Racconta quello che sa di S.Alfonso e della fama che aveva di santità. () – 0806, 0302″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Mentre stava in Arienzo mi capitò un biglietto…””. Spiega perché non era andato a Ciorani, dove lo chiamava: Mons. Liguori gli chiese di recarsi a Napoli per informare diversi personaggi dell’Aggiunta degli Abusi. Si tratta di una calunnia promossa contro Mons. Lucchesi e i Redentoristi di Sicilia. Indica quello da fare per combattere tale calunnia. () – 0806, 0287″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Ricevo la sua de 4 del corrente””: sul P. Giattini e i guai della sua casa, e su altri tre siciliani PP.Garzia, Frangeamore e Disparte, tutti i quattri di vita esemplare. Chiede licenza di accettare al noviziato un giovane diacono di  “”buonissimi costumi””. Rapporto sui giovani studenti. Di nuovo sul P. Lauria. Sul Prefetto degli Studenti, P. Garzia. Sul P. Disparte, lettore di teologia. Sulla sua salute e suo viaggio: lui non può rimediare ciò che i Consultori non lo possono. () – 0806, 0298″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale. Nocera. – “”Ho preinteso che già si pensa di riformare la nostra Teologia  Morale, per non esporci ad ulteriore discredito e pericolo di  rovina. Ne godo grandemente… Espone come dovrebbe essere un testo di Morale per gli Studenti Redentoristi. Il titolo sarebbe: “”Elementa seu Institutiones Theologiae Moralis ad  usum Alumnorum C.SS.R.””. Non si tratta, dice, di riformare la Morale di Mons. Liguori, che deve restare come stà, nè di fare un corpo compiuto di Morale, ma di un semplice trattato per gli studenti. () – 0806, 0289″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Carissimo Padre, ricevo una di V.P.Rma in risposta all’ultima  mia””: Sulle missioni fatte e le rinnovazioni di spirito: “”ed  ora colla sperienza ho conosciuto, quanto siane utilissime le  sante rinnovazioni, che non devono tralasciarsi””. Il P. Siciliano che era con i missionari è stato chiamato dal vescovo. Tutti in pace. () – 0806, 0276″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”In esecuzione della sua obbedienza di portarmi costà””: S’imbarcò con Fratello Vincenzo, ma ha dovuto ritornare a Girgenti, per non esporsi al pericolo di naufragio. “”Per  obbedienza feci 100 miglia di mare e 150 per terra”” per ritornare a Girgenti. () – 0806, 0293″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Carissimo Padre mio,scrissi la relazione del nostro viaggio e  l’arrivo in Palermo al P. Rettore Ferrara…Giunsi in Girgenti  a 7 del corrente. Mons. Lucchese gradì assai la sua lettera.. Sulle rendite per il sostentamento dei Padri. Sulla lettera del P. Apice al vescovo in nome del P. Villani. Sul P. Jacobis. Osservanza regolare della comunità () – 0806, 0275”

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Per mano del P. Leggio””: ha scritto al P. Lauria che nomine sottoministro il P. de Cunctis. Sulle vocazioni siciliane alla Congregazione. Saluta P. Mazzini e Consultori. () – 0806, 0286″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Rispondo a due lettere de’ 6 e de 28 dicembre 83″”: sul P. Francesco Noto recatosi per conto suo a Roma. Male ha fatto in quanto al modo, ma bene in quanto alla sostanza, perché non poteva restare ne a Girgenti ne a Napoli, senza pericolo di morire ettico. () – 0806, 0295″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Ricevo la sua de’ 30 settembre””: Sul punto del Regolamento  “”che tangit omnes”” La comunità risponde (cfr lettera seguente). E lui rispone alle accusazioni fatte dal P. Lauria contro di lui: sull’anno di noviziato abbreviato a 6 mesi al Fr. Cochiara; l’espulsione di Siracusa…tutto e stato fatto con l’ordine espresso del Rettore Maggiore o del Vicario Generale. Sui 4 orologi fatti dal P. Disparte. Circa il prete estero che porta a Missione con consenso del Rettore Maggiore. () – 0806, 0300″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Ricevo in un’ ordinario due sue lettere””: risponde alla richiesta fattagli di inviare P. Lauria per lettore degli Studenti, che questo Padre non è adatto, perché ha il pensiero fuori della Congregazione, che non ama, nella sua casa e paese Cassano. Propone il P. Mansione come lettore e chiede di inviargli presto il P. Giuliano. () – 0806, 0296″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Noto, Ignazio CSSR. Girgenti – “”Ho ricevuto una vostra del primo luglio””: sul desiderio di mutazione d’aria per i suoi acciacchi, aspetti il suo ritorno per decidere ciò da fare. () – 0806, 0294″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Carissimo Padre, ricevo l’ultima sua””: sull’acquisto della chiesa dell’Itria, in cui adesso fanno tutte le funzioni: sviluppa la maniera come si esercita l’apostolato in questa chiesa e come si è ricevuta dalla confraternita. Sull’affare della Libreria e Mons. Lucchesi e altro affare di cui dipende quello della libreria. Foglio inviato da Mons. Liguori in bianco con la sua firma. Su un legato di Missioni posseduto dai Gesuiti. L’apostolato avuto in Palma e nella cattedrale. () – 0806, 0280″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: A un parente innominato – “”Per la mia venuta costà””: spiega perché non può venire:  “”Mons.di Muro sta sdegnato contro la nostra Congregazione… le ha tolto le facoltà e vietato ogni funzione pubblica nella diocesi””. Lui non potrebbe dunque fare nessuna funzione contro la proibizione del vescovo. () – 0806, 0274″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”E’ partito Lauria da Girgenti otto giorni sono. Dal Molo  prima di imbarcarsi mi scrisse una lettera di coscienza””.. In cui enumera tutti i delitti commessi da Blasucci. Acclude questa lettera e la sua risposta. () – 0806, 0299″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Ricevo la veneratissima lettera di V,P. in data de’10  del  caduto mese. Son pronto a portarmi costà per pura obbedienza e  per far la volontà di Dio””. Espone le ragioni. Ma tutto lo sacrifica per poter concorrere all’unione. () – 0806, 0292″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Mi scrive da parte di V.P. R.ma il P. de Jacobis””: chiamato a Pagani è disposto per oboedienza a recarsi costà. Ma vuole conoscere il motivo, per poter comunicarlo al Vescovo. La sua visita di Caltanisetta durerà per tutto setembre. Invierà copia della lettera scritta da lui a Targiani e la su risposta. () – 0806, 0285″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Monsignore Liguori nostro Padre mi risposi alla mia lunga  lettera, che le accennai”” Sulla risposta di S.Alfonso sul sistema morale: la commenta ed espone le ragioni che aveva per cercare chiarezza su diversi punti. Su Mons. Lanza vescovo eletto di Girgenti. Suula comunità di Girgenti. () – 0806, 0283″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Carissimo Padre, sono privo di suoi caratteri da molte  poste””: due candidati al vescovato di Girgenti, tutti due affezzionati alla CSSR. Il Sig. Ciantro, benefattore della Congregazione, progetta viaggiare in Napoli e visitare Mons. Liguori e Nocera. Chiede che sia ben accolto. () – 0806, 0281″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR         ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Ricevo l’ultima di V.P.Rma in data de’14 del passato”” Ringrazia la conferma del Rettorato fattagli, ma rinuncia. Espone le ragioni: “”il governo di un Rettore più di tre anni  riesce alla comunità gravoso e tedioso””. Ci sono soggetti abili a governare la comunità: presenta il P. Lauria. Ha scritto a Mons. Liguori per chiedere l’accettazione della sua rinuncia. () – 0806, 0284″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR e Sacerdoti Missionari di Girgenti     ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Da una lettera di V.P.Rma diretta al P. Blasucci. e da lui  letta a tutti noi Sacerdoti Missionari di Girgenti abbiamo  rilevato i suoi oridini e minaccie, con cui ci prescrive  l’accettazione e l’esecuzione del nuovo Regolamento approvato  da sua Maestà. Espongono le ragioni percui non sono obbligati ad accettare il Regolamento: Il Regolamento è diretto alle 4 case del Regno di Napoli, non alla Sicilia. Il re non considera fondazione la casa di Girgenti, come l’ha dichiarato nel dispaccio del 1774, ma come piccola colonia di preti missionari addetti alla diocesi. Per ciò ci contentiamo di  starcene nel nostro niente…e anche di volontariamente  sottometterci come fin’ora abbiamo praticato e siamo pronti a  praticare all’ubbidienza e santa direzione di V.P.Rma.  senz’altra fotrmalità di atti autentici da riporsi  nell’Archivio di Nocera. Sottoscrivono Pietro Paolo Blasucci, Pasquale Giuliano, Giuseppe Ma. de Cunctis, Biaggio Garzia, Vincenzantonio Giattini, Pietro Ma.Frangeamore e Giuseppe Disparte. () – 0806, 0301”

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR novizio          ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Padre mio carissimo, non si meravigli V.R che io non l’abbia  scritto…”” Sulla sua salute fisica e spirituale. Sulle notizie richieste sul suo fratello Domenico Blasucci. () – 0806, 0273″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Tutte le case CSSR – “”Essendosi presentati alla Real Delegazione…gli Atti ed i  stabilimenti””  del Capitolo Generale, sono stati approvati  e approvati anche il Procuratore Generale P. Filippo Colombo e il Consultore Generale P. Giuseppe de Meo. Tutto questo si contiene in un librettino che è inviato a tutti. C’è il testo della circolare con la firma autografa di Blasucci inviato a Ciorani, e altra copia senza la firma di Blasucci. () – 0806, 0310″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Novizia – “”Racciudere in un piccolo pugno l’ampiezza sterminata del  mare””.. Sermone nell professione religiosa di una monaca. () – 0806, 0316″

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Mancini, Giuseppe CSSR – “”Per mano del P. Rettor Ferrante (Luigi) ho ricevuto ducati venti””. Celebrerò le 80 Messe. () – 0806, 0311″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A:  – “”Giudizio di un’anima straordinariamente vessata fatto dal  P.R.M del SS.Redentore”” () – 0806, 0315″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    A:  – Fotocopie di notizie sulla vita di S.Alfonso. Gli originali trasferiti a ct/01, 0549 e 07VG, 0676bis (Fondo Giattini). () – 0806, 0317

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: tutte le case della CSSR – “”Perchè la principale incumbenza del Rettore Maggiore della  nostra Congregazione””..: intende mettere davanti agli occhi dei confratelli le necessarie provvidenze e ordinazioni per il buon regolamento delle missioni e il buon ordine e decoro di tutto il corpo della Congregazione. Da 12 ordinazioni: sul comportamento nelle missioni, il buon esempio che debbono dare tutti i congregati, l’osservanza delle Regole. Impone una contribuzione. L’ospizio di Napoli. () – 0806, 0308″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Al Rettore e a tutti gl’individui della casa di Ciorani – “”Ordiniamo a V.R. e tutta codesta comunità””: 7 ordini: sulla facoltà del Rettore quanto a spese. Sulle confessioni di donne. Sul cibo nelle missioni. Osservanza della vita comune. Sulle nuove fabrice o piantaggioni. () – 0806, 0313″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: [Carnevale], Francesco – “”Carissimo Sig.re Fratello: Avea bisogno dello Spirito Santo””: Ringrazia di “”averlo liberato di una scortesia””: ritenendo quello inviato al vescovo, perchè mancavano le bolle di Ordinazione di Vincenzo Salicone. () – 0806, 0304″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    A:  – Manoscritto, sembra autografo, con il titolo di Primo sermone della novena del Redentore e  Selva di Sermoni del Redentore. () – 0806, 0314

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Padri e Fratelli CSSR – “”Lettera circolare a tutti i Rettori e soggetti delle nostre  case esistenti nel Regno di Napoli, Sicilia, Calabria,  Benevento, Stato Pontificio e Warsavia in Polonia””: A tutti augura la pace dopo “”una guerra ostinata di dodici anni””. Ringrazia Dio per questo prodigio operato “”a nostro favore””.  “”Vi incoraggiamo…alla grande impresa, a quella riforma  appunto di vita apostolica ed esemplare che Dio esigge da noi”” -l’esercizio delle sante missioni, scopo principale dell’Istituto. Per detta riforma di vita esigge l’osservanza dei 21 punti che espone e impone. () – 0806, 0303″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Rettori ed individui delle Case di Regno, Benevento, Calabria e Sicilia CSSR. – “”S’è dovere di ogni buon Piloto di applicarsi, dopo sedata la  tempesta a risarcire i danni della nave..”” ESorta all’osservanza ed enjmera i punti delle Regole trascurati: il giorno di ritiro; le accademie; lezione spirituale e orazione nella propria camera; circa il voto di povertà; vigilanza della condotta dei missionari nelle missioni; sul modo di portare i capelli: tosati dietro il capo: e abuso nei Redentoristi “”portare i capelli lunghi dietro il capo a modo  di Preti Secolari”” () – 0806, 0307″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Pavone, Giuseppe Maria CSSR Consultore Generale – “”Cum muneris nostri ratio expostulet..Te admodum P…Josephum  Mariae Pavone…pro nostrae absentiae tempore nostrum  Delegatum eligimus ac deputamus; tibique nostras committimus  vices.. Documentum ufficiale con sottoscrizione autogrfa di Blasucci e del suo segretario Joseph Caietanus Cardone CSSR. C’è sigillo cartaceo. () – 0806, 0305”

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Padri e Fratelli della CSSR – “”Volendo noi eseguire ciò che la Regola ci prescrive…”” circa il Capitolo Generale. Convoca il Capitolo Generale a celebrarsi in Pagani, incominciando il 1 giugno 1802. Firma autografa di Blasucci e del Segretario P. Innocenzo Franchini, e sigillo cartaceo della Congregazione. () – 0806, 0309″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Mancini, Giuseppe CSSR – “”Il P. Perretta mi scrive””: sulla celebrazione di 100 Messe a intenzione del P. Mancini. () – 0806, 0312″

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Per ultima e finale mia risposta sulla stampa della Vita del  nostro Venerabile””: accetta il consiglio datogli dal avvocato Calmeta. Faccia revisare l’opera dal P. Cardone e stamparla d’accordo con lui. () – 0802B, 0391″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”L’avvocato dei Santi il Sig. Colmeta mi ha fatto sentire per  mezzo del P. Cardone””: che si deve sospendere la stampa della Vita di Monsignore, finchè sia accettata dalla S.Sede e conosciuti tutti i punti controversi, per sapere cosa si deve omettere che possa pregiudicare alla causa. Gli ha concesso come revisore P. Cajone.Frattanto con Fratello Alessio procuri accomodare i punti di cui dubita. () – 0802B, 0381″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Al ritorno della Visita ho letta la vostra de’26 settembre  indirizzata a me e ai Consultori circa la stampa della Vita  den nostro Venerabile Fondatore””. Risponde che nella Vita non si deve dire parola sulla divisione e il Regolamento. Ed espone le ragioni. Ne anche sulle liti. Tutto questo si può esporre dopo la beatificazione. Per la devozione dei fedeli si potrà stampare un compendio della Vita, e  dopo la beatificazione la Vita grande del beato. L stampa del compendio si farò a spesa della cassa dello stesso Ven. Servo di Dio. () – 0802B, 0389″

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    A: Liguori, Alfonso Maria de – Fotocopie delle lettere di Blasucci a S.Alfonso. () – 0806, 0318

 

Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore    ” A: Padri e Fratelli CSSR – “”Le preghiere comuni fatte all””Altissimo da nostri Padri e  Fratelli per lo spazio di circa due anni per la tranquillità  della nostra Congregazione…sono state finalmente accolte”” Trascrive il Dispaccio reale che lo conferma nella carica di Rettore Maggiore, ed esorta all’osservanza regolare. () – 0806, 0306″

- Bonassisa Pasquale -

Bonassisa, Pasquale CSSR            A:  – Storia della sua vocazione. Segna come giorno memorabile il 05.08.1751. (1752.08.14 prima) – 0820, 0691

- Bonaventura Francesco Antonio -

vescovo di Nusco

Bonaventura, Francesco Antonio vescovo di Nusco         A: Innominato – Comunica che non spetta ai vescovi approvare nuove messe e offici, ma alla S.Sede. Cita il Decreto della C.dei Riti del 1628, sotto Urbano VIII. () – 0802B, 0154

- Bortoni Erasmo -

vescovo titolare di Eumenia

Bortoni, Erasmo vescovo titulare di Eumenia      ” A: Fiocchi, Carmine diacono – Bolla dell’ordinazione del diacono Fiocchi al sacerdozio. Firmano il vescovo e il segretario Agnellus Sovina. Timbro. Dietro si legge una nota autografa di S.Alfonso: “”Bulla del  Sac.o di D.  Carmine Fiocchi, già registrata””. () – 0809C, 0550b”

- Boscaga di Roma -

amanuense dei Servi di Dio

Boscaga di Roma, amanuense dei Servi di Dio     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Si sono ricevute due copie””: Una copia sarà inviata a Mons. Paolo Orefici di Gubbio. Sua opereta è stato molto gradita (Vita del B.Benvenuto). () – 0802B, 0218″

- Buonamano Francesco -

Buonamano, Francesco CSSR     A:  – Storia della sua vocazione. (1752.08.03) – 0820, 0696

 

Buonamano, Francesco CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria – Lettura difficile. Sembra che tratta delle missioni e dei missionari. (1753.03.18) – 0820, 0697

- Buonopane Fabio -

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Comunica che il P. Giordano ritorna a Deliceto e il P. Buonamano minore (Giuseppe) a Pagani. Sulle opere da farsi nella casa: il coro ecc. Resti vuota la grotta del B. Felice. (1775.09.22) – 0820, 0700

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla Novena di Natale, che farà a Foggia il P. Lupoli. Sulla conclusione con i pittori l’opera della cappella. Sul P. Errico in Cappelluccio. Dicchiarazione su una fede del P. Tannoia. (1775.11.09) – 0820, 0701

 

Buonopane, Fabio CSSR A: D. Vincenzo – Ho mandato Fratello Daniele in Iliceto pel disimpegno della lettera di V.S., spero che Ciricco faccia quanto i desidera. (1775.11.09) – 0820, 0702

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Anonio Maria CSSR ? – Conti di spese. Esercizi all’Annunziata (1776.01.19) – 0820, 0703

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli invia un denaro con il P. dell’Armi. E chiede ricevuta. Invita a venire a fare una passeggiata per la nobile strada Regale fatta. (1779.07.12) – 0820, 0704

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul Fratello Romito impicciato per la posta attrasata. Trattato del Canonico con Giuseppe Maffei. Manderà costà il Fratello Andrea. Paguerà il denaro dell’orzo. (1781.07.21) – 0820, 0705

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul Fratello Andrea che ha dovuto recarsi in Deliceto. L’orzo. Aiuto ai figgli Maffei.Domanda l’invio del denaro dato da Santa Maffei di Rapolla, zia del Fratello Raffaele. (1781.09.01) – 0820, 0706

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonios Maria CSSR – Indica per quale mezzo ha inviato il denaro di Rapolla: per Sr Giuseppe, cognato del P. de Michele. Sull’opera che si fa in Iliceto. (1781.09.21) – 0820, 0707

 

Buonopane, Fabio CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli ha scritto due lettere e una il Fratello Andrea. Sull’acquisto dell’orzo. Sulle finestre. Sul denaro da Rapolla. (1781.09.11) – 0820,  0708

 

Buonopane, Fabio e Majone Angelo CSSR            ” A: Majone, Angelo in [Napoli?] e Villani, Andrea CSSR Vicario Generale in [Pagani?] – E’ una lettera del P. Buonopane al P. Majone. Questi la invia al P. Villani, il quale scrive nella stessa lettera al P. Buonopane. La lettera di Buonopane comincia: “”Majone mio,  l’accludo l’originale del formolario mandatomi dal fiscale di  Nocera””. Acclude diversi altri documenti destinati a ottenere l’assenso regio per una permuta. Lui è stato in casa di Maffei  MP. Villani scrive nel secondo foglio di questa lettera: “”Il  P.Majone me l’aveva questa mandata aperta per legerla””. E da diverse notizie di persecuzione anticlericale in Spagna e Venezia e l’afflizzione del Papa perchè a Pavia si legge publicamente Febronio. () – 0803, 0090″

 

Buonopane, Fabio Maria CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Chiede delle preghiere per la sua sanità spirituale. P. Cajone, Prefetto degli Studenti, gli ha imposto di aggiungere nel libro dei morti di questa casa , notize  sulla loro vita. Chiede a Tannoia le notizie che gli mancano sul Fratello Domenico Blasucci, sul Fr. Pietrangelo Picone e sul P. Cafaro. (1761.10.09) – 0820, 0698

 

Buonopane, Fabio Maria CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle spese dell’orzo. Le vettrate e finestre sono pronte. Sui 6 docati di Rapolla. Accetta le 100 messe inviate. (1781.09.15) – 0820, 0709

 

Buonopane, Fabio Maria CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli ricorda che l’opera delle finestre e vetrati si trova terminata da 15 giorni e la prega di nuovo di inviare il traino, con il denaro dovuto, per portarli. (1791.11.18) – 0820, 0710

 

Buonopane, Fabio Maria CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Conti delle spese fatte. (1781.12.30) – 0820, 0711

Documenti Primi Padri

- C -

- Cadrignali (?), Filippo Benedetto (?) -

Cadrignali (?), Filippo Benedetto (?)       ” A: Tannoia – “”Mi sono molto sollevato in rivedere i suoi venerati  caratteri”” Seguita lui per ora a far lessione a P. Geldone  Zoccolante”” Visita del arcivescovo in Corato e mote del canonico Saverio Lamonica. Soppressione del Monastero di S. Domenico. Maestre per l’orfanatrofio. () – 0802B, 0353″

- Cajone Gaspare -

Cajone Gaspare, CSSR   A:  Borghesi,  Pietro – Lettera di amicizia, sulle medaglie preziose che vorrebbe acquistare. (1779.02.27) – 0821, 0726

 

Cajone, Gaspare              A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia il dono inviatogli. Su diverse medaglie e monete. (1793.07.10) – 0821, 0748

 

Cajone, Gaspare CSSR   ” A:  – “”Antonius Maria Tannoia Corati””: necrologia di Tannoia in latino. () – 0802B, 0448″

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Annunzia la morte durante la missione di Muro del P. Sebastiano Ricciradi: malatti, ultimo momenti, funerali solenni. Luoghi di  missioni:: Ricigliano,Roniagliano (?) (1762.12.03) – 0821, 0718

 

Cajone, Gaspare CSSR   ” A: Petrella, Pier paolo – Esortazione ad accettare i patimenti, come prova di amore di Dio: “”Libenter gloriabor in infirmitatibus meis””. (1762.12.22) – 0821, 0719″

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Direzione spirituale. (1763.12.25) – 0821,0720

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo – Direzione spirituale. Può scrivere alle sue sorelle. Saluta P. Strina, e P. D’Agostino. (1764.06.21) – 0821, 0721

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo – Sulla possibile venuta di Petrelli in Caposele. (1764.07.24) – 0821,0722

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Esortazione all’accetazione della volontà divina nelle sofferenze. (1766.07.26) – 0821, 0723

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrella, Pietro Paolo CSSR – Ringrazia quello inviatogli da Petrella.. Si rallegra che Petrella stia meglio. Ha consegnato la lettera al Sig. Santorelli.Gli consola la notizia dell’ingresso delle sue sorelle in monastero. Su Tosques. Messaggio per il P. Rettore Giovinale. Sui P. de Angelis e Fr. Francesco. (1766.10.19) – 0821, 0724

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Sulle medaglie preziose, d’argento, oro ecc. (1779.03.13) – 0821, 0727

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Ringrazia le medaglie d’argento imperiale. (1779.03.25) – 0821, 0728

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Sulle medaglie (1779.04.03) – 0821, 0729

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Rammarico per l’indisposizione sofferta dal Borghesi. Sulla medaglia d’oro di Filippo. E le medaglie consolari. (1779,04.20) – 0821, 0730

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Sulle medaglie Imperiali d’argento. (1779.04.30) – 0821, 0731

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Gli invia le medaglie da lui segnate. (1779.05.07) – 0821, 0732

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Gli fa sapere che ha ricevuto le 21 medaglie invitegli per mezzo del canonico Calefati. Riguardo ad altre medaglie. Medaglie che gli invia in pacchetto ben suggeliato con cera di Spagna. (1779.05.14) – 0821, 0733

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Sulle medaglie invategli per mezzo del P. Maestro Romano Servita parroco di S.Marcello. (1779.05.29) – 0821, 0734

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Sulle medaglie inviategli per mezzo del parrocho di S.Marcello. Ringrazia quelle che gli ha rimesso. Chiede notizie sulla medaglia d’oro di Tiberio imperatore. (1779.07.29) – 0821, 0735

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Si rallegra per il suo ristabilimento e ritorno a Roma. Su diverse medaglie che gli mancano. (1780.09.24) – 0821, 0736

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Su una promessa medaglia. Valersi del P. Isidoro Leggio, che si trova a Roma. (1781.01.06) – 0821, 0737

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Ha ricevuto la medaglia in argento di Pompeo consignata al P. D. Isidoro. Cita altremedaglie da acquistare.. (1781.01.27) – 0821, 0738

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Bolognesi, Pietro – Ha ricevuto i due scabolini delle medaglie. Su altre medaglie e le medaglie che gli invia. (1781.03.29) – 0821, 0739

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Ringrazia il pacchetto colle dieci medaglie invatogli. Considerazioni riguardanti altre medaglie. Medaglie consolari. (1786.05.13) – 0821, 0740

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Villani, Andrea Vicario Generale CSSR – Ha ricevuto la lettera che annunzia la morte del Servo di Dio e nostro Fondatore. Narra come è stato celebrato il funerale del nostro Fondatore. (1787.09.02) – 0821, 0741

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – La prega di consegnare al P. Isidoro la medaglia che gli ha acquistato, y enumera quelle che gli mancano. In foglio separato senza data, anunzia che gli invia 4 medaglie e chiede in vece di esse un Vitellio col Tripus. (1788.0612) – 0821, 0742

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli invia copia degl’inni richiestegli, fatti con molta fatica. Spiega come ha proceduto. Chiede in cambio due scatole di caciocavvalli (formaggio) (1790.0743) – 0821,0743

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tanoia, Antonio Maria CSSR – Lettera di lamentazioni: dichiara che adesso conosce Tannoia molto meno di prima. (1754.03.12) – 0821, 0712

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Lettera di direzione spirituale. (1758.12.15) – 0821, 0713

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Si compiace di essere sostituito da lui nella mansione di Prefetto degli Studenti. Gli confida una penitente. Esortazione e fare sempre la volontà di Dio. (1759.12.04) – 0821, 0714

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Borghesi, Pietro – Teme che non gli sia arrivata la lettera inviatagli via Rimini, per cui scrive quest’altra. Tratta delle medaglie e chiede di procurargli alcuni oggetti in argento. (1761.11.29) – 0821, 0715

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Lettera di direzione spirituale. Esortazione ad accettare la volontà di Dio, come si presenta. Saluta gli Studenti. (1762.01.05) – 0821, 0716

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Petrelli, Pietro Paolo CSSR – Ha passato a Basile a prender l’acqua. Sul giovane seminarista Francesco Strarra. Direzzione spirituale. (1762.07…) – 0821, 0717

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha scritto al Superiore Generale che lui, Cajone e soltanto lui, è colpevole del fatto che Tannoia non sia andato a Roma via Frosinone. Chiede a Tannoia di scrivere una lettera al P. Superiore. (1791.06.04) – 0821, 0744

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoio, Antonio Maria CSSR – Inviatogli il foglio che desiderava per mezzo del P. Lacerra. Il Cardinale di Benevento è venuto a domandare lo stato delle affari della Congregazione in Roma. (1791.06.11) – 0821, 0745

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Neri, Lorenzo CSSR – La prega di non perdere tempo nel ottenere il Regio Permesso, di cui dipende tutto, perché c’è pericolo di perdere tutto. (1791.11.09) – 0821, 0746

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Chiede cosa vuole si faccia con quello ricevuto. Se vuole che siano inviati a Roma, invìe prima il denaro per la spesa. Sulle cose della Congregazione. P. De Paola è andato in Napoli. (1792.05.13) – 0821, 0747

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – E stato ammalato. Gli invia una lista di medaglie che gli mancano e gli offre altre. (1793.12.15) – 0821, 0749

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria – Intercambio di medaglie. (1796.08.17) – 0821, 0750

 

Cajone, Gaspare CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR Consultore Generale – Molto dispiaciuto perché il P. Generale gli ha inviato due congregati di cattiva condotta, invece di punirli. La prega che intervenga. (1806.08.18) – 0821, 0752

 

Cajone, Gaspare CSSR   A:  – Elenco di medaglie () – 0821, 0754

- Calvini Vincenzo Maria, primicerio e
Teodoro -

Calvini, Vincenzo Maria Primicerio e Teodoro     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Con sommo piacere ho ricevuto la vostra lettera””: Spiega perché non hanno potuto viaggiare lui e Tedoro.Decreto sull’eroicità delle virtù del Venerabile Liguori. Chiederà l’Officio e Messa dell’Immacolata. Sulla missione di Forenza.  Dietro Teodoro scrive una lunga lettera a Tannoia per spiegargli che non l’ha olvidato. () – 0802B, 0426″

- Camerino Michele -

Camerino, Michele         A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Racconta la maniera come connobe  in Ariano P. Giovanni Rizzo, inviato a predicare gli esercisi spirituali e l’impressione di virtù causata da lui in tutti. (1771 dopo) – 0811, 0610

- Candido Riccardo -

Candido, Riccardo            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Corato. – “”Se più prima si fusse compiaciuto tenermi ricordato per i  bisogni di coteste Sig.re Monache del Convento Nuovo””. Adesso è troppo tardi: non è nello stato di aiutare loro. () – 0802B, 0281″

- Canonico (?) -

Canonico ?         ” A: Pietragalla (?) – “”Al zelo che V.Ecca nudre per il vantaggio spirituale””: l’autore della lettera dichiara che nel suo governo ha concesso le licenze di confessare, absolvere dai casi anche riservati e di predicare al Pre.Orlandi e ai Padri Redentoristi. () – 0802B, 0165″

- Capece Gaetano -

arcivescovo di Trani

Capece, Caietano Maria arcivescovo di Trani       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Sempre più””.. Sembra che accenna al progetto di fondazione in Corato. No obstante il suo desiderio, lamenta non poter soddisfarlo, perché è difficile ottenere l’approvazione della Corte. () – 0802B, 0126″

 

Capece, Gaetano arcivescovo di Trani     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Corato. – “”Mi dichiaro assai tenuto””: ringrazia gli auguri di Natale.  “”Di Mons. Liguori non ho materie tali da potercele descrivere,  ma solo essendo io Teatino e Lettore publico, fui destinato  revisore di alcune sue opere, e restai edificato della sua  moderazione ed umlità””. Sulla stampa di alcuni libri suoi: gli invierà una copia per sometterla alla sua censura. () – 0802B, 0294″

 

Capece, Gaetano Maria arcivescovo di Trani       ” A: ? (Preside di Trani? De Marco? altro vescovo?) – “”Con sommo piacere ricevo li graditi caratteri di VS Il.ma  R.ma””: sulla morte del canonico Giuseppe Domenico La Monaca. Sulla Congregazione di S.Maria Greca e il gradito superiore eletto D. Felice di Gioja Sul Conservatorio di Orfane. Approva la nomina del sac. Fedele Mandoj. (Copi) () – 0802B, 0283″

- Cappello Felice -

Cappello, Felice ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Nel suo viglietto mi dice V.R.””.. cosa pensa della vita di Mons. Liguori che ha scritto. Manifesta il suo pensiero. Nella seconda pagina Cappello trascrive una epigrafe in latino da lui composta in onore del P. Tannoia. () – 0802B, 0447″

- Caprioli Pasquale -

Caprioli, Paquale CSSR   A: Martuscelli, Nicola CSSR. Caposele. – Cenni biografici del P. Villani. P. Caprioli invia cotesti cenni con una lettera autografa, scritta a continuazione. () – 0803, 0197

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria – Espone le diificoltà che trova nel governo della comunità e le critiche che gli fanno ed espone le ragioni che lo muoveno ad agire così. (1887.01.15) – 0822, 0759

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Longhissima lettera di 8 pagine, in cui vuole giustificare la sua condotta e il suo modo di procedere. (1787.06.13) – 0822, 0760

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spiega perché non può andare a Tramonti in ricerca di quello che vuole Tannoia. Notizie sulla Corsica, Piemonte, Nizza, Fiera di Salerno. (1794.09.18) – 0822, 0761

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spera che possa venire (Tannoia) in Ciorani. Sulla pubblicazione della Vita del Fratello Vito Curzio, scitta da S.Alfonso. Pro e contra. (1796.11.13) – 0822, o762

 

Caprioli, Pasquale CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ora ho inteso…che già ha ritrovato a vendere li suoi scritti Liguoriani””: Sul destino di questo denaro. Riguardo ad altre pubblicazioni. Chiede gli invie l’opera del P. Cappelli. Sta legendo l’opera dell’Armi, Ottima. (1797.09.22) – 0822, 0763″

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla revisione ed approvazione delle opere di Tannoia. (1797.09.25) – 0822, 0764

 

Caprioli, Pasquale CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla celebrazione di Messe. (1812.07.13) – 0822, 0765

 

Caprioli, Pasquale CSSR.               A:  –  (1749-1751) – 0822, 0766

 

Caprioli, Pasquale Maria CSSR    A: [Tannoia, Antonio Maria ?] – Gli comunica i resultati della ricerca fatta nel libro della Conferenza di MonteVergine. Dopo riferisce quello saputo da una lettera venuta da Nocera, sul progetto di riunirse in Roma i Padri Cajone, Corrado e de Paola, e chiedere per mezzo del Cardinale di Benevento, la rinunzia dei vecchi e nuovi officiali. Cosa che lui non capisce. Spiega. (1786.11.14) – 0822, 0756

 

Caprioli, Pasquale Maria CSSR    A: Tannoia, Antonio Maria ? –  Gli ha mandato una gran foglio di notizie.Gli hanno detto che [Tannoia?] stava in Napoli, altrimenti gli avessi scritto ad Iliceto. P.Leo e P. Negro vanno a missione. Commentario sulle missioni. (1786.11.21) – 0822, 0757

 

Caprioli, Pasquale Maria CSSR    A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle accusazioni false contro di lui. Si giustifica. Chiede un incontro per parlare a voce. (1787.01.16) – 0822, 0758

- Caputi Giuseppe -

Caputi, Giuseppe            ” A: Un nipote innominato – “”L’affetto vostro è caggione di farvi dubitare del mio”” : dati suoi personali e poi “”e ne ringrazio vivamente la vostra  Pietà, con la quale si benignamente mi raccordate di esservi  un Dio, di avere un’Anima…”” Fa un commento delle verità della fede  Si trova anche qui un biglietto indirizzato a un signore o sacerdote E.Bacconi in Benevento, in cui si conceda di lui:  “”Arrivederci nell’altro mondo””. () – 0802B, 0089″

 

Caputi, Giuseppe            ” A: A sua figlia Suor Maria Celeste Caputi per il figlio suo Domenico. Avellino. – “”Sorella cara credo abbia ricevuto..”” Chiede che faccia capitare questa lettera e la scrittura a Domenico, che pensa si trova a Ciorani. Poi a Domenico le fa sapere che ha inviato al P. Margotta copia del patrimonio e ha scritto a D. Alfonso sui suo ingresso. () – 0802B, 0091″

- Caraffa, Suor Brianna -

Caraffa, Suor Brianna     ” A: Verzella, Felice – “”Io sono costernatissima””: perché non ha ricevuta risposta di S.Alfonso a una lettera scrittagli, e chiede notizie di lui. () – 0802B, 0129″

- Carbone Cristino -

Carbone, Cristino CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  (1782.08.04) – 0823 0767

- Cardone Giuseppe -

Cardone, Giusepe Gaetano CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spiega perché non aveva scritto. Giunsero da Saragnano i Padri de Paolo e Cirillo per rattare dell’unione. Pensa che è inutile se prima non si pubblichi il concordato, si veda l’esito della consulta dei statisti contraria e l’exequatur. (1787.05.11) – 0827, 0862

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           ” A:  – “”Orazione funebre in morte del P. D. Andrea Villani II Rettore  Maggiore della CSSR recitata dal P. D. Giuseppee Gaetano  Cardone della stessa Congregazione, nella chiesa di San  Michele de’ Pagani de medesimi PP, il giorno decimoterzo  d’Aprile 1792. Copiata dal novizio Ambrosio dall’originale che  ha il nipote del fu P. Villani nell’anno 1849. () – 0803, 0195”

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Negri, Lorenzo CSSR – Comunica che P. de Paola è venuto Pagani, è stato trattato con difidenza. Sull’unione. Si ha parlato in Napoli con il Sig. Giovanni Battista Perrotta. Il P. Lacerra non risponde. (1791.07.01) – 0827, 0868

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’abbocamento di Tannoia in Frosinone con il P. Costanzo per esaminare quello che si doveva fare per l’unione e in quali termini scrivere la supplica. (1791.07.01) – 0827, 0869

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Rettore della comunità – Gli ha inviato la circolare sui voti. Non sa se gli abbiano inviato la circolare convocatoria del Capitolo. Ma non deve pubblicare questa circolare, se l’ha ricevuta. C’è altra circolare fatta dal P. Criscuoli senza intelligenza del Vicario Generale. Ha voluto prevenirlo di tutto. (1792.10.26) – 0827, 0870

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Un vescovo – Supplica per ottenere subsidi per il processo di beatificazione di. S.Alfonso. (1793.11.30) – 0827, 0871

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia a Tannoia la sollecitudine per le postulazioni. Gli piace  l’elenco di vescovi inviategli. Altre domande sulle postulazioni. (1791.05.23) – 0827, 0865 bis

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: (Tannoia, Antonio Maria CSSR) – Chiede due lettere indirizzate al Papa, ma inviate al P. Cardone in Roma: indica il contenuto di esse e la forma de scriverle: si domanda la beatificazione di.Alfonso Maria di Liguori. (1794) – 0827, 0872

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Un vescovo – Chiede delle lettere postulatorie e espone il contenuto. (1794.05.28) – 0827, 0873

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia. Antonio Maria CSSR – Postulazioni ricevute di vescovi. Ha ricvuto anche postulazione di Troja, ma senza lettera, per cui non sa a chi ringraziare. (1794.07.22) – 0827, 0875

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia le postulazioni inviategli ed enumera quelle già ricevute e quelle ancora da domandare. (1794.07.28) – 0827, 0876

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle postulazioni: non ci vogliono più di vescovi. Sulle spese di sei scudi, di cui si spaventa Tannoia. Su una copia informe: non si permette. Se vuole lo richiesto invie il denaro della spesa. Sulle lettere di S.Alfonso: è compito della S.Congregazione. (1794.08.29) – 0827, 0877

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Parlerà con l’avvocato Zucchero e farà tutte le diligenze possibili nell’Archivio del Vaticano. Sul caso del Arciprete: S.Penitenziaria non volle dargli i casi: chiede altri informazioni. (1794.12.12) – 0827, 0878

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul denaro che deve dare un amico. Prepara un memoriale di risposte. Sui santi Giuseppe Calasanzio, Giovanni Giuseppe della Croce: si ha procurato Sommari di questi per la beatificazione. Chiede ottenga dal P. Ferraioli l’invio del denaro delle Messe già celebrate. Non menzionare lo sbaglio di testimoni circa la rinunzia all’ arcivesvcovado fatta dal Servo di Dio (Alfonso). (1795.01.29) – 0827, 0879

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Chiede urgentemente dati riguardanti la Relazione fatta dal Vescovo di Bovino. (1795.02.10) – 0827, 0880

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sono uscite le animadversioni del Promotore: prepara la risposta. Non può comunicare niente perché niente si è fatto ancora. Ma per comunicargli qualche cosa vuole esse sicuro che nessun altro legge ciò che gli scrive. P. Mona leggerà nell’archivio vaticano le carte che si vuole conoscere. (1795.03.14) – 0827, 0881

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla grazia da ottenere per un raccomandato di Tannoia. Ma occorre il denaro. Sulla testimonianza di una donna. Niente nuovo ancora nel processo di beatificazione di S. Alfonso. (1795.12.07) – 0827, 0882

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Prega che gli comunichi i miracoli o grazie ottenute per intercessione del Servo i Dio Alfonso, da lei conosciuti e qualche altro dato che abbia sulla vita dello stesso Servo di Dio, per scrivere gli articoli. Spiega di quali miracoli o grazie si tratta. (1796.02.26) – 0827, 0883

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Blasucci, Pietro Paolo Rettore Maggiore CSSR – Rapporto di 8 pagine sullo sviluppo sul dubbio riguardante la storia del Regolamento, concluso con il Decreto del Papa sull’introduzione del processo di beatificazione di Alfonso e il divieto di trattare in poi della questione della responsabilità di Alfonso nell’ affare del Regolamento.Sulle spese della causa. (1796.03.118) – 0827, 0884

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli fa sapere l’esito della Commisione nominata per trattare la responsabilità del Servo di Dio Alfonso, nell’affare del Regolamento, con il decreto che ordina il silenzio su questo dubbio nel processo della sua beatificazione, per cui si può già introdurre la causa e il Servo di Dio sarà Venerabile. Si farà dopo Pasqua. (1796.03.20) – 0827, 0885

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria? – Raccomendazione di un laico che si portò costì (Deliceto?). (1781.05.12) – 0827, 0852

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla necessità dell’exequatur alla Regola approvata da Benedetto XIV in rapporto al Regolamento. (1781.05.14) – 0827, 0853

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Attende il cacio lasciato dal P. Corrado. Monsignore (Alfono) ha ricevuto la sua lettera, ma non risponderà prima del ritorno del P. Corrado. P. Corrado con P. Francesco Saverio di Leo partiti da Napoli il 09.06 sono già arrivati a Roma. (1781.06.13) – 0827, 0855

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  Gli fa sapere che il P. Vicario Generale, P. Corrado, ha deciso inviare ad Iliceto Fratello Eustachio per bene della pace. Prega di ritenerlo costà fino al ritorno da Roma del P. Corrado. (1781.06.12) – 0827, 0854

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Tutti sono stati intesi inquanto all’operato suo a Napoli. Proceda come meglio può riguardo alla lite insorta. Sul foglio firmato dal P. de Paola. (1786.02.11) – 0827, 0857

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Manifesta il suo parere sulla situazione della Congregazione: considera uno sbaglio l’aver inviato a Roma i PP. Corrado e Leo; uno sbaglio avere chiesto le facoltà alla S.Sede, perché tutto questo era ricognoscere che le case del Regno non appartenevano alla CSSR. Più sbagliato ancora ciò che vuole fare il P. Lacerra di ottenere tutte le facoltà e privilegi, senza avere chiesto prima il permesso del Re di Napoli, perché allora non si potrà ottenere l’exequatur. (1787.01.01) – 0827, 0858

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sente che Tannoia ha risoluto portarsi a Benevento per sessionare con i Padri dello Stato. Ma la prega di attendere ancora e spiega le ragioni. (1787.01.20) – 0827, 0859

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli assicura che egli mai ha dubitato di lui. Gli da alcune belle notizie. (1787.02.26) – 0827, 0860

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Dispiaciuto perché Tannoia non abbia risposto alla domanda fattagli sul P. Lorenzo Monaco. Altrettanto dispiaciuto il P. Costanzo per la lettera scrittagli in risposta. (1787.03.04) – 0827, 0861

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Neri, Lorenzo Pietro CSSR – Sull’operato di Tannoia y Costanzo riguardo all’affare dell’unione e i due progetti inviati dal P. Neri. Reciproca diffidenza tra i delegati del Regno e il P. Generale de Paola. (1791.07.02) – 0827, 0863

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR(?) – Analizza la situazione della Congregazione nel Regno; l’intervento del P. Corrado Minore; l’atteggiamento del anziano Rettore Maggiore nel governo. Ricorso sul permesso di riempire le case della Calabria con Padri del Regno. (1791.03.17) – 0827, 0864

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul processo di beatificazione di S.Alfonso. Terminata la copia di due processi, chiede delle postulazioni del Rettore Maggiore e dei vescovi dei Capitoli e dele Università che enumera. Acclude una breve istruzione e un abbozzo (che non si trovano qui adesso) della postulazione.. Si stampa il SOMMARIO. Nel secondo foglio, dietro c’è un elenco scritto dal P. Tannoia di 14  postulazioni fatte e invite a Cardone. (1791.05.05) – 0827, 0865

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Risponde alle sue lettere, sentito il parere dei Padri della comunità di Pagani e in nome del Rettore Maggiore, sulle difficoltà di trovare i mezzi atti per ottenere l’unione della Congregazione: bisogna partire dai fatti come sono accaduti: ricorso contro i siciliani, pretensioni monacali del P. de Paola ecc (1791.05.17) – 0827, 0866

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           ” A: Negri, Lorenzo CSSR – “”La sua condotta, e quella del suo compagno P. Tannoia non è piaciuta ad alcuno””. In una lunghissima lettera di 6 pagine, che P. Tannoia  qualifica come “”mare magnum del P. Cardone””, analizza le diverse lettere e proposte ricevute riguardante l’affare dell’unione della Congregazione, ed espone il suo pensiero contrario. (1791.06.20) – 0827, 0867″

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – Acclude due decreti: quello della nomina della commisione per trattare della responsabilità di S.Alfonso nell’affare del Regolamento e quello del silenzio imposto dal Papa sulla questione. Questi Decreti non ci sono qui. Qui spiega perché non aveva comunicato tutto prima. Poi su diversi punti: sulla povertà, sul Vicariato, su altri punti propostigli da Blasucci, non menzionati. Sul Fratello Giuseppe. A Giattini invia lettera della S.Congregazione indirizzata al vescovo di Girgenti. Circa la sospensione di legati (1796.03.25) – 0827, 0886

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – La reunione della Congegazione dei Vescovi e Regolari si farà più tardi.Supplica per l’aprovazione delle Costituzioni.  Sul memoriale riguardante il voto di povertà. (1796.03.28) – 0827, 0887

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla gazzetta. Sulla dilazione della seduta dellla Congregazione dei Vescovi e Regolari. Fa sapere che al P. Rettore Maggiore ha inviato copie di due Decreti. Nel Decreto sul silenzio, questo si applica espressamente anche al Promotore della Fede. S attestati di miracoli. (1796.03.28) – 0827, 0888

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettoe Maggiore – Ha letto la supplica scritta dal P. Blasucci. Ne le chiederà il parere al avvocato Zuccheri. Si debbono fare 12 copie, per distribuire 10 giorni prima della Congregazione. Perquisizione di tutte le lettere scritte da S.Alfonso, lasciata al procuratore Amici. Sull’amministrazione dei beni dei congregati. (1796.04…) – 0827, 0889

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Dopo la Congregazione gli scriverà. Adesso scrive gli articoli per i processi apostolici. Ha ricevuto gli attestati: ringrazia a Tannoia e al P. Errico. Chiederà per lui la dispensa del Officio, che la otenne S.Alfonso, ma stava di continuo applicato a leggere e comporre. (1796.04.25) – 0827, 0890

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           ” A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – Il 30 aprile si tenne la Congregazione ordinaria dei SS.Riti per l’Introduzione della Causa de Beatificazione del Servo di Dio Alfonso de Liguori, il quale da questo momento ha il titulo di Venerabile. Comunicazione della notizia e atti di ringraziamento al Signore. Racconta poi in forma riservata “”una cosa tanto vergognosa e infame fatta dal P. Leggio””: contro il Decreto del Papa sul perpetuo silenzio,  minacciò scrivere in Roma che non si introducesse la causa, se prima non si esaminasse di nuovo questo punto del Regolamento. Il Papa allora ordinò che se li facesse un riassunto di tutta la causa. La relazione fu favorevole, e Leggio restò come calunniatore, impiccione ecc.”” Invierà copia autentica della Commissione firmata dal Papa, e del Breve Apostolico che conferma il decreto del silenzio. (1796.05.03) – 0827, 0891″

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Scrive che gli invia due copie dei Decreti per l’introduzione della causa e gli invierà due copie del Breve che conferma il Decreto del silenzio. Acchiude anche il Rescritto per la dispensa del Officio. (1796.05.10) – 0827, 0892

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Soddisfazione generale per l’introduzione della causa:””questa causa da oggi avanti volarà””. Ci sono dei miracoli. Sul Breve richiesto da Tannoia. Sul suo ritorno. “”V.R. si applichi pure a comporre la vita…”” (1796.05.17) – 0827, 0893″

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Promotore della Fede Mons. Napulione – Memoriale in cui espone gli ostacoli che fare si possono all’Introduzione della Causa del Servo di Dio Alfonso di Liguori, risultanti dalla Posizione della divisione della Congregazione e prega il Promotore d’imitare il provedimento preso da Promotore della Fide nella causa del Beato Giuseppe della Croce. (1796.04) – 0827, 0890bis

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Partirà a Napoli, chiede gli prepare un letto nell’ospizio. Se gli invia denaro gli porterà dei libri. (1796.06.07) – 0827, 0894

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha dovuto differire il processo super il non cultu. Chiede di portarsi al Barone e a D.Vincenzo Picone per domandare l’exequatur. Il processo passerà a S.Agata e il primo da esaminare sarà il P. Tannoia.. (1796.11.07) – 0827, 0895

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Prega di nuovo che si porti dal Barone Perrotti per trovare il Regio Exequatur, che non è penes D.Vicenzo Picone. Sugli articoli. Riguardo alla vita del Venerabile Alfonso: chiede che per stamparla bisogna prima non menzionare  la divisione delle case e compulsare tutti i processi esistenti in Camera Reale. Spiega le ragioni. (!796.11.11) – 0827, 0896

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           ” A: Tannia, Antonio Maria CSSR – Continua cercando le carte dell’Exequatur. “”Si vada disponendo per portarsi con lui in S.Agata””. Ma dopo la prega di partire per S.Agata. (1796.11.30) – 0827, 0897″

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si porta a Napoli per partire a S.Agata con Tannoia. Sulla maniera di fare questo viaggio. Sulla sistemazione in S.Agata. In S.Agata Tannoia dovrà dire la Messa a intenzione di Cardone. (1796.12.01) – 0827, 0898

 

Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – P. Rettore Maggiore in Evoli colla missione. Sulla stampa della vita di S.Alfonso: tolga il punto della divisione delle case e avrà il permesso di farla stampare. Tannoia sarà il primo a deporre in S.Agata, dieci o quindici giorni dopo il loro arrivo a S.Agata. Sui processi apostolici. (1796.11.07) – 0827, 0895bis

 

Cardone, Giuseppe Gaetano, CSSR          A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia le lettere postulatorie inviate, chiede altre, principalmente di vescovi ed enumera i vescovi che gli hanno già inviato. (1794.06.13) – 0827, 0874

- Carelli Filippo -

Carelli, Filippo   A: Criscuoli, Diodato CSSR – I sui senitmenti per la morte di Mons. Liguori. Chiede notizie sulla sua malattia, la sua morte e dopo la morte, e qualche reliquia. (1787.09.14) – 0829, 0909

 

Carelli, Filippo   A: Criscuoli, Diodato CSSR – Ringrazia la relazione della morte di Mons. Liguori e le reliquie inviategli. (1787.12.15) – 0829, 0910

- Carelli Gennaro -

vescovo di Conversano

Carelli, Gennaro vescovo di Conversano               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Sono dispiaciuto primo per non avere ottenuto finora”” il rescritto sull’Officio e Messa dell’Immacolata Concezione. Il suo agente di Roma no si da moto per ottenerlo. Gli chiede di domandare per lui questa grazia. Per la stampa ricorrerà ai Frati di S.Maria Lanova di Napoli. () – 0802B, 0435″

 

Carelli, Gennaro vescovo di Conversano               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Resto informato del motivo percui non ha potuto…”” ricorrere per ottener loro l’Officio e la Messa dell’Immacolata. Fa un commento di questo. Scrittura poco leggibile. () – 0802B, 0428″

 

Carelli, Gennaro vescovo di Conversano               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Devo sommamente ringraziare V.R. per la bontà avuta nel farmi  sapere”” che il Papa ha concesso ai Francescani l’inserzione della parola immacolata nel prefazio della Vergina Maria. Anche lui vuole avere questa grazia y chiede a Tannoia di domandarla alla S.Sede per mezzo del Procuratore Generale CSSR. () – 0802B, 0421″

- Carnovale Donato Antonio -

arciprete di Ruvo

Carnovale, Donato Antonio arciprette di Ruvo (diocesi di Muro) A:  – Fede di cresima del bambino di 5 anni Francesco de Paola,  figlio di Donato e Giovanna Carnovale, amministrata dal  vescovo di Muro Mons. Melchiorre Delfico. Padrino, Vito P.  d’Agostino. Firma l’arciprette Donato Antonio Carnovale, con  l’autentica del notaio Donato de Paola. () – 07VF, 0568

- Castellarete -

Principe di ...

Castellarete, il Principe di             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Molto sono tenuto alla cordialità…”” Ringrazia di essere stato avvertito di non calare a Tremoleto. La sua moglie va meglio, ma sta facendo la novena. Invierà le cipollete di fiori al Fratello sagrestano. () – 0802B, 0314″

- Castiati Giuseppe Maria -

Castiati, Giuseppe Maria CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si congratula con lui e con il P. Neri giunti a Roma per trattare dell’unione della Congregazione e augura loro felice esitu. Sulla concessione dell’Exequatur alla Bolla della Regola. (1791.06.03) – 0823, 0768

- Caterina Felice -

Caterina Felice  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Giorni sono Padre mio le mandassimo un altra lettera nostra””: Manifesta le strettezze della famiglia e si lamenta di Antonio che non provvede il necessario. () – 0802B, 0151″

- Cavalcanti Antonio Andrea -

vescovo di Trani

Cavalcanti, Antonio Andrea arcivescovo di Trani                ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Siccome con piacere avrei veduto la persona di V.R.”” Lamenta che non gli sia stato possibile di venire, ma continua ad aspettarlo. Sul buon comportamento del sacerdote Antonio di Biase del Cavale. Spera andare a Corato dove verrà il P. Rizzi. () – 0802B, 0108″

 

Cavalcanti, Antonio Andrea arcivescovo di Trani                ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Sono troppo sicuro della cordialità di V.R”” :ringrazia la lettera ricevuta in occasione della sua “”pericolosa infermità””. Tratta del progetto di fondazione in Corato. () – 0802B, 0107″

- Cherubina -

Suora dei Sette Dolori

Cherubina, Suor dei Sette Dolori               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”La grazia dello Spirito S.””.. Ringrazia la sua lettera. Per P. Carmine ha saputo dove risiede. Sulla vita dei missionari. Sulle ultimi giorni della suora figlia di Tina Franco, assistita dal P. Carmine. Chiede il suo intervento per avere più spesso nel monastero il P. Carmine per la direzzione spirituale e per la quaresima: lo chiede anche la Madre Priora, Maria di Gesù. Sul defunto P.Saverio Rossi. Saluta P. Pasquale Caprioli.  Chiede un po di semenza dei fiori che si piantano nel monastero. Auguri di Natale. () – 0802B, 0124″

- Chiesa Agostino, FGN -

Chiesa, FGN agostino     ” A: Cimino, Giuseppe parroco. Castellammare. – “”Il P. Reg.o Lippo non ha detto tutto””: rettificazione di quello affermato dal P.Lippo. () – 0802B, 0112″

- Chiomenti Giuseppe -

Chiomenti, Giuseppe CSSR          A:  – Curriculum vitae. Ci sono alcune note o bozze e una lettera senza indirizzo scritta dal P. Francesco Saverio Franza da Caposele il 29.12.1826, per ringraziare gli auguri ricevuti. () – 0823, 0769

- Ciampaglia Costantino -

Ciampaglia, Costantino ” A: Lupi, Benedetto. Napoli. – “”Amico caro, Il P. D. Antonio Tannoia””… ha parlato sull’affare della CSSR divisa; ci sono dei memoriali presentati al Papa, al riguardo. Il Cardinale Prefetto non mancherà di contribuire alla giustizia. P. Tannoia gli porta un plico diretto a Francesco Rossetti. () – 0802B, 0229”

- Cianci Maria Battista, badessa -

Cianci, Maria Battista Abbadessa             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Sono con questa mia umilissima””: chiede un Padre per predicare gli esercizi spirituali alla comunità. Dietro il foglio ci sono scritte diverse note di Tannoia. () – 0802B, 0197″

- Ciani Salvatore, arcidiacono -

Ciani, Salvadore arcidiacono       A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Condoglianza del Capitolo per la morte del P. Gayano, e soddisfazione del acquisto fatto dalla chiesa di Minervino del sacro deposito delle sue ossa. (1770.12.29) – 0833, 1020/d

- Cicchetti Leonardo, fratello -

Cicchetti, Leonardo Frtaello CSSR             ” A: Di Napoli, Giuseppe Fratello CSSR – “”Caro Fratello Giuseppe: dalli carlini 30″”: gli chiede di acquistare alcuni oggetti, che segna. Dietro il 4ò foglio si legge una nota del P. Tannoia sui vescovi. () – 0802B, 0324″

- Cimafonte Pietro -

Cimafonte, Pietro            ” A: [Corrado, Bartolomè] Superiore di Ciorani – “”Ho scritte due mie antecedenti lettere, una a V.P.M.R, come  Rettore di Ciorani”” Non ha ricevuto riscontro. Ripete dunque l’oggetto di quelle lettere: la celebrazione di Messe nella data e modo e intenzione segnati. () – 0802B, 0163″

 

Cimafonte, Pietro            ” A: [Corrado, Bartolomè], Superiore di Ciorani – “”Voi che ben sapete””: sull’altare maggiore della chiesa. Aiuterà il suo fratello Giuseppe. Indica ciò da fare e chiede risposta al riguardo. Sulle messe da celebrare. () – 0802B, 0170″

- Cimino Fabrizio -

vescovo di Oria

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul suo viaggio da Caposele a Iliceto, dove è stato inviato dal P. de Paola. Descrizione della regione. (1753.05.11) – 0828, 0900

 

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Margotta Francesco CSSR – Domanda l’invio del denaro pagato già dagli esercitanti. Chiede vino di cipro e altre cose. (1755.05.13) – 0828, 0901

 

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Chiede notizie di lui e delle sue cose. (1773.10.08) – 0828, 0902

 

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Polestra, Vito CSSR – Comunica che è stato eletto Rettore il P. Strina, avanzato di età e sconosciuto in Deliceto. Prega che P. Tannoia sistemi le cose nella caomunità. (1776.07.26) – 0828, 0903

 

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Errico, Giuseppe CSSR – Su quello fatto nella grotta senza la sua licenza. Celebrazione delle Messe. Patirà a Nocera. (1779.05.29) – 0828, 0904

 

Cimino, Fabrizio CSSR    A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle cose che sono scritte contro Tannoia. Su un’affitto. (1779.09.02) – 0828, 0905

 

Cimino, Fabrizio vescovo di Oria               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Sapeva benissimo, come ancora so””: sull’ordinazione dello Studente Angelo Fedele Pinto. Difficoltà presenti. () – 0802B, 0412″

- Cinafonte Pietro -

Cinafonte, Pietro             ” A: Superiore di Ciorani? – “”Spero fra giorni”” portarsi verso Nocera e poi verso Ciorani per l’affare della cupola e dell’altare.Domanda l’aiuto del P. Fiocchi. Chiede poi la celebrazione di diverse messe. () – 0802B, 0143″

- Ciotti Paolo, monsignore -

Ciotti, Monsignore Paolo (?)       A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – ? Raccomanda a Giuseppe Lucci, nipote di Mons. Lucci, vescovo che fu di Bovino. (Lettera difficile da leggere). () – 0802B, 0149

- Cirilli Francesco Saverio -

Cirilli, Francesco Saverio               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR  Cirilli, Francesco Saverio – “”Sig.D. Francesco Saverio Cirilli della città di Ascoli  Affittatore Generale dei beni addetti alla veneravile casa di  S. Maria della Consolazione””, dichiara da Bovino il 27.04.1773 che ha consegnato al Rettore della casa, p. Tannoia, una somma di denaro destinata al sostentamento della comunità.  P. Tannoia in seguito da Deliceto il 30 dello stesso mese ed anno dichiara che ha ricevuto questo denaro. E firma. () – 0802B, 0142″

 

Cirilli, Francesco Saverio               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto.  Cirilli, Francesco Saverio – “”Sig. D. Fran.co Sav.rio Cirilli della città d’Ascoli  Affittatore..”” Denaro dato a Tannoia per alimentare i venti soggetti commoranti in casa, osservato il Real Dispaccio del 1752. Dato Bovino li 28.12.1772.  P. Tannoia dichiara aver ricevuto questo denaro. Firma Deliceto 01.01.1773. () – 0802B, 0140″

- Cirilli Giuseppe -

Cirilli, Giuseppe ” A: Innominato – “”Padre mio caro””: gli domanda di fare partire Tannoia a Foggia, per un affare di famiglia. A questo scopo invia il suo cavallo, di cui può servirsi. () – 0802B, 0153″

 

Cirilli, Giuseppe ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Caro mio P. d. Antonio””: gli espone lo stato di un affare di famiglia e chiede che parta senza indugio a Foggia. () – 0802B, 0152″

- Cirilli Vincenzo -

Cirilli, Vincenzo ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Dal latore della presente””: hanno ricevuto il vino. Ringrazia. Anunzia la morte del Primicerio Romani. () – 0802B, 0136″

- Cocle Celestino Maria -

Cocle, Celestino Maria CSSR       ” A:  – Orazione funebre fatta dal P. Cocle, in morte del P. Tannoia nel 1808: “”L’odierno funebre apparato…”” () – 0802B, 0445″

- Colia Gaetano -

Colia (?), Gaetano           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. (?) – “”con l’occasione che da qui si rimette””: si chiede un Padre per dare gli esercizi spirituali ai Fratelli “”della nostra  Congregazione”” nella novena dell’Immacolata. Sulla sua vocazione alla CSSR: i passi fatti e da fare per ottenere il permesso richiesto. () – 0802B, 0138″

- Colmeta Girolamo, avvocato -

Colmeta, Girolamo avvocato      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Per gl’impedimenti interposti non mi è riuscito fin ora  rispondere alla preg.ma di V.P.Rma degli 8, come fo  presentemente””: Manifesta l’apprezzo che ha della vita da lui compilata, che merita la stampa, ma c’è lo scoglio del Regolamento e della divisione della Congregazione. Giudica che non è spediente stampare la Vita, pendendo il giudizio delle Virtù. Ma se vuole stamparla, prima la faccia esaminare dal Postulatore, acciò non discordi, ma sia coerente. () – 0802B, 0388″

- Colombo Filippo -

Colombo, Filippo CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Indica l’impiego di ciascuno dei missionari nella missione di Monopoli: Padri Leo, Paravento, Pavone, Costanzo, Mazzaveli Penito, Ansalone, Michele… (1770.12.28) – 0823,0770

 

Colombo, Filippo CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla venuta in Pagani del P. Meo. Pietra Santa. Sul P. Pandulfi. Sul Cimafonte. P. Vicario non vuole che vada adesso a Benevento. Sul Mauseleo di S.Alfonso che fa Giuseppe Mauro. (1787.01.19) – 0823, 0771

 

Colombo, Filippo CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Risponde a Tannoia, che gli aveva manifestato che il P. Vicario non gli aveva risposto a tutte le sue domande:di non preocuparsi, perché egli farà il possibile per aiutare alla casa di Deliceto. (1786.08.03) – 0823, 0772

 

Colombo, Filippo CSSR   A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia le notizie: arrivo del P. Landi e del P. Mona. Prega di abbocarsi con suo nipote Giambattista Perrotti. Affare di denaro. P. Francesco de Paola è arrivato a Benevento. Affare del Mausoleo di S.Alfonso. (1787.01.22) – 0823, 0773

 

Colombo, Filippo CSSR Procuratore Generale     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Su un documento di ratifica da fare dal notaio. Dichiarazione che gli scritti degli Annali appartengono alla Congregazione. Spese del P. Meo. Sull’affare del Galantuomo di Marsico e il P. Caprioli. Sull’affare di Girgenti. (1787.04.01) – 0823, 0775

 

Colombo, Filippo CSSR Procuratore Generale     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Sulla morte di S. Alfonso. Molto dispiaciuto di non essere stato presente alla sua morte. Circa i suoi affari. (1787.08.06) – 0823, 0776

 

Colombo, Filippo CSSR Procuratore Generale     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Il P. Vicario gli ha detto di scrivere ai Rettori di Caposele e di Deliceto di non scrivere ni partire a S. Angelo o Benevento senza suo avviso. Sul denaro del Mausoleo. Sull’ordinazione del Fratello Padrone Maggiore. Parere contrario. P. Vicario lo chiama per la Consulta. Sul P. de Paola: sua visita a Deliceto. (1787.03.26) – 0823, 0774

- Consiglio (?) Giovanni -

Consiglio (?), Giovanni   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Nella necessità si conoscono i veri amici””: gli chiede di venire subito in Bovino per 2 giorni. Ha bisogno di lui. () – 0802B, 0277″

- Coppola Domenico -

Coppola, Domenico        A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Fotocopie: sull’uso che si può fare dei Processi originali per scrivere la vita di Mons. Liguori. Gli originali sono trasferiti alla Collectio Tannoiana: 050601: CT/01, 0595 () – 0802B, 0325

- Corrado Bartolomeo Mattia -

Corrado, Bartlomeo Mattia CSSR              A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Diverse notizie: sui Gesuiti cacciati da Vienna. Risposta di Venezia al Papa. Su Padova e il S.Padre. Sui Padri che sono fuori Napoli. Domanda notizie del P. Tannoia. (1766.12.17) – 0825, 0786

 

Corrado, Bartolome Mattia CSSR              A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’unione della Congregazione. I procuratori delle 4 case si oppongono, e veramento non si può già parlare d’unione dopo la spiegazione del Papa nell’ultima udienza avuta dal P. Leo. Sull’ordinazione di un Studente milanese. Sulla causa del Barone Sarnelli. (1781.08.25) – 0825, 0799

 

Corrado, Bartolomeo Mattia Canonico CSSR       A: Innominato Canonico – Ringrazia la benevolenza che gli ha sempre manifestato. Ha provisto a quello che riguarda il peso del suo canonicato. Saluta il canonico Andrea Ajutoro. (1760.05.12) – 0825, 0779

 

Corrado, Bartolomeo Mattia canonico CSSR        A: Margino, Francesco – Perché si avvicina il tempo della professione vuole disporre del suo canonicato: rinunzia ad esso, conservando una pensione. A questo proposito si intenda con il P. Girolamo Ferrara in Nocera e con D.Pasquale in Montecorvino. (1760.08.02) – 0825, 0780

 

Corrado, Bartolomeo Mattia Canonico CSSR       A: Sig. Corrado (non nominato) – Lunga lettera per spiegare al suo fratello la storia della sua vocazione alla CSSR. Sperava che fosse lui a fare capire alla sua famiglia le agioni della sua decisione. (1760.08.05) – 0825, 0781

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Melchionna Canonico.. – Espone le ragioni della sua vocazione. (1760.02.07) – 0825, 0778

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Un sacerdote o canonico non nominato – Risponde alla lettera ricevuta in cui è trattato d’ingrato e contumace, defendendo la sua vocazione. (1760.08.19) – 0825, 0782

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Sparano, Primicerio e provicario del Vescovado – Sull’affare di una fede di Banco. (1760.08.19) – 0825, 0783

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Pico, Donato Antonio, racomandata a Riola Vincenzio – Su una somma di denaro da farla capitare in casa di Vincenzo Riola. (1760.08.30) – 0825, 0784

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla missione di Cerignola: Fr. Antonio era stato segnato per questa missione, ma non è venuto. La gente indifferente. Chiede denaro per le spese della missione. Prega d’inviare P. Gerardo Gisone a Foggia per l’affare del bosco. (1763.04.10) – 0825, 0785

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Invia alcuni libri. Sullo stato dell’affare della Congregazione a Napoli.Sui Gesuiti. (1767.08.15) – 0825, 0787

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla sua lettera e quella di Monsignore (Alfonso) non sono arrivate a tempo. Indica ciò che farà. Riguardo a Giovanni Barracani e sua famiglia. (1771.11.06) – 0825, 0788

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Riguardo a un prete da levarsi dalla casa dove si trova. Non ha potuto andare ad Arienzo. Sulle cose di Sicilia:niente nuovo. Parlerà con il marchese di Marco. (1773.05.01) – 0825, 0789

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha inviato il Fratello Sabbatello per informarsi di qualche affare, che è difficile indovinare. (1793.05.24) – 0825, 0825

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul pagamento di questo debito. Acclude una procura da inviare a Giuseppe Denza. Negri e Criscuoli non vogliono cmparie. Gaudino vuole consigliare. (1793.03.25) – 0825, 0826

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Lunga lettera sui Pdri di Calabria : quello che domandano; le loro calunnie ecc. (1790/1791) – 0825, 0817bis

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Copia originale scritta da Corrado della visita fatta in Caposele, inviata al P. Villani. (1785.10.13) – 0825, 0810

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha letto tutto e non ha trovato il suo nome. Parlerà con De Marco (1773.05.01) – 0825, 0790

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  (1773.10.06) – 0825, 0791

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Anonio Maria CSSR – Affare di famiglia di Matteo. Acquisto di orilogi. Messaggio per il P. Buonopane. (1773.10.06) – 0825, 0791

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Non ha notizie. Soltanto sa che la causa  doveva tratarsi da D.Gaetano Celano, ma non si è fatto. (1775.04.07) – 0825, 0792

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Liguori, Alfonso Maria de – Risponde alla lettera di S.Alfonso, del 14 (secondo Tannoia del 15), risposta anche questa a un’altra di Corrado, riguardo alle mutazioni delle Regole della Congregazione. (1779.12.15) – 0825, 0794

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Annunzio per Mons. Di Gaeta. Sull’affare del P. Capuano (il giuramento che si negò a fare). Invierà la sua rinunzia formale. (1780.10.15) – 0825, 0795

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Villani, Andrea CSSR e Santorelli Costantino CSSR – Lettera di Corrado a Villani riguardante il giuramento che debbono fare i novizi. Nello stesso foglio lettera del P. Villani al Maestro dei Novizi P. Costantino Santorelli, in cui gli trasmette questa lettera del P. Corrado, allo scopo che si applichi. In foglio separato, la Formola del Giuramento. (1781.12.4/6) – 0825, 0796

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha cercato la lettera di Tannoia, ma non l’ha trovata. Su un figliolo di Aversa. Cosa fare di lui. (1781.04.30) – 0825, 0797

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Riguardo alla richiesta fatta da Tannoia, di un Fratello per la questua. Dice che gli acclude due lettere di S.Alfonso con un piego: non abbia difficultà di eseguire quanto le indica Monsignore. Domanda il pagamento dovuto a un signore di Napoli. Sugli affari di Maffei. (1781.05.25) – 0825, 0798

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spiegazione riguardante l’interpretazione nel voto di povertà dei termini USO e USUFRUTTO. Sula sua salute. (1781.09.01) – 0825, 0800

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Santorelli, Costantino CSSR – Sul novizio sacerdote Angelo Gaudino e il giuramento che debbono fare i novizi. (1781.12.06) – 0825, 0801

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Santorelli, Costantino CSSR – Sul novizio Gaudino: ripete ciò scritto nella lettera precedente sul giuramento. Dica al P. Pavone che è inutile ripetere l’ammonizione. (1781.12.11) – 0825, 0802

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Santorelli, Costantino CSSR – Risposta del Cappelano M. alla domanda riguardante un novizio. No è stato possibile parlare con il vescovo di Nola. I PP. Tannoia e Cardone faranno questo servizio. Non si affligga, mandi fuori il figliolo. Ha parlato con P. Criscuoli (1782.02.23) – 0825, 0803

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR – Sull’affare del Barone Sarnelli. (1783.01.13) – 0825, 0804

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia,Antonio Maria CSSR – Sulla causa con il Barone Sarnelli. Decisione della Real Camera. Concessione del Papa ottenuta dal P. Pavone, del uso delle grazie spirituali concesse ai PP. Dello Statto. (1783.04.24) – 0825, 0805

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Lapiccola, Francesco Antonio CSSR – Riguardo a un nuovo affare: lo concluderà in Nocera. Ma prima deve liberarsi dai ligami contratti colà. Sbaglio del P. Pavone inviando a Tannoia una lettera indirizzata a Blasucci. (1783.04.26) – 0825, 0806

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Amato, Francesco CSSR – Sulla natura del  beneficio del Carmine, che non è ecclesiastico ma laicale e le sue conseguenze. (1783.05.28) – 0825, 0807

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR – Sull’affare del giardino di Ciorani: espone lo stato dell’affare e la conclusione che ne risulta. (1784.03.13) – 0825, 0808

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia. Antonio Maria CSSR – Su  Pozzoli, Agostino Montemurro, Santoro. Mutazioni n Nocera. Il suo nipote Micheangelo Corrado lega la logica e la metafisica a alcuni Studenti. (1784.11.09) – 0825, 0809

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A:  –  () –

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria – Da una lettera di Tannoia dicono De Paola e Leggio che Tannoia era stato della divisione. Corrado espone a Tannoia ciò che conviene fare per difendersi da tale affermazione. (1786.07.12) – 0825, 0811

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul P. Michele Tozzoli e la sua malattia. (1786.07.17) – 0825, 0812

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla richiesta di una raccomendazione fatta da Pasquale Grippo di Deliceto: domanda se può concederla. Sulla salute di Tannoia. Ha scritto al P. Pavone sull’ordinazione di Lorenzo Monaco. (1786.10.24) – 0825, 0813

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul Concordato: ancora non si sa con certezza. Sugli scritti del P. Meo. (1787.06.14) – 0825, 0814

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Racconta i viaggi  per le missioni e fondazioni  in Tropea e Catanzaro. (1790.06.26) – 0825, 0815

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           ” A: Tannoia, Antonio Maria – Sullo stato della Congregazione: “”Il vecchio pare che abbia perduto totalmente l’intelligenza””.””La Congregazione a me sembra finita. Senza Capo, senza Consultori, eccetto i due””. (1791.05.07) – 0825, 0816″

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Sono disposizioni date alla conclusione di una visita. Sono 5 disposizioni. C’è la firma del P. Corrado. (1790/1791?) – 0825, 0817

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla fondazione di Catanzaro. (1791.08.31) – 0825, 0818

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Cardone, Giuseppe Gaetano CSSR – Sul personale da inviare alle fondazioni di Sicilia ed altre particolari di suppellettile ecc. (1791.12.17) – 0825, 0819

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul decreto di unione della Congregazione e convocazione del Capitolo. (1792.12.14) – 0825, 0820

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Annunzia la data per il Capitolo: primo di marzo in Nocera. (1792.12.29) – 0825, 0821

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Parere sullo stato della Congregazione dopo il 1783 e sul nuovo eletto P. Blasucci,di cui da un giudizio molto amaro. In poscritto: affare di denaro. (1793.03.31) – 0825, 0822

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Su una lite: dicono che P. Blasuccisi è spiegato in pubblico Capitolo a favore del suo cugino  de Paola. Contro cui si facceva la lite. (1793.03.32) – 0825, 0823

 

Corrado, Bartolomeo Mattia CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – P. Buonopane propone un progetto per levare tutte le liti in un colpo: espone el progetto e risponde alle obiezioni. Alla fine chiede si dica al Barone che date le circostanze lui non vuole impegnarsi. (1793.04.02) – 0825, 0824

 

Corrado, Bartolomo Mattia CSSR              A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’ exequatur di un dispensa matrimoniale. Sulla causa del Monte d’Alessandro: chiede la scrittura. Sulla lettera del P. Blescia. (1775.08.26) – 0825, 0793

- Corrado Giovanni Antonio -

Corrado, Giovanni Antonio          A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – Inviato ad assistere i bisogni del vecchio P. Cajone, rinuncia all’lezione di Rettore della casa di Caposele. Denaro per la causa di beatificazione di S.Alfonso. (1808.11.12) – 0821, 0753

- Corrado Michelangelo -

Corrado, Michelangelo (ex-redentorista)             ” A: Cocle, Celestino CSSR – “”Relazione delle virtù del P. Tannoia al P. Celestino Cocle””. Scrive sui ricordi riguardanti le diverse virtù praticate dal P. Tannoia: fede, speranza, carità, prudenza, povertà, castità, fuga dell’ozio, obedienza, fortezza e carattere di natura. () – 0802A, 0057″

 

Corrado, Michelangelo (ex-redentorista)             ” A: Cocle, Celestino CSSR – “”Relazione delle virtù del P. Tannoia al P. Celestino Cocle””. Scrive sui ricordi riguardanti le diverse virtù praticate dal P. Tannoia: fede, speranza, carità, prudenza, povertà, castità, fuga dell’ozio, obedienza, fortezza e carattere di natura. () – 0802A, 0057″

- Corsano Domenico -

Corsano, Domenico CSSR             A: Rossi, Saverio CSSR – Lettera di ringraziamento di un favore fatto. (1751.06.11) – 0826, 0827

 

Corsano, Domenico CSSR             A: Rossi, Saverio CSSR – Littera di ringraziamento di un favore fatto. (1751.06.11) – 0826, 0827

 

Corsano, Domenico CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Su una bisaccia e un cappoto che P. Landi doveva portare a Ciorani e non lo feci. Da questo incarico al Fratello Giuseppe. Annunzia l’arrivo a Ciorani di un giovane per il Noviziato. (1750 dopo) – 0826, 0828

- Cotini Domenico -

Cotini, Domenico             ” A: Incerto (Tannoia?) – “”Sarei presto (?) a servirle”” Ma si trova ammalato. Sulla sua malattia e ciò he ha fatto per combatterla. Sul metodo dell’acqua del Sg. Perrotti. () – 0802B, 0082″

- Criscuolo Diodato -

Criscuolo, Diodato CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle cose di Catanzaro. (1792.07.02) – 0829, 0915

 

Criscuolo, Diodato CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Manifesta i suoi ricordi sulla vita e parole di S.Alfonso nel tempo vissuto a Pagani dopo la rinunzia al vescovado. (1793.07.20) – 0829, 0916

 

Criscuolo, Diodato CSSR               A: Picone, Carmine CSSR – Consegnerà la lettera inviata al P. Rettore, al ritorno di questi dalla missione di Montecorvino. Morte del P. Fiocchi: i suoi ultimo giorni. (1776.08.30) – 0829, 0906

 

Criscuolo, Diodato CSSR               A: Liguori, Alfonso Maria de – Fotocopia dell’originale che si trova nella raccolta di lettere scritte a S. Alfonso: 0503,  EadSA, 434. (1781.05.29) – 0829, 0907

 

Criscuolo, Diodato CSSR               ” A: Tannoia, Antonio Maria ? – Conti. Su quello comandato “”in rapporto con Mons. Nostro Padre””. Chiede un po di tempo. (1787.08.16) – 0829, 0908″

 

Criscuolo, Diodato CSSR               A:  – Non ho capito. Sembra che si tratta dell’affare della Congregazione. () – 0829, 0911

 

Criscuolo, Diodato CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Su una situazione piangevole (non si dice quale), sul quale ha fatto un ragguaglio. Sullo stato della comunità di Catanzaro. (1791.03.19) – 0829, 0912

 

Criscuolo, Diodato CSSR               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle cose di Napoli e di Pagani: “”Quel che posso dirli si è che dopo qualche tempo in qua si fa una figura tutta differente da quella di prima magra, magra, magra…”” (1791.09.17) – 0829, 0913″

 

Criscuolo, Diodato CSSR               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Risponde alle difficoltà manifestategli: “”Frattanto V.R. sempre in agitazione””. Riguardo a una persona “”che Ella sa, che stia furibonda”” “”ogni furia si può ammansire…e a V.R non mancano tutte quelle qualità che vi ricchiedono per tale scopo””. (1791.09.23) – 0829, 0914″

Documenti Primi Padri

- D -

- D -

D?, Vincenzo     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle persone con cui ha palato su un affare, che non indica: D.Cesare d’Alessandro, il Duca. Antonio Mastai. () – 0802B, 0075

 

 

Da Montegargara (?), Pier (?) vicario provinciale               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Io non lascerò di avere in stima””: irà a Foggia, dove si trova il loro archivio, cercherà carte concernenti al Beato Benvenuto e si le trova gli ne trasmetterà delle copie. () – 0802B, 0162″

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      A:  – Curriculum vitae che si fa prima della professione. Manoscrito autografo. Comincia con la nascita e termina accennando a un suo compagno di noviziato ritiratosi dalla Congregazione. (1754.02.26) – 0812,0613

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si lamenta che Tannoia non possa inviare nessun Fratello fino alla primavera dell’anno venturo, quando a Caposele sono urgenti riparazioni da fare. “”Non so se dire: la fedeltà e carità si trova tra i Turchi, non fra noi”” Anche lui non gli manderà il P. Santorelli. (177206.16) – 0812, 0614″

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      A: Tannoia, Antonio Maria – Ricorda che si deve rifare l’elezione dei due  rappresentanti di quella casa per l’assemblea di maggio. Spiega le ragioni. Chiede se Tannoia ha volontà di portarsi  nell’Assemblea qualora ne venisse eletto.Questo sarebbe molto conveniente.. Andando in Benevento preghi P. Caione di soddisfare i docati 100 dovuti. Sulla paga che vuole fare la Sigra Principessa. (1780.04.30) – 0812, 0615

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      A: Negri, Lorenzo CSSR – Prega che si raccolga con ogni cura le grazie e miracoli che si dicono concesse per intercessione di Mons. Liguori, nostro Padre. Comunica il concetto di santità che ha adesso Mons. Liguori dappertutto. (1787.08.25) – 0812, 0616

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      ” A: Negri, Lorenzo – Ringrazia gli attestati su Mons. Liguori. Figure di lui richieste da molti. Ha ricevuto dal P. Corrado il Decreto delle Indulgenze. Attende quello della condanna del libro: Chi è il Papa. Il concordato va avanti. Il Canonico Iorio pensa che si dovrebbero fare le deposizioni giuridiche per la causa di (beatificazione). Alla fine in poscritto narra un miracolo fatto per intercessione di S. Gennaro e S. Nicomede: le loro figure di carta non bruciate dal fuoco: miracolo che convirtì un inglese. (1787.08.28) – 0612, 0617″

 

D’Agostino, Giammaria CSSR      A: Negri, Lorenzo CSSR – Il Superiore della Conferenza risponderà al P. Rettore Maggiore (Villani). P. Buonopane ritornato da S.Agata ha scritto cose molte belle di Mons. Nostro Padre.Foglio della condanna del libro: Chi è il Papa. Ringrazia le figure. Progetta andare in Avellino. Solennissimi funerali di Mons. De Liguori alla Conferenza di Napoli: celebrante Mons. Jorio: orazione funebre: fu un panegiricone. Presenti: il Cardinale. Mons. Giordano, i Vicari di Capua, Ariano, Cosenza, Salerno, i Padri dell’Oratorio… (1787.09.03) – 0812, 0618

 

 

D’Ambrosio, Fabrizio      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR (?) – “”Approssimandosi la Santa Pasqua””: auguri di Pasqua. Chiede lo stato di salute di Mons. Liguori, perchè si dice che si trova  “”in ultimo”” e già si parla dell’orazione funebre. () – 0802B, 0261″

 

 

D’Antonio, Lorenzo CSSR              A:  – Curriculum vitae. Lettura difficile. (1743) – 0815, 0643

 

 

D’Aquino, Tommaso vescovo di Vico-equense   ” A: Mazzini, Giovanni CSSR – “”Universis et singulis””: diploma dell’ordinazione del giovane Giovanni Mazzini al suddiaconato. Sottoscrivno il vescovo e il segretario D. Ignazio Cavall?. () – 0805, 0199″

 

 

D’Auria, Flaminio             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Mente umana non può espiegare””: ragazzo di 16 anni, che ha chiesto di essere accettato al noviziato, ma non lo è stato, perché occorrono anni 18. Insiste nondimeno, perchè “”chi sa se  io muoio prima di giungere ai 18 anni””. () – 0802B, 0260″

 

 

De Amato, Nicola vescovo di Lacedonia ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Son io a parte delle turbolenze””: gli fa sapere che inviò la sua lettera sulla CSSR con poche cambiamenti, al Papa. Manifesta la sua “”amarezza per il pericolo in cui si trova la  comunità in questo Regno””. () – 0802B, 0234″

 

De Amato, Nicola vescovo di Lacedonia ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ero già consapevole della degna elezione di Maestro di  Novizi””: gli ringrazia la comunicazione della sua nomina a Maestro dei Novizi e Rettore di Deliceto. Fa menzione del P. Girolamo (Geronimo) Ferrara e tratta degli esercizi spirituali da predicare nel mese maggio. () – 0802B, 0093″

 

 

De Angelis, Luigi Vincenzo CSSR ” A:  – Conclusione di una lettera: “”Deve il P. Tannoia con altri  Padri decidere se io debba condiscendere alla firma della  Prod…”” () – 0802B, 0395″

 

 

de Benedictis, Niccola arcidiacono Vicario Capitolare      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Chi miglior di voi può favorire questa mia Diocesi, per  rimandare alla Santità del Pontefice il permesso di celebrarsi  la Messa e l’Officio de’ PP. Francescani? Io caldamente ve ne  prego…”” () – 0802B, 0429″

 

 

De Cunctis, Giuseppe Maria CSSR             A: * – Storia della sua vocazione. (1754.03.16) – 0830, 0917

 

De Cunctis, Giuseppe Maria CSSR             A: Villani, Andrea CSSR Vicario G. – Si giustifica di non avere avisato i sconcerti della comunità. Spiega le ragioni. Sull’applicazione del Regolamento. (1785.10.26) – 0830, 0918

 

De Cunctis, Giuseppe Maria CSSR             A: Villani, Andrea CSSR Vicario G. – Sulle missioni ed esercizi fatti dalla comunità. (1768.03.15) – 0830, 0919

 

De Cunctis, Giuseppe Maria CSSR             A: Villani, Andrea CSSR Vicario G. – Si riferisce alla sua lettera anteriore e di nuovo espone lo stato della comunità, in cui,  forse per opera del P. Lauria, no se promulgò il Regolamento. (1785.10.19) – 0830, 0920

 

 

De Marco, Carlos             ” A: Preside di Trani – “”Passato al numero dei più..””: Morto il sacerdote D.Giuseppe Domenico La Monaca, superiore del Conservatorio di Orfane, chiede un suo nipote che lo sustituisca en la carica il sacerdote Fedele Mandoj. Prima però vanno richiesti informi sul tale Conservatorio. Domanda al Preside di cercarli e informare. () – 0802B, 0282″

 

 

De Novellis, Francesco  A: Amarante Biagio – Bolla di suddiaconato promosso dal vescovo di Sarno.Sigillo del vescovado. Firma autografa del vescovo e del segretario. (1743.06.08) – 0813, 0620

 

 

De Paola, Francesco       ” A: Liguori, Alfonso Maria de – Epistulae amissae S.Alfonso inscriptae, quorum mentio fit in  aliis epistulis  S. Alfonsi ad eumdem P. De Paola: 1.-  In  epistula die 10.12.1780 data: “”Ho ricevuto la vostra de’  cinque del corrente…”” 2.-In epistula die 23.11.1781 data:  “”Con mia consolazione, ieri giorno 22 del corrente, ricevei la  vostra carissima, scritta a’ 14, dalla quale ho saputo con  distinzione le due fondazioni di Foligno e Gubbio, ed anche  dell’ospizio a Roma””. () – 0503: EpadSA, 0003″

 

 

De Risio, Alessandro CSSR           A:  – Compendio della vita del P. Giovanni Rizzo (1858 prima) – 0811, 0612

 

 

De Vita, Giovanni vescovo eletto di Rieti               ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Mi è riuscita giocondissima la lettera (?) di V.P. Rma,  capitatami appunto in questa stanza di S.Angelo””. Ringrazia gli auguri per la sua elevazione a vescovo di Rieti. Chiede reghiere. Manifesta il desiderio di vedere nella sua diocesi una fondazione della CSSR. E per questo cominciare per una missione. Sugli esercizi che si fanno nella casa di S.Angelo. Vuole avere l’ultima edizione della Morale “”del piisimo e  zelantissimo Mons. Liguori”” () – 0803, 0033″

 

 

Dechamps, Victor Auguste CSSR Provinciale        ” A: Queloz, Brizio CSSR. Roma. – “”Je reçois votre lettre du 2 mars””: sulla fondazione  transalpina a Roma: le 5 province possono pagare la spesa.  Convenienza della fondazione e la residenza del Rettore  Maggiore a Roma. Decisioni che si aspettano sui napoletani.  Sul P. Centore; sul Cardinale di Malines. () – 07XV, 3761″

 

 

Del Buono, Vincenzo      ” A: Villani, Andrea CSSR V.C. – Il suo incontro con Mons. Srippi e Mons. Saleppi per fare il confronto della Regola e del Regolamento: non trovano mutazione sostanziale. Opposizione di Fazzani all’unione con gli “”statisti””: Sui PP. Cajone e Rebecca. Fazzani contro i Redentoristi di Sicilia, i quali soltanto apparentemente seguono il Regolamento. P. Cajone pensa che non è possibile l’unione con tute le case. P. Mascia venuto dallo Stato è andato alla casa sua. (1786.11.28) – 0820, 0694″

 

Del Buono, Vincenzo CSSR           A: Villani, Andrea CSSR – Sui PP. Negri e Tannoia venuti in Napoli. Sull’affare di cui è incaricato d’invigilare. Soddisfatto per il ritorno in Napoli del P. Rebecca. Desidera una memoria ragionata e consigliata di quello si deve trattare e stabilire. (1786.11.15) – 0820, 0693

 

Del Buono, Vincenzo CSSR           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Visita del P. Blasucci che fu  a ritrovare il P. Corrado,  ma non espressò la sua opinione sull’unione, sul capitol. Se gli è parlato chiaro. (1792.08.25) – 0820, 0695″

 

 

del Muscio, Giovanni Gaetano arcivescovo di Manfredonia         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Godo benanche’io assai della providenza data dal nostro Sommo  Pontifice””: anche lui chiderà a Roma la concessione dell’Officio e Messa della Immacolata. Sull’opera delle api: elogio. Sulle monete di vecchi tempi. () – 0802B, 0422″

 

 

Del Santo Sepolcro, Suor Maddalena OMSSR      ” A:  – “”Essendo stata richiesta””: narra il suo incontro con Falcoia, le guarigioni operate da lui, qualche predica e lettere diverse, e la sua fatica nel Monastero di Scala. () – 0801, 0003″

 

 

Del Vecchio, Pasquale   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”In Foggia miè pervenuta la vostra carissima lettera  coll’incarico di consignare allo Scrivano Giordano le  scritture””: Lo Scrivano è assente, ma vedrà di fargli capitare dette scritture. () – 0802B, 0273″

 

 

Dentice, Vincenzo           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Mi compatisca se di proprio pugno non scrivo””: è ammalato in letto. Il Duca d’Accadia non ha voluto intervenire nell’affare, che ha affidato al suo avvocato. Questi ha presentato di dubbi, a cui non ha risposto l’avvocato della comunità Cesare d’Aleso. Domanda che gli faccia premura. () – 0802B, 0217″

 

Dentice, Vincenzo arcivescovo di Cosenza           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Se avessi prima penetrato che andava la nota in Roma””: le avrebbe fatto di maneggi””. Per età avanzata e cattiva salute aspetta un sostituto, sebbene non può rinunziare, al ritorno del Papa da Parigi. () – 0802B, 0406″

 

Dentice, Vincenzo arcivescovo di Cosenza           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ho ricevuto la lettera da presentarsi a sua Santità””. Farà il possibile finchè sua Santita si risolva a fare l’enclica per rimediare il disordine. Ma nel prossimo mese ritornerà in Napoli. () – 0802B, 0413″

 

Dentice, Vincenzo arcivescovo di Cosenza           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Non posso fare a meno di ringraziarvi della memoria  conservata di me””. “”Parlai a lungo con il S.Padre e li  presentai la vostra lettera riguardo al gran disordine. Il  S.Padre se ne afflisse e mi rispose di non poter far lui  l’Enciclica, ch si domanda per mille motivi…Il Duca di  Accadia mio nipote qui presente vi bacia le mani””. () – 0802B, 0411″

 

Dentice, Vincenzo arcivescovo di Cosenza           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Spiacemi rilevare dalla vostra lo disordine vi sia nella  Congregazione, e che non vi si permetta poterne ottenere  l’intento…Dalla mia parte non mancherò di parlarne con  coloro a chi si conviene””. Se si fa l’accomodo con Roma, non ci satà più la difficoltà di ricorrere al S.Padre. () – 0802B, 0409″

 

 

D’Errico, Giuseppe          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Per i 26…partiremo con P. Amati costà””. Missioni ed esercizi spirituali. In Benevento ha saputo della partita del P. Giorgio (?) e lo ha comunicato ai PP. Apicella, Picone e Buonopane. () – 0802B, 0242″

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: * – Cenni giografici. (1762 ?) – 0830, 0921

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: I vescovi – Perché si vuole togliere dal Regno di Napoli la CSSR, a causa del Regolamento, chiede il suo soccorro. Espone la storia del Regolamento. (1780.12.13) – 0830, 0922

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle missioni ed esercizi spirituali in Bisceglie ed altri luoghi.  Chiede alcuni libri: Vita di S. Benvenuto, opere di Sarnelli e diversi oggetti di pietà. (1783.03.08) – 0830, 0923

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Considerazione riguardante l’operato di Tannoia. Torna a chiedere quello chiesto nella lettera precedente. P. Praticelli prega  non mettere esercitanti nella sua stanza. Sugli esercitanti in poscrito. (1783.03.10) – 0830, 0924

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Indica cosa ha risposto a queste lettere. (1783.03.16) – 0830, 0925

 

D’Errico, Giuseppe CSSR               A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli fa sapere come vanno le cose nella comunità d’Iliceto. Chiede gli orti la facltà di benedire Crocifissi e corone. (1791.07.02) – 0830, 0927

 

 

di Accadia, Duca               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”La supplica rimessami per S.M””: deve passare per la Segreteria. Ma non potrà essere accettata, perché “”fin oggi  non vi è stato alcun esempio di condiscendenza sul vostro  particolare””. () – 0802B, 0414″

 

Di Accadia, il Duca           ” A: Innomnato Priore di una Cetosa – “”L’innalzamento di V.R. al Priorato di codesta ricca Certosa””. L’arcivescovo si ripatriò: porgerà al cordialissimo P. Tannoia i complimenti d’entrambi. () – 0802B, 0400″

 

 

Di Costanzo Giambattista CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Invierà la sua lettera al Sig. Gaspare per la controversia. Sull’unione della Congregazione. (1781.08.24) – 0826, 0829

 

Di Costanzo Giambattista CSSR  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Prega che si porti a Napoli, cerchi un vero amico e tratti dell’affare dell’interpretazione del Regolamento. (1786.11.21) – 0826, 0831

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR ” A: Padri dello Stato – Sul suo arrivo a Frosinone con procura “”simile a quella datavi in Nocera, non abrogatoria della vostra, ma comulativa””. L’oggetto è della sua venuta è l’affare dell’unione della Congregazione, insieme con P. Lacerra, Procuratore Generale. (1791.06.15) – 0826, 0844″

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha parlato sul giuramento più del dovere e non sa già cosa fare. Attegiamento del Rettore scrupuloso. (1789.10.26) – 0826, 0835

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – L’affare della Congregazione passa alla Camera Reale per l’intervento del suo amico Giovanni. Notizie della Casa reale:infermità della primogenita. Dichiarato nullo il matrimonio di Maddaloni per impotenza del medesimo. Ha ricevuto una lettera del P. Corrado. Espone il contenuto. (1790.09…) – 0826, 0839

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Le comunica le osservazioni del P. Vicario riguardo alla maniera di procedere a Napoli nell’affare della Congregazione. (1782.01…) – 0826, 0830

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’unione della Congregazione e l’ottenzione del Reggio Bleneplacito alle Regole di Roma. (1787.01) – 0826, 0832

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Manifesta la sua stima per Tannoia e si lamenta della sua mancanza di corrispondenza. Sul P. Caprioli in Ciorani difeso da Tannoia. In poscritto messaggio del P. Colombo al P. Buono riguardo a D.Giuseppe, fratello del P. Buono. (1787.01.03) – 0826, 0833

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul nuovo Procuratore. Sulle fondazione della Calabria. Sul P. Corrado maggiore (Bartolomeo)? (1789.10.13) – 0826, 0834

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Sul Dispaccio Reggio approvativo delle Regole e il giuramento stabilito nel 1788. Sulle fondazione della Sicilia. Sui Padri che partirono per Stilo. (1790) – 0826, 0836

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Rinrazia tutto quello fatto per lui a Pagani. Ha ricevuto dal P. Negri copia del capo 23 delle Istruzioni. (1790.08.24) – 0826, 0837

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulle fondazioni di Catanzaro, Tropea, Stilo. Luoghi assegnati loro: Casa de Teatini, Casa dei Gesuiti, Monastero dei Basiliani, Riforma di S.Francesco. (1790.08.28) – 0826, 0838

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli pare che si vuole incolparlo per quello che ha detto agli Studenti sulle irregolarità da togliere. (1791.03.03) – 0826, 0840

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sviluppa quello scritto nella lettera precedente: spiega perché ha detto quello detto agli Studenti, in particolare l’affermazione che il Prefetto non ha autorità di dare precetti formali d’ ubbidienza. Sulla residenza del Rettore Maggiore. Sulle Regole approvate da Benedetto XIV: divieto di qualche innovazione, so pena di espulsione. (1791.03.03) – 0826, 0841

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A:  –  () –

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Protesta del P. Di Costanzo per quello che si fa a Roma con il P. de Paola riguardante l’unione della Congregazione. (1791.06..) – 0826, 0842

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Padri dello Stato – Espone la ragione di trovarsi a Frosinone, per lavorare nell’affare dell’unione della Congregazione. (1791.06.12) – 0826, 0843

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spiega perché non può venire costì: P. Rettore Maggiore gli ha ordinato di trattare l’affare con il P. De Paola. Piuttosto venga lui a Frosinone. () – 0826, 0845

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSS – Gli fa sapere che il P. Lupolo gli ha inviato parecchie scritture di lui (Tannoia), ma prima di inviarle a Roma vuole sapere se ancora si trova costi. (1791,07.03) – 0826, 0846

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Cardone, Giuseppe Gaetano – Risposta del P. Leggio alle domande fatte dal P. Cardone: non ha nessun rescritto. Il libretto dei privilegi è stato consegnato al exGenerale de Paola… (1791.09.07) – 0826, 0847

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha domandato se vogliono che si stampi la vita del Servo di Dio Alfonso e a conto di chi sarebbe la stampa. Nessuna risposta subito, ma dopo qualche osservazione al riguardo. (1791.11.22) – 0826, 0848

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Negri, Lorenzo Pietro CSSR Consultore Generale.. – Ha ricevuto la lettera diretta da Benevento. Manifesta ciò che gli ha dispiaciuto. Sulle difficoltà per l’unione della Congregazione. Ma loro mai hanno abbandonato l’antica Regola. (1792.06.04) – 0826, 0849

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Leggio, Isidoro CSSR Procuratore – Partecipa il suo arrivo a Frosinone e spiega le ragioni e l’oggetto. (1791.06.15) – 0826, 0844bis

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Leggio, Isidoro CSSR – Prega che la benedizione papale concessa, perché ha bisogno del exequatur non è stata promulgata dal Arcivescovo di Salerno, la rimetta al P. Andrea Villani. (1791.06.17) – 0826, 0844ter

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Risponde a tre paragrafi della lettera di Tannoia sulla sua richiesta al P. Costanzo di “”venire costì””. Conclude dicendo quello che aveva detto in lettera precedente: il P. Rettore Maggiore lo ha inviato a Frosinone a trattare con el P. De Paola. (1791.06.26) – 0826, 0845bis”

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Lunga lettera di difficile lettura, in cui narra l’autore tutto quanto si è fatto e si deve fare per la convocazione del Capitolo Generale, in cui si farà l’unione di tutta la Congregazione sotto un solo Rettore Maggiore. (1792.09.23) – 0826, 0850

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’intento di fondazione della CSSR a Napoli rifiutata da alcuni Consultori. (*) – 0826, 0851

 

Di Costanzo, Giambattista CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla fondazione in Napoli. Il P. Vicario vuole che sulla fondazione in Napoli trattino i PP. Di Costanzo, Colombo e Tannoia. Ma non si inserisca il  Rettore di Napoli. Questo progetto piacque al Principe di Ripa. P. Acerra è venuto,  ha parlato con Mansione e manifestato dispiacere verso Tannoia. Il P. Cardone nello stesso foglio aggiunge un messaggio: ha ricevuto la sua risposta; niento nuovo c’è nell’affare. (1786…) – 0827, 0856

 

 

di Foggia, Tommaso       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Non vi formalizzate, se non risposi subito alla vostra””: Sulla stampa dell’Officio e Messa dell’Immacolata. Ha chiesto a D.Simone se voleva stampareli, ma rispose che soltanto può stampare i documenti della Corte. Ricorrerà a un altro stampatore amico. Domanda che numero di copie vuole. () – 0802B, 0419bis”

 

di Foggia, Tommaso       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Sento in quest’ordinario””.. che aspetta 4 rescritti per 4 diocesi (Missa e Officio dell’Immacolata). Farà stampare 600 esemplari. Domanda se invia le copie direttamente alle diocesi. () – 0802B, 0431″

 

di Foggia, Tommaso       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Mi rincresce molto””: che non siano arrivati i rescritti, senza i quali i vescovi non possono scrivergli. Spiega come è stata la stampa dell’Officio dell’Immacolata. () – 0802B, 0434″

 

di Foggia, Tommaso       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Con sommo mio rincrescimento sento il motivo perché non mi  avete più scritto””: la malatia e il fatto di non avere ricevuto ancora i rescritti. Pazienza. Già il vescovo d’Andria mandò persona a prendersi una copia dell’Officio e Messa dell’Immacolata. Gli domanda quanti copie vuole per la comunità. () – 0802B, 0436″

 

di Foggia, Tommaso       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Nella passata settimana vi risposi alla vostra””: gli fa sapere che ha fatto stampare 3 mila copie. Domanda se ha ricevuto i rescritti. () – 0802B, 0433″

 

 

Di Gesù, Suor Maria        ” A: Caprioli, Pasquale CSSR. Iliceto. – “”Veneratissimo Padre in Gesù Cristo. Molto mi sono consolata”” Ringrazia il libretto del P. Fiocchi inviatole dal P. Caprioli e annunzia che gli invierà copia delle lettere che hanno dello stesso P. Fiocchi. () – 0809C, 0554″

 

Di Gesù, Suor Maria        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Veneratissimo Padre, l’altro giorno mi capitò…”” Gli invia la scatola di corporali; nella scatola troverà copia di lettere e scritti del P. Fiocchi. Chiede 5 imagini del P. Fiocchi. Sulla vita di Fiocchi che scrive Tannoia. () – 0809C, 0556″

 

Di Gesù, Teresa religiosa di Ripacandida               A: [ Tannoia, Antonio Maria CSSR] – 10 testimonianze di Religiose di Ripacandida, sui sentimenti del P. Fiocchi estratti dalle su lettere e sulle sue virtù. () – 0809C, 0559

 

 

Di Gioja, Felice  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ci sono ricevute le regole da voi mandateci””: a tutti sono piaciute. Ringraziamenti. () – 0802B, 0288″

 

Di Gioja, Felice  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Mi dispiace sentirvi ancora incomodato””: Inaugurazione della Congregazione dela Greca al Crocifisso. Gli invia le Regole e prega “”di menar le mani””. Nota sugli esercizi spirituali. () – 0802B, 0286″

 

 

Di Guida, Giandomenico S M      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Da una stimatissima da VS.M.R. diretta al mio Compagno Sig.  Origo rilevo li suoi giustissimi lamenti””: su un excellente candidato per il noviziato: non ha il denaro necessario per le spese, per cui voleva lui sborsarlo, ma non lo ha potuto. Si trasferisce a Lecce. () – 0802B, 0404″

 

 

Di Paola, Giuseppe CSSR rettore di Catanzaro     A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – Attesta che in data 03.05.1802 è stata letta in comunità la  circolare convocatoria del Capitolo Generale da celebrarsi il  01.06.1802 in Nocera. Sottoscrivono il rettore Giuseppe di  Paola e i PP. Filippo Patroni, Giacomo Migliaccio e il  segretario assunto Giuseppe Maria Volpe CSSR. Con il suggello  della casa. () – 07IVC, 0399

 

 

di Roma, Gianantonio    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Per servire V.P.M.R oltre le diligenze…”” Niente ha ritrovato nella Segreteria dei Riti riguardante il beato Benvenuto. I Bollandisti però riferiscono la vita del beato e dicono che il culto di questi è stato approvato da Gregorio IX. Rainaldo, nei sui Annali, riporta la lettera del Papa, nel 1236. () – 0802B, 0193″

 

 

Di Roma, Luca Postulatore Generale della Congregazione dei    Servi di Dio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Allorchè ricevei la stimatissima sua”” non aveva potuto rispondere, per le circonstanze avvenute: morte del Postulatore P. Gianantonio di Roma e nomina fattagli della stessa mansione. Ringrazia l’opera Memorie del B. Benvenute. L’invierà a Mon, Paolo Orefici di Gubbio. Adesso è molto occupato nel processo di beatificazione del Ven. Tondaso della sua comunità. Sullo smercio delle Memorie. () – 0802B, 0224″

 

 

di Roma, Luigi Maria Postulatore Generale         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Non deve maravigliarsi””: non ha risposto, perché era gravemente ammalato. Cercherà nell’archivio della segreteria dei Riti il Decreto che cerca. () – 0802B, 0186″

 

di Roma, Luigi Maria Postulatore Generale         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Avrò tutta la premura nell’entrante mese di Febraio di  secondare i giusti desideri della Sig.ria sua”” erinrazia la lettera scrittagli. () – 0802B, 0174″

 

di Roma, Luigi Maria Postulatore Generale         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Molto mi a rincresciuto””: Si ritrova fuori di Roma. Al suo ritorno gli invierà la risposta. () – 0802B, 0189″

 

di Roma, Luigi Maria Postulatore Generale dei Minori Osservanti             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. eliceto – “”Dum Beatus Pater (S.Franciscus)…””:  profilo biografico in latino del Beato Benvenuto. () – 0802B, 0175″

 

Di Roma, Luigi Maria Postulatore Generale dei Minori Osservanti             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Molto mi è spiaciuta la notizia”” della cativa salute di Tannoia. Procedura per l’approvazione a Roma dell’officio e Messa del beato Benvenuto per tutta la diocesi di Bovino () – 0802B, 0176″

 

 

Di Salvo, Pietro    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Già ho cominciato ad aggire””  nel primo affare che riguarda gli interessi di codesta casa, e l’altro riguardante il chierico di Corato. () – 0802B, 0375″

 

Di Salvo, Pietro ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Veneratissimo mio P. Direttore: Io sono afflittissimo per la  mia benedetta muta””. Su questo affare della muta. Gli danno speranza, ma non arriva il giorno. () – 0802B, 0361″

 

Di Salvo, Pietro ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Consolazione (Deliceto) – “”Veneratissimo mio P. Direttore: vi priego non angustiarvi  troppo per cose che saranno eseguite senza molto vostro  imbarazzo””. E nadato dal P. Rocco, e trovto Fr. Nicola: ci sona dati appuntamento per trattare dell’affare. () – 0802B, 0359″

 

Di Salvo, Pietro ” A: [Tannoia, Antonio Maria CSSR] – “”Venerato mio P. Direttore””: gli esprime il suo contento per il suo ritorno. Lui continua molto ccupato nell’affare dei soldati: “”Maledetti per mille volte i francesi””. () – 0802B, 0372″

 

Di Salvo, Pietro ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”La vostra di questa settimana””: ringrazia la lettera ricevuta, che gli ha riempito di gioia. Gli rinchesce di essere allontanato da Deliceto. Ancora non ha fatto niente nell’affare che lo ha portato in Napoli. Chiede il suo aiuto per un’affare di famiglia. () – 0802B, 0373″

 

 

Di Zarso, A          ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore – “”Dovendo darsi gli esercizi spirituali al Corpo dei soldati di  marina in questa chiesa de’ Minimi di S. Luigi di Palazzo”” chiede “”due de’ migliori soggetti di cotesta Casa””. () – 0803, 0163″

 

 

Dias Karunaratne Neil    A: General – There are no records in the Archives. But this has been reserved, in case the missing files are recovered.  Numbers 212 – 230 reserved for missing files, if they turn up. I have searched almost everywhere. () – 30110005,NOV 0110  – 0125

 

 

Dilgskron, Carlo CSSR     ” A:  – “”P. Berthe in “”vita s. Alphonsi, narrat””: L’autore ritiene che Mons. Falcoia è stato Fondatore e Direttore della CSSR e tale è stato considerato all’inizio della Congregazione. () – 0801, 0002″

 

 

Diversi  A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Notizie sul P. Francesco del Corpo raccolte dal P. Giovanni Mazzini. A-Ristretto della vita del P. D. Francesco del Corpo (scrittura di Tannoia e Nota del P. Kuntz).-B-Brieve gaguaglio della vita del P. Francesco del Corpo (Tannoia?).-C.-Notizie sul P. Francesco del Corpo (PP. Cajone e Tannoia) (1766.07.04 dopo) – 0824, 0777a-c

 

 

Domenico, ?      ” A: Peluso ?, Giovanni. Deliceto – “”Sig.e figlio carissimo””: difficile da leggersi: sembra una lettera di famiglia. La lettera finisce così: “”Aff. Padre  Domenico””. () – 0802B, 0117″

 

 

Douglas, Edward CSSR   A:  – -VitadiFalcoia: 159 pp., ma mancano alcune pagine.  -CennidellaVita del Servo di Dio Tommaso Falcoia, vescovo di Castellamari e Direttore dell’Istituto del Smo. Salvatore, 1663-1743. p.52. Copia del P. Bührel.  -Articolo sullafondazione della CSSR. 16 p. Sembra estratto dallo scritto di Sportelli (0001).  -Falcoia eSuorCelesteCrostarosa. 22 p.  -Sulle12virtù. La fede. 8 p.  -Note sulregime della CSSR. 8 p.  -SullaCSSRdopo1749. 26 p. () – 0801, 0001d

 

 

Dov?, Giuseppe ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Amico amatissimo””: ringrazia la scatola enviatagli e manifesta i sui rammarichi. () – 0802B, 0164″

 

Dov?, Giuseppe ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Amico amatissimo: potrei farvi””. Diversi affaew di denaro. () – 0802B, 0182″

 

 

Durante, Francesco vescovo di Cerignola              ” A: S.Sede – “”Acceso di ardente zelo””: supplica al Papa per ottenere l’Officio e la Messa della Immacolata Concezione, già concessa ai Fracescani. () – 0802B, 0427″ 

Documenti Primi Padri

- E -

Documenti Primi Padri

- F -

F

F Tommaso, Maria di ?  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Col mezzo del Comune nostro Amico ex-arciprete Padroni””… Ha sentito due sue lagnanze: una riguardante Nicola; l’altra riguardante la propagazione del indulto apostolico sulla Madonna. Risponde a queste lagnanze. () – 0802B, 0432”

 

 

Falagni, Suor Maria Gertrude di S Francesco di Sales       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Con mia estrema consolazione””: sulla fondazione di una Religione del Cuore di Gesù, che vorrebbe fare Tannoia. () – 0802B, 0122″

 

 

Falcoia, Mons Tommaso              ” A: Liguori, Alfonso Maria de – Epistula autographa, quae incipit: “”Ricevo la sua carissima in   data del primo marzo””: Gaudet de exitu missionum. De P.  Gennaro Sarnelli eiusque laboribus apostolicis in Amalfi, in  Panza in Pogerola et in Cetara ac denique in Scala. De  missione in Marigniano. De proposito amplificandi domum. De  candidato sacerdote a Giovanni Oliviero praesentato. “” Andar a   cavallo…purchè non siano cavalli di rispetto. ma umili””. De  Suor Maria, de Regulis. () – 0503: EadSA, 046″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Mazzini, Giovanni CSSR – Lettere pubblicate dal P. Oreste Gregorio. Ecco l’anno, l’incipit e il luogo di pubblicazione:  a.-1736.03.13. “”La perfetta conformità””. n.130. P.300-303.  b.-1738.03.23. “”Ringraziate…””          n.175. p.365-367.  c.-1738.07.23. “”Sento dalle sue…””      n.186. p.378.  d.-1738.07.?   “”Giacchè le vessazzioni””  n.189. p.382-383.  e.-1738.08.06. “”In questo adorato giorno”” n190. p.383-385.  f.-1738.08.10. “”Contentatevi di pocchi””  n.131. p.385-386.  g.-1738.08.25. “”Stimo sia piacere””       n.192. p.386-387.  h.-1740.10.01. “”Per quello s’appartiene”” n.209. p.409-410.  i.-1740.10.25. “”Vi dico la pura verità””  n.211. p.412. () – 0801, 0044″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Marocco, Giulio Cesare CSSS – Lista delle lettere pubblicate dal P. Oreste Gregorio con data, incipit e luogo di edizione:  a).-1735.08.01.- “”Mi sono stati di gran consolazione”” n°121,p.283  b).-1736.02.26.- “”Ho sentita consolazione”” n°129,p.299-300.  c).-1736 (?)     “”Voglio scrivere””         n°142,p.322-323.  d).-173          “”Mi avete consolato””      n°143,p.323-324.  e).-1736 (?)     “”Già scrissi””             n°144,p.324-325.  f).-1737.01..    “”Bramerei sapere””         n°145,p.325-326.  g).-1737.06 (?)  “”Stato un tratto””         n°153,p.337-338.  h).-1737.06.14.  “”Dimatina Fr.Giuseppe””    n°154,p.338-339.  i).-1737.06 (?)  “”Non fare tante…””       n°155,p.340.  j).-1737.09.     “”Ho ricevuto la sua…””   n°159,p.344-345.  k).-1738.05.17   “”Mi sono consolato””       n°183,p.375. () – 0801, 0047″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Vigilante, Mons. Costantino – Lettere pubblicate dal P. Gregorio. Lista:  a).-1733.03.     “”In data del 17 gennaio   n°50.p.127-128  b).-1737.06.07   “”Già V.S.Illma è ..      n°151.p.333-334  c).-1737.06.08   “”Nell’avvisarmi..        n°152.p.334-335. () – 0801, 0048”

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Perché tutte queste lettere sono state pubblicate dal P. Gregorio, si enumerano qui con la loro data, il numero e pagina della pubblicazione e “”incipit”” della lettera:  a) 1736.02.06. Ed. n° 125 p.293-294: “”Poco dopo””. a Napoli.  b) 1736.02.07. Ed. n° 126 p.294-296: “”Non replico””.   c) 1736.02.07  Ed. n° 127 p.296:     “”Ecce secundo””.  d) 1736.06.27  Ed. n° 133 p.308-309: “”Rubo questo tempo””.  e) 1736.07.13  Ed. n° 135 p.311-312: “”Credo bene””.  f) 1736.08.10  Ed. n° 136 p.313-315: “”Non potete credere”” (VS) g) 1736.09.02  Ed. n° 137 p.315-316: “”Dunque””    h) 1736.09.19  Ed. n° 138 p.316-317: “”Io non ho”” (Villa Sch.) () – 0801, 0011″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Lettere pubblicate: lista:  a)-1738.01.?. Ed. n° 170 p.358-359. Incipit: “”Non vorrei””   b)-1738.02.02.Ed. n° 171 p.360.         “”Siccome la Divina””  c)-1738.02.15.Ed. n° 172 p.361-363.     “”Avete fatto bene””  d)-1738.02,19.Ed. n° 173 p.363-364.     “”Voi m’avete scritto””  e)-1738.02.? .Ed. n° 174 p.364-365.     “”Mi avete edificato””  f)-1738.03.  .Ed. n° 176 p.367.         “”Accludo qui””  g)-1738.03.? .Ed. n° 177 p.368-369.     “”Ieri vi mandai””   h)-1738.04.? .Ed. n° 180 p.371-372.     “”Ho ricevuto””   i)-1738.04.? .Ed. n° 181 p.372.         “”Godo assai””   j)-1738.04.? .Ed. n° 182 p.373-375.     “”Vorrei stare un “” k)-1738.06 (?)Ed. n° 184 p.376.         “”Dopo aver letto””  l)-1738.06.07 Ed. n° 185 p.377.         “”Spero in Dio””   ll)-1738.07.? Ed. n° 187 p.379.         “”Perché non posso””   m)-1738.07.? .Ed. n° 188 p.379-382.     “”Forse a quest’ora””   n)-1738.10.? .Ed. n° 193 p.387-388.     “”Pigliate quel’che”” () – 0013″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Maria Maddalena, Suor. Scala. – “”Ho letta con molto piacere””: sulla conformità piena con la Volontà divina: “”La Volontà di Dio è quella in che stà la  nostra vera vita spirituale ed eterna””. () – 0801, 0006″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Ripa, Matteo – 10 lettere:  -1.- Anno 1711-1712.-Incipit: “”Benché lei mi sia tanto lontano”” Si rallegra dell’esito che ha nella Cina; gli dispiace che non gli arrivino le lettere, che invierà per mezzo del Cardinale Francesco Barberini e di Mons. Giovanni Francesco Nicolai. Sulle sue pitture “”applaudite in Cina””. Sulle controversie riguardo ai Riti cinesi.Ed.n°3  -2. -Napoli,1715.08.03.-Incipit: “”Giesuxto sia la nostra  vita, e sempre sia lodato il suo ss.mo nome””. Compiacimento perché gli è arrivata la lettera precedente. Il fatto di non ricevere lettere sirva di distacco da tutto.Analizza il suo operare in Cina. Sull’Abb. Giovanni Battista Sidotti, liberato miracolosamente dal fuoco in Giappone. L’esorta a dedicarsi totalmente all’apostolato.Ed.n°4.  -3. -Napoli, 1715.08.03, a D. Gennaro Amodei, in Canton. -Incipit: “”Ho ammirata la loro bontà””.  Sulla perdita delle lettere scritte: Dio lo permette per far loro distaccarsi da tutto. Esortazioni e consigli sull’esercizio dell’apostolato.Ed. n°5.  -4. -Napoli, 1719.10.16.-Incipit: “”Ricevo anche quest’anno la  sua carissima””: Spiega perché non gli ha scritto più di un anno.Gli comunica che il Papa ha nominato a Mons.Carlo Ambrogio Mezzabarba Visitadore Apostolico della missione di Cina. Indica come portarsi nel tempo della visita. Lo esorta all’allegrezza e l’imitazione di Cristo.(Nomi:S.Teresa, Giuseppe Brancaccio, Mons. Luca Trapani, vescovo di Triveno Francesco Cappello). Ed. n°6.  -5. -Scala, 1721.10.09.-Incipit: “”La sua lettera di quet’anno  in data de 20.11.1720″”: compatisce la sua solitudine, ma si rallegra del suo spirito apostolico. Gli comunica la fondazione che ha fatto in Scala di un Monastero di Monache sotto la regola di S.Francesco di Sales. Deve fare gli esercizi spirituali a 7 Monasteri. Sulla visita di Mons. Mezzabarba. L’esorta e infonde coraggio. Ha fatto amicizia con Sig.Barone Lorenzo Ripa, suo fratello. Ed.n°7.  -6.- Napoli, 1722.11.19.-Incipit: “”Il titolo della lettera  sia dato all’onore, e tutto il resto si dia alla cordialità””. Sul monastero di Scala “”picciolo Paradiso terrestre””. Vorrebbe che anche nella Missione di Cina si stabilissero dei monasteri. Sulla la scuola che vuole stabilire: indica il modo di procedere. Morte del Papa Clemente XI ed elezione d’Innocenzo XIII. Sul Viceré di Napoli, Card. Althan “”che  governa con una esatta giustizia””. Ed. n.8.  -7.- Napoli, 1722.11.19. Ai Padri della Compagnia di Gesù.Sulla controversia riguardante i riti in Cina: c’è scisma tra Gesuiti ed altri Missonarii. Esorta loro a smettere dalla loro posizione ed accettare i Decreti Pontifici. Ed. n°9.  -8.- Roma, 1730.08.18.-Incipit: “”Ho raccomandato il negozio  al P. Cianci. “”Ho ricevute tutte due le sue favoritissime””: Si tratta della correzione di una scrittura riguardante la Missione, in cui si trovano due parole perniciose. Intervengono il Card. Alvaro Cienfuegos S.J Legato Imperiale, il Card. Pietro Marcellino Corradini e il P.Giuseppe Cianci, Pio Operario, a cui raccomanda il negozio. Ed. n° 13.  -9.- Ischia, 1732.07.29.-Incipit: “”Or appunto ricevo la sua  favoritissima””: sulle vocazioni “”Lei sa bene. che le parti di  P. spirituale non s’estendono a dare le vocazioni; che il  darle s’appartiene alla divina providenza””. Sul convitto fondato da Ripa. Cita: Carlo Carafa, Antonio de Colellis. Cfr. Antonio M. TANNOIA, Della Vita ed Istituto del Venerabile Servo di Dio Alfonso Ma. Liguori, vescovo di S.Agata de’Goti e Fondatore della Congregazione de’Preti Missionari del SS.Redentore. Napoli. Presso Vincenzo Orsini, 1798. Libri I-IV. [Riproduzione anastatica delle edizione originale. Materdomini, 1982]. I, 72-73. Ed. n°32.  -10.- Ischia, 1732.08.21.-Incipit: “”Ho trattenuta la  rispost’al suo stim.mo foglio””.  Dichiara la sua amicizia.Sul nuovo Istituto: “”Partecipi ancor lei del benee, che S.D.M vuol  cavare da questo nuovo Istituto””. Ed. n° 33. () – 0801, 0007″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         A:  – Fotocopie degli autografi del Falcoia a S.Alfonso, trasferiti al fondo 05: SAM e Eadsa. () – 0801, 0005

 

FALCOIA, Tommaso Vescovo di Castellamare     A:  – 17 copie di lettere autografe scritte da Mons. Falcoia a S.Alfonso,che aveva P. Douglas. Essendo tutte le lettere autografe a S.Alfonso catalogate nel fondo 05 (EadSA) e quelle di Falcoia pubblicate dal P.Oreste Gregorio, qui si indica soltanto il numero corrispondente della copia alle lettere autografe pubblicate:    14, 25, 26, 29, 34, 54, 55, 56, 59, 66, 69, 74, 77, 96, 97, 175, 194. () – 0801, 0004

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Enumerazione delle lettre pubblicate dal P.Gregorio:  a) 1737.08.31 Ed. n° 156 p. 341: “”Quando codeste Suore”” (Scal  b) 1737.09.23 Ed. n° 158 p. 343-344: “”La patente””  (Scala)  c) 1737.10.02 Ed. n° 160 p. 346:     “”Mi sono consolato””  d) 1737.10.04 Ed. n° 161 p. 346-347: “”Il P. D. Alfonso””.   e) 1737.10.?  Ed. n° 162 p. 347-349: “”Credevo di aver””  f) 1737.10.?  Ed. n° 163 p. 349-350: “”Ancora sto””   g) 1737.11.13 Ed. n° 164 p. 351-352: “”Ho sospirato””. () – 0801, 0012 (a-g)”

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Suore di Scala – Lettere di Falcoia alle Suore di Scala pubblicate dal P. Oreste Gregorio. Ecco la lista con la data, destinatario, incipit e luogo di edizione:  a).-1726[1728?].12.25. A suor Ma.Celeste. “”Spero in Dio””      n° 10 p. 68-69 (Copia. Le seguenti sono autografi).  b).-1727 (?). Alle Suore di Scala. “”Ora conosco bene””.      n° 11 p. 69-71.  c).-1730 (?) A Suor Ma. Celeste: “” Non so perché””      n° 17 p. 78.  d).-1730 (?).A Suor Ma. Maddalena: “”che ci andate””. n°18,p.79  e).-1730 (?).A una Suora. “”Lasciatevi nelle mano..”” n°19,p.80  f).-1731.10..A Suor Ma.Celeste: “”Resto ammirato””    n°24,p.86  g).-1733.07.22(?). A Suor Ma.Maddalena: “”Vi do””    n°65,p.163  h).-1733.10. A Suor Ma.Maddalena: “”Ho letta””       n°76,p.180  i).-1734.03. A Madre Superiora: “”m’avete dato””     n°80,p.193  j).-1734…  A Madre Superiora: “”spero in Dio””     n°86.p.203  k).-1738 (?) Alle Suore di Scala: “”Non ho tempo””  n°195.p.390  l).-1739 (?) A Suor M.Maddalena: “”Non vi prendete n°201.p.399. () – 0801, 0046”

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Battimelli, Luca P.O. – “”Scrivo questi versi””: ringrazia l’avviso dei nuovi ufficiali eletti e annunzia il suo prossimio viaggio a Napoli. () – 0801, 0043″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Lettere pubblicate. Lista:  a)-1741.12. ?.Ed.n°220. p.428-429.Incipit: “”Scrivo per mano””   b)-1742.04.01.Ed.n°221. p.429-430.         “”Gia vedete””   c)-1742.04.28.Ed.n°222. p.430-432.         “”Prego di cuore””   d)-1742.04.29.Ed.n°223. p.432-433.         “”Scrivo questi””   e)-1742.07.11.Ed.n°226. p.439-442.         “”Ho ricevuta””   f)-1742.07.21.Ed.n°228. p.443-444.         “”Scrivo per parte””  g)-1742.09.05.Ed.n°229. p.444-445.         “”Mi trovo assai””   h)-1743.02.16.Ed.n°230. p.445-447.         “”Il suo Falcoia””   i)-1743.03.15.Ed.n°231. p.447-449.         “”Cordialmente”” () – 0801, 0015″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A:  – “”Altissima e Sovrana Maestà””: Falcoia domanda “”il morire  ucciso martirizzato per difesa del vostro santissimo Nome…”” () – 0801, 0009″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Lettere pubblicate.Lista:  a)-1740.05.?  Ed.n°202 p.400-401.Incipit: “”Ricevo la III””   b)-1740.06.?  Ed.n°203 p.402-403.         “”Desideravo molto”” c)-1740.06.15.Ed.n°204 p.403-404.         “”Venite presto””   d)-1740.08.07.Ed.n°205 p.404-405.         “”Or’appunto””   e)-1740.08.11.Ed.n.206 p.405-406.         “”Perché mi avete””   f)-1740.08.23.Ed-n°207 p.406-407.         “”Sto assai””   g)-1740.09 ? .Ed.n°208 p.407-409.         “”Ieri ricevei””   h)-1740.11.14.Ed.n°212 p.413.             “”Fò ancor io””   i)-1740.12.?  Ed.n°213 p.414-415.         “”Avemo ricevute”” () – 0801, 0014″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A:  – Alcuni manoscritti di Falcoia riguardanti le Regole del nuovo Istituto, e personali: e  poesie: “”Nell’ascensione del  Signore”” e “”Per le missioni”” () – 0801, 0010″

 

Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare         ” A: Sportelli, Cesare CSSR – Lettere pubblicate: lista:  a)-1738.01.?. Ed. n? 170 p.358-359. Incipit: “”Non vorrei””   b)-1738.02.02.Ed. n? 171 p.360.         “”Siccome la Divina””  c)-1738.02.15.Ed. n? 172 p.361-363.     “”Avete fatto bene””  d)-1738.02,19.Ed. n? 173 p.363-364.     “”Voi m’avete scritto””  e)-1738.02.? .Ed. n? 174 p.364-365.     “”Mi avete edificato””  f)-1738.03.  .Ed. n? 176 p.367.         “”Accludo qui””  g)-1738.03.? .Ed. n? 177 p.368-369.     “”Ieri vi mandai””   h)-1738.04.? .Ed. n? 180 p.371-372.     “”Ho ricevuto””   i)-1738.04.? .Ed. n? 181 p.372.         “”Godo assai””   j)-1738.04.? .Ed. n? 182 p.373-375.     “”Vorrei stare un “” k)-1738.06 (?)Ed. n? 184 p.376.         “”Dopo aver letto””  l)-1738.06.07 Ed. n? 185 p.377.         “”Spero in Dio””   ll)-1738.07.? Ed. n? 187 p.379.         “”Perché non posso””   m)-1738.07.? .Ed. n? 188 p.379-382.     “”Forse a quest’ora””   n)-1738.10.? .Ed. n? 193 p.387-388.     “”Pigliate quel’che”” () – 0013″

 

 

Falcone, Arcangelo Maria CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Ha piaciuto il librettino della Novena. No ha trovato Benvenuto. Invia le lettere originali del P. Rizzi. Descrive i danni causati dal terremoto in Gubbio. (1786.02.02) – 0830, 0928

 

Falcone, Arcangelo Maria CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Si compiace del suo arrivo a Roma per trattare dell’unione della Congregazione. Su un miracolo di S.Alfonso fatto a una monaca. (1791.06.01) – 0830, 0929

 

 

Fata, Lionardo   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Trovai piacere sentendo ultimamente in mia Casa, che V.R. si  ratrovava in Roma”” Gli comunica che il vescovo (Donato Antonio Giannelli) ha inviato al Papa una supplica a favore della Congregazione. Chiede notizie del P. Antonio Fiorentino. () – 0802B, 0235″

 

 

Fecone, Francesco Ubaldo          A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – Diploma di Socio Corrispondente della Società Economica Fiorentina, detta dei Geosgofili.  C’è inoltre un foglio con 8 monete stampate. () – 0802B, 0442

 

 

Felice, ?               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Caro Padre D.Antonio””: manifesta le difficoltà avute per la sua vocazione, che si è riuscito a superare con l’aiuto divino. Ringrazia i libri inviatigli, ma dubita che possa capire il libro “”Travagli di Gesù Cristo””. () – 0802B, 0099″

 

Felice, Caterina e ?          ” A: Maffei, Antonio. Iliceto – “”Fratello caro, di nuovo siamo a pregarla..””: espongono lo stato di penuria in cui si trovano, senza niente da mangiare e chiedono aiuto. () – 0802B, 0227″

 

Felice, e Caterina             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”noi siamo nell’obbligo””: ringraziamenti per avere lasciato al loro fratello in libertà di sposarsi. Sulle spese della famiglia. () – 0802B, 0250″

 

Felice, e Caterina             ” A: Maffei, Antonio canonico. Iliceto. – “”Siamo con questa nostra””: Chiude aiuto per la famiglia, cui manca il denaro. Hanno scritto al P. Tannoia, ma ancora non ha risposto. () – 0802B, 0220″

 

 

Ferdinando ?, CSSR         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”qui il vostro messo ha lasciato il cavallo col sollino e il  capezzone””. () – 0802B, 0266″

 

 

Ferrante, Francesco vescovo di Andria   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”La disposizione da V.P. fatta””: una restituzione approvata da lui. Circa il progetto di una fondazione CSSR in Corato. () – 0802B, 0109″

 

Ferrante, Francesco vescovo di Andria   A: Ansalone, Giambattista CSSR – Chiede di inviare in Andria non più di due Religiosi, per predicare gli esercizi spirituali l’ultima settimana di Carnevale. (1767) – 0816, 0645

 

Ferrante, Luigi CSSR        A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Lettera di coscienza: si lamenta del modo di procedere tirannico del Prefetto degli Studenti, P. Angelo Gaudini, che gli può fare perdere la vocazione. (1787.06.16) – 0830, 0931

 

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: Villani, Andrea CSSR ? – Ha inteso che si è sparsa la voce che egli pentito della sua risoluzione di ritirarsi nella CSSR avessi chiamato suo fratello maggiore, perché lui si trovava molto inquieto. Dichiara che questo è falso, che egli è più contento della sua elezione di quel che starà ogni re del suo regno e spera perseverare fino alla morte. (1754.10.08) – 0831, 0934 b

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: Suo fratello – Sulla affermazione sparsa del suo pentimento di ritirarsi nella Congregazione, quando lui (suo fratello) venne a ritrovarlo.  Rettifica tale affermazione e l’invita a venire a fare gli esercizi spirituali. (1754.10.08) – 0831, 0935

 

Ferrara, Girolamo CSSR ” A: Sacra Penitenzieria – P. Ferrara domanda se nella refezione della sera si possano adoperare latticinii. La S.Penitenzieria risponde il 20.02.1756 che “”non licet vel carnem vel laticinia adhibere”” (1756.01.01) – 0831, 0936″

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: De Liguori, Alfonso Maria – Fotocopia di questa lettera, di cui l’originale si trova nel n. 0503: Eadsa, 271. (1756.03.07) – 0831, 0937

 

Ferrara, Girolamo CSSR A:  – Storia della sua vovcazione alla CSSR. (1747.06.08) – 0831, 0932

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: Melcchiona, Giuseppe CSSR – Ringrazia la lettera di suo nipote, novizio CSSR e lo complimenta per essere ritirato nella Congregazione nel fiore della sua adolescenza. (1753) – 0831, 0933

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: A uno zio suo – Ringrazia la sua benevolenza e carità che sempre ha conservato e conserva verso di lui e manifesta il contento di essere ritirato nella CSSR. (1754.10.07) – 0831, 0934 a

 

Ferrara, Girolamo CSSR ” A: Rossi, Saverio CSSR – Domanda se ha ricevuto un biglietto di S.Alfonso con la penitenza imposta al P. Criscuoli. Annunzia che “”domani”” erriverà costà il giovane Domenico Caputo. Notizie di lui. E’ stato nel noviziato dei Gesuiti. Non gli faccia leggere vite di Gesuiti, per non darli tentazione. (1754.03.12 prima) – 0831, 0938″

 

Ferrara, Girolamo CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli fa sapere che tra giorni sarà da lui, inviato dal nostro Padre (S.Alfonso). Vuole che dica a Maffei che (S. Alfonso)”” vuole servirlo per lo cambio del territorio””. E lo spiega. (1758.10.17) – 0831, 0939″

 

Ferrara, Girolamo CSSR ” A: Di Michele, Michele CSSR – Risponde alle questioni proposite sul probabilismo, dopo avere parlato con “”nostro Padre”” (San Alfonso). Per mancanza di denaro non può acquistare i libri che domanda. Fratello Nicola è andato in Napoli. (1761.09.26) – 0831, 0940″

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: Villani, Andrea CSSR ? – Espone le ragioni che ha avuto (S.Alfonso) per recusare l’ ordinazione di alcuni Studenti.  Sulla comunità d’Iliceto e P. Tannoia. Sul Fratello Romualdo. (1763.09.19) – 0831, 0941

 

Ferrara, Girolamo CSSR A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Su un affare di denaro del beneficio della Cappella di S.Antonio appartenente a S.Alfonso. Dovrà recarsi a Teora per affari della sua famiglia. (1765.06.17) – 0831, 0942

 

 

Filippo, ?             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Stimatisimo P. D. Antonio: Le rendo infinite grazie per  l’augurio fatto a me e tutta questa sua divota casa””. () – 0802B, 0337″

 

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi confirmo la pace che Dio vi da””. Messaggi per Maria Illuminata, Maria Giacinta, Marianna, Maria Arcangela. () – 0809B, 0452″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Apice, Bernardo – “”Padre mio, l’accordo la disciplina di regola. Parlerà con luisull’affare del P. Tortora. () – 0809C, 0510”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, considerate quante cose””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0431″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca. Forse Caione, Gasparo CSSR. – “”Padre mio, in punto è partito Monsignore per cominciare  l’informe assime con Celano e Barracano [o Brancone (?)] e  sono 22 in circa””. Sull’esame della causa Maffei. Sulle cose d’Iliceto. Sul Dispaccio riguardante la costituzione di Federico II suul’acquisto di stabili per i luoghi pii. Sui Gesuiti.  P. Corrado, aggiunge: una spiegazione del succennato dispaccio. Sui libri richiesti. Sottoscrive soltanto P. Corrado. () – 0809C, 0540″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, jacta in Dominum curam tuam…”” Direzione spirituale. () – 0809B, 0439″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia.Sono stato in Napoli. Affare di denaro e di acquisto. Messaggi per diverse religiose. () – 0809B, 0478”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Maria di Gesù, Suora del Monastero di Ripacandida. – Due lettere: prima, del 1755, incipit: “”Figlia mia vi scrivo  per sapere””. L’altera del 1762, incipit: “”In nome di Dio””. Direzione spirituale. () – 0809A, 0423 a.b.”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi ho scritto anche io per la figliola Panza””. Sull’incostanza delle figlie. () – 0809B, 0466″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caposele. – a.) P. Fiocchi: “”Padre mio, quando verrà la scatola, D.  Gaetano l’aspetta per regalarla al Sig. Ambasciatore di  Francia e non la vedo venire””. Aspetta il denaro delle Messe. Richiesta di Ventapane. Sui Gesuiti.  b.) P. Corrado: “”Padre mio, qui non vi è notizia veruna per la  Polonia nè per i Gesuiti del Ducato Parmiggiano…Il Papa no  ha voluto ricevere i gesuiti spagnuoli”” Altre notizie sui Gesuiti.Sulle reliquie richieste. 100 Messe inviate dal P. Ferrari. () – 0809C, 0528″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, mi trovo qui per questa sera””. Su una novizia, su la figliola della Cava. () – 0809B, 0436″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Ecco mutate le disposizioni umane. Dopo tanti raggiri, il mio  Signore mi chiama in Calabria””. () – 0809B, 0446″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, oggi mi sono ritirato da Capua dove si sono dati  gli esercizi a’soldati…”” Sulla conversazione di una figliola. Su NN. Sulle lettere dei direttori spirituali. () – 0809B, 0498″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, mi viene da ridere…Sono probabili due  fondazioni per cui vi è impegno forte, ma noi non ci siamo  manco affacciati””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0428″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, io vi ho scritto””.  Direzione spirituale. Sulla terza candidata per S.Agata. A Maria Giacinta. () – 0809B, 0454″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Apice, Bernardo Maria CSSR. Caposele. – “”Padre mio, mi consolo delle risoluzioni fatte negli esercizi  e delle non fatte ancora. Direzione spirituale. P. Rizzo (Rizzi) si trova a Bovino. () – 0809C, 0514”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ho ricevuta quasi da un mese””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0432″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi accordo la licenza…Il nostro capitolo è in  principio; non ci basterà un altro mezzo mese. Pregate per  noi””. () – 0809B, 0449″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, si chiamò la nostra causa ma non si decise. Sul P. Leo. Direzione spirituale. () – 0809B, 0480”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Apice, Bernardo Maria CSSR. Castellammare. – “”Padre mio, ho avuto due vostri biglietti…Mi consolo assai  del profitto avete fatto nelle Missioni passate. Mi è  dispiaciuto il rifiuto ostinato di non uscir superiore”” Missione di Pescopagano. Missione in Muro: mancano missionari. () – 0809C, 0516″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, prima di scrivermi””. Sulla fondazione del monastero di S.Agata. () – 0809B, 0453″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ho più di 50 lettere che non ho aperte  ancora””..Noi siamo in sommo travaglio per la lite con Maffei  e il Barone de’ Ciorani. Pregate Dio per la sua gloria””. Sull’elezioni nel Monastero. () – 0809B, 0464″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, in punto ricevo una vostra, in questa missione  che non ci da un momento di tempo””. () – 0809B, 0496″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, facilmente ci vedremo nella missione di Amalfi,  già appuntata, per carnevale. Su una figliola; su una cappellania. () – 0809B, 0445”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, D. Aniello non viene da noi””. Riguardo a due religiose non nominate. Direzione spirituale. () – 0809B, 0484″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   A: Liguori, Alfonso Maria de – Fotocopia del originale trasferito a 0503: EadSA, 318. () – 0522

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, Dio vi dia quella perfezione..””. Spiega perché non è venuto a Scala. Sulle monache per il monastero di S.Agata. () – 0809B, 0455″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sono qui per due giorni, per ritornarmene in  Napoli””. Sull’elezione fatta. Sul grano. Messaggio per Maria Rafaele. Lettera tornata in dietro.Messaggio per Diomira. () – 0809B, 0468″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, credeva che il vostro Sig. Pietro fosse  venuto…”” Direzione spirituale. () – 0809B, 0500″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, da tre giorni mi sono ritirato in questa casa””. Sul grano. () – 0809B, 0447″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, pregate per i Gesuiti. Sono stati cacciati dalla  Spagna, ed ora si teme per i nostri, questi sono  grand’operari…Ora siamo ancora nella tempesta. Direzione spirituale. () – 0809B, 0476”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Fiocchi, Domenico – “”Da un anno, che resisto alla mia vocazione, e forse con  qualche scrupolo. Narra la storia della sua vocazione. () – 0809C, 0508”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, jeri giunsi qui e trovai alla metà questa  missione””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0451″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caosele. – “”Caione mio, la vostra generosa cordialità ci ha oggi  edificato e consolato. S. Alfonso non ha voluto fare uso delle trotte (trote?) inviategli da Caione: “”Sono arrivate sane,  fresche ed erano profonde””. “”Per le cose nostre non vi è  novità, e ve n’ho scritto per la posta..Ferrara è estremato. Cappellania di Cicero. Gesuiti fuggiti in Sardegna e Roma.  Il P. Corrado scrive in continuazione: “”Padre mio, vi mnado i  due tomi di Cineccio””.. Gesuiti secolarizzati. Notizie iam communicate: ricorso del Barone Sarnelli, divieto ai Padri di Deliceto so pena di scomunica, nell’affare di Maffei. () – 0809C, 0538″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, il P. Vicario e il P. Rettore accompagnarono le  vostre monache in S.Agata. Su Diomira e Maria Giovanna. () – 0809B, 0460”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sia per sempre fatta la divina volontà””. Su uno scritto offensivo, frutto del zelo amaro. () – 0809B, 0492″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, a prima vista””. Risponde ai suoi dubbi. Su Maria Giovanna. () – 0809B, 0443″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca.[Caione, Gasparo CSSR?] – “”Padre mio, di nuovo un foglio e buono carattere?. Su S.Alfonso “”Abbiamo veramente obbligazioni infinite al nostro  Padre, il quale e coll’orazione e colla presenza ci ha  sostenuto. Monsignore partirà domani 19 per Arienzo””. Ciò che lui ha fatto negli ultimi giorni. “”Fate una lettera al Padre  nostro di ringraziamento, il quale è partito per Arienzo  stamattina 19. Missione di Cassino. () – 0809C, 0542”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca, [Caione, Gasparo CSSR ?] – “”Caro Padre, per noi non abbiamo cosa. Sulla lite Maffei. Firma del P. Fiocchi. Segue Corrado: “”Quando sarà costà  D.Carlo, prego V.R. a scusarmi col medesimo se non ho potuto  oggi far con lui il mio dovere”” Sui libri richiesti. Notizia di un rimedio contro le piattole. Firma i P. Corrado. () – 0809C, 0543″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, io sto qui cacciando danaro come sapete””. Sulle Messe a 13 grani e a tari. Chiede gli invie il denaro. Sui ricorsi del Sig. Ferrara al Fiscale Garavita. Sulla lite di Maffei. () – 0809C, 0527″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio, in punto parto da qui e verso Lunedì o Martedì  sarò costà. Vi abbraccio di cuore come fo a tutti. D.VR. Se.  Fratello, Carmine del SSmo. Redentore.”” () – 0809C, 0519″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca – “”Padre mio, non so che sia.Vi ho scritto sempre e non ho mai  ricevute vostre col nome supposto…Non abbiamo cosa nuova qui  per le cose nostre. Maffei trionfa, ma Dio ci ajuterà. Sul grano dato per ordine del vescovo di Bovino. Sull’affare di Benevento. “”Monsignore sta allegro””  suo atteggiamento riguardo a Maffei. Sui Gesuiti. “”Monsignor nostro fa la novena  dell’Assunta a’ Clerici e il Cardinale lo va a sentire””. () – 0809C, 0535″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Caro D. Francesco mio, credo avrà ricevuta una mia scritta da  Ciorani. Disposizioni per le missioni. () – 0809C, 0513”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, dite tutto alla communità e fatele sentire le  lettere che vi rimando””. Sulle religiose da inviare a S.Agata: Giacinta o Marianna. () – 0809B, 0505″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [Caione, Gasparo CSSR. Caposele] – “”Padre mio, per i Gesuiti actum. Da Francia sono stati  cacciati come Pubblici nemici dei Sovrani. Sul testamento di Certone. Sulla causa d’Iliceto: il Barone e Maffei. Sulla nota dei Padri in Caposele. () – 0809C, 0531”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, godei sentire, che cotesto Prelato non fece  decreto per i direttori, ora va bene””. Su Maria Illuminata e Maria Fedele. () – 0809B, 0489″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Padre mio, sarebbe giustizia di ripigliare le due Messe da  Girgenti e darle tutte due al monte della Missione, o almeno  una…Noi ci moriamo di fame””. () – 0809C, 0547″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, oggi sono arrivato, come vi scrissi””. Esercizi spirituali alle monache. Direzione spirituale. () – 0809B, 0497″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [ Tannoia, Antonio Maria CSSR] – “”Padre mio, ricevei la letera del Padre Caprioli. Malattia di D. Benedetto. Corato. Prega di aiutare Domenico. Sulla fabbrica cadente d’Iliceto:scriva al Padre (S.Alfonso). () – 0809C, 0517”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sono in casa da 4 giorni. Sul P. Leo, su Maria Diomira. “”Per le cose nostre il nemico è forte, e fa il  possibile per farci male, ma l’opera è di Dio””. () – 0809B, 0481″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, godo che siete trattate come fu Gesù Redentore””. Direzione spirituale. Sul precetto d’ubbidienza. () – 0809B, 0501″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caposele. – “”Padre mio che dolore! Sono stato cacciato, da Dio per i miei  demeriti dalle nostre Missioni in tenebris exterioribus””. Sulle lite della Congregazione in Napoli. Difficoltà per Ciorani: i privilegi e Sicilia. () – 0809C, 0523″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ora che scrivo sto parlando col P. Leo.  Sui direttori spirituali e confessori delle religiose. () – 0809B, 0485”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca. Forse Caione, Gasparo CSSR – “”Padre mio, ho ricevute le vostre grazie proprie e generose. Sulla causa Maffei. Preghiere per la sussistenza della Congregazione: “”Il nostro Padre fu per questa causa fatto da  Dio vescovo””. L’Imperatore con el Duca di Toscana a Roma. Breve “”assai bello”” del Papa al nostro Padre. Poscritto del P. Corrado. Incompiuto. () – 0809C, 0539″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi ho risposto subito per la via di Nocera.  Regolatevi secondo vi ho scritto””…Alli 9 sarò in Aversa per  farvi l’esercizi da un monastero di S.Francesco””. () – 0809B, 0493″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Margotta, Francesco CSSR ? – “”Gesù sia la nostra vita e Maria Addolorata la nostra pace.  Domani partiremo per Polo, Deo dante””. Gli acchiude lettera di S.Alfonso e del P. Ferrara per l’affare del nipote (nipote di questi, Giuseppe Melchionna). Potrebbe andare P.Scibelli (Paolino). () – 0809C, 0509″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sento quanto mi dite per voi e per la vostra  comunità”” Direzione spirituale. () – 0809B, 0477″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, avete ragione di lamentarvi che non vi ho  scritto. Spiega perché. () – 0809B, 0503”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [ Villani, Andrea CSSR Vicario Generale?] – “”Padre mio, sta mattina il nostro Padre è andato a  Marianella…Per le cose nostre, la causa non si è potuto  appuntare e Dio sa per quando si appunterà in Camera Reale”” Abbocamento di S.Alfonso con il Presidente Cito, con il Sgr. Caval. Vargas, con il Principe della Riccia. Sui disturbi contro Maffei in Iliceto e ordine di S.Alfonso di non mischiarsi. “”Non si è stimato di pigliare altro avvocato””. Testimoiali dei vescovi. Sui privilegi e le scritture. () – 0809C, 0533″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ho ricevuto tutto assieme le vostre..Per la  Congregazione la battaglia è stata fiera… Missioni. Diversi affari. () – 0809B, 0473”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ebbi licenza dal P. Vicario di stare nella Cava  fino ai dodici..Domani devo essere in Napoli, e dopo che sarò  sbrigato anderò in Lettere. Messaggi per alcune religiose. () – 0809B, 0487”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Padre mio, il P. Rizzo pare che passi meglio…Io aspetto gli  ordini di V.R. per la missione facienda””. () – 0809C, 0508ter”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sono qui per i nostri travagli…Io oggi torno a  Napoli””. Sulla figliola. () – 0809B, 0465″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, oggi sono arrivato qua dopo quasi 3 mesi””..Io  domani partirò per la diocesi di Aversa. () – 0809B, 0495″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca. (Caione, Gasparo CSSR?) – “”Buon capo d’anno a V.R. e a tutti della compagnia””. Sulle lite di Ciorani e d’Iliceto. Sul fiscale Caravita riguardo ad Iliceto e le pretensioni di Maffei. Sul matrimonio di una figliuola della famiglia Cappuccio. () – 0809C, 0525″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, godo della pace che voi godete””. Direzione spirituale.Due monache che non hanno direttore. Il grano. () – 0809B, 0469″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca, Forse Caione, Gasparo CSSR – “”Padre mio, se la penna avrà la vena, forse vi potrei empire  tutto questo foglio di notizie””. Sullo stato delle cause della Congregazione. Affare delle rendite e acquisti delle case. I passi fatti di S.Alfonso in questi affari. Su Maffei. () – 0809C, 0541″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia. Ora ho sentito il vostro travaglio per la  figliola””. Sui disturbi di S.Agata: ciarle de’villani. Sul P. Gallo. Maria Arcangiola, Maria Diomira. Per le cose nostre  finora niente si è fatto. Sulla casa di Benevento. () – 0809B, 0479″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale. Ciorani. – “”Padre D.Andrea mio, il P. Ferrari mi scrive…””: sulle missioni ed esercizi spirituali appuntati. () – 0809C, 0511″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, godo per le notizie che mi date””. Sul monastero di S.Agata: Maria Celestina. () – 0809B, 0461″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, per accidente mi ha trovato Pietro..Il mio  sentimento: che le monache non scrivano a direttori..”” () – 0809B, 0499″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caposele. – “”Padre mio, per i reliquiari non ho che farvi””. Slle liti della Congregazione: “”Si è avuto il processo. Non vi è cosa  positiva contro di noi; ma l’affare dell’economia ci turberà. Sui Gesuiti. () – 0809C, 0529”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, prosit la carica””. Direzione spirituale.Sulla nuova chiesa. Sulla lite con Maffei. () – 0809B, 0471″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Ansalone, Giovanni Battista CSSR. Ciorani. – “”Padre Ansalone mio, il P. Vicario mi disse che tiene la  vostra in cui dicevate di essere pronto. Sulle missioni. Sugli esercizi alle Monache di Saragnano. () – 0809C, 0546”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, in nome di Dio Padre…””: Direzione spirituale. () – 0809B, 0483″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Rossi (Francesco Saverio) Vicerettore CSSR. – “”Per le licenze che V.R. mi cerca rispondo””: direzione spirituale. Sulle messe celebrate. () – 0809C, 0508bis”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ho letto tutto””. Direzione spirituale.Su Diomira, Maria Giovanna, Maria Arcangiola, Giacinta, Maria Celestina. P. Tannoia. () – 0809B, 0463″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, scrissi al Sig. Vicario Criscuolo. Stato di salute del “”nostro Padre”” (S.Alfonso). Su Maria Fedele. () – 0809B, 0491″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR. Benevento. – “”Padre mio, siete stato in Atella”” Sulle missioni e la carestia. Diificoltà economiche. () – 0809C, 0521″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sento una pena indicibile per lo grano””. Conferma nell’ufficio di superiora. () – 0809B, 0467″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca – “”Padre mio, ecco già appuntata la causa nostra per l’11  dell’entrante. Si è fatta tutta la premura per farla appuntare  e spero che si faccia se non vi si trovasse altro ostacolo. Sull’affare di Maffei in Deliceto. Scomunica del vescovo contro i Redentoristi. Tannoia a Bovino per incontro con il vescovo. () – 0809C, 0537”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi scrivo per darvi la buona Pasca””…La nostra  tmpesta cresce da giorno in giorno…”” Messaggio a Diomira. () – 0809B, 0475″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Della Carità, Maria Rafaele. Scala. – “”Madre mia, ricevei, sebbene tardi, la vostra..Godo che siete  economa e in conseguenza nella croce della fatiga. Spiega perché non può inviare denaro. Sulla casa d’Iliceto: pericolo che ne cada una muraglia. () – 0809B, 0506”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, con piacere ho ricevuto la licenza dal nostro P.  Vicario per venire a trovarvi””. Verrà finiti i Santi Esercizi. Sulla fondazione in S.Agata. () – 0809B, 0459″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sento la pace che godete da suddita…Sento il  disturbo pr le lettere. Per lo grano. “”Le cose nostre sono  nello stesso piede, onde non sappiamo l’esito che averanno””. () – 0809B, 0470″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale. Pagani. – “”Padre mio, ieri non si fece la causa. Forse sarà alle 17. Ma  coll’ultimo dispaccio si sono tutte le cause unite nella  Camera Reale, anche quella di Sarnelli.D. Pietro Patrizio la  parlerà come causa di Stato. Spero che Monsignore verrà fra  giorni. Sullo stato e il corso delle liti della Congregazione.  “”Si è presso un avvocato aggiunto: Filippo Sabbatino. Sulle scritture. Denaro per le cause. Barilotto pieno di aceto per Celano. Attestato di Mons. Volpi o della Curia. Accettazione dei Privilegi. Su denaro offerto per Messe. () – 0809C, 0532”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia. Entro quaresima””. Direzione spirituale. Su una conversa. () – 0809B, 0437″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, fin da jeri sono in questa casa””. Risponde ad essa, non alle altre. () – 0809B, 0448″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Sento le difficoltà”” Sull’autorità del superiore e il precetto d’ubbidienza. () – 0809B, 0502″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi sono debitore””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0429″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sto poco bene, ho dettato molte lettere, a voi  scrivo a stento””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0456″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [ Villani, Andrea CSSR Vicario Generale] – “”Padre mio, per quanto V.P. Rma mi ha ordinato nella sua, sarà  ubbidita””. Sulla visita d’Iliceto. Invia una lettera riguardante il monastero di S.Chiara di Nocera. “”Fratello  Michele fa il diavolo e peggio””. () – 0809C, 0518″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, ho ricevuto finalmente una vostra…Mi trovo in  Gaeta con Mazzini e Gajano per ordinare un conservatorio di  210 figliole… Direzione spirituale. () – 0809B, 0433”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, la vostra lettera mi avea commosso…Fra giorni  sarà qua il nostro Vicario Generale, anche per tener  consulta.. Direzione spirituale: la confessione generale. () – 0809B, 0441”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi ringrazio di nuovo””. Sulla sua venuta in Scala. P.Criscuolo, Caprioli, Leo. () – 0809B, 0486″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, eccovi la prima lettera””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0425″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, fatevi cuore..”” Sulle Suore Maria Giovanna, Maria Diomira, Maria Celestina. Sulla recezione di nuove educande. () – 0809B, 0462″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Padre mio, per la causa de’ Ciorani non vi è cosa di nuovo.  Sarà per dopo il Natale. Per quello d’Iliceto. Instanza del fiscale contraria. Missioni richieste ed esercizi spirituali: Altavilla, Penta e Biscellia. () – 0809C, 0524”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, rispondo alla vostra del 20 di settembre, e ve la  mando per il P. Rettore Mazzini, che si trova qui di  passaggio, come pure mi ci trovo io,venuto da Gaeta””. Sull’elezione di Suor Maria Angela a Superiora del Monastero. () – 0809B, 0435″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi confermo in nomine di Dio l’elezione””. Direzione spirituale.Su una religiosa con il cervello a metà. Su Maria Giovanna e Maria Giacinta. () – 0809B, 0444″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, per la figliola: cacciatela, vi raccomando la  prudenza. E fatene inteso Monsignore alto alto””..Per il  maledetto suono… Su Sr. Maria Illuminata. Disturbo tra le religiose. () – 0809B, 0494″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, rispondo in breve, ma a tutto””.- Direzione spirituale. () – 0809B, 0427″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca. [Caione, Gaspare CSSR ? ] – “”Padre mio, ho ricevute le due vostre. Rispondo primo a quelle  cose, per cui la brevità mi fece oscuro. Il miscredente che si  lamentava delle spese e da cui non potei furare un obolo fu  Monsignor nostro Padre, che fa vedere sempre il mondo in  carestia””. Sulla lite Maffei. () – 0809C, 0544″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, non risposi ad una vostra””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0440″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, per le cose vostre va bene. Direzione spirituale. Sulle converse. () – 0809B, 0482”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Di Gesù, Suor Maria. Ripacandida. – “”Madre mio, voglio credere..”” Direzione spirituale. () – 0809A, 0424″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, rispondo insieme a due vostre ricevute.. Direzione spirituale. “”Noi siamo pure in qualche agitazione  interna, ed esterna””. () – 0809B, 0458″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [ Villani, Andrea CSSR Vicario Generale] – “”Padre mio, quando andrò in Iliceto farò una visita, ma  leggiera; io non mi fido di farla firmiter. Verrà con P. Ferrara, così stabilito con Maffei. P. de Cunctis. Sul P. Blasucci e sicilia: meriterebbe una penitenza. () – 0809C, 0520”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, vi scrivo ora..Vi assicuro che ne godo  specialmente perché vi è venuto quel santone del P. Margotta””.  Direzione spirituale. () – 0809B, 0434″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, compatite””. Sui Pari Gallo e Leo. () – 0809B, 0442″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, io già prevedo che doverò essere tormentato dalla  folla di lettere””. Sulla casa di Ciorani. () – 0809B, 0490″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, oggi ho ricevuta la vostra””. Direzione spirituale. () – 0809B, 0426″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia. Fatevi gli esercizi regolari””. Su diverse religiose: sorella di Maria Giovanna, Marianna e Maria Giovanna. () – 0809B, 0450″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Della Carità, Suor Maria Rafaele. S’ Agata. – “”Madre mia, con dolore ho letto la vostra, perché conosco che  il demonio è contrario all’opera di Dio. Ma fatevi cuore  perchè Dio è con voi e coll’opera che fate. Non vindisanimate,  perché,, o uscirà, o almeno starà più quieta…Alli 21 di  questo mese si chiamerà una causa nostra…”” () – 0809B, 0507″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, date il voto a Sr. Fedele”” Direzione spirituale. () – 0809B, 0430″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca – “”Padre mio, ho ricevuto due vostre…Noi siamo in travaglio  per la casa di Benevento e vi accerto che quella è il nemico  nosto più formidabile””. Sull’affare del grano. Memoriale di S.Alfonso e Celano a Vargas. Don Gaetano e Benevento. Su Ciorani, ricorso del Barone Sarnelli. Iliceto e Maffei. Sui Gesuiti. “”Il Padre (S.Alfonso) ha fatto la novena dell’Assunta  in S. Restitutta. Sempre il Cardinale e infinito concorso per  sentire le solite cose del nostro Padre. () – 0809C, 0536”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia. Da pochi giorni””. Sull’osservanza delle costumanze. () – 0809B, 0438″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, mi sono stati scritti i disturbi che le due  religiose anno fatto per avere il padre spirituale””. Impegni dei Padri. Direzione spirituale. () – 0809B, 0474″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Ripacandida, religiose di – “”Lettere copiate del P.D.Carmine Fiocchi di una sua Penitente  nel Monastero di S. Giuseppe in Ripacandida indirezzate a Suor Maria di Gesù Carmelitana del Monastero di Ripacandida. 11 lettere. () – 0809A, 0422”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia, godo che stia unita la communità””. Su Maria Illuminata. Sulla nomina dei direttori spirituali. Sulle sorelle domestiche. () – 0809B, 0488″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: [Manca.Sembra Caione, Gasparo CSSR ?] – “”Mentre io sono stato costà Fratello Tartaglione portò i  Reliquari al P. Longobardi””. Sui reliquari.Sulle scritture inviategli. () – 0809C, 0530″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, sono finito di ruinarmi in questo anno””.. Persecuzione per la casa d’Iliceto. Direzione spirituale: confessione generale. () – 0809B, 0457″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, non so che sia…Mi pare che vi scrissi per la  via di Nocera e vi avvisai un decreto favorevole, avuto per  questa lite.. () – 0809B, 0472”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Figlia mia, da pochi giorni sono ritornato da Gaeta. Direzione spirituale.. Pregate per noi, giacchè stiamo di  nuovo in battaglia colla lite del Barone de’Ciorani. () – 0809B, 0504”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca il nome – “”Padre mio, vi prego a leggervi la lettera al P. Tannoia, da  cui saprete lo stato delle cose””. Su 90 Messe da celebrare per Ventapane. Limosina da la Riccia per S.Angelo. () – 0809C, 0526″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Manca (Villani ?, Caione?) – “”Padre mo, siamo sull’istesso piede per le cose nostre. Sull’appuntamento della causa.Di nuovo, incontro di S.Alfonso con il cavaliere Vargas e il Principe della Riccia. Sulla casa di Benevento. Sulla lite con il Barone. Sulla lite con Maffei e il divieto di mischiarsi nelle cose contrarie a Maffei. Sui Gesuiti. Donazione per la Congregazione fatta da un parente del P. Ferrara. Felipe Versella. () – 0809C, 0534”

 

Fiocchi, Carmine CSSR   ” A: Apice, Bernardo CSSR. – “”Padre mio caro, mi sono consolato nel sentirvi quietato””. Direzione spirituale. () – 0809C, 0512″

 

Fiocchi, Carmine CSSR   A:  – Copia dall’originale: tre quadernetti con appunti spirituali personali, che incominciano il 10.1753, scritti in Iliceto, e poi in diversi tempi e luogo, fino al 17.1774. () – 0809C, 0551

 

Fiocchi, Carmine CSSR   A:  – Cenni biografici del P. Cimino dalla sua nascita fino alla professione nel 1752. (1752 ?) – 0828, 0899

 

Fiocchi, Carmine CSSRo ” A: Manca. ([Caione, Gasparo, CSSR. Caposele. ?] – “”Padre mio, della consulta non so cosa positiva…””. Sulla lite di Maffei. Sui Gesuiti. () – 0809C, 0545″

 

Fiocchi, Carmine e Apice Bernardo Maria CSSR  ” A: Rettore di Caposele – “”Padre Rettore mio caro, qui si sta bene, ma il P. Rizzo da  due giorni sta con febre””. Sulle missioni di Cairano, di Palo e di Quaglietta. Chiede le sue disposizioni. P. Bernardo Apice, allo stesso Rettore: “”Padre mio, mi ha imposto il P.  Fiocchi di scrivervi come si è inteso in Teora, che vogliamo  dare alcuni  danari per la fabbrica”” () – 0809C, 0509bis”

 

 

Fiore, Ignazio CSSR          A: * –  (1752/1753) – 0831, 0944

 

Fiore, Ignazio CSSR          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Spiega la ragione di non poter servire Tannoia in ciò richiestogli: a Ciorani “”si è mutata la famiglia de Padri: alcuni sono stati trasferiti; altri sono venuti; altri sono fuori. Racconta come fu rapito dai suoi familiari on Nicola Barone. (1755.07.02) – 0831, 0945”

 

Fiore, Vincenzo CSSR      A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Racconta i funerali di S.Alfonso in Benevento. (1787.09.014) – 0831, 0946

 

 

Fiorentino, Antonio CSSR             A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sui lavori apostolici della comunità di Girgenti. (1776.04.17) – 0831, 0943

 

 

Fiorillo, Ludovico Maria O P        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Il Signore ha voluto altre cose per la Congregazione””: faccende di Silvestro Tosques per lo stabilimento della Congregazione in Roma nella casa di S.Pantaleo, e approfitando delle tre fondazioni fatte nel Regno nelle diocesi di Bojano, della Rina e Tramonti. Lettere scritte ai Cardinali Ferrau, Aquaviva e Caraffa. Il suo interventi presso il marchese di Montallegro a favore della fondazione perseguitata di Villa degli Schiavi. () – 0801, 0038″

 

 

Foschi, Mons Giuseppe Maria vescovo di Lucera               ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Avendo in una congiuntura rappresentato al Sig. D.Giuseppe  Farao, Vicario Generale di Mons. Filomarini, vescovo di  Matera… Chiede un Padre competente per aiutare il vescovo  “”Religioso Celestino, dotto sì, ma nuovo nel governo””. Ha bisogno dell’assistenza di un Padre di spirito, di dottrina e  di prudenza. Per questo ha pensato nel P. Fiocchi. () – 0803, 0032″

 

 

Francesco, ?       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR .Iliceto. – “”Padre mio caro””: gli fa sapere che ha ricevuto il libro e se lo rienvia. () – 0802B, 0097″

 

 

Francone, Tommaso Maria arcivescovo di Manfredonia ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Dalla risposta favoritami da V.R.””: sulla missione in Manfredonia, che Tannoia gli ha manifestato che non può farla fuori la data già appuntata. () – 0802B, 0269″

 

 

Franza, Francesco Saverio CSSR A:  – Storia della sua vocazione alla CSSR. (1788) – 0831, 0947

 

Franza, Francesco Saverio CSSR A: Innominato – Sulla povertà della casa di Deliceto, piena di debiti, senza ricorso per mangiare ecc. Prega di riccorrere a sua Eccllenza e chiedere aiuto. (1824.12.26) – 0831, 0948

Documenti Primi Padri

- G -

G

Gaiano, Suor Maria Chiara           ” A: Lacerra, Pasquale CSSR (?) – “”Avendo ricevuta una vostra in data del 25 del passato mese””: Racconta due profezie di Mons. Liguori, fate a sua madre e a lei stessa, educanda del Monastero della Sma. Trinità. () – 0802B, 0340″

 

 

Gallo, Giuseppe ” A: Innominato – “”Qui si sentono miracoli”” per mezzo del Servo di Dio Giuseppe Maria Rinaldi. Si fa menzione del P. Tannoia. Dietro il foglio si leggono (scritti da Tanoia?) i propositi del P. Meo. () – 0802B, 0200″

 

 

Gallo, Paolo CSSR            A:  – Storia della sua vocazione. (1757) – 0832, 0950

 

 

Gallo, Salvatore CSSR     A: De Liguori, Alfonso Maria – Lettera del P. Salvatore Gallo a S. Alfonso trasferita al fondo della lettere scritte a lui : 0503: EadSA, 219.. Qui resta la fotocopia. (1751.12.11) – 0832, 0949

 

 

Garzia, Biaggio CSSR       A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Racconta tutto ciò che ha fatto per essere ammesso nella Congregazione Redentorista. (1765.11.14) – 0832, 0951

 

 

Garzilli, Francesco CSSR A: De Liguori, Alfonso Maria – Testimonianza di ordinazione di due primi ordini minori, data dal arcivescovo di Salerno  F. Bonaventura Poerius il 03.03.1709. Bolla di Clemente Papa XI che concede dispensa di età al Diacono Francesco Garzilli, per poter ricevere l’ordinazione sacerdotale, data il 06.06.1713. Testimonianza del vescovo di Foggia, Giovanni Fazzolli, data il 09.02.1745 sulla condizione del canonico Francesco.  Garzilli :sacerdote e canonico, libero da ogni macola. (1709/1713/1745) – 0832, 0952

Garzilli, Francesco CSSR ” A: Innominato – Copia della risposta data dal Garzilli alla richiesta di dati “”sulla s.memoria del nostro Padre D.Filippo Cota”” (1737.07.06) – 0832, 0953″

 

Garzilli, Francesco CSSR A: De Liguori, Alfonso Maria – Fotocopia di una lettera del Garzilli a S.Alfonso, il cui originale si trova in 0503: EadSA, 142. (1745.06.21) – 0832, 0954

 

Garzilli, Francesco CSSR A: * – Nota dei libri portati in Congregazione dal Canonico D. Francesco Garzilli nell’ingresso della sua recezione dell’anno 1745 a 3 del mese di Novembre dell’anno sud. In Iliceto.Segue la lista dei libri. (1745.11.03) – 0832, 0955

 

Garzilli, Francesco CSSR A: Sacra Congregatio…Cardinalium Concilii Tridentini… – Perché ha indebolita la vista chiede la licenza di celebrare la Messa Votiva della SSm. Vergine e quella pro defunctis anche nei giorni festivi, con la facoltà concessa al Ordinario di prolongare l’indulto. La licenza viene concessa a continuazione della richiesta il 25.01.1780 ad triennium e poi prolungata ad aliud triennium. L’Ordinario esegue il rescritto per mezzo del P. Villani. (1780.01.25) – 0832, 0956

 

Garzilli, Francesco CSSR A: P. Rettore – Sulla disposizione dei redditi del suo patrimonio anche per la chiesa di S. Michele. Chiede di levare al cuoco la sua pietanza di carne, perché non necessaria. (1780.11.07) – 0832, 0957

 

Garzilli, Francesco CSSR A: Carlo Ricco – Su una lite con Francesco Paolo Celentano. Si  compiace nella nomina di suo Procuratore nella persana dell’avvocato Carlo Ricco fatta da suo nipote D.Giuseppe. Spiega l’oggetto della lite. (1781…) – 0832, 0958

 

Garzilli, Francesco CSSR A: Suoi nipoti – Lunga lettera ai suoi nipoti, in cui tratta di questioni della sua famiglia e di suoi rapporti con i nipoti riguardanti i beni. (1782.10.08) – 0832, 0959

 

Garzilli, Francesco CSSR A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Lettera al P. Villani in cui chiede cambiamento di residenza. Manca il luogo d’origine e la data. Ci sono anche alcune note spirituali e sulla lite con il Barone di Ciorani. (?) – 0832, 0960

 

Garzilli, Francesco CSSR A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – L’ originale di questo documento è stato trasferito a SAM/17, 984. Qui si conserva una fotocopia. (1745 dopo) – 0832, 0961

 

Garzilli, Francesco CSSR ” A: Innominato – Spiega “”come egli possa disponere di sua rendita della Pensione da quando ha fatto i voti”” (1762/1775) – 0832, 0962″

 

 

Gaudini, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Il Sig. Vicario””: a richiesta di questi ha dovuto prolungare la sua dimora in Troja. Propone che venga in Troja il P. Vito Polestra e non P. Tannoia, affinchè i novizi non rimangano soli. () – 0802B, 0271″

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Direttore spirituale – Lettera di direzione spirituale. Manifesta i suoi disideri di entrare nella CSSR. (1766.02.29) – 0832, 0964

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Invia una lettera di un seminarista in cerca di risposta. Sul P. Majorini. (1785.03.06) – 0832, 0965

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sugli esercizi dei novizi ammessi alla professione. (1786.07…) – 0832, 0966

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla professione del Fratello Rutile il 1 agosto. (1786.07.31) – 0832, 0967

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli fa sapere che per disposizione del P. Vicario il Fratello Rutile si reca in Caposele per gli studi. Sul suo stato d’animo. (1786.08.08) – 0832, 0968

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Direzzione spirituale. Rapporto sullo stato d’animo e chie de delle preghiere. (1787.05.03) – 0832, 0969

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ritirato dalla missione e rientrato in casa trova un avviso del Rettore in cui gli fa sapere che è stato destinato al servizio degli Studenti. Riguardo ai precedenti incaricati degli Studenti. Preferirebbe essere a Pagani. Chiede qualche regolamento per la sua mansione di ammonitore e prefetto. (1787.06.04) – 0832, 0970

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli manifesta i suoi dubbi di coscienza riguardanti il suo zelo per la communità. (1787.11.22) – 0832, 0971

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sullo stato dello Studentato: notizie arrivate al Rettore Maggiore, il quale dispone che gli venga riferito qualunque disordine che ci sia nello Studentato. Lui non consce l’autore di questo. Difficoltà per i Superiori l’uso della sua autorità. (1787.11.27) – 0832, 0972

 

Gaudini, Angelo CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR ? – Riguardante le lagnanze  contro di lui, si difende e chiede: mandi V.P.R.  un Consultore a prendere informazioni sopra i miei delitti””. (1791.03.15) – 0832, 0973″

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Sulle pretese dell’Amico che vuole cacciare Gaudini dall’ufficio di Rettore e fare nominare il P. Pappacena e sul carico che gli fa. (1791.05.17) – 0832, 0974

 

Gaudini, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Chiede proroga della facoltà di leggere libri proibiti. Movimento di personale. Spese. Sull “”Amico””. (1791.06.06) – 0832, 0975″

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli acclude una relazione del medico riguardante la salute sua, allo scopo di conoscere la volontà di Dio. (1791.07.20) – 0832, 0977

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ha ricevuto una lettera del Cappellano Maggiore, in cui le faceva sapere che aveva preinteso che le case della Calabria volevano separarsi dal Rettore Maggiore e avere il proprio Superiore. Fa il commentario di questa diceria. (1791.07.11) – 0832, 0976

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Espone lo stato della sua salute e domanda se conviene ricorrere al Rettore Maggiore. Il 12.11 va a missione. (1794.11.02) – 0832, 0978

 

Gaudini, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Auguri. Risposta data al Arciprete di Andria sulle missioni, che dobbono essere gratuite secondo le Regole della Congregazione. Poi nara la morte del P. Giuseppe D’Errico. (1799.12.25) – 0832, 0979

 

 

Gayano, Carlo CSSR        A:  – Relazione della vocazione alla CSSR del sacerdote Carlo Gayano, nato nel 1701, professo nel 1751.10.02 e morto nella missione di Minervino nel 1770.12.07. (1752.07.29) – 0833, 1020/a

 

 

Gervasi, Angiolo               ” A: Caione, Gasparo CSSR. Santandrea. – “”Avendo esequito quanto mi venne imposto da V.R.””: certificato di battesimo, di ordini sacri minori e maggiori ricevuti dal P. Margotta. () – 0807, 0419″

 

 

Giallanella, Rocco CSSR A:  – racconta lo sviluppo della sua vocazione alla CSSR. Nato nel 177.12.03, professo nel 1792.12.07, morto in Napoli nel 1825.02.06. (1792.12.07) – 0833, 1021

 

 

Giannelli, Donato Antonio vescovo di Bisceglie  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Venerdi prossimo sperao essere costì..””: gli domanda di inviare al Ponte di Bovino un Fratello o altro, per prendere ova e maccaroni che gli porta. () – 0802B, 0127″

 

Giannelli, Donato Antonio vescovo di Bisceglie  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Mi è capitata una sua da Biseglie””: spiega il senso di una lettera scrittagli da lui; dichiara la stima che ha del P. Tannoia e della CSSR. Ciò che ha cercato è di avere soggetti per la rinovazione di spirito. () – 0802B, 0128″

 

Giannelli, Donato Antonio vescovo di Biseglia (Bisceglia)               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Dovevate scrivere da Roma”” Gli comunica che ha ricevuto la sua lettera e ha scritto la supplica al Papa, che sarà spedita la sera. Chiederà al vescovo vicino di fare lo stesso. () – 0802B, 0236″

 

Giannelli, Mons Donato Antonio vescovo di Bisaglie        ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Per lo Fratello ch’è venuto le Monache di S. Croce mandano  l’oglio””. Si lamenta dei disordini delle crate, finestre e loggie del monastero. “”Qui si dice, che il P. Polestra ed il  P. Tannoia abbiano approvato i capricci delle Monache.Se  questo è falso, come lo serà certamente, è vero che il P.  Tannoia e Polestra intendevano da me il consenso per la  spropositata elezione…Onde almeno da questo hanno potuto  inferire che li sudetti approvavano i loro deliri… Chiede al P. Villani di ordinare ai missionari che non domandino ne facciano l’intercessori di grazie presso i vescovi. () – 0803, 0044”

 

 

Giattini, Vincenzo Antonio CSSR               ” A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – “”Sabato santo al giorno”” Si è tenuto congresso sulle pendenze  con lungo dibattito sul voto di povertà. Chiede le lettere del  P. de Paola, in cui manifesta che non lo veleva lui como  Procuratore e blasimava la imprudente politica del P.  Blasucci. Lamenta nel P. Blasucci il “”non voler smascherare il   suo fratello cugino, volpe coperta sulla pelle di zelante   pecorella””. () – 07VG, 0656″

 

Giattini, Vincenzo Antonio CSSR               A: sui fratelli ed altri – Ottenuta dal Papa la dispensa delle norme delle Regole della CSSR sulla disposizione dei beni proprii, distribuisce essi ai suoi fratelli ed altri benefattori. (1823.03.17) – 0833, 1026

 

Giattini, Vincenzo CSSR A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Manifesta al P. Villani che non ha nessun motivo per dubbitare della sua vocazione: espone le ragioni. (1785.06.22) – 0833, 1022

 

Giattini, Vincenzo CSSR A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Espone lo stato della sua salute indebolita dall’aria marina, disposto ad accettare la sua decisione. Dal primo novembre si troverà nelle missioni. (1785.09.08) – 0833, 1023

 

 

Gilfoni, Raffaello canonico Vicario Generale       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – “”Essendo V.S.Rma compiaciuta di notarmi il giorno””: sugli esercizi già convenuto: lo aspetta con altro Padre y un Fratello per il trasporte. () – 0802B, 0329″

 

 

Giovanni Battista, ?         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Spero che siate jiunto bene in Napoli e che per ora abbiate  parlato con Mons. Pergamo”” Fa l””elogio di Mons., raccomanda di consultarlo e suggerisce che Mons. Liguori gli scriva una lettera. () – 0802B, 0230 bis”

 

 

Giovanni, arcidiacono Palermo  A: D. Francesco – Risponde a D.Francesco (non c’è il cognome) sulla conoscenza che ha avuto del P. Giovanni Rizzo, nel Seminario di Campagna, dall’anno 1743, e dopo in diverse missioni. Narra le sue virtù, e principalmente la sua mansuetudine acquistata con eroico sforzo. Alla fine  l’autore della lettera accenna allo stato della sua diocesi che qualifica deplorabile. (1784.04.04) – 0811, 0607

 

 

Giovenale, Francesco CSSR         A: Rizzo, Giovanni CSSR – Ha fatto leggere quella lettera dal P. Carbone e tutti i due sono d’accordo che lui, P. Rizzo, nella sua tentazione non ha peccato. E’ lettera di conforto spirituale. (1761.10.18) – 0811, 0580

 

 

Giovenale, Francesco CSSR         A: Cimino, Fabrizio CSSR Consultore Generale – Narra l’ultima infermità e morte del P. Giovanni Rizzo. Concorso del popolo all’annunzio della sua morte.Fama di santità. (1771.01,09) – 0811, 0604

 

Giovenale, Francesco CSSR         A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Lo sviluppo della sua vocazione alla CSSR (1747/1748) – 0833, 1028

 

Giovenale, Francesco CSSR         A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  Si difende da una accusa. Sulla morte del P. Cafaro in Materdomini. (1753.08.18) – 0833, 1029

 

 

Giuseppa            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Questa sera D. Cesare””: è ammalato più del solito. Gli chiede di scrivere al Fratello Pietro, che si trova in Accadia, di tornare subito a Deliceto. Gli manda il cavallo. () – 0802B, 0255″

 

 

Gondi, Filippo    A: Giattini, Vincenzo Antonio CSSR – Vuole sapere lo stato della sua salute. Gli ricorda che ha un denaro pagato dal Canonico Zampetti per suo conto. (1826.07.17) – 0833, 1025

 

Gondi, Filippo    A: Giattini, Vincenzo Antonio CSSR – Si compiace nella progressiva ricuperazione della sua salute. Denaro fatto pagare dal Canonico Zampetti. (1825.07.23) – 0833, 1024

 

 

González Amurrio, Patricio          A: Superior General CSSR – Informes favorables para la profesión del interesado en CSSR, dados por el Maestro de novicios y refrendados por el Sup. Prov. (el refrendo válido para los 6 que formaban aquella promoción, con juicio interesante de los anteriormente profesos en España). 2- Carta de felicitacón de navidad al Sup.Gen. en nombre de la comunidad (Santander). 3- Carta del Sup.Gen. sobre venida a Roma miembro de la peregrinación del Pº  Sº de España (1933). () – 30150009, 0260

 

 

Gravina, il Duca di           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Avrei ben volentieri inerito alle premure che V.R. si è  compiaciuta avanzarmi””: non concedere la statua che si trova nel suo feudo di Vallata. Compiaciuto per la missione fatta a Gravina, spera missione per l’altro feudo, nempe Vallata. () – 0802B, 0355″

 

 

Grazioli, Benedetto        A:  – Meditazioni e resoluzioni personali di esercizi spirituali fatti in Deliceto.  1.-1753.04.22. 16 pp.  2.-1753.05.01. 49 pp.  3.-1753.06.01. 18 pp. () – 0802B, 0083

 

Grazioli, Benedetto        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre dell’anima mia””: lettera di direzione spirituale. () – 0802B, 0313″

 

 

Gregorio, Oreste CSSR   ” A:  – “”Non trovasi”” il quadretto della Madonna lasciato a S.Alfonso da Mons. Falcoia. P. Gregorio racconta la storia di questa imagine e la devozione di Mons. Falcoia alla Madonna, che ottenne alcuni miracoli per mezzo di questa immagine. () – 0801, 0050″

 

 

Grimaldi, Suor Maria Michele Domenicana          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Per i miei grandi peccati””.. Ha ricevuto le imagini “”del  nostro santo Padre e la sua santa veste”” (S. Alfonso). Manifesta la sua devozione a Mons. Alfonso di Liguori: la sua fama di santità: “”Mi raccontò il fu D. Pasquale Mastrillo,  Arcivescovo di Betteleme, Chierico Regolare Teatino, che  quando si consecrò Monsig. Liguori, (essendo egli uno degli  Assistenti) disse il Papa: alla morte di Monsignor Liguori  abbiamo un altro santo alla Chiesa di Gesu Cristo. E altre  cose mi raccontò, che i Cardinali erano ammirati del suo  spirito””. Gli invia la reliquia del suo mantellone, chiusa,  “”acciò l’aprite e sigillate la carta…””. Perché vuole  “”tagliare i pochettini, e darli ai poveri infermi””. () – 0802B, 0315″

 

 

Guardavalle, Bartolomeo             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Sono nel positivo impegno di farle sapere come da persona di  costà è stato qui rimesso un sanguinolento ricorso alla  rinunzia umigliata alla conferma  del Sovrano, contro di  V.P.””. Per trattare dell’affare a Napoli chiede che gli sia dato il nome di un amico fidato di Tannoia in Napoli. () – 0802B, 0357″

 

Documenti Primi Padri

- H.I.J -

I

Ignoto  A:  – 1.-Elenco di 98 titoli sulle virtù di Tannoia. 2 p.  2.-Libretto manoscritto in cui si descrivono le virtù di Tannoia, incominciando colla fede. 16 p.  3.-Memoria sulla povertà di Tannoia. 5 p.  4.-Copia del registro del battesimo di Tannoia. 1 p. () – 0802B, 0449

 

Ignoto  ” A: Ripoli, Camillo Rettore Maggiore CSSR – “”Relazione della vita del P. Tannoia””. Incompiuta. 6 capitoli, sulla vita e opera del P. Tannoia. () – 0802A, 0058″

 

Ignoto  A:  – Testimonianze su diverse grazie ottenuta per intercessione del P. Tannoia:  1)-1808.03.27. Potito Maria Bascinelli.  2)-1808.04.04. Mauro Maulucci.  3)-1808.04.06. Giovanni da Tragneti, sacerdote.  4)-1808.04.08. Mag.ca Colomba Blunni.  5)-1808.04.12. Mauro al Fr. Paolo Rossi CSSR.  6)-1808.05.08. Lucia Ganuzzi.  7)-1808.07.01. Sosio Lupoli CSSR al Fr. Paolo Russo CSSR.  8)-1808.08.01. Mag.ca Porzu Terzalli (?).  9)-1809.05.23. Giovanna Tuali.  10)-1810.03.20 Raffaele Leone (?) Arciprete.  11)-1810.03.21 Potito Rinaldi Pasciutti.  12)-1810.03.24 Rosa Battipaglia.  13)-1810.03.25 Vito Matarangelo. () – 0802B, 0444

 

Ignoto  ” A:  – “”Avendo fatto de nuovi appleti (?) al nostro Padre in nome di  V.S.Illma, in vigore de pregiati comandi gia favoritomi in  S.Angelo… () – 0802B, 0393”

 

Ignoto  A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare.Roma. – Fotocopia di un biglietto inviato a Falcoia in cui lo stesso Falcoia ha fatto l’abbozzo di un discorso sulla morte. Si legge anche una poesia alla Vergine Maria. () – 0801, 0033

 

Ignoto  ” A:  – “”Andata in Roma del P. D. Andrea Villani per l’approvazione  del nostro Istituto””.  E’ la storia dell’approvazione della CSSR. Narra come è stato inviato P. Villani a Roma, e come si è sviluppato l’affare dell’approvazione. () – 0803, 0190″

 

Ignoto  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – “”Credo che altra volta””: prghiere per una persona del luogo dell’autore di questa lettera. Chiede poi di quale materia debbono essere le statue richieste. Al fine si legge una poesia latina scritta da altra mano. () – 0802B, 0111″

 

Ignoto  ” A: Ripoli, Camillo Rettore Maggiore CSSR – “”Relazione della vita del P. Tannoia””. Incompiuta. 6 capitoli, sulla vita e opera del P. Tannoia. () – 0802A, 0058″

 

Ignoto  A:  – Narra le virtù, zelo apostolico, pietà, devozione alla Madre di Dio, penitenza ecc. di Biagio Amarante, prima del suo ingresso nella Congregazione del SS.R. (1761 dopo) – 0813, 0619

 

Ignoto (Tannoia?)            ” A:  – 1.-Un foglio con una “”Oratio”” su Mons. Antonio Maria Santoro, vescovo di Ravello e Scala. Mons. Santoro morì nel 1741. Scritto in latino, con emendamenti nel titolo. Incompleto.  2.-Due fogli su D.Giovanni, della diocesi di Campagna, il cui vescovo era Giovanni Angelo Anzani (Anzano) (1736-1770). Con note marginali e aggiunte di mano di Tannoia. L’autore di questo articolo, scrive “”Pietrafesa, mia patria…”” () – 0802B, 0394″

 

 

Il Confaloniere, e Consoli             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Finalmente si è riuscito ricuperare, e leggere con sommo  piacere il prezioso dono delle Memorie.. del B.Benvenuto””. Fa un grande elogio dell’opera () – 0802B, 0240″

 

Il Gonfaloniere, e Consoli             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Non prima dell’ultimo corso di Posta abbiamo ricevuto”” l’avviso dell’invio di un esemplare dell’opera Memorie…del  B.Benvenuto””. Ringrazia. () – 0802B, 0222″

 

Il Gonfaloniere, e Consoli             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Il libro della Novena”” per la festa del Beato Benvenuto: lo hanno ricevuto e lo ringriaziano. () – 0802B, 0299″

 

 

Ilardo Michele CSSR        A: Tannoia, Antonio Maria ? – Ha chiesto da Remondini le lettere ricevuteLa sua risposta. Sulla vocazione del P. Rizzi, secondo relazione del P. Giuseppe Costa. (1771 ddopo) – 0811,0609

 

 

Indecifrabile      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”In vista della vostra gratissima accludo la chiesta  rimostranza al Sommo Pontifice…”” Gli domanda di presentarla al Sommo Pontifice, ottenuo dal Re il permesso di ricorrere. () – 0802B, 0402″

 

Indecifrabile      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio=faccio sapere al P. Rettore, che l’? fatto con  Fratello Giuseppe””…?: Difficile leggere. () – 0802B, 0311”

 

Indescifrabile    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Resto inteso di quanto mi favorisce notiziarmi””: sul candidato Giuseppe Pisante. () – 0802B, 0327″

 

 

Innominato        A:  – Cenni biografici del P. Blasucci, morto il 13.06.1817 () – 0806, 0319

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Nella posta passate 14 del corrente ricevei due sue”” Gli scriverà a Nocera. Troverà le notizie richieste nalla relazione inviata al Rettore Maggiore. Sulla sua salute. Sula candidato Benedetto. Esercizi spirituali in Nocera. Su Cataldo. Sui Medici. I libri di D.Rocco Marcini. () – 0802B, 0326″

 

Innominato        ” A: Nipoti – “”Nipoti cari: due vostre ho ricevuto…Rispondo””: questa lettera e senza nome del mittente, né del destinatario, e senza firma. Sembra incompiuta. Difficile precisare l’argomento. Scritta con inchiosto scorrevole. () – 0802B, 0205″

 

Innominato        A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – Lettera in foglio tagliatto nella metà. La firma anche tagliata. Si chiede l’accettazione nel noviziato del giovane Domenico Fiore. Non ha trovato ancora la moneta richiesta. () – 0802B, 0302

 

Innominato        ” A: Religiosa Superiora (?) – “”Sento dolore che le Reverende loro si trovano aggravate da  debiti per spese fatte per fabriche””: esortazione alla fiducia e alla preghiera. () – 0802B, 0084″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Non l’Economo di codesta venerabile Casa””, ma al Cancelliere della diocesi, che si trova in Benevento, consegnerà la papalina; il canonico Beci non può essere esaudito. Si sono ricevute notizie di Roma. Sull’esecuzione della delega ricvuta riguardante la recita di un Officio. () – 0802B, 0158″

 

Innominato        ” A: Di Simoni, Samuele ? – “”Le premure mi da questo nostro P. Tannoia””: a istanzia del P. Tannoia domanda al destinatario il suo intervento davanti l’università sulla disposizione del capitale che si dovrebbe restituire agli eredi dei Maffei “”acciò si tolga tale debito  al Pubblico””. () – 0802B, 0252″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”D.Antonio mio: io ancora sono qui. In quale angustie mi sia  (?) non so lo puo ideare””: sembra tratarsi di un affare di famiglia. () – 0802B, 0211″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Quando io era costì””: più volte è andato a parlare con Bucci, senza esito. Non ha mano con Comandini.Bisogna andare in giorno di udienza. Azzarite promise di parlare. P. Buono ha dovuto inviare a Nocera le 12 lettere indirizzate a Tannoia, che erano nella posta. () – 0802B, 0130″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Caro Padre, V.R. è il refugium peccatorum””: Si lamenta che il P. Ministro metta nel suo conto tutte le spese della posta. Sull’affare della vite. Racconta la simulazione di un miracolo in Santa Maria dei Monti. () – 0802B, 0323″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto, (?) – “”Veneratissimo Padre mio. V.R. per sua pietà..”” Gli domanda il regolamento che le aveva offerto. Poi un resoconto di spirito. () – 0802B, 0181″

 

Innominato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Io vi scrissi sull’emergente attuale””.. Diversi affare, specialmente quello di Foggia: ricorso al Cappellano Maggiore da fare dalle religiose. Indica 6 punti da esporre. () – 0802B, 0139″

 

Innominato        A: Mattis (?), Provinciale S J – Consulta riguardante il regime : il superiore nella casa in cui dimora il Superiore Generale. () – 0802B, 0080

 

Innominato        A:  – Diverse testimonianze sulle virtù del P. Fiocchi. () – 0809C, 0561

 

Innominato        A: Amendolara, Pasquale CSR – Massime e notizie del P. Rossi dettate al P. Pasquale Amendolara. (17580118) – 0810, 0568

 

Innominato [Tannoia?] ” A:  – “”Compendio della Vita del P. Villani. Rudimenta””: materiale raccolto per scrivere la sua vita. () – 0803, 0192″

 

Innominato, Consultore Redentorista    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Tandoja mio, si è fatta la consulta e per voi sono stato un  Ciccerone””. Anunzia visita. Sulla nomina di un Superiore in Deliceto. () – 0802B, 0135″

 

Innominato, Redentorista           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Ho questa mattina portato la vuestra al Sig. Principe di  Castellaneta””: non ha acettato la proposta di Tannoia di commettere l’affare al Perrone, ma non ha difficoltà di commeterlo ad altro agrimensore. Su un orologio incaricato dal Fratello Giuseppiello. Da S.Giovanni Rotondo chiedono due Padri per gli esercizi. () – 0802B, 0133″

 

Insalata, Felice  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”La somma bontà””: chiede l’applicazione alla famiglia Tucci nella loro comunione “”l’indulgenzia che S.S.Illma e Re.ma suol  dispensare””. () – 0802B, 0267″ 

- J -

Jaborre, di Terlizzi Tommaso dei Minori Osservante       A:  – Tre opere manoscritte:  1.- Elogio funebre del P. Tannoia: 178 pp.Corato, 24.03.1808. Sembra abbozzo dell’opera seguente. Consta di a)Protesta e dedicatoria alla CSSR. b) Parte I: p.2-106; Nascita, ingresso nella CSSR, virtù. c) Parte II, p.106-139: frutto dalle lettere e virtù del P. Tannoia. d) Parte III, p.139-178: morte e fama.  2.- Memorie Storiche della Vita e Morte di Dn. Antonio Maria  Tannoia del SSmo. Redentore. a. 1810. 224 pp. Vita di Tannoia, divisa in due parti: 1a. ha 15 capitoli; 2a., 6 capitoli.  3.- Compendio della Vita e Morte del P. Tannoia. 183 pp. a. 20.04.1884. L’autore di questo Compendio si legge dopo la data, nella p.181, ma non è chiaro. () – 0802A, 0056

 

Jaborre, di Terlizzi Tommaso dei Minori Osservante       A:  – Tre opere manoscritte:  1.- Elogio funebre del P. Tannoia: 178 pp.Corato, 24.03.1808. Sembra abbozzo dell’opera seguente. Consta di a)Protesta e dedicatoria alla CSSR. b) Parte I: p.2-106; Nascita, ingresso nella CSSR, virtù. c) Parte II, p.106-139: frutto dalle lettere e virtù del P. Tannoia. d) Parte III, p.139-178: morte e fama.  2.- Memorie Storiche della Vita e Morte di Dn. Antonio Maria  Tannoia del SSmo. Redentore. a. 1810. 224 pp. Vita di Tannoia, divisa in due parti: 1a. ha 15 capitoli; 2a., 6 capitoli.  3.- Compendio della Vita e Morte del P. Tannoia. 183 pp. a. 20.04.1884. L’autore di questo Compendio si legge dopo la data, nella p.181, ma non è chiaro. () – 0802A, 0056

 

 

Jacobli, Angelo canonico              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Quantunque non mi accompagna il capo nello scrivere””: racconta la caduta che ha avuto nella notte e le sue sequele. Sui casi di morale. () – 0802B, 0305″

 

 

Jotta, Filippo      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”L’affare di cui le ha scritto Fra Francesco è verissimo””. Nicola Pétrella gli ha fatto il contratto. Ringrazia a Tannoia per i buoni consigli datigli. () – 0802B, 0408″

 

 

Jovve, Suor Maria Rosa ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Troppo è riuscito””: In nome della Priora e della comunità ringrazia a Tannoia la coroncina in onore di S.Barnaba, che enviò loro. Ha piaciuto molto. Gli invia dei fighi. () – 0802B, 0292″ 

Documenti Primi Padri

- L -

L

La Monica, Filippo           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”In questa settimana sono stato privato di sue lettere””: gli annunzia che è sttao nominato governatore del Conservatorio di Orfane di Corato, per mezzo di un Dispaccio reale, di cui copia il testo. Ha accettato obligato del suo P. spirituale e dal Arciprete. Sta prendendo i primi provvedimenti. () – 0802B, 0290″

 

 

La Monica, Mauro           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”La Sig.na Baronessa””: chiede una risposta. Sull’affare di S.Giuseppe. Coloro che hanno dato la loro porzione. () – 0802B, 0105″

 

 

Labanchi, Giovanni Battista vescovo di Oria         ” A: Mazzini, Giovanni CSSR – “”Universis et singylis””: attestato o diploma del conferimento del presbiterato al Giovanni Mazzini. Sottoscrivono il vescovo e il segretario D. Bardi. () – 0805, 0200″

 

 

Lacci, Giuseppe ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Avete buon tempo””: offre i suoi servizi per sostenere l’assunzione di un medico raccomandato da Tannoia. () – 0802B, 0147″

 

 

Landi, Giuseppe               A:  – Copia manoscritta della vita dei PP. Fiocchi e del P. Rossi scritta dal P. Landi nelle sue Memorie Storiche CSSR. () – 0810, 0570

 

Landi, Giuseppe CSSR    A:  – Copia della vita del P. Margotta scritta dal P. Landi prima del 23.12.1797, data della morte di Landi. Margotta morì a Napoli il 11.08.1764. () – 0807, 0413

 

Landi, Giuseppe CSSR    A:  – 1-Sua nascita e vocazione. 2.-Come si portasse nel Noviziato e da Missionario. 3.-Delle virtù del P. Fiocchi: umiltà, ubbidienza, povertà, castità, mortificazione, orazione, amore del prossimo e zelo delle anime. 4.- ultima infermità e morte. () – 0809C, 0549

 

Landi, Giuseppe CSSR    A:  – Biografia del P. Rossi: Della sua nascita e gioventù. Come ebbe la vocazione alla CSSR. Delle sue virtù. Dell’ultima sua infermità e della beata morte. (17580118) – 0810, 0569

 

 

Laudati, Francesco Maria             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Con somma pena rispondo””: Raconta la storia di Giuseppe Rocino, Studente che fu CSSR, professo il 15.10.1786, dispensato dai voti il 15.05.1789 e tra una vita convulsa morto nel 1790. () – 0328″

 

Laudati, Francesco Maria             ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Con somma pena rispondo””: Raconta la storia di Giuseppe Rocino, Studente che fu CSSR, professo il 15.10.1786, dispensato dai voti il 15.05.1789 e tra una vita convulsa morto nel 1790. () – 0328″

 

 

Lauria Giovanni CSSR     A: De Liguori, Alfonso Maria – Fotocopia della lettera a S.Alfonso il cui originale è stato trasferito al fondo EadSA, 280 (1758.07.15) – 0833, 0981

 

Lauria Giovanni CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Morte di Mons. Lucchesi tra le sue mani e quelle del P. Leggio. Conseguenze per la Congregazione dalla morte del vescovo. Scrittura della Libreria ecc. (1768.10.09) – 0833, 0982

 

Lauria Giovanni CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Chiamato a Pagani dal P. Villani, risponde che verrà costà quendo il trasporto e il tempo lo permetterà. (1783.08.10) – 0833, 0983

 

Lauria Giovanni CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Sulla morte del P. Nittoli. Manifestà le difficoltà di recarsi presto in Pagani in quel tempo estivo. (1785.07.06) – 0833, 0984

 

Lauria Giovanni CSSR     A: Blasucci, Pietro Paolo – Lunga lettera di congedo in cui tratta del suo rapporto con il P. Blasucci. (1785.09.13) – 0833, 0985

 

Lauria Giovanni CSSR     A: Padre Ministro – Ringrazia la lettera ricevuta e spiega le ragioni avute per ritirarsi nella sua casa chiamato dal suo vescovo. (1786.10.19) – 0833, 0986

 

 

Leoni, Felix vescovo di Avellino ” A: Villani, Andrea CSSR. Ciorani. – “”Nel saputo giorno dei dieci..: indica tutti quelli che vanno a Ciorani a fare gli esercizi spirituali. Tra questi un accolito di S.Polito che non voleva abbracciare lo stato ecclesiastico, ma adesso si ne mostra amantissimo. Chiede a Villani di esplorare la volontà di codesto giovane, se è libero nella scelta, e farselo sapere. () – 0803, 0017”

 

 

Liguori, Alfonso Maria de             A: Mons. Pietro Agostino Scorza – Photoapographa adnotationum P. Sampers et epistulae S. Alfonsi ad Mons. Pietro Agostino Scorza, episcopum amalfitanum, de qua in SAM/11, 279 () – 0504: ESAed, ESAed/01, 003

 

Liguori, Alfonso Maria de             ” A:  – Est aliud apographum eiusdem Directorii, sed cum multis emendationibus autographis S.Alfonsi, qui addit folium sua manu scriptum: TABELLA ORARIA, in cuius capite scripsit sententiam: “”Quae a Deo sunt, ordinata sunt””. Dividitur in Esercizi del giorno, Esercizi che si praticano fra la settimana, Esercizi per ogni mese, cui manu propria addit Alfonsus alium paragraphum cum titulo: Per ogni anno. () – 050115 SAM/15, 881-III (881b)”

 

Liguori, Alfonso Maria de             ” A: Sagliano Luigi – Epistula a S.Alfonso subscripta, quae incipit: “”D. Luigi mio””, et desinit: “”solo importa””. Textus autem epistulae deest: mentio huius fit in Catalogo Epistularum et MSS. Ven. S.D. Alphonsi de Ligorio et desumitur ex Processiculo Diligentiarum Causae Beatificationis eius, instructo in Napoli. () – 050204: SAA/04, 001657″

 

 

Longo Domenico e Petrappelli Potito     A:  Giovanni Rizzo – Due certificati di battesimo, trascritti dall’originale, dal Arciprete Domenico Longo il 23.05.1736 e il 17.09.1737. E un certificato di Cresima, trascritto dall’originale il 13.06.1727 da Potito Petrappelli, archivista. (1736,05,23) – 0811, 0575

 

 

Lorenzo, Aloisio                ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Ricevo con piacere i stimatissimi comandi..”” sull’esenzione della tassa imposta per la formazione della strada. Chiede alcuni documenti necessari per l’affare. () – 0802B, 0213″

 

 

Lucci, Antonio vescovo di Bovino             A: Amarante, Biagio CSSR – Bolla del presbiterato conferito al diacono CSSS Biagio Amarante. Sigillo. Firme autografe del vescovo e del cancelliere Francesco Albani. (1745.06.12) – 0813, 0622

 

 

Lucci, Giuseppe ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Non trovo che Barbosa…””: sulla potestà del vescovo riguardante gli Offici divini. I Papai si hanno riservato la canonizazzione dei santi e l’approvazione deglo offici. () – 0802B, 0159″

 

 

Lucci, Nicolo      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”A.C. hai buon tempo””: manifesta che si trova pieno di debiti e chiede aiuto. D.Giovanni non ha tempo per fare le richieste che gli ha chiesto. () – 0802B, 0167″

 

Lucci, Nicolo      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Questa mattina””: è partito il vescovo: gli scriverà sull’affare. Pensa che trovandosi adesso la S.Sede in sede vacante, può il vescovo approvare l’Oficio del Beato Benvenuto. () – 0802B, 0160″

 

 

Lupoli, Sosio CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Annunzia che  sono arrivato a Mola di Bari.  Viaggio buono. (1771.03.30) – 0833, 0988

 

Lupoli, Sosio CSSR           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Risponde alla sua lettera.C’è molto lavoro: “”Qui è più di una missione””. Sulla celebrazione di Messe. (1815.03.06) – 0833, 0989″ 

Documenti Primi Padri

- M -

M

Maddalena, Pietro          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – “”Sia lodato Gesù e Maria. Mi vedo all’intutto inabilitato a  rendere alla Reverenza vostra quelle grazie ben dovute””: ha ricevuto il conto del debito da D.Antonio (Tannoia?) () – 0802B, 0212″

 

 

Maffei, A ?          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio,…ho ricevuto la vostra stimatissima””: Sulla salute di Tannoia. Sul documento della cappellania di S.Domenico, e i conti che non si possono per adesso inviare. () – 0802B, 0209″

 

 

Maffei, e Felice Caterina              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Ho ricevuto per mano di ? D. Saverio””: affari di famiglia. () – 0802B, 0206″

 

Maffei, Felice Catarina   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Le facciamo sapere che noi stiamo afflitte”” Espongono la miseria in cui si trovano e chiedono aiuto. () – 0802B, 0225″

 

Maffei, Felice e Caterina              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Siamo a pregarla””: farci fare la Ciccolatta. () – 0802B, 0257″

 

 

Maffei, Francesco Anonio            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Carissimo don Antonio: sento ? le angustie…posso  assicurarla che la mia volontà è nelle sue mani””. () – 0802B, 0191″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Carissimo (?) D.Antonio: eccomi””:…””mille ossequi a tutti””. Quasi illeggibile. () – 0802B, 0178″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Carisimo (?) D.Antonio: già avrete saputo la vostra(?)  graduazione(?)e me ne consolai e me ne consolo ora che me lo  partecipate…”” Sembra una lettera di auguri, poco leggibile. () – 0802B, 0179″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Caro D.Antonio: non siete stato ancora servito per quanto mo  comandate””: indica le ragioni: “”Il mal di pietra mi  perseguita”” () – 0802B, 0180″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Con piacere infinito ho inteso”” Sembra accennare all’affare Maffei-Sarnelli. La scrittura è troppo difficile da leggere. () – 0802B, 0177″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Caro D.Antonio: io mi ? per quanto mi comanda…””  (Non si capisce) () – 0802B, 0183″

 

Maffei, Francesco Antonio          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”in risposta alla sua””: risponde a questa lettera. Lui stesso porterà quella al sig. Antonelli e procurerà avere la risposta. (Lettera poco leggibile). () – 0802B, 0150″

 

Maffei, Giuseppe            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Veneratissimo P. Tannoia=appena ricevuta la vostra…in  Foggia””: tratta di una somma di denaro richiesta a Sig. De Angelis. Lamenta l’indisposizione di Tannoia. Gli invia una lettera di Nicola Rinaldi a lui indirizzata. () – 0802B, 0101″

 

Maffei, Giuseppe            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”E’ capitata da Napoli l’annessa in punto””: ce la rimette. () – 0802B, 0202″

 

Maffei, Giuseppe            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Compatisca se questa volta””: è pieno di debiti, che non può cancellare per mancanza di denaro. Chiede aiuto. () – 0802B, 0245″

 

 

Maione, Angelo CSSR     A:  – Storia della sua vocazione. (1758.05.17) – 0833, 0990

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’affare della rinunzia di Alfonso  al vescovado a causa delle sue infermità e il parere richiesto per mezzo di Tannoia in Napoli, a Mons. Borgia, a Gennaro Faticati, al P. Alessio. () – 0833, 0991

 

Maione, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Il Pricipe di Castellaneta si contenta di far il cambio del terreno con farci inquadrare il giardino, purchè l’?  e Maffei lo facciano riuscire””. Espone a Tannoia, per questo affare, il modo di procedere. (1771.05.24) – 0833, 0992″

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’affare del giardino e il terreno. Instruzioni su cosa fare. Sul rettorato di Tannoia. L’affare di Calabria. (1771.07.25) – 0833, 0993

 

Maione, Angelo CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Rimessa di denaro e della posta ricevuta da Iliceto. Sul Marchese di Bratigliano. Su Maffei. P. Caprioli gl’informerà di tutto. (1771.08.21) – 0833, 0994

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Non trovandosi la bolla gli dice cosa si debbe fare. Sul territorio controverso del Principe di Castallineta. Alla fine c’è un poscritto scritto d’altra mano, in cui si riferesce al fatto che Maione legge tutta la posta che arriva. (1771.08.24) – 0833, 0995

 

Maione, Angelo CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Sull’aiuto da dare in Iliceto per la nullità dell’elezione. Conti delle spese. Sulla copia della Bolla. (1771.08.28) – 0833, 0996

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’elezione in Deliceto. (1771.08.28) – 0833, 0997

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Comunicò tutto al P. Vicario, il quale accordò tutto, tranne il rimpiazzo dei Padri. Sui libri per la Duchesa di Martino. Sul debito al Sig. Venturelli. Questi domanda il duplicato della Relazione di Lucera. (1772.01.04) – 0833, 0998

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Fa sapere che si fa la causa della pappella, ma non si è  termknata ancora la risposta alle allegazioni. Chiede l’invio subito di Agostino e indica ciò che debbe portare. (1772.01.24) – 0833, 0999

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sullo stato della causa di Ciceri e di quella della donazione. Chiede urgentemente copia legale di documenti concernenti a dette cause. Sul Fratello Antonio Maria. Sull’ affare della legna. Diverse piccoli cose. (1772.02.08) – 0833, 1000

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Su un affare d’ìIliceto da trattarsi costà. Sulla risposta concernente D..Francesco Saverio Cirillo. Denaro del P. Fiocchi. (1772.o3.27) – 0833, 1001

 

Maione, Angelo CSSR     A: Buonopane, Fabio CSSR – Domanda presentare alla Curia di Bovino una supplica, in cui si affermi che i missionari d’Iliceto mai hanno chiesto da Roma privilegi, frazie, facoltà o Regole da osservare. (1775.05.12) – 0833, 1002

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sui privilegi che mai sono stato presentati alla Curia. Prega cercare un memoriale concernente i privilegi e lacerarlo subito.Sulla causa pendente. Si è preso per avvocato aggiunto il Sig. Vincenzo di Nola. (1775.05.26) – 0833, 1003

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Bisogna curare la sicurezza delle lettere. Ripete che non è mai stata presentata alla Curia di Bovino qualche copia dei Privilegi. Sulla causa da Celano. (1775.05.03) – 0833, 1004

 

Maione, Angelo CSSR     A: Innominato – Ringrazia il pezzillo inviatogli. Sull’affare del Monte di Alessandro. Il processo che data dal 1640. Non ci sono documenti. Si cerchino e si rimettano al P. Vicario. Lo saluta col P. Tannoia. Annunzia la morte del Cardinale Sersale. (1775.06.24) – 0833, 1005

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Riguardo alle diligenze fatte a Napoli negli affari della Congregazione. L’ultimo paragrafo va indirizzato al P. Rettore Fabio Buonopane d’Iliceto, per ringraziarlo della pezzotta di cacio inviatagli e farle sapere le diligenze fatte riguardanti la consulta proposta. Sui beati Benvenuto e Felice. (1775.07.21) – 0833, 1006

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Gli invia la nuova lettera di Leon al Fiscale di  Lucera e gli indica cosa deve fare. (1775.07.29) – 0833, 1007

 

Maione, Angelo CSSR     A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Manifesta il suo bisogno di denaro. Vivenzio chiede che Villani unisca due o tre Padri missionari, tra quali il P. Meo per formare un piano di morale, con elenco di tutte le proposizioni e trattati che si debbono trattare,da stampare in forma di manifesto, per evitare che i ministri e il marchese Tanucci trovino una dottrina nociva allo stato e la Congregazione abbia il pericolo di essere sciolta. Ha chiesto a Monsignore (Alfonso) che mandasse subito il P. Meo in Napoli per un giorno, e spiega le ragioni. Sull’affare del exequatur di Mons. Nostro (S.Alfonso) (1775.08.30) – 0833, 1008

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul P. Domenico Blescia: ha inviato la sua richiesta al P. Vicario. Sul Monte d’Alessandro: chiede le scritture. Affare dei Casati. Affare di Verdesca. (1775.09.01) – 0833, 1009

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’affare Verdesca e del Monte Alessandro. Sui documenti rucevuti. Diligenze fatte. (1775.09.09) – 0833, 1010

 

Maione, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Ringrazia le lettere “”ma non vorrei che fossero tante””. Sulla causa del Monte d’Alessandro: non inquietarsi il Monte “”ha denaro soverchio da spendere. Come procede. Diligenza fatta riguardante la notizia di Benvenuto. (1775.09.16) – 0833, 1011”

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sul carteggio con Tannoia. Sulla notizia di S.Benvenuto. Sul Breve riguardante il P. Blescia: lo considera inutile, perché la Congregazione non è stata approvata dal re, ma permessa soltanto come una società di semplici preti liberi, per convivere ed esercitarsi nell’opera delle missioni. (1775.10.20) – 0833, 1002

 

Maione, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla notificazione di una provisione: indica cosa fare. Riguardo alla notizia di S.Benvenuto: si rivolga a D.Giuseppe Lucci in Napoli. In Rapporto al Breve, lo considera inutile “”perché noi non formiamo Corpo politico, ed in consequenza non abbiamo voce ne attiva né passiva. La nostra adunanza viene tolerata”” Lo spiega. (1775.10.20) – 0833, 1012″

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Ha saputo della sua grave infermità. Consiglio per la sua guarigione. Sulla consegna di un denaro. Circa il Monte d’Alessandro. Sugli affari della Congregazione. (1775.01.20) – 0833, 1013

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Circa una scatola da inviargli: indica i mezzi per l’invio. Sulle notizie riguardanti S.Benvenuto. Sulla lettera di Mons. Di Bizeglia. Sul Fiscale de Leone. Continua la lettera indirizzata a Pasquale Caprioli CSSR, in cui gli communica diverse notizie. (1776.03.01) – 0833, 1014

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sulla scatola arrivatagli, ma molto maltrattata. Sulle notizie di S.Benvenuto. Sul P. Fiocchi asalito di goccia. Sta male D.Filippo Villani. Maffei in Napoli. () – 0833, 1015

 

Maione, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Sull’affare di Maffei: niente da fare “”con questi signori Governanti che appena mettono il piede nell’università e vogliono fare il potta. Fanno querra al Principe di Castellaneta. Sul passo dato dal Fiscale de Leon: notizia data dal P. Blasucci. Sulle carte riguardanti il Monte d’Alessandro. (1777.07.01) – 0833, 1017”

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR –  Indica ciò che ha ricevuto a Napoli prima della sua partenza e ringrazia. Gli fa sapere che il Cardinale di Benevento ha risoluto di scrivere a sua Santità per far dare ai Redentoristi il collegio di Benevento che fu dei Gesuiti. (1776.12.26) – 0833, 1016

 

Maione, Angelo CSSR     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Risponde “”al suo spirito di prevenzione””: non ricorda avergli scritto una lettera piena di politica, ma lui anche è nemico di questa. Sull’impegno di Tannoia di rimediare agli sconcerti. Sullo stato della causa con il Barone. (1779.07.24) – 0833, 1018″

 

Maione, Angelo CSSR     A: Tannoia, Antonio Maria CSSR ? – Manca la prima pagina. Si tratta della causa con Maffei. (?) – 0833, 1019

 

 

Mandoj, Fedele ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Colla posta di questa settimana””: gli fa sapere che ha ricevuto le Regole della sua Congregazione. Riguardo il Conservatorio di Orfane, aspettano il secondo Dispaccio reale.. () – 0802B, 0287″

 

 

Mansione, Nicola CSSR  ” A: D’Amato, Francesco CSSR. Iliceto. – “”Veneratissimo P. Rettore, sono con la presente a darle  notizia come il nostro Padre Vicario, D.Giovanni Mazzini a di  3 del corrente circa le ore 9 passò da questa a miglior vita. Sull’ultima infirmità: dopo tre giorni è stato trovato morto. () – 0805, 0271”

 

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Mi vien avvisato da Santandrea potersi solamente tingere il  panno a color celeste””. Sulla tingitura di un panno per la festa del S.Prennipe (?). () – 0807, 0341″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Consolazione (Iliceto) – “”Io non so se avete celebrato le 100 mese per ottobre””.. chiede risposta. Denaro dato a F.Nicola, a Mertone (?) e a conto del P. Ferrari. Sul Fr. Nicola che “”si ha pigliato varie  licenze da se stesso…”” () – 0807, 0394″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Padre mio veneratissimo. Appunto parto per  Sant?, chiamato  da Monsignore””. Affare della masseria. Pensa che il viaggio è inutile, ma i cittadini insistono: “”Per altro io mi  imtenerisco alli loro lamenti. Chiede consiglio. () – 0807, 0331”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Mi conviene eplicarli le suppliche per ricevere i suoi  insegnamenti e comandi in ordine alla mis risoluzione, acciò  che possa fare la divina volontà”” Scrive dietro l’ultimo foglio: “”affari di coscienza””. Espone la storia della sua risoluzione a ingressare nella CSSR: i sui dubbi, le difficoltà, l’intervento di S.Alfonso, il parere del suo confessore P. Stefano di Pietro. () – 0807, 0358″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Innominato – “”Ritornando ieri da Pescopagano, ove fui chiamato dal Sig.  Arciprete di Ripacandida…ritrovai il venerato suo foglio””. [Sembra che si tratta di un affare di una famiglia, forse di Calitri.Sarebbe lettera anteriore all’ingresso di Margotta nella CSSR] Manca la data, il luogo e il destinatario. () – 0807, 0411″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Nello stesso tempo””  si unisce ai suoi ringraziamenti, per la grazia ricevuta del sacerdozio (ordinato il 22.09.1759). Lettera di congratulazzioni e direzione spirituale. () – 0807, 0373″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A:  – “”Breve raccolta della vita e virtù del Servo di Dio e secolar  Sacerdote D. Gaetano Giuliano, fatta dal Rev.sac.D.Francesco  Maria Margotti della Terra di Calitri nel mese di Xbre 1733″”. () – 0807, 0421″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Si compiacerà ricevere in nome di D.  Maria Maddalena…una sportellina di dolci.  Chiede che gli mandi la sportellina anteriore. Spera che l’abbia raccomendato al glioriosissimo Principe. () – 0807, 0349”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gaspare CSSR Rettore in Caposele – “”Appena scrivo, tanto è grave il dolore di testa””: Partito da Iliceto; partiranno il P. Vicario e P. Ferrara. Si va a Calitri. Chiede a Caione di venire anche lui. Ha bisogno di olio. () – 0807, 0408″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia.?] – “”Veneratissimo mio Padre. Ho attribuito ad una mia somma  di  sventura..il fraposti stessi impedimenti alla mia venuta  costà”” Spiega.Può scrivere a D.Michele che il S.D.Paolo è  stato gia proveduto di pulpito in questa diocesi”” Spiega. () – 0807, 0325″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Io spero alla bontà del Signore e all’intercessione della  nostra Santissima Madre””: partirà sabbato o domenica. Seguendo il consiglio del P.D.Alfonso, scriverà a Monsignore dal luogo del noviziato, Ciorani, perchè adesso il noviziato non si trova in Deliceto.Da le sue disposizioni sulle cose che sono nella sua casa in Calitri. () – 0807, 0357″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Sono iunto, lode al Signore, a salvamento e senza molta  sensazione di freddo. No può mandargli finocchi, gli invia altro per lui e per D.Michele. () – 0807, 0338”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre veneratissimo. Stimane ricevei vostra lettera per la  posta””.  Sull’acquisto di tasse. Sull’affare di Sarnelli. () – 0807, 0379″

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caposele. – “” Ieri(?) appunto mi capitò da Calitri la lettera di Fr.  

Gaspare (Corvino) colla vostra giunto””. Si trova in Atella per diverse vicende. Parte domani, ma si trattiene in Calitri. Vuole passare per Caposele. () – 0807, 0384″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Negri, Lorenzo Fratello Studente CSSR] – “”Figlio mio sopramodo diletissimo nel Signore””: ringrazia i buoni sentimenti che manifesta verso di lui. L’incoraggia e dice che appoggierà presso S.Alfonso il suo desiderio di essere inviato a missioni d’infedeli, e anche che lui stesso vorrebbe avere questa grazia. () – 0807, 0368″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gaspare CSSR Rettore di Caposele – “”Ieri mi capitò la lettera scrittami da Santomenna”” Sulla conversione del P. Bartolomeo. Narra i diversi viaggi che ha dovuto fare. Difficoltà trovate a Napoli. S’è ottenuto da D. Francesco Cavona un dispaccio che permette loro l’uso del grano sequestrato. () – 0807, 0405″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. In risposta di quanto se degnò  insinuarmi in suo riveritp foglio””: sugli esercizi spirituali richiesti: esercitanti, predicatore: lui non può accettare. Incontro. Partenza a Napoli. Sulla massaria. D.Michele. D.Fabio. Il glorisissimo Principe. () – 0807, 0348″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cuolo. – “”Non ho risposto prima alle vostre lettere, sapendo la vostra  assenza, ora che lo sento giò in casa, vi replico che godei  sentirlo..”” libero dai timore. Lettera di direzione spirituale. () – 0807, 0390″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Lode sempre al Signore.. Sugli esercizi spirituali al popolo. Lo invita a celebrare il Natale in Calitri. () – 0807, 0343”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Veneratissimo mio Padre..Avrei avuto tutt’i desio di portarmi  ai suoi piedi per poterli parlare a viva voce di molti  affari””. Ma è impedito. Essercizi spirituali da predicare. Espone le difficoltà Chiede consigli e preghiere. Pensa di nuovo portarsi da lui. () – 0807, 0352″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri (Neri), Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cupulo. – “”Mi spiace sentirlo nell’..angustie””. Direzione spirituale. Non prestare attenzione a tutto ciò che si dice. Fratello Mattia prepara lo sveglimino per le missioni. Lui sta in procinto di partire. () – 0807, 0375″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Padre mio veneratissimo.Benedetto sia sempre il benignissimo  Signore, che mi fa parte della sua croce facendomi sentire le  sue ripugnanze, o repulse…alle mie…richieste. Ha bisogno della sua presenza, appunto quando quest’ ultima partenza sarà come una partenza dal mondo. Ha l’invito del P. Cesare di portarlo alle missioni. Sul consaputo affare. Invie la sua risposta alla sua massaria. () – 0807, 0364”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Neri (Negri), Lorenzo CSSR. Pagani. – “”Altro non posso dirvi per la mancanza del tempo..”” Lettera di direzione spirituale. () – 0807, 0374″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo. – “”Non so si debba rispondere ad una sua””: direzione spirituale. () – 0807, 0392″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo. – “”Ricevo la vostra in un giorno, in cui sono stato e sto in  dolore fiero di testa””: lettera di direzione spirituale. () – 0807, 0393″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Scrivo al solito con fretta, dovendo  partir per Andreata a sermoneggiare in quest’oggi””. Sull’affare pendente in Napoli. Morto il custode (?) di S.Bernardino, è D.Giuseppe il candidato per occupare questo posto e chiede lo invie subito. () – 0807, 0350″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio veneratissimo. Aspettavo vostra lettera in questa  settimana e mi avete fatto sparmiare tre grani””. Spese con risparmio. Celebrazione di Messe. () – 0807, 0380″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Veneratissimo mio Padre e Signore, mi è pervenuto questa  mattina un foglio del Sig.D.Michele nostro””: con lettera indirizzata a Latessa. Se l’invia. Sembra trattarsi dello stipendio di un Lettore, e su una ordinazione. () – 0807, 0321″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio sempre più caro Padre. Scrivo solo due  righe, mentre appunto ho finito la predica..negli esercizi  all’ordinandi””. Condoglianza per la morte del suo fratello. () – 0807, 0366″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Mi credevo aver la consolazione di baciarli la mano in questo  luogo””. Gli dispiace che non sia stato così. Gli fa sapere che parte per Napoli. Sul Sig. Antonio, D.Michele. Chiede di raccommendare l’affare per cui parte al Signore. () – 0807, 0345″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo (CSSR) – “”Veneratissimo mio Padre. S’assicuri VS che da me si nutrisce  tutta la premura di servirla””. Sull’acquisto di lana. () – 0807, 0336″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR: – “”Se mai v’è stato detto qualche cosa di me da Padri o  Fratelli, come mi accennate, cioè che io fossi stato  corrucciato con voi..”” Spiega ciò accaduto. Esortazione spirituale. () – 0807, 0385″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio. Ricevo la vostra carta nel luogo di S.Signato (?)  dove mi trovo per dare i anti esercizi””. Denaro che gli invia. Messe da celebrare e celebrate. Vengono ad aiutare PP.Fiochi, Blasucci, Cajone. Malattia del P. Donato Melaccio. () – 0807, 0383″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevei la vostra lettera in Nocera, e giunto inquesta città  trovai D.Pietro in letto”” Questi ha i desiderio di impiegarsi per la Congregazione. Regalo da farsegli. Denaro per Suor Angiola. Celebrazione di Messe. () – 0807, 0395″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Scrivo da questa città (Napoli) dove mi son portato in virtù  della santa obedienza, specialmente per trattare alcuni affari  con Monsignore Arcivescovo, che qui si ritrova… Le da la fausta notizia dell’approvazione pontificia della CSSR. Sulla sorella del fratello difunto del P. Latessa. Lo invita a ingressare nella CSSR. () – 0807, 0367”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Se non pregate il Signore e la nostra Madre Santissima con  efficacia, non si spezzerà questa catena che mi tiene ligato,  a mia pena, in questa città. Aspetta il denaro del Sig.Ventepane per pagare i debiti. Sopera poter trovarsi a S.Angelo il primo giorno delle missioni. Può far celebrare 200 Messe. () – 0807, 0398”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Palesai al P. D. Alfonso i vostri s.setimenti…al suo  consiglio, e il medesimo voleva che mi avesse risoluto la Rev.  Va.; però mi disse che ne facessimo ornione  (ormione?ormone? cosa significa?) onde chiede le sue preghiere affinche e “”i  suoi sensi intorno alla mia risoluzione mentre mi dura la  ripugnanza..”” () – 0807, 0360″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre.Anelando sapere lo stato della sua  salute. Le invia alcuni alimenti. () – 0807, 0351”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Nel punto che Fratello Agostino stava per partire”” ha ricevuto il suo biglietto. Spese e sulla celebrazione di Messe. () – 0807, 0378″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Non le scrissi per Giac.? per la fretta datami dallo stesso”” Gli mandò con lo stesso il primo tomo del Pane Quotidiano. Cerca il secondo. Rimane a Napoli per gli affari. Sul ferraiolo sotile che gli manca. () – 0807, 0355″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre veneratissimo. Vi scrivo con molta fretta””. Ricevuta la lettera del P. Gisone: si aspetta la venuta di Tannoia. S fanno le statue. Libro della morale evangelica sta pronto. Si, Cinafonte e l’affare del fontanaio. Messe celebrate. () – 0807, 0381″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Non potei rispondere al suo pregiatissimo foglio: non ha potuto inviare il crocifisso e il libro, perché non ha trovato il tornitore. Ma li invierà. () – 0807, 0356”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Eccomi finalmente ai vostri piedi..Mi sento non poco  satisfatto del s. Istituto abbraciato””. Lo invita a fare exercizi in Ciorani. () – 0807, 0365″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Quando mi credevo potermi portare questa sera costà””: si è visto impedito.Invia degli alimenti da participare anche a D.Fabio. Invia la dimissoria. () – 0807, 0337″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Mi accresce sempre…la confusione e il rossore..””: sulla sua salute; sullo stato spirituale. Gli chie de di venire a Calitri per qualche giorno. () – 0807, 0346″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              A:  – Manoscritti e lettere senza data, senza destinatario, senza luogo, incompiute. 14 fogli. () – 0807, 0412

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latesa, Angiolo.  Bisaccia. ?] – “”Già che il Signore non vuole..””. Dispiacere perché non è venuto D.Michele. Chiede che gli permetta a D.Michele di portarsi li o a lui gli aiuti a portarsi costà. Tempo utile della partenza, secondo la data degli studi di teologia da fare. Risponde alla lettera scrittagli. () – 0807, 0327″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – “”Quanto potea dirsi in commendazione dell’aere””. Sulla costruzione in chiesa e casa: i marmorari giudicano che c’è pericolo. D. Pietro Cimafonte non può venire a causa della podagra e sarebbe difficilissimo trovare altri e tropo costoso. No ostante lo scavo fatto nella chiesa si potrà celebrare la sollennità. Ha cercato il parere del “”nostro  Padre”” . E’ venuto Fr. Francesco per affare della sua comunità. () – 0807, 0394bis”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, solo vi dico che oggi è venuto””: su celebrazione di Messe. () – 0807, 0377″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Veneratissimo mio Padre. Il vostro capitolo intorno a quelche  ha detto alle monache per la mia risoluzione, scritto un poco  in confuso, mi avea a principio disturbato””. Pensava che rivocava il consenso datogli per ingressare nella CSSR, ma dopo ha riflettuto che rimaneva il consenso perché lui s’era  rimesso al parere del P. D.Alfonso. Gli chiede una lettera al P. Ditta(?) in cui manifesti che il passo dato da lui è stato con consiglio del suo direttore spirituale. Mandi la lettera a Ciorani. () – 0807, 0361″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: parte del foglio strappato. – “”Caro Signore Fllo. Quando stimavo che VS, avessi già favorito  qui””… Non può portarsi al monastero, perché impedito da una erisipela alla gamba. Prega il P. Mattia di accetare (il destinatario? per figlio di cotesto convento. () – 0807, 0332”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Ho determinato partire per Napoli””. Gli chiede di portarsi alla sua massaria per abbocarci. () – 0807, 0344″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”No so se mi abbiate scritto per la Posta in Napoli””: rimane a Pagani, perchè è stato ammalato. Sulle celebrazione delle Messe. () – 0807, 0386″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Non avendosi voluto compiacere  Monsign. Vescovo…””. (Scrittura poco leggibile) () – 0807, 0359″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri (Neri), Lorenzo CSSR. Pagani. – “”Con sommo piacere ho ricevuto il vostro foglio””: si rallegra della sua presenza in Pagani, dove potrà vederlo. Gli chiede  “”se sarebbe di vostro gusto che lo pregasse (a S.Alfonso) a  portarci per compagno, dovendo già portarsene uno””. Aspetta il raguaglio annunziato. () – 0807, 0376″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Innominato – “”Benedetto sia sempre il nostro eterno e dolce Signore: chiede consiglio; sulla vendita di una massaria: il parere del destinatario è totalmente differente dal manifestato da D.Antonio. Si ha comunicato con D.Fabio. () – 0807, 0320”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Ho goduto del vostro ritorno dalle s. missioni, e mi sono  compiaciuto..della vostra rassegnazone alla divina volontà per  la piaga nella gamba…””. Desidera recarsi alla solitudine d’Iliceto. () – 0807, 0397″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevo la vostra favoritissima””: sui conti delle Messe celebrate a da celebrare. () – 0807, 0388″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo- Bisaccia. – “”Veneratissimo mio Padre e Signore…riceverà le risposte del  S. Arciprete di Ripacandida…”” Sulla figlia di D. Michele inviata da lui al monastero. Sul tempo dell’apertura del Seminario. () – 0807, 0326″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia – “”Padre mio veneratissimo. I miei peccati mi hanno impedito..di  portarmi ai suoi piedi””: spiega la ragione: è chiamato a Napoli per l’affare della masseria. Spetta la decisione del vescovo. () – 0807, 0330″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia] – “”Veneratissimo mio Padre. Già il Signore…”” Dovendo partire per la S.Missione, chiede urgentemente gli invie diverse prediche: i danni del peccato, l’inferno ecc. () – 0807, 0333″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. Avellino – “”Che sciocchi pensieri vi girano per la mente!”” Scrupoli di Negri. Direzione spirituale. () – 0807, 0400″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio. Non so perchè non si ricevono sue lettere. Domanda se si fanno o no gli esercizi. Sulla scatola da inviare a Mons. Vescovo. Sulle Messe da celebrare. () – 0807, 0382”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. Pagani. – “”Io già diedi risposta alla vostra lettera e la mandai in  Sant’Angelo””. Sugli scrupoli del P. Negri. () – 0807, 0402″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Nigro (Negri), Lorenzo CSSR Studente. Caposele. – “”Non mi accordo avea ricevuto vostra lettera, a cui non avesse  dato risposta””. Risponde all’ultima lettera ricevuta.Si rallegra dell’esito degli esercizi predicati dal P. Meo, e dello stato spirituale dello Studente Negri. Sta per partire tra pochi giorni e ridursi nell sua cella. Considerazioni spirituali. () – 0807, 0370″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR – “”Godei sentire che si quietò alquanto di coscienza””: direzione spirituale. Scrupoli. () – 0807, 0389″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A:  – “”Raccordo delle meditazioni fatte negl’esercizi dal P.  Margotta nella natività del Signore del 1734. Appunti. Riassunti o argomenti.15 meditazioni. Piccolo quaderno. () – 0807, 0420”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. Pagani. – “”Spero alla Divina bontà e protezione della nostra santissima  Madre, che li medicamenti l’abbiano a riuscir profittevoli””. Gli manda gli occhiali. Padre Vicario in Napoli martedì prossimo. () – 0807, 0403″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              A:  – Copia del testamento () – 0807, 0418

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gaspare CSSR Rettore di Caposele – “”Brevissime al solito, per angustia di tempo. Spero che si  facciano li essercizi””. Dal Fratello Francesco riceverà tutte le incombenze dateli. Sul denaro degli esercizi. Dispiacere del P. Landi. Conti. () – 0807, 0406″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Si manda in cotesto noviziato””: un giovane da Napoli, accettato dal Rettore Maggiore e dai Consultori. Su questo postulante: studi fatti, patrimonio ecc. () – 0807, 0371″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              A: Liguori, Alfonso Maria de – Fotocopie di lettere di Margotta a S.Alfonso trasferite a 0503, Eadsa. () – 0807, 0417

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. In adempimento di quanto VS si  compiaque insinuarmi””… Sulla predicazione di esercizi. P. Saverio di ritorno dalla missione di Lucera predicherà la quaresima. Sulla fondazione del monastero di Scalù. Sui sui labori apostolici. () – 0807, 0339”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia.] – “”Una volontà sempre,,buona””… Ringraziamenti all’avvicinarsi il Natale. Chiede preghiere. Sugli essercii spirituali. Sul Canonico D. Albemio () – 0807, 0324”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Innominato – “”Coll’injonta risposta del Sig. Capoano””: risposta non chiara. Dovrà recarsi a Bagnoli. () – 0807, 0322″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevei la vostra lettera””: sulla celebrazione delle Messe. () – 0807, 0387″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo] – “”Veneratissimo mio Padre…Se ne ritorna il buon uomo Giuseppe  consolato, per una parte, ma dubbioso per l’oltra””. C’è un dubbio sulla sua età, perché possa ottenere la dispensa necessaria per essere ricevuto nel Seminario. () – 0807, 0347″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Benedico la mano del Signore che mi  flaggella””: si lamenta amaramente che Latessa non continui a diriggerlo spiritualmente. “”La mia partenza per Ciorani…come  osservarà dalla lettera che l’accludo del P.D.Alfonso””. Ringrazia il Signore e la Santissima Madre della grazia ricevuta di essere accettato per novizio. () – 0807, 0362″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gaspare CSSR Rettore di Materdomini (Caposele) – “”Padre mio veneratissimo. Quanto mi dispiace d’esser privo di  vostra presenza in questo tempo della rinovazione dello  spirito””. Denaro da inviare. Difficoltà per l’alloggio dei Padri. Insiste nella sua venuta: “”venite a tempo di far la  predica””. () – 0807, 0410″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia.] – “”Veneratissimo mio Padre. Perché non mi sento perfettamente  bene, perciò non ho potuto risolvere la partenza per Napoli””. Su questo affare. Gli manifesti come procedere, con D.Antonio e D.Michele. () – 0807, 0328″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Perchè non ho ricevute vostre lettere in questa settimana””.. Domanda sulle Messe celebrate dal mese di giugno in poi sul numero di Messe che potranno celebrare in settembre. () – 0807, 0391″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia. – “”Da quanto ho scritto al S.Vicario e dalla voce..di D.Fabio..  “” . Manifesta il suo desiderio di una vita più perfetta. () – 0807, 0353″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Grossi Nicolò CSSR Rettore di S.Angelo a Cupolo – “”Io non so se mi abbiate scritto in questa posta””.. Sta bene di salute. Chiamato dal P. Villani deve partire. ma ritornerà a Napoli. () – 0807, 0409″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Già colla grazia del Signore e  mediante l’intercessione della nostra Santissima Madre,  s’indusse Monsignore Arcivescovo…a darme la licenza di  potermi ritirare. Ringraziamenti. Parte per Caposele con il S.Vicario: indica lo scopo.Chiede di non pubblicare la licenza datagli dal Arcivescovo “”fin a qualche tempo””. () – 0807, 0363″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo Studente CSSR. Materdomini. – “”Le vostre lettere mi fanno lodare il Signore e nuestra  Santissima Madre…”” Su la scelta che si farà tra quelli che vogliono andare nelle missioni estere. Esortazione spirituale. () – 0807, 0369″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Sarebbe forse venuto D.Pietro se non le fosse caricata di  nuovo la podagra””. Ristabilito verrà a Deliceto, dove rimarrà fino alla conclusione dell’opera. Affare della fontana. Se Tannoia deve venire in Napoli, venga subito e potrà parlare con D.Pietro. () – 0807, 0396″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia.?] – “”Alla?..doppo tanti spenti e fatiche si è ricuperata da mano  de Regii ministri la lettera della Congregazione col Regio  exequatur””: Il vescovo ha delegato l’esecuzione al Vicario Generale. Invio del documento () – 0807, 0329″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo] – “”Veneratissimo mio Padre”” ? (prego?) a VS di sprimere le  grazie…specialmente a S.Maria Maddalena per le spinacci inviatigli. Si raccomanda alle sue preghiere. () – 0807, 0354″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Nell’imminente glorisissima  solennità della risurrezione del Signore””.. Auguri. Chiede preghiere. Manifesta il desiderio di ricevere nnela sua casa per alcuni giorni il nostro medico e il P. D.Ludovico. Dietro c’è una lettera che sembra indirizzata a Margotta. Il nome del mittente non si legge. () – 0807, 0335″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Io ben conosco quanto sia mostruosa la sostituzione fatta  della mia pur troppo conosciuta inabilità alla ben chiara,  saggia e s. condotta della R.V. nell guida dei novizi della  nostra venerabile Congregazione””- Ha accettato la carica di maestro dei novizi per obbedire ai Superiori. Domanda preghiere e aiuto di carteggio. Sulle Messe celebrate. () – 0807, 0399″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Padre innominato – “”Questa è la volta, in cui, no già per volontà, che sarà  sempre pronta, ma per necessità sono astretto mostrarmi  renitente nell’esecuzione dei suoi stimatissimi comandi””. Indica i diversi luoghi dove deve portarsi per gli affari e tornare a Napoli per eseguire gli ordini del P.Vicario Villani. Sulla celebrazione di 100 messe ed altri affari. () – 0807, 0404″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Latessa, Angiolo – “”Veneratissimo mio Padre. Avendomi fatto scrivere Monsignore  che mi preparasse per dar l’esercizi agli ordinandi””: ha esposto le ragioni per non accettare, ma alla fine a dovuto consentire. Ha però bisogno della sua presenza.Spiega perché. () – 0807, 0340″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Caione, Gasparo CSSR – “”Io non so se rispondo a quanto devo, perchè non mi ritrovo la  vostra lettera””. Ha ricevuto la cioccolata. Su diversi conti. Su Mons. l’Arcivescovo. Su una lettera inviatagli cho non si trova nella posta. Sono pronti la tela, il camice, la pianeta, cose di zuccaro e cioccolato. Altre spese. Parli con l’Arcivescovo sugli esercizi spirituali. Sul P. Petrella. () – 0807, 0372″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. Pagani. – “”Io non so se ho risposto alle due vostre lettere: lo consola nell’infermità e aggiungue considerazioni spirituali. () – 0807, 0407”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo ?] – “”Io sarò appreso per doppiamente contumace…””: non gli ha scritto ne comunicato la sua permanenza in Santandrea, da dove è già rientrato. Indica quello che ha fatto. Sulla chiesetta di San Martino. Sulla massaria. L’invita a Calitri per la sollennità dell’Immacolata Concezione. () – 0807, 0342″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: Negri, Lorenzo CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Vi compatisco veramente di cuore””: si trova a Napoli per un affare della Congregazione: l’exequatur  al Breve della communicazione dei privilegi. Non ha tempo di rispondere ai novizi che gli hanno scritto. Chieda ai novizi delle preghiere per il buon esito dell’affare del exequatur. () – 0807, 0401″

 

Margotta, Francesco Maria CSSR              ” A: [Latessa, Angiolo. Bisaccia] – “”Veneratissimo mio Padre e Signore. Io spero che di presente  viva VS affatto sgombrato d’ogni affare, affin di poter avere  la consolazione di goderlo qui qualche giorno. Spiega perché lo vuole in Calitri. Chiede di scrivere al S.Canonico suo zio su un denaro, che indica. () – 0807, 0323”

 

Margotta, Francesco Maria CSSR e ? Fabio           ” A: Latessa, Angiolo. Bisaccia.  Margotta, Francesco Maria – D. Fabio ? a Margotta: “”Conoscendo il gran affetto e carità di  VS verso me””, chiede il prestamo di 6 docati. Al margine si legge Volta P. Margotta scrive : “”Veneratissimo mio Padre.  Aspettavo””: di nuovo chiede l’invio almeno di due prediche. () – 0807, 0334″

 

 

Mascia, Antonio CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”In risposta alla vostra lettera vi dico solamente per ora””: la consulta di casa ha deciso di mandargli il Fratello Alessio, ma dovrà rimanere a Napoli, perché ha altri affare da disbrigare. () – 0802B, 0379″

 

Mascia, Antonio CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Come V.R. dice di averla io data grande amarezza? Lui non si è opposto alla richiesta che Fratello Alessio si portase a Deliceto. Sul manoscritto del P. Tannoia Della Vita di Mons. de Liguori. Note sull’esposto riguardante il vescovado di Alfonso. Se insiste può inviare il Fr. Alessio, anche se il viaggio è di 30 miglia di mare e il Fratello avanzato in età. () – 0802B, 0378”

 

Mascia, Antonio CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Carissimo mio compare. Se voi crediate essersi in me scemato  quell’affetto ed amore””… Manifesta i suoi sentimenti verso Tannoia. Ha saputo che ha rinunziato alla carica di Consultore.Gli domanda d’impegnarsi nel Capitolo Generale di ristabilire la carica di zelatore nelle diverse comunità, e le antiche pratiche, che sono quasi dimenticate. () – 0802B, 0348”

 

Mascia, Antonio CSSR    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Nella Vita di Monsignore mi pare che ci anderebbe molto a  proposito un Capitolo a parte sopra la somiglianza o sia  Analogia che passa fra Mons. Liguori e S.Francesco di Sales  per molti capi, e sono””. Espone 23 punti di somiglianza. () – 0802B, 0380″

 

 

Mauro, Suor Maria Rosa del Crocifisso   ” A: Vescovo di ? – “”Mi porto per mezzo di questi…””: chiede licenza per il P. Mazzini, che si trova nel Monastero, di sentirla in confessione. E la Madre Abbadessa, che possa dire due parole di sentimento, perché la comunità è in ritiro. Lo concede il vescovo, al’inizio del documento di richiesta. () – 0805, 0268″

 

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Napoli. – “”Padre caro in Giesù, secondo m’impose la R.S. lessi la  lettera al nostro Padre””. Gli comunica la risposta di S.Alfonso: “”non era sua volontà che V.R.lasciasse imperfetto  l’affare…ma che si sbrigasse subbito (sic). Sulla figura di S.Luigi e la sua festa. () – 0805, 0229”

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Ciorani. – “”Veneratissimo mio P. Tandoi, ricevo i comandi della R.S.””: Notizie sul defunto Studente Redentorista  Tommaso Petrosini. Espone quello che sa di lui: sulla sua vocazione alla Congregazione esaminata e corroborata da un Padre della Congregazione della Missione di S.Vincenzo de Pauli. () – 0805, 0217″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A:  – “”Propositi fatti nel ritiro fi quaranta giorni””. Note personali di vita spirituale. Incominciai il Ritiro a 24  Settembre 1739 vigilia del glorioso S.Michele…Quanto questo  ritiro sia ragionevole il farsi da ogni soggeto, che deve  inominciare ad operare a pro delle anime, chi può spiegarlo. Cerca il fondamento nella S.Scrittura, indica le condizioni per fare tale ritiro e scrive profusamente i suoi sentimenti e propositi. () – 0805, 0201″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: della Concezione, Suor Maria Teresa. Purità. – “”Stimatissima Sorella nel Signore, quello che ha la V.R.  sospettato circa la persona del suo fratello nostro [Celestino de Robertis] è falso, falsissimo””: spiega: P. Celestino è rimasto in S.Nicola di Lattere, non per imposizione dei Superiori, ma perché lui stesso lo ha chiesto a S.Alfonso e gli è stato concesso. () – 0805, 0231″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Si è vero, veneratissimo P. Rettore, che mi sono lagnato di  V.R. osservando che mi faceva stare affatto digiuno  degl’affari di cotesta casa””. Spiega le ragioni e il suo atteggiamento dinanze alle accusazioni fattegli. Il suo impegno per la fabbrica della casa d’Iliceto l’ha portato ad abbracciare molte cose insieme, sopra le forze, e ad ideare cose non conformi alla povertà. Non è vero ciò riferitogli che gli avessi successo se fosse venuto a Pagani. () – 0805, 0247″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Risposi anche per la posta alla lettera di V.R.”” Approva che P. Villani non abbia accettato la rinunzia al rettorato. Di nuovo l’esorta alla pazienza e aspettare il capitolo dove si metteranno in chiaro le cose. () – 0805, 0250″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSS. Napoli. – “”Mi rallegro che V.R. sappia fare bene le parti di mendico””..O  scritto al Padre che procurasse di acconzare qualche  liberazione dal deposito, giacche prima delle Ferie non vi è  speranza di votarsi la nostra causa””. () – 0805, 0205″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Moscariello, Nicola CSSR] – “”La lettera di V.R. mi è capitata questa sera dopo la cena””. Lettera di direzione spirituale: sulla salute; sul suo stato d’animo e il pensiero della morte. Sulla morte dello Studente D. Tommaso Petrosini (diacono CSSR). () – 0805, 0212″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”La lettera di V.R. in data 21 Agosto…”” Sulla resoluzione che ha fatto di rinunziare alla carica di superiore. La prega di non dare tal passo, lo incoraggia e supplica che continui nella carica nel poco tempo che gli resta di governo. () – 0805, 0249″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Del cielo, Suor Maria Angela]. Scala. – “”Sia benedetto Dio””: si compiace della dispensa venuta da Roma per il prolungamento del superiorato. Esortazione a continuare la sua carica con coraggio e fiducia in Dio.  Sulle novizie. () – 0805, 0256″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Redentorista innominato – “”Il raccomandato da V.R….si è stimato non atto ad essere  ammesso alla Congregazione””. Considerazione spirituale: aiuto scambievole con l’orazione. () – 0805, 0259″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Ferrara, Girolamo CSSR. Pagani. – “”Veneratissimo Padre adoro le disposizioni della Divina  Provvidenza: non mi partirò da questo collegio senza nuovo  ordine del nostro Padre””. Chiede che si faccia la consulta o capitolo insieme con P. Villani, prima che lui parti per il suo destino. Sulle Messe da celebrare. () – 0805, 0220″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Prefetto degli Studenti CSSR – “”Mi sono molto consolato””: Manca il nome. Lo complimenta por la nomina a Prefetto degli Studenti. Gli raccomanda tre cose: purità d’intenzione, gran carità con gli Studenti, insinuare ai candidati “”non solo i principi della scienza umana, ma  anche i principi della scienza dei Santi”” () – 0805, 0208″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Superiora. Scala. – “”Ringrazio la R.S. di due librettini inviatimi””. Sul Capitolo Generale: timore. P. Garzilli in pericolo di morte. Su Suor Giovanna e Suor Maria Illuminata. Ritorno da la Calabria del P. Fiocchi e compagni. () – 0805, 0253″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Stimatissimo Padre, compatisca V.R. se sono brevissimo””: sta con febre. H fatto capitare al P. Rossi la lettera. Non ha ricevuto lettere alla Purità. Ha fatto l’ambasciata al P. Tandoi. “”Il nostro Padre l’accorda la richiesta licenza per portarsi in Napoli. Sulle 100 Messe da celebrare. () – 0805, 0224”

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Carissimo P. Rettore: ho ricevuto gli 19 docati per inviarli  al P. Corrado””. Può inviare P. Fiorentino in S.Angelo. Sull’affare del prete di Coliano. Gli Studenti Lozzoli e Lavorgna da Ciorani a Deliceto per un po di sollievo. Sulla fondazione in Veroli. Sulla fabbrica di Deliceto. () – 0805, 0265″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Villani, Andrea CSSR. Ciorani. – “”Lo Spirito di G.C…Ho letto la lettera diretta da V.R. al  nostro Padre [quale ce la rimando], ed ho stimato non  consegnarsela per varii motivi””: espone i motivi: il primo, la prossimità del Capitolo Generale. A Scala non ha fatto gli esercizi, ma l’astraordinariato”” che ha infervorato un po il suo cuore.Espone poi il suo stato spirituale. () – 0805, 0215″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”All’augurio che V.S. ci fa nella prossima santa Pasqua non so  dire altro se non amen,amen,amen””. Bisogna chiedere che si rinovi lo Spirito di Gesù Cristo nel mondo. Pregare perchè si rinovi nella comunità lo spirito primievo dell’Istituto. Ringraziamenti per il dono inviato. Sulla Suora Maria Giacinta e Suor Maria Fedele. () – 0805, 0258″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino. CSSR, Marina di Viatri – “”Padre caro in Gesù, in esecuzione de comandi della R.S.””: invia alcuni libri di S.Alfonso e Sarnelli: Visite, Mondo santificato, Apparecchio alla morte, con il loro prezzo. Il denaro consegnarlo a Mazzini. P. Lorenzo d’Antonio è destinato Superiore alla missione di Arripaldi. () – 0805, 0236″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Caione, Gaspare CSSR. Matera. – “”Veneratissimo Padre, in esecuzione dei comandi datimi da  V.R.””: ha parlato con Villani sull’invio d’altri Padri per la missione di Matera. Fa la lista e occupazioni dei Padri: P.Meo, P. Liguori, P.d’Antonio, che non sono disponibili. Possono andare PP. Leo e Cimino. Dopo la missione di Matera, cosa da fare. Sulle visite e libri da Caione richiesti. P.D’Agostino. Monte delle missioni. P. Capuano per la predica grande. () – 0805, 0254″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: del Cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”..il nostro P. Vicario è stato chiamato da Mons.nostro Padre  in Arienzo, perché si ritrova con febre e con dolori di  sciatica…non può dire la Mesa, non può dire il rosario…Si  teme che S.D.M. se lo voglia chiamare a se””. Sulla sua salute. Assente il Vicario non può lasciare Pagani. Sulla lite mossa contro la Congregazione. Nuova notizia su S.Alfonso; “”che stia  fuori pericolo””. Sui Padri destinati alla predica di esercizi spirituali:P. Caprioli, Telesca. Sul P. Fiocchi. () – 0805, 0260″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Resto inteso di quello che V.R. mi dice…”” P. Vicario scrive da S.Cecilia, nuova fondazione. Stipulato l’Istrumento, si sarà posto in viaggio verso queste parti. () – 0805, 0267″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Napoli. – “”Padre caro in Giesù ringrazio la R.S. dell’attenzione  usatami. Ho ricevute già le 300 figure…””. () – 0805, 0230″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Una Religiosa innominata – “”Ricevo la carità delle candele per la Novena…  dell’Immacolata””. Ringraziamenti. Saluti alla Mdre Priora e alla Vicaria. () – 0805, 0232″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino, CSSR. Napoli. – “”Padre caro in Gesù, mi ha scritto il P. Amarante””: spiega perchè non è andato ad Aversa lui, ma il P. Cimino. P. Blasucci chiamato costà. Il vescovo di Castellammare voleva inviare alla casa di Nocera un sacerdote per fare esercizi spirituali, ma sentendo che tali esercizi erano soltanto per 10 giorni, non ha replicato “”per grazia del Signore””. “”Al Sig.  canonico di Vivo ho mandato subito la lettera del nostro Padre  col libro””. Sulla Vita di S.Teresa di Mons. Palafox. () – 0805, 0245″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Della Concezione, Suor Maria Teresa, Purità (Napoli) – “”Ricevo un veneratissimo biglietto di V.S. con docati 10 ed un  mazzetto di candele””. P. Celestino gli ha detto l’uso da fare di quel denaro. () – 0805, 0242″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Villani, Andrea CSSR. Ciorani. – “”Lo Spirito di Gesù C. riempia il core della R.V.””: S.Alfonso le ha chiesto notizie sugli Studenti, ce lui non ha potuto dare. Venga Villani a fare una visita e informare il Rettore Maggiore. Sul vitto che si da agli Studenti. Ma alla fine, comunica che non è necessaria la sua venuta, perchè Alfonso ha determinato che fra tanto studino la Rettorica e che lui stesso verrà. () – 0805, 0210″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Giovenale, Francesco CSSR. Sant’Angelo a Cupolo. – “”Carissimo P. Rettore, stimo che V.R. stia ben informata della  necessità in cui si trova il collegio di Caposele di riparo  alla fabrica vecchia””. Chiede che mande subito in Caposele Fratello Stefano che è stato l’ingegniero del riparo  incominciato””. Fr.Venanzio verrà da Caposele a S.Angelo. () – 0805, 0266″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [ Villani, Andrea CSSR Vicario. Ciorani?] – “”Per la posta scrissi a V.P.Rev.ma che determinassiro un  soggetto, ma che sia attempato per gli esercizi delle Monache  di Scala. Mandarci un giovino non conviene…V.P. sa che razza  di Monache sono qulle.”” Vuole sapere chi è destinato alla missione di Amalfi. P. Rizzo, professore di logica. Sul P. de Robertis. () – 0805, 0248″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. S’Angelo a Cupolo. – “”Padre caro in Giesù…rispondo alla lettera della R.S””: Loda le fatiche che si prende per la fabbrica in S.Angelo. In Pagani sul noviziato: sono 18 novizi. Sull’ammissione di un giovane. Sul canonico Fontana. () – 0805, 0227″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Moscariello, Nicolò CSSR. Ciorani. – “”Giesù Cristo riempia del suo Spirito il core di V.R. e Maria  Immacolata ce lo conservi””. Consigli sul modo di studiare ed insegnare nella nuova carica affidatagli. Gli invieranno l’ordine del giorno per questo tempo di primavera. “”Il nostro  Padre si è partito per Napoli assieme al P. Riscigno (Rescigno o Ruscigno Angelo, o Aniello o Antonello). Preghiamo il  Signore che benedichi le sue fatiche e consoli tutta la  Congregazione””. () – 0805, 0213″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Innominato [Tannoia?] – “”Padre mio, sabato la sera 14 del corrente verso le ore  quattro della notte placidissimamente spirò il nostro P.  Lorenzo d’Antonio””. Racconta le ultime ore di vita e le virtù del defunto. () – 0805, 0261″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR.Fornacella. – “”P. caro in Giesù sento i bisogni di cotesta Missione””: invierà loro i Padri che vengono da Pagani o P. Majone. Sul tabacco e gli alimenti per i missionari. () – 0805, 0235″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Fornacella. – “”Padre caro in Giesù, le notizie datemi da V.R. mi hanno  amareggiato è vero…”” Notizie dalle missioni di Fornacelli e di Montechiaro. Sulle camice inviate. () – 0805, 0233″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Superiora. Scala. – “”Sorella stimatissima, è cosa molto pericolosa l’introdurre  direttori particolari per le Sorelle domestiche””: sviluppa quest’affermazione. Accetta la direzione spirituale di Suor Maria Giovanna. Non ha trovato le Costituzioni del Monastero: soltanto alcune note di Mons. Falcoia, che l’acclude. La incoraggia a mettere in piedi “”le antiche lodevole  costumanze…Preghiamo il Signore che ci rinnovi nello  Spirito, e ci renda copie vive sue””. Su Suor Maria Cletta. P. Fiocchi in Avella. P. Margotta in Napoli. () – 0805, 0246″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celstino CSSR. S’Angelo a Cupolo. – “”Gesù Cristo sia la nostra vita…”” Gli comunica che sono ricevute le reliquie e inviate al P. Tannoia,ammalato di goccia. () – 0805, 0223″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [De Robertis, Celestino CSSR. Napoli] – “”Si lagna V.R.che non habbiamo data assoluta credenza alla  relazione ci ha fatta dell’infermità del nostro Padre””. Spiega il suo atteggiamento ricevuta questa notizia. Destino di Padri per lavori apostolici: P. Amarante, Merchionna, Blasucci, Galdieri. “”Invio al nostro Padre l’orologetto che V.R. mi  accenna””. Diverse “”imbasciate”” al P. Marra, Fr. Francesco, Paolo, P. Margotta. () – 0805, 0244″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”…ho ricevuto il denaro””. Lo compatisce nelle angustie in cui si trovava. Su una persona che si dice voleva licenziare Tannoia, cosa non gradevole al re. () – 0805, 0264″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Nocera. – “”Lo Spirito do G.C…Stmatissimo Padre e Fratello nel  Signore..”” Manifesta i suoi errori nel governo della comunità, lamenta che l’ammonitore non gli abbia fatto delle correzzioni, e chiede lo faccia adesso. Sul P. Cafaro. Sulla Madre Priora della Purità. () – 0805, 0219″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ho letto la lettera di V.R al nostro Padre””: risponde in suo nome: continui a studiare la morale:non si occupi adesso a comporre la vita dei nostri defunti; sull’altare nelle stanze degli infermi; sulle missioni; su un aiuto di 1.000 docati che si dice accodato dal re; non si accetti il giovane Ignazio Rosato; sul Fr. LaPorta e il P. Rossi; sul P. Siviglia. Si termina il quarto del Noviziato. () – 0805, 0225″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Moscariello, Nicolò CSSR. Ciorani. – “”Caro mio P.D.Nicola ho comunicato al nostro Padre la  necessità della presenza di V.R. per stipularsi l’istrumento  della vendita””: gli comunica la risposta di S.Alfonso. Esortazione spirituale: “”spero che un giorno arriverete ad  esser Bambino nel Signore””. Esortazione a continuare coltivando l’intelletto con lo studio. Messaggio al P.Villani e Vicerettore di fare buona faccia a ? (cancellato il nome). Su una lettera al P. Marzano. () – 0805, 0211″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. S.Angelo a Cupolo. – “”Padre caro in Giesù””: ricevuta la sua lettera “”subbito mi  portai dal nostro Padre per dirgli quanto in essa si  contenea””: ordinò inviare i due librettini di Regola, e che io rispondessi. Risponde dunque in nome di S.Alfonso su una copia autentica dei privilegi dei Pii Operari; non suggerire alla Corte le difficoltà che vi si affaciano nella mensa; attenzione al Canonico Fontana. Sul suo rapporto con P. De Robertis. () – 0805, 0226″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [del cielo, Suor Maria Angiola. Scala] – “”Resto inteso della pena in cui si trova V.R.”” per il divieto del vescovo riguardante il carteggio con i direttori spirituali. Spiega il senso di questo divieto ed esorta ad ubbidire. Risponde alla domanda se il Vicario Generale della diocesi possa dare licenzia alla Superiora di scrivere a lui, e aggiunge che anche se lo concedesse, è meglio sottomettersi a quello disposto dal vescovo. () – 0805, 0263″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del cielo, Suor Maria Angela. Scala. – “”Stimatissima Madre Superiora, mi sono consolato della  notizia..”” Sulle suore Suor Maria Illuminata e P. Ferrara; Suor Maria Giovanna, di cui parlerà con Tannoia nel Capitolo, Suor Tadela (?) e l’elezione di un altro direttore spirituale. Le Costituzioni.Sulla stretezza del Monastero. () – 0805, 0251″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Moscariello,Nicola CSSR. Ciorani] – “”Lo Spirito di G.C. riempia il core della R.S e la V.Ssma ce  lo conservi””. Ha ricevuto la sua lettera, ma non l’ha fatto conoscere da nessuno.Gli da coraggio di fronte ad una calunnia promossa contro di lui. “”Su via ripigliate con animo le  fatiche;  scordatevi dal passato e preparatevi a nuove  calunnie e cruci.”” Sulla “”caduta di D.Bernardo che mi ha fatto  tremare e mi tiene il cuore così afflitto”” () – 0805, 0214″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino, CSSR. Napoli. – “”Veneratissimo Padre””: gli fa sapere che non è arrivata a Pagani nessuna lettera per lui proveniente da Majori. Una persona è portata una lettera, ma non ha voluto consegnarla perché lui era in Napoli. () – 0805, 0240″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Ciorani. – “”Sento il dubbio che mi propone V.R. per la soluzione del  quale dovrei fare alcune interrogazioni, lo che mi riesce  difficile per lettera; del resto vi dirò quel che sento così  in generale””. Tratta sull’obbedienza alle disposizioni dei Superiori. Occorre fare le distinzioni necessarie, secondo il Superiore, l’oggetto e il modo. () – 0805, 0218″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino. CSSR. Pianete nella Cava. – “”P. D. Celestino mio caro in Gesù””: lo chiama a Pagani subito, affinchè poi vada in Casola  a predicare gli esercizi, i quali finiti, potrà portarsi in Majuvi. () – 0805, 0237″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Moscariello, Nicola CSSR. Ciorani.] – “”Lo spirito di G.C…Non ho potuto prima d’adesso rispondere  alla vostra lettera””. Risposta di direzzione spirituale: disprezzare tutti i dubi: “”tutta la sofisticaria del  cervello””. () – 0805, 0216″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del Cielo, Suor Maria Angela. Superiora. Scala. – “”M’impone il nro. P. Vica.o Gen.le, che si ritrova in  missione… Chiede preghiere per la Congregazione, molto agitata da dentro, perchè ci sono dei giovani non edificanti che bisogna licenziare; e da fuori perchè ci sono due avversari potenti: l’agente del Principe di Castellaneta in Iliceto e il Barone Sarnelli in Ciorani, i quali sono ricorsi al re contro la Congregazione. () – 0805, 0255”

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Apice, Bernardo Maria CSSR. Ciorani. – “”Ricevo gli ordini del Padre nostro significatimi da V.R.”” Note sulle missioni fatte dalla casa di Caposele, richieste da S.Alfonso, ed elenco di tutti i defunti della comunità di Caposele con i loro dati personali, che gli domanda Mazzini. () – 0805, 0228″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis Celestino CSSR – “”Stimatissimo mio P.D.Celestino ringrazio la R.S. delle  notizie datemi””.. Si prega per la Congregazione. Faccia sapere al Padre (S.Alfonso) che non sembra che la parte voglia accommodarsi; al Fratello Francesco che gli manderà un po di denaro. Acclude lettera del Fratello Pascale a S.Alfonso. () – 0805, 0206″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Sportelli, Cesare CSSS. Iliceto. – “”Stimatissimo P.Vicario sento quanto mi dice””: lamenta che non possa venire per la quaresima. Sui debiti della casa di Nocera. () – 0805, 0204″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Napoli. – “”Veneratissimo Padre, prego la R.S. a dire al Signore D.  Paolo…”” Su un affare: la persona con cui l’aveva trattato dichiara che non può dire niente, perchè ha paura di dire una buggia. () – 0805, 0241″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Sportelli, Cesare CSSS. Soofra. – “”Padre Rettore mio già sono ritornati”” : sull’incontro dei sindaci con il Cardinale di Napoli per difendere la CSSS. Quello che hanno detto. L’attegiamento del Cardinale. Si chiede far ricorso al Rettore Maggiore, affinchè lui parli con il Cardinale per impedire un voto que può nuocere in Roma all’approvazione delle Regole. () – 0805, 0203″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Moscariello, Nicolò CSSR] – “”Ricevo la stimatissima di V.R.”” sulla salute del destinatario: “”la prego, per tanto, a non far tante  riflessioni sopra lo stato della vostra salute, e cosa ne sarà  appresso…Faticate generosamente nelle missioni””. () – 0805, 0209″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Della Concezione, Suor Maria Teresa. Purità (Napoli) – “”Nel giungere che fui ieri in Collegio mi si consegnò una  favoritissima di V.S. in cui mi accenna la limosina delle  cere””. Ringrazia. () – 0805, 0239″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Del cielo, Suor Angela. Superiora. Scala. – “”Stimatissima Madre Superiora, farò quanto potrò acciò il P.  Tannoia accetti la direzione di Suor Maria Giovanna. Risponde a un dubbio in materia economica. () – 0805, 0252”

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. S’Angelo a Cupolo. – “”Veneratissimo Padre carissimo in Giesù sarà servito la R.S.  per la Novena””. Ha fatto recapitare alla sua sorella la lettera acclusagli. () – 0805, 0222″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: della Concezione, Sor Maria Teresa. Purità. (Napoli) – “”Ho ricevuti li venti docati inviatimi da V.S. in nome del  Signore suo fratello il P. D. Celestino””. Ringrazia. () – 0805, 0238″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: [Superiore di missione CSSR?] – “”Stim.mo e river.mo Padre, in esecuzione degli ordini di V.R.  ho mandato al P. Fiochi in Napoli…”” Invia l’Apparecchio alla morte e le Massime eterne. Fratello Giuseppe al P. Vicario. () – 0805, 0257″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Don Ciccio [Francesco Sanseverino?] – “”Stimatissimo mio D.Ciccio ricevei il biglietto di V.C.””: sul grado di parentela di “”D.Antonia e D.Francesco”” [Contaldi] e le donazioni da loro fatte. Non conviene fare una querela. D. Francesco “”vuole i mobili suoi che stanno in nostro potere””.  “”Assoluzione del giuramento chiesta da D.Antonia e ottenuta.”” () – 0805, 0207″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Ticciano. – “”P.caro in Giesù””: chiede di portarsi costì ad aiutarci e di mandare con il presente “”il nostro crocifisso, stante che qui  non vi è nep pure uno di cui possa servirsi il Predicatore””. () – 0805, 0234″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: Caione, Gasparo CSSR. Caposele – “”Ringrazio la R.S.del grano inviatomi””: debito del P. Caione a Paolo de Marinis. Debito di Ciccio Furino per una Messa celebrata. Ordinare a Fr. Mattia di fare la grattacacia, perchè lui tiene la lamina di ferro. Denaro del P. Margotta consegnato dal Fr. Giuseppe. () – 0805, 0221″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Napoli. – “”In esecuzione degli ordini del nostro Padre già ho mandato in  Avellino sei soggetti””: missione nella diocesi di Avellino. PP. Vacca, Gayano, Amarante (?), Galdieri (Galtieri), Rosa (?), Russo, De Meo, Blasucci () – 0805, 0243″

 

Mazzini, Giovanni CSSR ” A: del cielo, Suor Maria Angiola. Scala. – “”Sento dal Sig.r Vic.o Criscuolo che cotesto Ill.mo Prelato  abbia sospesa la corrispondenza di lettere di coteste  Religiose con gli di loro PP.Spirituali””. Acclude una risposta del P. Caprioli. P. Villani predicando esercizi in Solofra. Stante il divieto di ricevere lettere stima ritenere quelle dep Fiocchi ad essa e quella del P. Caprioli a Suor Maria Crocifissa. () – 0805, 0262″

 

Mazzini, Giovanni CSSR Vicario Generale             ” A: Anzalone, Giovanni Battista CSSR. Ciorani. – “”P. Rettore mio. Mando di stanza in codesta casa il nostro  Fratello Marcello””. Indica lo scopo. Firma autografa. () – 0805, 0270″

 

Mazzini, Giovanni CSSR Vicario Generale             ” A: A Padri e Fratelli della Casa di Ciorani – “”Padri e Fratelli miei in G.C., essendo noi stati eletti dalla  Consulta Generale con pienezza di voti per Vicario Generale  della nostra Congregazione, per la morte seguita del nostro  P.D. Andrea Villani, Rettore Maggiore,il quale non lasciò  nominato nessun Vicario secondo la Regola”” Esorta all’osservanza regolare. Sulla pubblicazione delle Regole e dei dispacci reali che le approvano, e si debbono leggere a tavola. Perdona ai delinquenti. Ma sarà castigato chi da oggi in avanti delinquerà. Firma un notaio, perché Mazzini è indisposto ed in età cadente. () – 0805, 0269″

 

 

Melzi, Pasquale ” A:  – “”Nell’anno 1760 conobbi in Ripacandida la Rev.a Madre Maria di  Gesù…e questa mi fece consoscere il Servo di Dio fu P.  Carmine Fiocchi””. Questi divenne suo direttore spirituale fino alla sua morte. Testimonianze delle sue virtù. () – 0809C, 0557″

 

 

Mennone, Desiderio CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria – Gli invia con il P. Amato le notizie che ha potuto avere sul P. Giovanni Rizzo, e spiega come ha proceduto. In poscritto aggiunge una notizia data dal P. Amato riguardante una predica del P.Rizzi. (1784.12.03) – 0811, 0606

 

Mennone, Desiderio CSSR           A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – Manifesta che con il permesso del Rettore Maggiore, rimangono in Benevento y seguono indisturbati la vita comune. (1806.10.01) – 0821, 0751

 

 

Mesalizco, Giuseppe      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR (?) – “”Avendo comunicata a questo Mons. Ilmo la pregiatissima di  V.P.””: modifica della data, luogo e numero di missionari, per la missione nella diocesi di Andria. () – 0802B, 0131″

 

 

Micale, Francesco Paolo               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Da più e più tempo sono privo di vostre lettere””: presenta un candidato al noviziato: Gaetano Tosti, fratello del sacerdote Luigi Tosti e lo raccomanda vivamente. Gli fa sapere che i Pii Operari faranno la missione a Corato del gennaio 1774. () – 0802B, 0148″

 

Micale, Francesco Paolo arciprete           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Per secondare il vostro desiderio””: sulla sua salute e quella di Tannoia. Riguardo alla renunzia dal vescovado fatta da Mons. Liguori (S.Alfonso). () – 0802B, 0172″

 

Micale, Francesco Paolo arciprete           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Rispondo al foglio di V.R.””: riguardo alla fondazione CSSR in Corato. Le reliquie date da lui sranno autenticate, () – 0802B/0118″

 

Micale, Francesco Paolo arciprete           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Sin dal principio di questo mese mi trovo qui assieme con  Monssign.e””: sulla fondazione della CSSR in Corato: attenta l’imminente morte del Duca di Andria si è stimato conveniente di sospendere ogni passo riguardante la richiesta fondazione in Corato. () – 0802B, 0119″

 

Micale, Francesco Paolo arciprete di Corato        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Rispondo in un tempo istesso alle due vostre lettere”” : che gli comunicano la prossima morte e la stessa morte “”del Santo  Prelato Monsignor Liguori””: lettera di condoglianza; santità di Alfonso; chiede una reliquia. () – 0802B, 0308″

 

Michele, Giorgio CSSR   ” A: Tannoia? – “”Veneratissimo P. Ecco servita V.R. per le notizie che  desiderava del nostro P. Monsignore Liguori”” Sulla fundazione della casa di S.Angelo. Predizione di pioggia fatta dal P. Villani. () – 0803, 0196″

 

 

Mojatti ?, axaco ?            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Vi ringrazio infinitamnte del pane schiavunisco favoritomi””: consegnerà a Pietro Trajianessi la fede delle messe celebrate, quando ritorna della predica en Montemalo. () – 0802B, 0113″

 

 

Montecalvo, Antonino CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”In quest’ordinario ho recevuta la vostra segnata sotto il dì  de’18 del caduto mese””. Ringrazia burlescamente. Lunga lettera sulla divisione della Congregazione, che vuole dimostrare  che la colpa di esse sono stati i napoletani, e insiste nella convenienza di pubblicare da Tannoia una “”Retractatione”” come S.Agostino e S.Tommaso e Alfonso stesso. () – 0802B, 0401″

 

Montecalvo, Antonino CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Sono tre giorni che qui è arrivato il Padre ExGenerale. Sul terzo tomo della Vita di S.Alfonso: afferma che sull’affare della disunione e sulle case della Provincia Romana, nel terzo tomo si trovano delle falsità, che vanno confutate come  “”Mendacia Tannoniana”” Nell’edizione del terzo tomo ci sarà  l’Appendice della confutazione del terzo tomo””. () – 0802B, 0397″

 

Montecalvo, Antonino CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Gia siamo nel caso, che si sospettava””. Si dice che è morto il P. Falcone, ma non si sa se è vero. Soltanto dopo l’annunzio ufficiale si passerà la notizia. Si dice che Il P. De Paola pregò a Tannoia che non lo toccasse che non lo tocchi. “”Si è accesso il fuoco…””. () – 0802B, 0398″

 

Montenegro, Francesco Saverio M C      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Ho ricevuto già La Morale grande””. Riccorda l’invio degl altri libri. Ha ricevuto la dissertazione sull’us moderato dell’opinione probabile. () – 0802B, 0116″

Documenti Primi Padri

- N -

N

Niscioscia, Domenicangiolo del Smo. Sacramento            A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – Riguardo a una lettera di S.Alfonso. Fotocopia dell’originale () – 0802B, 0318

 

Noli, Paolo          ” A: Nola Gennaro CSSR Fratello. Nocera, – “”Carissimo zio: “”Pare che io do principio al mio scrivere””: gli manifesta che tutti l’aspettano a Gragnano e gli comunica che suo fratello Sebastiano è a letti ammalato. Dietro questa lettera si legge l’abbozzo di una lunga supplica di Tannoia al re di Napoli sui voti nella CSSR. () – 0802B, 0349″

Documenti Primi Padri

- O -

O

Onorati, Giangiacomo vescovo di Troia  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevo con piacere il dono””: le Memorie del B. Benvenuto. Ringrazia. () – 0802B, 0228″

 

Onorati, Giovanni Giacobo vescovo di Troia (?)  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Mi sono infinitamente:..””: Non può concedere quello che domanda Tannoia, perché non è convinto che ha veramente la facoltà che dicono avere. () – 0802B, 0362″

 

 

Orefici, Paolo vescovo di Gubbio              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Nel qui accluso foglio trasmesso a V.P.”” Gli trasmette tutte le notizie sul Beato Benvenuto che ha trovato. () – 0802B, 0188″

 

Orefici, Paolo vescovo di Gubbio              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Con preventivo avviso dattomi da V.S. Illma.””: Ringrazia l’opera Memorie del B.Benvenuto inviatagli e manifesta il suo compiacimento per tale opera. () – 0802B, 0226″

 

Orefici, Paolo vescovo di Gubbio              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Ho ritardato a rispondere””: sul beato Benvenuto: non ha trovato documenti. C’è quello che dicono nelle loro opere Vadingo e i Bollandisti. Aggiunge una tradizione che hanno i Conventuali di Gubbio, su un miracoloso intervento avuto dal beato nella preparazione del pranzo per la comunità. A gubbio non si celebra festa del beato nè si trovano reliquie sue. () – 0802B, 0157″

 

 

Origo, Ferdinando Michele C.M.               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR  Origo, Ferdinando Michele C.M. – “”Ieri appunto mi pervenne una lettera””: Biase Cappellano invia al P. Origo un rapporto sul candidato al noviziato e P. Origo trasmette lo stesso a Tannoia. () – 0802B, 0405″

 

Origo, Ferdinando Michele CM  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Questa mattina appunto mi è capitata la sua pregiatissima  lettera””: Sul trasferimento da Napoli a Bari, con il Sig. Guida.Sul candidato al noviziato, che, per mancanza di 50 docati, non ha potuto andare a Deliceto. () – 0802B, 0407″

 

 

Orlandi, Celestino OSB vescovo di Molfetta         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Ringraziando V.P.M.R””: risponde alla richiesta di documenti sul beato Benvenuto di Gubbio, che nell’archivio diocesano non si trovano documenti su di lui. () – 0802B, 0155″

Documenti Primi Padri

- P -

P

Pacelli, Tommaso vescovo di Bovino       ” A: P. Vicario Generale (Villani) e D.Giovanni – “”In primo luogo auguro ad ambedue loro..””: auguri di buon anno. Sull’affare di S.Lorenzo. Sul pagamento dei redditi del feudo da parte degli affittatori. Alla fine, una ricevuta di Antonio ?. () – 0802B, 0141″

 

Pacelli, Tommaso vescovo di Bovino       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Stava io aspettando fra giorni li favori del v.d Francesco  Maffei””: sugl’interessi dovutigli delle diverse anate. Chiede l’intervento di Tannoia. () – 0802B, 0146″

 

 

Panzuti, Biagio CSSR       ” A:  – “”1- Era si penetrato dal timore di Dio”” Cenni biografici in 6 punti, sulle sui virtù () – 0803, 0193″

 

 

Pasculli, ?            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Dal portatore (?) ricevetti””: indica ciò che ha ricevuto. Al portatore ha rimborsato le spese. () – 0802B, 0123″

 

 

Patroni, Emilio  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Io vi ho tenuto sempre per un uomo di garbo””: fa l’elogio della persona e dell’opera di Tannoia: Vita del B.Benvenuto. () – 0802B, 0219″

 

 

Pavone, Giuseppe Maria              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli – “”Ho ricevuto la lettera da presentare al P. Rettore Maggiore d  al P. Cardone. Non l’ha consegnato, perché il Rettore Maggiore partirà per Ciorani. Occorre aspettare. Non aspetti però esito favorevole. () – 0802B, 0384”

 

Pavone, Giuseppe Maria CSSR   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli – “”Avendo con ogni diligenza osservato il libro””: non ha trovato nessuno con cognome Reccio. “”Al P. Cardone han detto a Roma  che non si stampi la vita prima di farsi i Processi Apostolici  e stamparsene l summario””. Spiega le ragioni. () – 0802B, 0385″

 

 

Pepe, Francesco S J ed altri          A:  – Note sulla vita del P. Margotta, prese dal P. Pepe SJ. ed altri innominati. Nota anche di Tannoia. () – 0807, 0414

 

 

Pereti?, Cesare ” A: Innominato V.R. – “”In esecuzione degli comandi datimi da V.R.”” espone ciò che sa sulla famiglia e le vitù del P. Margotta. () – 0807, 0416″

 

 

Pérez, Francisco S J         A: Amendolara, Pasquale CSSR – Sembra risposta a una domanda sulla facoltà di benedire. La scrittura è quasi indecifrabile. () – 0802B, 0088

 

 

Perrotti, Giambattista    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Roma. – “”Io ancorché non sappia molto delle pensate o risoluzioni che  si fanno in Nocera””: enumera due ricorsi da fare, che sono diversi: l’uno riguardante la rinovazione dei voti; l’altro, l’unione di tutte le case. Domanda a quale ricorso debbe dare corso, ed esprime le difficoltà che sorgono in questo affare. () – 0802B, 0331″

 

Perrotti, Giambattista    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Roma. – “”Ricevo con molto piacere una vostra””.. Spiega che non ha dubitato mai del buon fine del suo operato; ha manifestato soltanto le difficoltà che possono sorgere in Napoli e in Roma. () – 0802B, 0332″

 

 

Pesce, Giacomo CSSR     ” A: Cocle, Celestino Maria CSSR Rettore Maggiore. Napoli. – “”Io avevo scritto semplicemente senza esporre motivo alcuno””:  manifesa i motivi avuti per rinunziare alla sua carica (di  ammonitore e ministro):gli scontri avuti con il suo Rettore  (P. Trapanese) principalmente a causa di un rimprovero  fattogli per alcune camicie che aveva fatto fare con il suo  nome. () – 07VIIH, 1511″

 

 

Petrella, Domenico         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Alle ore venti mi è capitato l’annesso buglietto di D.  Antonio da Foggia””.  Domanda cosa si deve fare alla Procura. () – 0802B, 0204″

 

Petrella, Domenico         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Prego V.R a compatire l’alieno carattere””: Sui conti della principessa a Napoli, che non si possono fare per mancanza di tre documenti. Sulla Cappellania di S.Domenico. () – 0802B, 0102″

 

 

Petrelli, Pietro Paolo CSSR           A: ? – Estratto di sentimenti spirituali del P. Francesco Saverio Rossi CSSR dalle sue lettere di direzione spirituali al P. Petrelli, tra 1751 al 1756, fatto da questi dopo la morte del P. Rossi accaduta nel 1758.01.18. (17580118) – 0810,0564

 

 

Pirelli, Giovanni Saverio vescovo di Ariano           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Mi è stata d’un piacere inesprimibile la notizia””: sull’Immacolata Concezione. Anche lui vuole per la diocesi la concessione del Officio e Messa e domanda a chi deve indirizzare la supplica. () – 0802B, 0423″

 

 

Pisani, Carlo       ” A: Ciccio And.a – “”La sua favoritissima li assicuro””: Ha chiesto l’ingresso nel noviziato. Considerazione sulla necessità di consacrarsi totalmente a Gesù Cristo nella vita religiosa. Saluta al P. Rettore [Tannoia]. () – 0802B, 0268″

 

 

Pisciotta?, Pietro             ” A: Un amico che vuole farsi Redentorista – “”Ho inteso dal Sig.re D.Pasquale la sua santissima risoluzione  fatta di ritirarsi in codesta santa Congregazione”” Manifesta il suo compiacimento per tale santa risoluzione e si raccomanda alle sue preghiere. () – 0802B, 0090″

 

 

Polestra, Vito CSSR         A: Rettore innominato – Riferisce la circostanze della morte del P. Gayano: cadde gravemente infermo nella missione di Minervino e muore santamente. Si fecero l’ esequie in Minervino, dove fu sepolto. Si lavora una lapide con una iscrizione latina, che cita. (1770.07.12) – 0833, 1020/b

 

Pranzini               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Io mi faccio un dovere…d’annunziarvi il ricevimento  dell’applauditissima vostra opera sull’Api””. La presenterà all’Istituto il 19 di marzo.  C’è anche un rapporto dell’opera fatto il 03.04.1804 all’Istituto. () – 0802B, 0443″

 

 

Prieco, Antonio ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Non risposi subito””: spiega perchè. Ha consegnato la lettera all’Arciprete, il quale l’ha ricevuto con molto piacere. () – 0802B, 0270″

Documenti Primi Padri

- Q -

Documenti Primi Padri

- R -

R

Re, di Napoli      ” A: Cappellano Maggiore e Liguori, Alfonso Maria de – Raccolta stampata di 7 dispacci reali, riguardanti la CSSR dal  1752 al 1790.   1- 09.12.175: Approvazione delle 4 case e norme sui redditi e  i beni. A questo Dispaccio si riferisce S.Alfonso nelle sue  lettere: SAA/02, 00241, 00242, 00281 e SAM/11, 792 (a. 1767).   2- 21.08.1779: Carlo de Marco a S.Alfonso. Già registrato in  EadSA, 455. A questo dispaccio acenna S.Alfonso nelle sue  lettere: SAA/02, 001084 et SAM/11, 710.   3- 22.01.1780: Carlo de Marco al Cappellano Maggiore:  approvazione dei capi di Regolamento.   4- 19.02.1780: Carlo de Marco al Cappellano Maggiore: sulla  norma da inserire nel Regolamento di non prendere parte nei  testamenti.   5- 24.02.1781: Carlo de Marco a S.Alfonso: communica la  facoltà concessa di fare giuramenti di povertà e perseveranza  e di ricvere qualche soccorso dai benefattori. Già registrato  in EadSA, 429. Nelle lettere di S.Alfonso: SAA/02, 001146 e  SAM/17, 1006. Edizioni in Tannoia, IV, 125; Lettere, II,  596-597; Spicilegium Historicum Congregationis Ssmi  Redemptoris, Roma, 11 (1963) 295-299.   6- 09.10.1790: Carlo de Marco al Cappellano  Maggiore:communica che il re approva che tutti i missionari  del Regno di Napoli, siccome quelli del Regno di Sicilia   “”debbano vivere coll’osservanza delle Regole originarie del   loro Istituto…restando ferme la precedenti Risoluzione reali   di 09.12.1752, 11.08.1779 e 22.01.1780″”.    7- 13.10.1790: Carlo de Marco al Cappellano  Maggiore:Communica che il re dichiara abolito il Regolamento  del 1780. () – 07IC, 0043″

 

 

Redentorista, ? ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”? io avevo scritto a D.Giacomo””: scrittura poco leggibile. Tratta della causa d’Iliceto che sta nella Reale Camera. () – 0802B, 0121″

 

 

Religiosa, (tagliato il nome nella firma)  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre  mio io vi scrissi””: gli manifesta il suo stato d’animo. () – 0802B, 0076″

 

 

Remondini, Giuseppe    A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – Fotocopia dell’originale trasferito a 050601: CT/01, 0538 sulle opere di S.Alfonso. () – 0802B, 0382

 

 

Ricciardi, Emilio A:  – Cenni biografici del P. Margotta. (Settembre-Dicembre 2003) – 0807, 0420bis

 

 

Ricciardi, Francesco        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Parente caro: fin dalla settimana scorsa è venuto il  dispaccio di Corradini…Dovrebbe ora venire il P. Meo ad  assistere””. () – 0802B, 0364″

 

Ricciardi, Francesco        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”E possibile che nelle delizie…””: Sono state fatte due relazioni, quella di Di Marco e l’altra di Coradini. P. Di Meo Giuseppe vuole fare l’edizione di opere dello zio Alessandro a sue spese. Dovrebbe venire in Napoli per fare l’edizione. () – 0802B, 0356″

 

Ricciardi, Francesco        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Foggia – “”Parente caro. Io non sapevo che voi siete fatto zingaro e  vagabondo. Vi ho scritto ad Iliceto, ora vi sento in Foggia””. Ripete che è venuto il dispaccio di Corredini. Ma niente si puo fare senza la presenza del P. De Meo. () – 0802B, 0365″

 

Ricciardi, Francesco        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Parente caro: Vorrei sapere dove sta scritto, che i  Missionari del Redentore debbano truffar le fatiche de’  Paglietti”” Gli rincresce che non sia ringraziato delle sue fatiche. Sulla Consulta che si farà a Napoli. () – 0802B, 0345″

 

Ricciardi, Francesco        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”La lettera scrittami dal P. Meo mi faciliterà l’esito  dell’affare””. Non gli comunica dlle notizie per punire la sua curiosità. () – 0802B, 0343″

 

Ricciardi, Francesco (Parente)   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Parente caro, se io avessi saputo d’aver a fare con un  zingano””.. Espone le molte fatiche avute nell’affare affidato da Tannoia e le ricompense dovutegli. Chiede che almeno gli siano inviate una o due ricotte fresche di Nocera. Comunica la morte di Mons. Onorati. () – 0802B, 0346″

 

Ricciardi, Francesco (parente)   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Non ancora è uscito il dispaccio di Corradini. Parlerà con Corradini. Nel dispaccio non si menzione il Rettore Maggiore, ma soltanto P.Meo. () – 0802B, 0360”

 

Ricciardi, Francesco (Parente)   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Parente caro, sento con piacere l’umanità che avete  dimostrata col povero D.Giuseppe”” Non parlerà sui manoscritti, se prima “”non mi manderete due ricotte di Nocera””. Si compiace dell’elezione del P. Blasucci a Rettore Maggiore. () – 0802B, 0347″

 

 

Riposati, Rionaldo Canonico della Catedrale di Gubbio   A:  – Compendio della vita del Beato Benvenuto fratello laico dell’Ordine dei Minori. Estratto. Alla fine, rescritto latino di concessione di Messa e Officio del Beato, dato dal Cardinale Antonio Felice Zondadari, Prefetto della Congregazione di Riti e segnatura anche del segretario Mons. Tedeschi. () – 0802B, 0078

 

 

Rizi, Filippo medico         ” A:  – “”Si fa piena e indubitata fede da me qui sotto Medico..”” Testimonianza della guarigione di una grave lussazione di un piede ottenuta da Giuseppe Trande con l’apposizione di una figurina del P. Fiocchi. () – 0809C, 0558″

 

 

Rizzo, Deodato Giovanni              A: Antonio Lucci, vescovo di Bovino – Chiede di essere ammesso alla prima tonsura. Lo concede il vescovo e ordina si proceda secondo diritto. Si aggiungono testimonianze fatte dall’ arciprete Longo, sulle pubblicazioni ; dal sindaco De Colletti sull’onorabilità del giovane e dal professore Stefano Francolini sui buoni costumi e sugli studi del suo allievo Rizzo. (1727.06.10) – 0811, 0571

 

Rizzo, Deodato Giovanni              A: Vescovo di Bovino – Chiede di ascendere al Ordine del Diaconado nelle prossime ordinazioni e che vengano fatte le denuncie inter Missarum solemnia. Viene concesso. Seguono due testimonianze: sulle denuncie fatte e sull’esercizio del suddiaconato. Ci sono 12 firme. (1736,05,04) – 0811, 0573

 

Rizzo, Diodato   A: Vescovo di Bovino –  Chiede l’ordinazione sacerdotale, perché è giunto già all’età requisita. Si ordina fare  le denuncie e compiere gli altri riquisiti de iure. Seguono 5 testimonianze: sulle tre ammonizioni fatte; sulla frequenza dei sacramenti; sugli esercizi spirituali fatti. (1737,08,27) – 0811, 0574

 

Rizzo, Diodato Giovanni A: Vescovo di Bovino – Chiede di essere ordinato suddiacono e quindi che si proceda alle pubblicazioni. Viene concesso. Si aggiungono diverse testimonianze al riguardo: del arciprete Domenico Longo sulle pubblicazioni fatte; di frate Joannis Batta, sugli esercizi spirituali; del sacerdote Sebastiano Mirabella, e del Frate Joxio sulla frequenza dei sacramenti. Inoltre copia notarile del titolo patrimoniale. (1736.02.19) – 0811, 0572

 

Rizzo, Giovani CSSR         A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Ha chiesto al P. Caione i dati per scrivere la vita del P. Cafaro, se  Caione non vuole farlo. Non ha scritto per le notizie del Fr. Gerardo, perché prima deve fare la cronaca e la vita del P. Cafaro, e poi non si sente capace di questo. Prega che chieda al P. Tannoia di raccogliere da tutte le case le notizie necessarie per la cronaca e le biografie. In poscritto il P. Francesco Giovenale manifesta al P. Villani, che lui non ha mandato P. Leggio e Orlando a Trigento. (1766.02.23) – 0811, 0590

 

Rizzo, Giovanni A: Lanni, Costanzo – Lo invita a continuare gli studi, senza pensare nell’ingresso nella Congregazione. Finiti gli studi, lui stesso penserà a farlo ricevere. (1770.12.17) – 0811, 0600

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Redentorista innominato – Racconta come è arrivato alla CSSR. In poscritto prega di procurargli dal nostro Padre (S.Alfonso) due figure della Madona di quelle che vanno avanti al libro delle Glorie di Maria, e due del Redentore. (1752,08.02) – 0811, 0576

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Lione, Francesco – Chiede sull’ esito di un affare. Sulle feste di Natale. Gli Studenti protestano,  perché nel suo ritorno da costì  non ha portato loro quello promesso da lui. (1759,01.05) – 0811,0577

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Risponde alle lettere del Canonico, che i Fratelli della Congregazione di S.Filippo non hanno  potuto avere i Padri per la predica della novena, e neppure lo possono i Redentoristi, perché occupati in altri labori apostolichi o infermi. Lui ha scuola con gli Studenti Redentoristi d’Iliceto. Considerazioni spirituali. (1760.08.16) – 0811, 0578

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A:  Andrea Caruso, canonico – Manifesta che non può venire da lui e l’invita a venire in Iliceto agli esercizi, con l’arciprete di Montefalcone. Esortazione spirituale. (1760.10.16) – 0811,0579

 

Rizzo, Giovanni CSSR      ” A: Andrea Caruso, canonico – Direzione spirituale. Non potrà fuggire i guai. Gli amanti del Crucifisso non possono essere senza croce. Non ha potuto fare la novena di Natale, perché da un mese ha febre. Permesso di portare “”la croceta””. (1761.12.15) – 0811, 0581″

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Non può venire adesso da lui, ma verrà nel principio di settembre. A Saveria rispoderà a voce. Sul nipote di lui che si va torcendo di cervello. (1762.08.15) – 0811, 0582

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Si scusa per non essere venuto: la febre non se lo ha permesso. Dopo, direzione spirituali: cita S.Teresa: Batti pur quanto ti piace/ Gesu mio,questo mio cor/ Solo in guerra e non in pace/ si conosce il vero amor. (1763.08.12) – 0811, 0583

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Comunica che  già sta in fine la stampa del libro del P. Meo. Adesso è stato trasferito in S.Angelo, perché l’aere di Pagani gli era nocivo. (1763.11.13) – 0811, 0584

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Gli fa sapere che il P. Meo ha scritto la risposta al prete napoletano, che scrisse sulla Comunione frequente. Pero manca denaro per la stampa, per cui fa ricorso a lui. Saluta a D.Genaro. (1763.08.21) – 0811, 0585

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Villani, Andrea CSSR – Ennumerate le decisioni fatte su questo affare, domanda cosa deve fare lui. La decisione però si faccia presto, per non far perdere tempo ai figlioli. Nella pagina di dietro si legge una lunga lettera incompiuta del P. Giovanni Mazzini al P. Villani riguardante gli esercizi da predicare alle monache di Scala, per i quali propone il P. Rizzo. Poi aggiunge il parere di questi sull’insegnamento della Geometria ai giovani, e  menziona una lettera del P. de Michele a S.Alfonso, in cui gli fa sapere che il suo fretello sta prossimo alla morte e lui deve rimanere a casa per molti imbrogli. (1763.08.17) – 0811, 0586

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A:  Andrea Caruso, canonico – Direzione spirituale. Abbia pazienza: non sempre si può navigare vento in poppa. Sia fedele ai suoi esercizi divoti. Aspetta le due copie dell’opera del P. Meo sulla Comunione frequente: quando gli saranno capitate ce li manderà. (1764.06.11) – 0811, 0588

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A:  Andrea Caruso, canonico – Prega di procurargli 4 Messe, e di fare le sue parti col Canonico Teologo e con il Sig.re Primicerio. (1764.01.20) – 0811, 0587

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Sulla sua salute e sul suo stato d’animo. (1765.08.13) – 0811, 0589

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Ripete quello che ha scritto al P. Caione sui dati per scrivere la vita dei Redentoristi e per la cronaca. Ripete che lui non può scrivere la vita del Fratello Gerardo. La prega di invare subito il P. Meo in Montefucoli, dove è sperato con ansia. (1766.03.17) – 0811, 0591

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Annunzia che il 5 settembre s’apriranno i S.Esercizi per gli ecclesiastici e per i galantuomini. Prega lo faccia pubblico costì. Chiede notizie sul Vicario. (1766.08.19) – 0811, 0592

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Su un figliolo di Leggiadri raccomandato dal Canonico, che non può essere ricevuto. Chiede che faccia ricercare nell’archivio vescovile nel patrimonio del suo zio (Canonico Michele Rizzi) se sia stata assegnata una vigna con canneto. Saluta D.Gennaro. (1768.06.29) – 0811, 0593

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Sul figliolo raccomandato dal Canonico: non aveva la scienza dovuta. Prima dunque gli faccia un esame, e  se dall’esame vede che può passare se lo mandi; altrimenti lo faccia trattenere. (1768.09.13) – 0811, 0594

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Don Salvatore – Copia manoscritta di 4 lettere con data 1758.08.13; 1759.02.11 scritte a D.Salvatore, da Deliceto; altra lettera senza data né luogo, e quella quarta, scritta da S.Angelo con data 1768.11.27. Tutte sone lettere di direzione spirituale, con esortazione alla santità. (1768.11.27) – 0811, 0595

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Fa l’elogio del Padre che invia, ma non dice il nome. Saluta D.Michele e D.Gennaro. (1769.05.07) – 0811, 0596

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Nella lettera scrita a D.Costanzo indica come gli ha da mandare le lettere. Si faccia animo. Godo che D.Michele Pasquale e D.Gennaro amano Dio. (1769.05.29) – 0811. 0597

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, Canonico – Sulla salute del destinatario Canonico Andrea, di D.Gennaro e sua. Sui librettini che Andrea domandò al P. Picone. La prega di far cercare nell’ archivio vescovile se nel patrimonio di suo zio canonico Michele Rizzi si è segnata una vigna, di cui non ha ricevuto notizia. (1769.07.31) – 0811, 0598

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Lanni, Costanzo – Se VS ha giudizio darà un calcio al mundo. Esortazione a conservare la vocazione. Riguardo al proposito di prima prendere il sacerdozio e dopo entrare nella Congregazione, veda che questo non gli faccia perdere la vocazione. Saluta al figliolo che anche vuole entrare nella Congregazione e gli dica che gli scriva spesso. (1770.02.17) – 0811, 0599

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Sugli esercizi spirituali. Può inviare il suo nipote. Lamento senza caggione di Monsignore. Si manda il compendio della Morale i S.Alfonso. Non hanno i libri della Vera Sposa. Crocifissa stia crocifissa: così si farà santa. (???05.18) – 0811, 0601

 

Rizzo, Giovanni CSSR      ” A: Andrea Caruso, canonico (?) – Ricorda la canzoncina di S.Teresa: Bel patire, patire per Dio.//bel morire morir nel Signore.//Io ti abbraccio buen Redentore,// per morire abbracciato con Te””. Lettera di direzione spirituale. Menziona poi suor Crocifissa e la esorta ad accettare la volontà divina. (???10.15) – 0811, 0602″

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Andrea Caruso, canonico – Sulla sua venuta: si scusa di essere partito senza dire niente. Doveva obbedire subito. L’invita a venire per pocchi giorni. (1751 dopo) – 0811, 0603

 

Rizzo, Giovanni CSSR      A: Don Giuseppe Costa ? – Copia di una lettera del Rizzo a un Giuseppe, in cui risponde a un dubbio di coscienza e gli da delle norme spirituali. (@) – 0811, 0608

 

 

Romanzi, Francesco Ubaldo Maria vescovo di Lacedonia               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Con piacere ho rilevato dalla sua..”” il decreto del Papa sulla Messa e Officio dell’Immacolata. Lo chiederà a Roma. Ha gradito il decreto di beatificazione di Alfonso di Liguori. () – 0802B, 0430″

 

 

Rosati (?), Ignazio (?)      A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – Scritura per me indescifrabile () – 0802B, 0342

 

 

Rossi, Casimiro arcivescovo di Salerno   ” A: Fiocchi, Carmine – Bolla dell’ordinazione al diaconato di Carmine Fiocchi. Dietro S.Alfonso annota propria mano: “”Bolla Diac.to di D.Carmine  Fiocchi””. Firmano l’arcivescovo e il prosegretario Joseph de Luvvis (?). C’è sigillo. () – 0809C, 0550a”

 

 

Rossi, Casimiro arcivescovo di Salerno   A: Amarante, Biagio CSSR – Bolla del diaconato conferito al suddiacono Biagio Amarante. Sigillo. Firme autografe del arcivescovo Rossi e del segretario Giuseppe Maturi. (1744.03.21) – 0813, 0621

 

 

Rossi, Francesco Saverio CSSR    A:  – Diverse carte manoscritte che contengono sentimenti e pensieri  e norme di direzzione spirituale (17580118) – 0810,0565

 

 

Rossi, Francesco Saverio CSSR    A: Alfonso Maria de Liguori – Fotocopie di 12 lettere scritte dal P. Rossi a S.Alfonso e di 3 lettere scritte da altri a S.Alfonso sulla malatia del P. Saverio. () – 0810,0566

 

 

Rossi, Nicola Maria          A: Liguori, Alfonso Maria de – Fotocopia. L’originale è stato trasferito a EadSA, 432bis. Mandato di procura. () – 0802B, 0241

 

 

Rossi, Saverio CSSR         A: Petrella, Pietro Paolo CSSR – Lo consola ed esorta a ofrire a J.C. le sofferenze, e continuare così lo sforzo per arrivare alla santità.. (17551120) – 0810,0563

 

 

Rota, Niccola Maria         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ricevo due vestre, un’altra del P. Ludovico, e l’altra di D.  Giovanni Ferrante””: Mons. Dumas gli fa sapere che “”D.P. non  vuole contentarsi di una sola stanza, e perciò rimane tutto  sospeso.”” () – 0802B, 0416″

 

Rota, Nicola Maria           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Sabato mi pervennero due vostre…ai quali rispondo””: sul P. D. Ludovico. Lasciare l’affare in mani di Mons. Dumas. Su D.Giovanni Ferrante. (Sembra affare di famiglia). () – 0802B, 0415″

 

 

Ruggiero, Nicola P O       ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”V.R. ha consolato tutti”” (Scrittura molto difficile di capire.Nella Pasqua de 1699 il Capitolo nominò P.Falcoia Superiore si S.Balbina a Roma). () – 0801, 0034″

 

 

Russo, Maria Giuseppa ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ho ricevuto una sua stimatissima””: ringrazia questa lettera, che l’ha consolato. Chiede che le cerchi un monastero. () – 0802B, 0351″

 

Russo, Maria Giuseppa ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Dopo l’arrivo di VR. in costì”” ha saputo che non vuole più il suo zio intrigare nell’affare [del monastero?] per caggione del mal procedere di sua madre. Supplica che non l’abbandone. () – 0802B, 0358″

 

Russo, Maria Giuseppa ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Per pietà zio mio non mi lasciate in abbandono”” Gli manifesta la desolazione spirituale in cui si trova, e gli chiede aiuto. () – 0802B, 0354″

 

Russo, Maria Giuseppe (nipote) ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Zio carissimo, io in sentire per bocca del mio fratello””: esprime i suoi sentimenti. Lo aspettano a Canosa. (Lettera familiare) () – 0802B, 0344″

 

Russo, Maria Giuseppe nipote (di Tannoia)          ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre e zio mio, io vivo un poco aggitata d’animo””: manifesta che il suo confessore la priva dell’assoluzione quando si confessa e soltanto se la imparte ogni due e più mesi. Chiede cosa fare. () – 0802B, 0352″

 

 

Russo, Paolo CSSR Fratello (?)    ” A:  – “”Il fu P. Tannoia…pochi giorni prima di morire””: si racconta ciò che Tannoia disse al Fratello Paolo Russo che l’assiteva, sulla sua vocazione alla CSSR. Si aggiungono altri 2 fatti. () – 0802B, 0450″

Documenti Primi Padri

- S -

S

Sacerdote, (firma indecifrabile) ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Consegnata (?) la vostra carissima a 5 del corrente, è  pervenuta nelle mie mani questo di 11 Aprile con la posta””: decisione della S.Congregazione sulla potestà del vescovo di concedere nelle chiese non parrochiali la reserva del Santissimo soltanto per l’adorazione. Altro scrupolo: teme incorrere in simonia si viene nominato rettore di una chiesa por raccomandazione di Tannoia.Non ha risposto alle questioni propostigli. () – 0802B, 0418″

 

 

Saggese, Saverio              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Resto sommamente tenuto”” Ringrazia la vita “”della mia  penitente”” che gli ha inviato e domanda diverse spiegazioni. () – 0802B, 0272″

 

 

Sampers, André CSSR    A:  – Missioni dei Redentoristi in Calabria dirette dal P. Carmine Fiocchi, 1763-1765. () – 0809C, 0548

 

Sampers, Andrea CSSR  A:  – 1.-Fotocopie del Capitolo XV delle Regole dei Pii Operai per le Missioni e missionare approvate dal Capitolo Generale, comparate con gli Statuti della CSSR sullo stesso argomento.  2.-Note del P. Sampers a altri per la pubblicazione nello Spigilegium Historicum delle menzionate Regole. () – 0801, 0051

 

 

Sanchez de Luna, Isidoro arcivescovo di Salerno A: Caprioli, Pasquale Maria CSSR – Ringrazia gli auguri di Natale. (1770.12.20) – 0822, 0755

 

 

Sansone, Nicola ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Mosso, non che spinto da un’interna devozione””: gli invia una poesia scritta in lode “”del beato nostro Mons. Liguori””, e gli chiede di “”corrigerne gli errori””. () – 0802B, 0309″

 

 

Santoli, Vincenzo Maria ” A: [Tannoia, Antonio Maria CSSR] – “”Ricevei per mano di Fratello Pietro una sua gentilissima, in  data di 15 decembri dell’anno scorso, la dissertazione dell’  Emo. Zelada e la monetina di Brindisi””. Chiede di inviargli le monete duplicate di Caro, di Severino e quella di Massimino. () – 0802B, 0371″

 

 

Santoro, Antonio Maria vescovo di Scala               ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Dalle Religiose di questo Monistero del SS.Salvatore mi è  stato presentato l’accluso memoriale””: le monache chiedono l’intervento del vescovo di Scala presso Mons. Falcoia, allo scopo di ottenere che questi continui la direzzione del monastero. Domanda che gli fa Mons. Santoro. () – 0801, 0039″

 

Santoro, Antonio Maria vescovo di Scala               ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Non posso abbastanza esprimere””: sulla salute di Mons. Falcoia. Gli fa sapere che ha approvato le Regole delle Suore di Scala. () – 0801, 0037″

 

 

Santoro, Carlo Maria arcivescovo di Bovino         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevei la sua lettera””. Sull’Immacolata Concezione. Gli domanda di chiedere a Roma la concessione dell’ Officio e Messa dell’Immacolata per l’arcidiocesi. () – 0802B, 0425″

 

 

Santoro, Muzio CSSR Studente  A:  – Notizie di detti e fatti di Villani. () – 0803, 0191

 

 

Sarchiani, Giuseppe       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Recapitatomi ne’ passati giorno il Tomo…lo presentai  mercoledì scorso alla R. Società Economico-Agraria..”” L’opera è stata accolta con pieno gradimento. () – 0802B, 0439″

 

Sarchiani, Giuseppe       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”Per mano di S.E. il Sigre Duca””: gli fa sapere che ha ricevuto la sua opera sulle api che invia in dono all’Academia Economico-Agraria. Ringrazia. Farà la presentazione, insieme con la lettera che l’accompagna. () – 0802B, 0440″

 

Sarchiani, Guseppe        ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Napoli. – “”La R. Socierà Economico- Agraria””: manifesta che la Società lo ha scelto come Socio e gli invia il diploma. () – 0802B, 0441″

 

 

Sartoro, Antonio              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR (?) – “”Sono nel dovere di vivamente ringraziarla per li semi degli  eccellenti fiori favoritimi””: Sull’incisione seguita nel Bosco di Cervellino: racconta quello che è successo: due sono stati feriti. () – 0802B, 0275″

 

 

Scala, Fra Andrea Ferdinando carmelitano           ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Benchè (?) non abbia io merito alcuno presso Vs.Illma”” :Auguri di buon anno. Chiede il favore di destinare uno dei suoi sacerdoti al servizio della diocesi di Tivoli. () – 0801, 0040″

 

 

Scibelli, Paolino ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Con molto mio discapito, rispondo alla sua””: riguardo a una somma di 200 docati offerti, ma poi negati. () – 0802B, 0120″

 

 

Seluca (?), Benedetto(?)              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR (?) – “”? a V.R. un altra mia””: Poco leggibile. () – 0802B, 0338″

 

 

Sorrentino, Ignazio CSSR              A: Innominato: Tannoia? – Narra ciò che sa sulla vita e virtù del P. Giovanni Rizzo (1778.06.05) – 0811, 0605

 

 

Spani, Stefano Gennaro vescovo di Minervino   A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale – Ringrazia la missione, esprime la sua condoglianza e indica il luogo dove è sepolto P.Gayano, che era superiore nella missione. (1770.12.27) – 0833, 1020/c

 

 

Spinelli, Cardinale Giuseppe arcivescovo di Napoli           ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”La cultura della moltissima gente abbandonata di molti casali  della mia diocesi””: chiede a Falcoia di inviare a Napoli a Alfonso de Liguori con alcuni suoi compagni per l’evangelizzazione dei casali. () – 0801, 0042″

 

 

Spinelli, Francesco canonico       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Il cielo esaudí i miei voti””: è arrivato a Napoli, ha consegnato la lettera a Tommaso di Foggia. Sulla stampa dell’Officio e Messa della B.Vergine Maria. Per adesso mille copie. Chiede il parere di Tannoia e del P. De Paola. () – 0802B, 0396″

 

 

Staidel, F B Ma  ” A: Corvinelli, Francesco Maria – “”La Riverenza sua””: ha fatto tutte le diligenze, ma non ha trovato niente riguardante il beato Benvenuto. () – 0802B, 0190″

 

 

Studenti Redentoristi di Caposele            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR, Maestro dei novizi in Ciorani – “”Ardemus desiderio omnes””: invito ad andare a Caposele. Scritto in lingua latina. Manifestano le ragioni di tale invito. () – 0802B, 0092″

 

 

Suor Maria Nicoletta, del Santissimo Sacrame di San Giuseppe       di Fisciano     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Testifico anche con giuramento””: predizioni fatte da S.Alfonso, prima del vescovado, alla religiosa Maria Teresa del Paradiso, che temeva di devenir cieca: Il P. Alfonso di Liguori le feci sapere che non perderebbe la vista, ma che si preparasse a soffrire altri travagli. In fatti la religiosa non perdè la vista, ma dopo li venne una cancrema nel petto, che dopo molti anni di patimento la privò di vita. () – 0802B, 0306″

Documenti Primi Padri

- T -

T

Tafuri, Ildefonso celestino           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Li fo sapere””: che è arrivato a Napoli. Gli descrive la sua vita quotidiana e chie de consiglio. () – 0802B, 0103″

 

Tafuri, Ildefonso celestino           ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”La notizia della supposta e falsa sua morte””: direzzione spirituale. Chiede aiuto in una tentazione. () – 0802B, 0104″

 

 

Tagliato, Pulci-Doria Domenico Saverio vescovo di Ariano o    Vitale Tommaso ? ” A: Un missionario di Deliceto (?) – “”In esecuzione degli ordini…di V.R.””: indica come ha fatto noti gli essercizi per i chierici. () – 0802B, 0187″

 

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: ? – “”Non è vero che non si vuole exequatur””: sull’affare del Regolamento. () – 0802B, 0239″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Amati, Francesco CSSR – “”Padre mio: Sento da V.R.,lo sento da Ciorani e lo sento anche  qui, che io abbia tradito l’Istituto in occasione del  benedetto Regolamento, che si è presentato alla M. del Re””. Si difende da questa accusa; espone come ha agito in questo affare. () – 0802B, 0238″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Quello che il titolo indica. Opuscolo manoscritto ancora in forma di bozze, scritte da diverse mani con emendamenti di mano di Falcoia. Espone l’origine e memorie di Bovino: la sua evangelizzazione, l’elevazione a vescovado e l’iterruzzione della diocesi; la storia della città ecc. E’stata inclusa una lettera di Vincenzo Maria Palomba a Tannoia riguardante 3 vescovi di Bovino, con un foglio di notizie sulla città. () – 0802B, 0071

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Avvocato di Roma – “”Forse [ha] potuto sapere dal nostro P. Cardone””: che si ritrovava faticando nella vita di Mons. Liguori. Risponde a quello che affermano per ritardare la stampa della vita e prega al avvocato se si possa o no incaminarsi la stampa:lui è cadente e vorrebbe vedere fuori questa vita. () – 0802B, 0386″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – a)-Regole della Congregazione di Preti di S.Filippo Neri (fondata in S.Maria Greca). 18 pp.  b)Appendice: sulla vita del canonico La Monica. 4 pp. () – 0802B, 0298

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Corrado, Giovanni CSSR Vicario Generale – “”Padre mio: per amore di Gesu Cristo prego non toccare i  vocali””. Sistemare le cose in Capitolo.  Nello stesso foglio c’è la risposta, senza firma. Spiega cosa gli ha detto. () – 0802B, 0363″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Molti fogli e pezzi di foglio con note diverse, difficili da leggere, per conferenze o scritti. Divise in 4 cartelle. () – 0802B, 0070

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Angialli, Geronimo – “”Mando apposta Fratello Agostino””: a ricevere il denaro che gli ha chiesto e che sarà restituito. Dietro si legge la ricevuta del Fratello Agostino Salvadore CSSR, data il 08.05 1777, con la sua firma e quella del testimone Giuseppe Pressi. () – 0802B, 0184″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Note incompiute sulle api. () – 0802B, 0072

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Vincenzo – “”dal S. Duca di Accadia vengo applettato (apprettato=stuzzicato)””. Assilato dal Duca per l’estrema penuria di pane nella sua terra, chiede a Vincenzo di cercare quella quantità che si può e fargli sapere il costo. () – 0802B, 0118″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – a) Lettere (a un Padre) in cui annunzia l’opera scritta.  b) Titolo con diverse note.  c) Introduzione  d) Indice di XXIII Capitoli   Manoscritto in 7 fascicoli e 298 pagine, con agiunte e correzione in pezzi di carta. Tutto manoscritto da diverse mani. () – 0802B, 0195

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Amati, Francesco CSSR – “”Padre mio-Come Deputato di questa casa, prego di far sentir a  Monsig.r n.stro P. le seguenti sentimenti, che sono communi a  tutti.”” P.Majone parte per Roma, per difendere il suo Regolamento. Ma non si deve accettare nessun cambiamento alle Regole. Sui Consultori di S.Alfonso, specialmente Cimino. Sul voto e giuramento di perseveranza constitutivo della Congregazione. Ricorrere al re per dimostrare il tradimento di Majone e Consultori. Sul sconvolgimento dell’Istituto. Se Alfonso vuole obbligare i congregati ad accettare il regolamento, quelli della Romagna potranno eleggere il legitimo Rettore Maggiore. () – 0802B, 0214″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A:  – Due opuscoletti: a) “”Ossequi da farsi il di 25 di ogni mese al  Sacro Cuore di Gesù Bambino da Novizi della CSSR””. Abbozzo.   b) Venticinque del Re dei Cori””: copia del precedente con pochi emendamenti. Scritura diversa. () – 0802B, 0064″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Note manoscritte per la storia della casa e chiesa di Deliceto. () – 0802B, 0194

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR – “”Si era stimato di levarsi il campo…”” Ma adesso considerano che si debba mantenere e anche acresscere. Espongono le ragioni. () – 0802B, 0293″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR Vicario Generale. Nocera. – “”Dal P. Corrado sarà informata delle cose di qui””: Si difende dalle accusazioni fattegli di riforme fatte con intelligenza del vescovo. Poi sulla professione di un giovane novizio. () – 0802B, 0144″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore (?) – “”L’aver V.R. differito di dare la supplica per l’Officio e  Messa nel mese di settembre mi fa trovare in tale imbarazzo  che mi serve per una febre maligna””: Per questa ragione è stata sospesa la stampa e lui deve risarcire i danni ai PP. Osservanti. () – 0802B, 0420″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: “”Padre mio”” (?) – “”Padre mio, quanto mi consolò la sua del 29 settembre””. Rispose subito. Ma non ha ricevuto la risposta richiesta. Stato presente della Congregazione. I Consultori Generali. Appoggio del vescovo di Capua. I voti e giuramento di perseveranza. Sul P.Leggio in Roma. () – 0802B, 0232″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: [Superiore di Nocera ?] – “”Mi dimenticai lasciarvi le chiavi della casa””. I Fratelli Andrea e Luigi sono partiti da Ciorani senza parlare con Tannoia. Ha lasciato una cioccolata: indica cosa fare. Include una lettera per Fr. Casella (?), riguardo alla pisside. Sui novizi e la morale. Su Francesco Giove in Corato. P. Ferrara. Parere di Villani sul Fratello Fin?..Sul P. Fiochi () – 0802B, 0320″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A:  – a) Notizia sulla chiesa: p.1-7. Fondazione dei Redentoristi in Deliceto e restauro delle chiesa.  b) Inno in onore di S.Maria della Consolazione: p.7-11.  c) Appendice: Raguaglio della chiesa di S.Maria dell’Ulmitello, beneficio unito a S.Maria della Consolazione. P.11-23.  d) Nel 1745 disegno di rincorporazione di S.Maria dell’Ulmitello a S.Maria della Consolazione, per rassegna di quel beneficio fatto dal canonico Antonio Maffei in mani del vescovo Antonio Lucci, il quale l’incorporò a S.Maria della Consolazione in persona di Alfonso de Liguori e dei sui congregati. P. 23-34.  e) “”Memoria riguardante il collegio della Consolazione, in  Deliceto””: storia del convento. P. 35,36 () – 0802B, 0196″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Totta (?), Nicola – “”Dico io qui sottoscritto aver ricevuto ad imprestito del S.D.  Nicola Totta (?) docati ducento””. () – 0802B, 0215″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Novizi CSSR –  a.-Il Sacro Baciamano (52 + 20 pp. due copie): “”Il Sacro Baciamano al Verbo in Carne Gesù Bambino da farsi nel dì XXV di ciascun mese per tutti i dodici mesi dell’anno in memoria del suo Natale proposto dai novizi del SS.Redentore a tutta la gioventù religiosa. 1754″”. Ci sono due esemplari: nel primo si espongono le ragioni e modo di questa celebrazione (52 pp.), nell’altro si espongono i riti da seguire e il testo di questo baciamano (12 p.).   b.-Misteri che si contengono in questo Baciamano (12 p.). Primo mistero: “”Aspettativa  del Verbo Eterno””: si sviluppa questo argomento. Non si tratta in questo documento di altri misteri.   c.-“”Miscellanea di devozioni fatte per commodo dei novizi in  onore a Gesù Bambino”” (34 pp.): Officio di Gesù Bambino. Invito al Verbo Eterno pel  tempo del Sacro Avvento. Diverse coroncine.   d.-Ossequi divoti (36 pp.): spiegazione di diversi ossequi. Via Nazaret (20 pp.).   e.-Disposizioni al Sacro Baciamano per la notte di Natale (8 pp.): Considerazioni sull’avvento come preparazione al Natale ed esercizi di pietà. () – 0802B, 0060″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Parente in Roma – “”Parente caro: Nella folla dell’impicci non posso ritrovare la  sua lettera””: sullo smaltimento dell’opera Feudale di Cappello, amico di cuore. Domanda notizie del Papa, di Germania e della “”consaputa causa””, () – 0802B, 0263″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Monaca (di Scala) – “”Da molto tempo che ricevei””: l’esorta ad avere fiducia in Dio e vedere in Dio la sua infinita bontà. Saluta alla Madre Emanuele, M. Cherubina, M. Anna e chiede che facciano una novena a S.Luigi a sua intenzione. () – 0802B, 0087″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR. Napoli. – “”Lunedì mi ritirai””: rapporti sui ammalati: di lui, per un mese e dei novizi Fratello Cappucci e Fratello Monaco. Riferisce un prodigio successo nella chiesa di S.Michele nel Gargano. () – 0802B, 0284″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Di Costanzo, Giovanni Battista CSSR – “”Padre mio, io vi sto assedindo””… Sull’effetto giuridico degli oracoli viva voce del Papa, secondo P. Cardone. Sull’unione. Sul Superiore Generale per tutta la Congregazione. P. Villani è già cadente; ci sarebbe pericolo di nuova divisione. () – 0802B, 0330”

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  –            a) Quaderni: a.1758 (?)   1)- Coroncina al Cuore di Maria da farsi ogni sabato. 6 p.   2)- Modo di recitarsi la coroncina del core di Maria. 4 p.-   3)- Novena a Gesù Bambino e Novena del SS.Natale, che si farà      a Maria Santissima. 4 p.   4)- Novena di S.Giuseppe. 8 p.         b)-Foglio e quaderno:      1)- Coroncina in onore di S.Valentino…che si recita in nove   giorni… 4 p.   2)- Coroncina per la Novena precedente alla testa del glorioso  martire S.Teodoro. Maggio 1788. 16 p. () – 0802B, 0065

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Archidiacono (Palute?) – “”Mi ritrovo””: con il compito data dal vescovo di Bovino, di comporre la serie cronologica dei vescovi di Bovino, per cui gli domanda la cortesia di invirgli, se si trovano, i nomi di vescovi di Bovino e accenni a questa diocesi.Su S.Marco Africano, vescovo di Bovino. “”Oggi appunto ho terminato di  tessere la Vita di S.Benvenuto Protettore di questa Terra””. () – 0802B, 0192″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Mautone, Francesco. Deliceto. – “”Caro D.Ciccio: la sua (?)  vi è ricevuta dal P. Rettore in  punto che stava concertando di mandare costì Agostino””: sta cercando un po di denaro in prestito, perchè con il denaro pervenuto dagli Esercizi si sono cancellati i debiti precedenti. Per mancanza di denaro non puo servirla. () – 0802B, 0210″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Sette documenti senza autore nè data, tranne uno.    1.-Lettera a Tannoia sui sacerdoti Vincenzo e Francesco Loyodice.     2.-Lettera a Tannoia: conti con Fratello Giuseppe (Iliceto). Dietro si legge l’ordine del giorno della comunità d’Iliceto. Perchè si cita il P. Errico, questo è posteriore al 1844.    3.-Una consacrazione alla Sma. Vergine. La scrittura non è di Tannoia.    4.-Rapporto su un congregato a novizio sconosciuto.    5.-Scritto (o lettera) riguardante le norme sugli oratori privati.    6.-Lettera di direzione spirituale da un ignoto al P.Tannoia(?)    7.-Soneto sulla morte. C’è la firma P.P.n. () – 0802B, 0073

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Diverse accademie degli anni 1755 e 1756: sulla carità fraterna, l’obbedienza, la modestia, la povertà, la fede, l’orazione, raccoglimento… () – 0802B, 0061

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A: Orfane di Corato – a)-Regolamento giornale per le figliuole orfane della città di Corato. Fascicolo di 22 pp.  b)-Stabilimenti per l’immissione delle zitelle orfane di Corato. 10 pp.  c)-Regole per la casa delle orfanelle di Corato. 8 pp. () – 0802B, 0295 a-b

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Zuccari, Filippo avvocato – “”Se dico che partì da Roma molto afflitto””: sul modo come era stato interpretato l’operato suo nell’ affare della Congregazione, tacciato di traditore. Riunita la comunità nella stanza di Villani, spiegò il suo operato e così confutò le lettere di Frosinone contrarie all’unione; e si parlò dell’elezione di un solo Superiore Generale per tutta la Congregazione. Ringrazia l’operato decisivo dell’avvocato. () – 0802B, 0334″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Tortora Gennaro – “”Avendo io dovuto partire per Foggia””: gli fa sapere che ha dovuto licenziare da Deliceto gli ordinanti perché non c’era predicatore degli esercizi. Lo spiega. () – 0802B, 0264″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: D.Vincenzo – “”Si prega il Sig. D. Vincenzo per quiete di sua coscienza  innanzi a Dio””: consiglio sul modo di procedere nel Regimento. Aggiunge sotto il P. Sosio Lupoli CSSR, che “”questo è ancora  sentimento mio e dei Padri…”” () – 0802B, 0322″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Pasquale, B. – “”un motivo di pietà mi obbliga ad incomodarla””: chiede la esenzione dalla milizia urbana di un giovane nativo di Vallata, figlio di una vedova “”unico sostegno di tutte le sue  speranze””. () – 0802B, 0166″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Basso, Cesare. Castello. – “”Prego avvisarmi””: chiede se ha ricevuto un memoriale che doveva inviargli la Principessa. () – 0802B, 0312″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Agente o avvocato di Roma – “”Sono a cercarvi un favore, che non potete negarmi””: chiedere per la diocesi l’Officio e la Messa dell’Immacolata concesso già ai PP.Francescani. () – 0802B, 0419″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Novena di Natale: abbozzi originali di Tannoia (24 pp). Invocazioni al Bambino Gesù. Documento inviato dalla Sicilia (Palermo?) nel 1892, sulla celebrazione del Natale dai pagani e poi dai cristiani. Non si dice se è opera di Tannoia o soltanto inviata dal P. Impiduglia a Tannoia e copiata. La transcrive P. Boddeke in Appendice del suo opuscolo, p.338 (segnatura 0067). () – 0802B, 0062

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Religiose di S. Rosa di Conca – “”A voi molto Reverende Madri di codsto V. Monistero di S.Rosa  di Conca””: invia una coroncina in onore di S.Barnaba, composta da lui. () – 0802B, 0289″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Maffei, Antonio. Iliceto. – “”Legga con secretezza””:… In tutti i conti voglio salvo il  figliuolo di Peppe Antonio di Blasio che sta in Bovino””. Fa l’elogio del giovane e chiede l’appoggio di Maffei presso il Governatore. () – 0802B, 0370″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Mazzini, Giovanni CSSR. Nocera. – “”Viene costì Fratello Francesco”” a chiedre consiglio. Ha scritto al P. Vicario (Villani), ma non ha avuto risposta, per cui invia Fratello Francesco a Nocera per risolvere là il suo problema. () – 0802B, 0317″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Lacerra, Pasquale CSSR – “”Padre mio, sento quanto V.R. mi dice…Le accludo la supplica  e la prego a far presto quanto più le sia possibile””. () – 0802B, 0336″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A:  – Inno:”” In honorem S. Benevenuti. Sapphicum.”” Officio del Beato. () – 0802B, 0168″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Zuccari, Filippo – “”Le comuni angustie, stimatissimo Signor D. Filippo””: sull’affare della CSSR: decisione dei Consultori di rimetterlo al Cardinale e alla S.Congregazione. Cosa si fa a Napoli al riguardo. Pianto e rasegnazione di S.Alfonso. Raccomanda a Filippo l’affare: “”Già vede che non abbiamo altri avvocati  che V.S.Ilma. Segue copia della Supplica di S.Alfonso al Papa, del 15.12.1780. () – 0802B, 0233 bis”

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: [Prefetto della S.C. dei Vescovi e Regolari?] – “”Un puro motivo di gloria di Dio””: sulla CSSR e le sue Regole. Il Regolamento, opera del P. Maione. Cambiamenti introdotti nelle Regole e conseguenze. Maione va a Roma. Chiede che se si presenta nel nome della Congregazione e di Mons. Liguori qualque supplica, prima di risolvere si faccia inteso di tutto il Procuratore Generale della Congregazione (P.Tannoia). () – 0802B, 0216″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Diverse poesie manoscritte: alcune del P. Tannoia, secondo la scrittura; altre copie di diversi autori, che non si nominano. Ci sono 31 fogli e 9 pezzi di carta.Sono poesie o versi al S.Cuore, alla Sma. Vergine, al Bambino Gesù, a S.Luigi Gonzaga ecc. () – 0802B, 0066

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Un canonico – “”…sono già molti giorni””: scrive la vita dello studente Redentorista Gaetano Gaudioso (morto a Cava dei Tirreni il 10.05.1757, professo il 09.05.1757). Indica ciò che le manca per finirla e gli chiede delle notizie al riguardo. () – 0802B, 0100″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Amato, Francesco CSSR Consultore Generale – Abbozzo di lettera, che comincia: “”Padre mio: se io volevo  scrivere intese le parti, la storia del nostro Venerabile non  si sarebbe mai perfezionata””. Spiega come ha proceduto per raccontare la storia della divisione: “”Me prefissi la verità,  non gia la menzogna, e non offendere per quanto poteva i  particolari e specialmente il P. de Paola””. Lettera molto importante per la storia del Regolamento. () – 0802B, 0410″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Caposele. – “”Pe.mio- Scrivo in…?. Scriverà al Sig. Verzelli. Ringrazia le notizie trasmesse. Sul P. Viva. Sull’aggiunta di due legende nella vita del Fr. Gerardo. () – 0802B, 0321”

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: D.Giovanni – “”Caro D.Giovanni- In casa vi sto io solo infermo circondato da  vissicanti, ed il solo P. Gallo””. Afflitto perché non puo soddisfare le domande di apostolado. Aspetta i Padri da Martina e si arrivano a tempo, potranno fare la rinovazione di spirito. () – 0802B, 0185″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Della Somaglia, Mons. Giulio – “”A di 19 del cad.agosto pervenni in Nocera””: Ringrazia il suo intervento nell’affare della Congregazione e si riferisce all’unione. () – 0802B, 0335″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A: Novizi CSSR – Regolamento per i novizi: sull’ordine del giorno, esercizi da fare ecc. () – 0802B, 0059

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Principe di Castellaneta – “”La favoritissima di V.E., che ritornando in casa, ho  ritrovato sotto la data del primo d’Aprile, mi ave  estremamente afflitto, vedendo quanto sinistramente sia Ella  informata dalla nostra condotta””: sulla persecuzione di Maffei contro Deliceto e Ciorani: spiega lo sviluppo di questi eventi. () – 0802B, 0132″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A:  – “”Spectantia ad P. Joannem Mazzini””. Copia della notizia biografica del P. Mazzini, scritta dal P. Tannoia. Si aggiungono qui alcuni autografi del defunto, con autentica del P. Mathias Raus CSSR Vic.Gen., ed altri diversi. () – 0805, 0272″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Innominato – “”Canonico mio. Ho bisogno di aiuto””: per poter pubblicare la vita del canonico La Monica, Fondatore del Conservatorio di Orfane di Corato. Spiega ciò di cui ha bisogno. () – 0802B, 0303″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Biografia del canonico Giacomo Casati, benefattore della comunidad di Deliceto. Manoscritto ancora in bozze. () – 0802B, 0081

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A: Figliuole di detta Congregazione – a)-Regole per ossequiare ogni giorno il Sacro Cuore di Gesù. fascicolo.12 pp.  b)-Regole per ossequiare ogni giorno il Cuore di Gesù e di Maria Santissima. Fascicolo. 16 pp.  c)-Regole della Congregazione delle figliuole sotto il titolo del Cuore di Gesù e di Maria. Fascicolo. 12 pp.  d)-Regole da osservarsi dalle Sorelle ascritte alla Congregazione del S.Cuore di Gesù. 8 pp.  e)-Memoria per gli ascritti alla Congregazione del S.Cuore di Gesù, eretta in Pescia nella chiesa delle Religiose Salesiane. 2 pp.  f)- Diverse foglie sciolte. () – 0802B, 0296

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Blasucci, Pietro Paolo CSSR Rettore Maggiore – “”In questa Vita di Monsignore io ho camminato col passo di  piombo””. Risponde alle ragioni del P. Blasucci. Cita il parere del avvocato Calmeta e del P. Alantorelli. Non è d’accordo conla proposta di stampare un Compendio della Vita. () – 0802B, 0390″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Rettore Maggiore – “”Questa lettera va prontamenter al P. Rettore Maggiore””. Non si capisce la scrittura. () – 0802B, 0383″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Note manoscritte difficilli a leggere, su diversi argomenti, specialmente di prediche. Ci sono alcune lettere impiegate da Tannoia come carta per le sue bozze. Queste note sono state divise in tre fascicoli. () – 0802B, 0069

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Materiale per la biografia della sua madre () – 0802B, 0201

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR – “”Padre mio, da un pezzo che le volevo scrivere””: Sulla competenza dei Consultori Generali di fronte al loro Superiore Generale Vicario. Villani non può procedere contro il voto deliberativo dei suoi Consultori; debbe richiedere il parere dei Consultori nei casi determinati nella legge. Sul figliuolo del ferrajoli. () – 0802B, 0301″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Di Napoli, Giuseppe del SSmo. Redentore. Napoli. (?) – “”Il dannaro…l’avrette da D.Vincenzo””  Riceve una fede di docati 950. No ha potuto inviare Daniele, Andrea. E. venuto Nicola, (?) () – 0802B, 0243″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A: Liguori, Alfonso Maria de – Defunti, e stato di salute nella comunità. Documento trasferito al fondo alfonsiano EPASALMA, 0503: EadSA, 414. () – 0802B, 0199

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Villani, Andrea CSSR. Pagani. – “”Se stimase, fare trattenere il P. Buonopane per raccogliere  in Nocera le notizie (su Alfonso de Liguori) che non ancora ho  ricevuto dal P. Melchiona, Costanzo, Cardone, Criscuoli, Papa,  ed altri che ho posti in nota. Prodigi accaduti. () – 0802B, 0310”

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: V.Sria Illustrisima – “”A.C.-A buon conto mi è debitore il Vicariato di Venosa”” “”Mi  vien dato la notizia di essere stata già prescelta quella  Chiesa… Me ne congratulo. Invia questa lettera con il canonico Calvino, di cui fa un grand’elogio e lo raccomanda. () – 0802B, 0262”

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Mazzini, Giovanni CSSR Consultore Generale – “”Padre mio per l’affare dei travi si farà quanto VR e la  Consulta ha determinato””. Ma spiega la maniera come ha proceduto nell’acquisto del legno dell’abeto invece del castagno, non, come si dice, per vanità, ma con molto incommodo, dopo accurata ricerca. () – 0802B, 0114″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A:  – “”Qui, caro Padre, ci sono notizie della vita del Servo di Dio,  che solo queste sarebbero sufficienti a formarla. Esse sono  tutto il regolamento di vita, che ha fatto da che entrò in  Noviziato, finche morì. Prego V.P.tà a non farle perdere,  perché queste vanno un tesoro, tanto più che sono scritte di  proprio carattere, e rimetterle di unità colle altre carte,  che vi si rimettano””. () – 0802B, 0451″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Deposizione del P. Tannoia sul Venerabile Antonio Lucci. 16 pp. C’è lettera del P. Sampers Andrea al Postulatore Generale dei Conventuali, per chiedere se ci sono lettere di S.Alfonso al vescovo Lucci. Risposta negativa. () – 0802B, 0438

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: De Robertis, Celestino CSSR. Caposele. – “”Io non passo a ringraziarla per l’icomodo preso””: è stato affolatissimo. Ma se può passare costì, si abboccherà con il Sig. Rubino. () – 0802B, 0276″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Montecalvo, Antonino CSSR – “”Se vi scrivo a parte abbiate pazienza””: manifesta che P. De Paola stà contro di lui e ripete le accusazioni che gli fanno, a cui risponde dimostrando con documento che la divisione della Congregazione incominciò con l’intervento del P. De Paola contro Mons. de Liguori. Manca la firma. C’è anche qui un abbozzo di questa risposta, più lungo e più completo. () – 0802B, 0399″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Calmeta, Girolamo avvocato – “”Mi trovo compilato (?) la vita del nostro venerabile  Monsignor Liguori, che anche contiene la storia della nostra  Congregazione sino ai tempi suoi””: spiega come ha proceduto:  “”Quest’opera è compilata da me non come stratta dai Processi,  ma come coetaneo di Monsignore””. Prega gli manifesti se è possibile fare adesso la stampa di quest’opera. () – 0802B, 0387″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Abbozzo di note su esercizi di pietà. Preghiere. Sul Sacro Cuore di Gesù e il Cuore di Maria SSma. C’è un folio inviato da Sicilia nel 1792, copia di un documento che si trovava già nelle carte di Tannoia. () – 0802B, 0063

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A: Maione, Angelo CSSR – Sul mdo di procedere nella causa del Barone Sarnelli e di Francescoantonio Maffei. () – 0802B, 0169

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Novizi CSSR – “”Lascito del Padre Tannoia a’ cari Novizi del Santissimo  Redentore. Copia facta a P. Simone Boddeke””. Libro di 350 pagine. Nell’Introduzione scrive: “”Tra le varie carte del P.  Tannoia ne furon trovate non poche preziose che più da vicino  riguardano il Noviziato””. Si propone P. Boddeke di copiarle  “”con quanta maggior esattezza può permettere una scrittura non  rare volte a guisa di semplice ed imperfetto abbozzo””. Questa copia manoscritta va divisa in tre parti: 1a-Ossequi al Sacro Cuore del Regio Infante per il venticinque di ogni mese. 2a. Miscellanea di devozioni in onor di Gesù Bambino. 3a.-Culto dei Sacri Cuori di Gesù e di Maria SSma. In Appendice P. Boddeke tratta delle carte inviate nel 1892 dal P. Impiduglia, dalla Sicilia, che contengono scritti di Tannoia. () – 0802B, 0067″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Santorelli, Costantino CSSR. Ciorani. – 3 lettere sul noviziato indirizzate al P. Santorelli, Maestro di novizi, con la nota: “”molto necessarie ai Maestri di novizi  pel loro buon regolamento””.  Abbozzo di una istruzione per i novizi ( 4 pp.).  Membri 10 della comunità d’Iliceto, senza data. () – 0802B, 0259″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Notizie sulla vita del P. Margotta. Sembra documentazione raccolta dal P. Tannoia per scrivere la necrologia del difunto, seguendo le richieste di S.Alfonso. () – 0807, 0415

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Mazzini, Giovanni CSSR – Copia dell’originale: “”Per un puro scrupolo di coscienza””: presenta la rinuncia al rettorato di Deliceto. Espone le ragioni. () – 0802B, 0115″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Diverse devozioni e note di conferenze o prediche, difficili da legersi. Riunite separatamente in 13 cartelle. () – 0802B, 0068

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     ” A: Innominato (Vicario della comunità) – “”Per le missioni regolatevi””. Diversi disposizioni. Lettera del Fr. Francesco alla sua madre Chiara Nigro. Lettera a Teresa Petrella. () – 0802B, 0258″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – 4 documenti senza autore né data:   1.-Lettera sulle spese fatte in una comunità di religiose.   2.-Lettera di direzione spirituale: sul sacramento della penitenza e sull’abbandono nelle mani di Dio.   3.-A Tannoia: considerazioni sulla morte.   4.-A Tannoia: sulla convenienza di stabilire una parrocchia in una Badia soppressa (San Severino), con nota marginale di Tannoia. () – 0802B, 0074

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Materiale confuso di relazioni che riguardano il P. Giovanni Rizzo, appunti, ritagli vari raccolto dal P. Tannoia per scrivere la vita del Rizzo. (1784 dopo) – 0811, 0611

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR     A:  – Biografia del P. Rizzo, inedita, incompiuta, perché finisce con il libro primo. L’analisi di tutta la documentazione riguardante il P. Rizzo si trova scritta dal P. Michele Bianco l’anno 1966 nello Spigilegium Historicum. (1784 dopo) – 0811, 0612

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR (?)              ” A: Innominato – “”Mercoledì la sera””: comunica a un Molto Rev.Padre, l’incontro di un povero soldato francese di nome Nicola, dai Padri che erano in Iliceto (?) per un poco di sollievo, cioè PP. Amarante, Ferrara, Cajone e il Sig. Gaetano di Caro. A continuazione e retro c’è uno scritto di Tannoia (?) su un argomento difficile da leggere. () – 0802B, 0106″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR (?)              ” A: Una religiosa o novizia o candidata alla vita religiosa – “”Giacchè dunque desiderate di cuore farvi santa””: espone cosa debbe fare per arrivare alla santità. () – 0802B, 0085″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR (?)              ” A: Religiosa N.N. – Ricordi intorno ai mezzi per tendere alla perfezione. Incipia:  “”I. Avrai sempre fisso nel cuore, come per primo ed unico  principio…che tutta la perfezione cristiana consiste nella  ella virtù della carità vissuta””. L’autore di questo scritto sviluppa il principio precedente e lo applica alla vita religiosa. () – 0802B, 0086″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR ?  ” A: Amato, Francesco CSSR – “”Giacchè il cavallo non ancora è venuto e questa arriva a  tempo””: chiede due vite di S.Benvenuto. () – 0802B, 0125″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. ” A: Innominato – “”Al avantieri fui in Deliceto””: sulla formula per benedire l’acqua del Beato Benvenuto. () – 0802B, 0161″

 

Tannoia, Antonio Maria CSSR. Roma       ” A: “”Padre mio:”” ? [P. Corrado?] – “”Padre mio: Questa mattina mi sono licenziato dal Cardinale  Carrafa e dall’avvocato Zuccaro”” Aspettano conoscere e comunicare quello che sarà deciso a Napoli. L’avvocato Zuccaro avrà cura degli affari della CSSR. Sulla novena del B.Benvenuto. Sull’affare di Maffei. () – 0802B, 0230″

 

Tarchi, Michelangelo     ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Il suo pregiatissimo foglio””: transazione di Messe arretrate. Si lamenta del silenzio del neo- Vicario Capitolare Giovanni Consiglio. Sulla grazia di potersi celebrare ogni 25 nel noviziato la Messa della Natività: non la domanda, perchè non si concede. () – 0802B, 0285″

 

Tarchi, Niccolò avvocato              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Mi ha turbata…la notizia””: della grave infermità di Tannoia. Gli prega d’inviare alla Nunziatura il denaro dovuto per la transazione delle Messe arretrate. () – 0802B, 0291″

 

 

Tarchi, Niccolò avvocato              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Siccome per il canale della Rev. Fabrica””:  a) sulla transazione di Messe non celebrate dal P. NN: ricorra al Papa. b) Ha cercato la procura della rinunzia di Mons. Liguori al vescovado e lo strumento della pontificia accettazione, che g li invia.  c)-Non ha trovato la lettera di Mons. Liguori al Cardinale Rezzonico e Castelli. () – 0802B, 0300″

 

Tarchi, Niccolò avvocato              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Rispondo alla sua pregiatissima””: affare di Messe da celebrare. Sull’approvazione delle letture dell’officio del B.Benvenuto. () – 0802B, 0207″

 

Tarchi, Niccolò avvocato              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”I suoi prregiatissimi comandi””: Le lettere del Lib. X di Gregorio IX non sono state stampate, per cui non può soddisfare alla sua domanda. () – 0802B, 0198″

 

Tarchi, Niccolò avvocato              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”La premura di ben servirla””: espone il modo di procedere per l’approvazione dell’officio e Messa del B. Benvenuto. () – 0802B, 0208″

 

 

Targioni, Luigi    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Io in ogni occasione mi farò un pregio di servirla, ed al mio  arrivo in Napoli, darò corso alla Supplica di D. Croce Maria  Lorusso, che Ella mi ha accluso””. () – 0802B, 0350″

 

Targioni, Luigi    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ho sentito con rincrescimento che vi siano stati controversie  per causa del pascolo””: tra il Monastero, l’università e gli affettuari delle rendite del Real Feudo. Gli domanda di acquietare ogni pendenza tra essi. () – 0802B, 0377″

 

 

Tellería, Raimundo CSSR               ” A:  – Articolo sul testamento di Mons. Falcoia, pubblicato dal P. Tellería nella rivista Echi di Stabia. Comincia: “”Dopo anni di  laboriose indagini…abbiamo ritracciato”” il testamento di Mons. Falcoia fatto il 24.03.1743. Fa l’analisi di questo testamento. Annota che Falcoia nel testamento lascia a S.Alfonso  e la Congregazione la sua Immagine di Maria SSma.,  “”Tuttavia nel testamento non accenna Mogr.Falcoia a nessun  legame suo personale coll’Istituto alfonsiano, meno ancora a  nessuna parvenza di autorità sopra il medesimo””. () – 0801, 0049″

 

 

Termini, Asdrubal e Marin Tommaso vescovi di Siracusa                ” A: Mazzini, Giovanni CSSR – Copia della collazione a Giovanni Mazzini di un beneficio in Siracusa, fatta dal vescovo Asdrubal e confermata dal successore vescvo Marin Tommaso. “”Dilecto nobis in Cristo  filio clerico Joanni Mazzini neapolitano””. Dato il 16.12.1720, e poi dal vescovo Marin confermato il 08.05.1727. La copia notarile dell’A.G. è stata fatta il 29.06.1740. () – 0805, 0202″

 

 

Torno (Torni), Giulio Nicolò canonico      ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Mi conviene travagliare V.S.Illma con questa mia””: chiede come Superiore delle Apostoliche Missioni che ordini o permetta che D.Alfonso de Liguori, che vive sotto la sua direzione, sia presente nella prossima missione del 27 ottobre, perché il canonico D.Francesco di Rosa, segnato per dirigerla è ammalato. () – 0801, 0041″

 

 

Torres, Antonio P O         ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”A quest’hora a punto oggi Sabb.23 del corrente”” è partito per Roma al noviziato, Pietro Cavallo. Viaggiano anche a Roma D.Roberto e il novizio Farallo. Sul Fratello Nicola. () – 0801, 0021″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”è ottimo il procurar di tenere il cuore staccato da  tutto””. Sviluppa questo pensiero: lo stacco è fonte di quiete. Gli raccomanda tutti i soggetti e principalmente i giovani. () – 0801, 0030″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Ringrazio V.R. tanto per l’ottimi avviso che mi da””: Sull’opera di cui gli ha scritto Falcoia. Sull’opera che propone in beneficio delle anime da stabilire in Napoli. Una raccomandazione. () – 0801, 0029″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Mi ha consolato la sua per la quiete che N.S. li da”” Desidera la fondazione in Napoli di un seminario di retorica, filosofia e teologia per la formazione del clero secolare, secono il Concilio di Trento. Indica le ragioni e come dovrebbe essere tale seminario. () – 0801, 0028″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Godo tanto nel sentire””: Lo compatisce per la croce ricevuta da Dio. Saluti della sua sorella che vide nel monastero della Provvidenza. () – 0801, 0022″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”[Vi scribo soltanto per dirvi”” (?): Movimento di personale: quelli che debbono venire a Napoli alla fine di novembre,P.Amodio e Fratelli Mibilia e Leonetti, e quelli da chiamare dalle missioni per inviare a Roma. () – 0801, 0025″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Giesucristo sia la nostra luce e renda in misura..”” Ringraziamenti di capo d’anno. Richiesta di preghiere ed auguri. () – 0801, 0027″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Credo che V.R. si sarà quietata””: esortazione a portare con allegrezza la croce cha ha sulle spalle. () – 0801, 0017″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”La resoluzione che già aveva presa di venire in  Napoli in tempo così importuno”” gli è stata di amarezza. Rimprovera tale resoluzione, che sarebbe scandalo per tutta la Congregazione. Si penta. Come superiore cerchi l’unione fraterna e la pace di Gesu Cristo. Pazienza. La visita sistemerà tutto. () – 0801, 0018″

 

Torres, Antonio P o         ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Veramente mi ha oltremodo afflitto”” .Rimprovera il suo comportamente all’occasione della sua nomina a superiore. L’esorta alla accettazione della carica come una croce e a l’umiltà nel esercizio del superiorato. () – 0801, 0019″

 

Torres, Antonio P O        A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Fotocopie antiche delle precedenti lettere di Torres a Falcoia. () – 0801, 0032

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”La compatisco di core””. Esortazione ad accettare la carica di Superiore di S.Balbina in Roma. Maniera di comportarsi nell’esercizio del superiorato. () – 0801, 0016″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”che non si affatichi molto nel dar a conoscere la  verità delle cose accadute..”” Esorta alla pazienza nel sopportare le croci e sperare la visita canonica che farà, la quale sistemerà tutto. () – 0801, 0024″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”A chi mira le cose coll’occhiale rosso della carne e  del sangue””.. A chi mira le cose alla luce della fede, le croci appaiono piccole e leggere. Sulle croci del superiorato di cui gli scrive. L’esorta a portarle bene e a non pensare in rinunzia. () – 0801, 0023″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Con Giesucristo crocifisso davanti agli occhi””. Rassegnazione alle croci che ci vengono anche dalle calunnie, seguendo i passi di Gesucristo. () – 0801, 0026″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Giesucristo sia la nostra luce. La ?”” Sembra significato di una imagine: moltitudine di pentiti che ricorrono alle mani dei Padri per ritrovare Dio. Esortazione all’apostolato. () – 0801, 0031″

 

Torres, Antonio P O        ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – Incipit: “”Fatto Capitolo li scrisse esortandolo ad abbracciare  la croce di Giesucristo”” inviatagli non da Napoli ma dal cielo. Ma non ha ricevuto risposta. Forse per trovars  i in missione non l’ha ricevuta. Gli comanda di tornare subito in Santa Balbina. () – 0801, 0020″

 

 

Tortora ?, Gennaro         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Voglio credere che avranno finito di declamare…”” Sull’elezione di D.Giovanni (Consiglio?) nel Capitolo di Bovino. Spiega come ha proceduto lui in questa elezione. () – 0802B, 0279″

 

Tortora, Gennaro            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Vi raccomando caldamente il porgitore di questa mia””. Fa diverse domande: sui bagni, sul Fr.Pietro. “”Il Papa fin da  giovedì passato arrivò in Roma: si dice…ch’abbia ottenuto  quasi tutto dall’Imperatore…”” () – 0802B, 0265″

 

Tortora, Gennaro            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Questo Sig.e Tasoriato m’inquieta di più””: prega di inviargli la scrittura acclusa. Chiede gli invie i due processi riguardanti i due benefici dei Signori Maffei. Lamenta che Tannoia non abbia voluto visitarlo. () – 0802B, 0246″

 

Tortora, Gennaro            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Con dispiacere sento la vostra angustia””: ma non può ottenere il denaro richiesto. Spiega le ragioni. () – 0802B, 0248″

 

Tortora, Gennaro            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ecco vi mando Nicola””: per 10 giorni. Sulle bibbie per la Catedrale di Bovino. () – 0802B, 0247″

 

Tortora, Gennaro            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ho comunicata la vostra lettera a questo Sig. Agente”” il quale risponde che non può adesso compiere quello richiestogli, per mancanza di denaro. () – 0802B, 0223″

 

 

Tortora, Torchi vicario di Bovino               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”In seguito di quanto le scrissi””  Comunica che il Segretario di Stato ha chiesto all’Uditore della Nunziatura di Napoli, di informare al Cardinale Segretario di Stato su quello esposto da Tannoia al Papa. () – 0802B, 0237″

 

 

Tosques, Francesco        A: Ripa, Matteo. Roma e Napoli. – Fotocopie di due lettere di Francesco Tosques a Matteo Ripa. () – 0801, 0008

 

 

Tozzoli, Michele CSSR    A:  – Notizie biografiche sul P. Fiocchi: le sue virtù () – 0809C, 0553

 

 

Trasmonti, Luigi arcivescovo di Trani       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”In sequela della su venerata carta de’ 22 scorso Giugno””, considerati gli esposti, si dichiara disposto ad ordinare il giovane de lui raccomandato Croce Maria Lusso. () – 0802B, 0368″ 

Documenti Primi Padri

- U.V.W. -

U

Ulrich, Michael CSSR      A: Liguori, Alfonso Maria de – Copia manoscritta del testo del Regolamento che si trova  nell’Archivio Vaticano. () – 07IIA, 0109

V

Valenti, Carmelo CSSR   A: Mautone, Giuseppe CSSR – Avviso della morte del P. Pasquale del Buono il 05 aprile 1842 e cenni biografici. (1842.04.06) – 0820, 0692

 

 

Vari autori          A: Russo, Paolo CSSR – Diverse lettere ch manifestano la fama di santità del P. Tannoia:  1.-1808.03.19. Filippo Jotta.  2.-1808.03.22. ? Amato  3.-1808.03.28. Antonio Fonia (?)  4.-1808.03.29. Luigi Consigliari (?).  5.-1808.04.04. Pietro ?  6.-1808.04.16. Alessio Pollio CSSR.  7.-1808.04.20.Ottavio Gilo. () – 0802B, 0446

 

 

Varii innominati               A:  – Sulla vita e virtù del P. Villani. () – 0803, 0194

 

Varii innominati               A:  – Varie notizie manoscritte riguardante la vita e virtù del P. Rossi. (17580118) – 0810, 0567

 

 

Venera (?), Felice            ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”…Un Regolamento per gli Ecclesiastici ed il libretto di  casi morali”” invia a Tannoia e una moneta d’argento antica. () – 0802B, 0297″

 

 

Venturelli, G Nicola         ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Sento non poche lagnianze di vostra Riverenza, perchè abbia  sovvertito i Sig.ri Maffei a fare qualche attestato che aveano  promesso a favore dell’Uni[versi?]tà””. L’esorta a dire la verità e difendere la giustizia: “”I cittadini sono poveri””. Cita S.Agostino, Tertulliano. () – 0802B, 0249″

 

 

Verzella, Felice ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Nocera. – “”Io le scrissi nei Ciorani””: Gli chiede di venire a Ciorani e se non può nel giorno che gli indica, di inviarle la cavalcatura per andare lui costà. () – 0802B, 0304″

 

 

Vigilante, Costantino vescovo di Caiazzo               ” A: Falcoia, Tommaso Vescovo di Castellamare – “”Credendo già palesata a V.S.Illma. dal Sgr. D. Alfonso di  Liguoro””:   domanda una fondazione della CSSS nella sua diocesi. Nello stesso foglio si trova l’abbozzo di risposta di Falcoia, pubblicata dal P. Gregorio. Nella 4a pagina si legge una nota su questa lettera che sembra di mano di S.Alfonso. () – 0801, 0036″

 

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria – “”Grande è stata la consolazione mia e di tutta cotesta  communità nel sentire effettuata la fondazione di Caposele””. Ringrazia i sacrifici fatti da lui, l’invita a ingressare nella Congregazione: “”che in questa Cngregazione è vero che  non ritroverà ne robbe ne onori, ma vi ritroverà Giesu  Cristo””… () – 0803, 0010”

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, già per grazia del Signore, martedì si  tratò la causa del Barone di Ciorani””: comunica quello che ha saputo sull’affare. (Lo scorrimento dell’inchiostro rende difficile la lettura. () – 0803, 0130″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR Rettore in Caposele. – “”Dio sa quanto mi è dispiaciuto il sentire le sue  indisposizioni””. Lo invita a venire a Ciorani a riposarsi per alcuni giorni. Non si dimentichi dei novizi. () – 0803, 0012″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Caro Padre, già si è fatta la minuta del Sig. Arciprete.  Sta  in mano del Sig. Vicario””. Si tratta della fondazione di Benevento: contratto con la Curia. Domanda Villani a Margotta quando può venire in Benevento. Affare di denaro e d’acquisto di roba da mangiare ecc. () – 0803, 0024″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, la prego a stare attento a non ritenere  seminaristi se ‘ non ci è il consenso e piacere dei vescovi. Circa candidati esaminati: di Contursi e di Eboli. Circa il Fratello [Francesco Domenico] Pascale, non lasciarlo partire. Notizie dalla Calabria: sul terremoto. () – 0803, 0131”

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre Rettore mio, VR si lamenta ed io lo compatisco, ma non  posso aiutarlo””. Abbia pazienza e aiuti la barca come si può. Si devono farsi l’esercizi alla Brigata. Circa i novizi. P. Pavone non è andato in Roma. Morte del P. Costantino Santorelli in Napoli nella notte del sabbato 1 marzo. () – 0803, 0132″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, condispiacere ho inteso la dismitt.a (?) de PP.  Mandarini dalla città di Lucera: ibi faccievano del bene””. Circa il P.Costanzo, Mons. nostro gli scrive una lettera per chiedere di portarsi costà. “”Essendo eletto vocale VR venga  senza meno””. Due cadetti della Brigata vogliono ingressare: hanno già il permesso reale. Circa il P. La Piccola, si parlerà nell’assemblea. Sulla sajetta. () – 0803, 0138″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “” ho ricevuto il libretto coll’altre cose””. Ringrazia. Chiede Offici e Regole, e altri oggetti di pietà. E’ arrivato il Fratello Giuseppe. Notizie sulla Comunità di Caposele: P. Buonamano, Angelo. P. Garzillo, Fratello Mattia. () – 0803, 0022″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, circa il Noviziato ora fissato in codesta  Casa””: sull’indipendenza che c’è nel noviziato. Sui candidati al noviziato: prima debbono portarsi in Pagani. () – 0803, 0125″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto la sua e quella del P. Errico, e con  questa rispondo””. P. de Michele comunica che è stata data la dispensa al P. Lappicola. Circa lettore per l’umanità. La casa di Caposele è la più abbandonata: Pdri assenti per lavori apostolici o per medicamenti. Missioni in Cajano, Lamusi, novena in Nola, Seminario di Caserta. () – 0803, 0129″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto la sua coll’attestato e si è mandato  al P. Corrado, ma non se ne farà uso, perchè in Napoli ci  potrebbe fare danno””. Desiderio dell’unione. La causa del Barone è differita. () – 0803, 0120″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Santorelli, Costantino CSSR. Ciorani. – “”Padre mio, circa il novizio di Nola””: indica come procedere in questo caso e con un novizio che non si porta bene. () – 0803, 0122″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Basile, Pascale CSSR. Ciorani – “”Padre mio, mi sono consolato nel sentire li sentimenti colli  quali mi scrive””: esortazione a fare la divina voluntà in tutte le circostanze. Notizie del culto nelle chiesa di S.Angelo. Lavori nella casa. () – 0803, 0027″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Padre mio caro, tanto la ringrazio della sua bontà e  cordialità””. Già ha disposto l’acquisto del grano. Espone la povertà della casa, ma ha fiducia nell’aiuto divino. P. Giovanni (Mazzini) ancora si trova a Pagani. Per gli esercizi in Ciorani sono destinati i P. Garzillo, Lorenzo e il Fratello Mattia. () – 0803, 0021″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: [Margotta, Francesco Maria ?] – “”Padre mio caro, per li tanti imbrogli mi scordai di ricordare  a V.R. la cosa delle Scibbe.(?)..””. Compre che fanno e da fare. () – 0803, 0026″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Corrado, Bartolomeo CSSR Vicario Generale – “”Padre mio, per Giuseppiello sono condisceso per la  sottana…”” Condizione da riempire prima. Sui ordinati non c’è scrupulo. () – 0803, 0118″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, si portano costà li due gemelli di Casa  Massimo di Bari già ricevuti””. E’ stato anche ricevuto altro di Bosco, ma deve prima riempire i requisiti. Sulle spese dell’ordinazione: a chi corrisponde. () – 0803, 0136″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, godo sentire la ruota (?) numerosa de gli  esercizi””. Esercizi di giovani in Pagani. P. Villani soffre di lombagine. Suula professione dei novizi: si rimette a Tannoia. () – 0803, 0133″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”P.Rettore mio. Alla sua lunga lettera circa quel P. risponde  a lungo il P. Corrado””. Esortazione a soffrire con coraggio e pazienza. Sul P. Neri e Patricelli. Morte del P. Giuseppe Picardi. I Padri dello Stato fanno i soliti suffragi. () – 0803, 0127″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Oggi sono terminati l’esercizi de secolari””, tra questi il Principe di Bracigliano. Gravemente ammalato il P. D. Cesare. () – 0803, 0016″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Santorelli, Costantino CSSR. Ciorani. – “”Padre mio, circa la Messa che desiderate celebrare nel  noviziato per commodo delli novizi””. L’arcivescovo di Salerno ha dato la facoltà. Sugli Studenti: “”mi danno pena””. Sul loro Prefetto e luogo. () – 0803, 0121″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Mazzini, Giovanni CSSR Rettore di Pagani. – “”Padre mio, P. Rettore, abbiamo cominciato la missione in  Accadia””. Luoghi dove se faranno le missioni. Notizie. () – 0803, 0009″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Innominato – “”Padre mio, ci sono..”” Sulle messe da celebrare e libri da mandare. () – 0803, 0014″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, li rimetto un’altra a me diretta del P. de  Paola””. Prega che gli risponda Tannoia o il P. Lapiccola, perché lui non è inteso di ciò che domanda. () – 0803, 0137″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, venerdì si vestiranno li tre novizi venuti  da codesta Casa di Deliceto.”” Gli invia copia di una lettera ricevuta dal P. de Paola. () – 0803, 0126″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A:  – “”Il nostro Dio, che con meraviglioso giro della sua divina  Providenza””.. Storia della fondazione di Benevento. () – 0803, 0023″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”P. Rettore mio, li rimetto qui acchiusa la rinuncia del P.  Costanzo, siche potete convocare il capitolo””. Prega di inviare al P. Costanzo la sottana. () – 0803, 0139″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Cajone, Gaspare CSSR Rettore. Benevento. – “”P.Rettore mio caro, sono troppo persuaso dell’amore che  sempre V.R. abbia portato alla Congregazione””: la prega di lavorare per l’unione. P. de Paola è pronto a collaborare. Occorre ottenere il ritiro del P. Leggio da Roma, dove “”non  cessa di assistere e far fuoco…nella S.C…fintanto sarà il  P. Leggio in Roma, mai si potrà venire all’accomodo””. Sulla causa del Barone. () – 0803, 0119″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio, “”circa il Medico della Rocchetta che vuole  ritirarsi, V.R. si informi bene dei costumi””. Ha parlato con Mons.nostro.Bisogna chiedere il parere ad altri padri: Corrado, Pavone in Ciorani. P. Meo ne dubita. He morta Maria Angela del Cielo in Scala. () – 0803, 0135″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Dio mi guardi di giudicare VR””: ringrazia l’affetto che dimostra per i novizi e i dolici inviati loro. Notizie sul noviziato. Ordinazionre sacerdotale dello Studente Gerardo Grasso. 4 nuovi novizi. Professione di Giuseppe Picardi. Incomincia la missione in Saragnano… () – 0803, 0013″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Cafaro, Paolo CSSR Rettore. Caposele. – “”li ho inviato””: ringrazia la carità offerta a D. Gaetano Caro. Adesso vuole prendere piuttosto le aque di Castellammare. Su andrea Matteo Guerrasi, fratello del Fratello Michele: gli ha detto che si rivolga al P. Margotta. Vestizione di un chierico “”buon figliolo”” () – 0803, 0019″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR. Napoli. – “”Padre mio caro, già VR avrà inteso come io mi trovo in questa  casa di S.Michele in luogo de P. nostro D. Giovanni””. Deve fare le proviste più grosse, pero non ha denaro. Chiede aiuto e grano. () – 0803, 0020″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Santorelli, Costantino CSSR, Maestro di Novizi. Ciorani. – “”Padre mio, si è stabilito per giusti motivi…stabilire il  noviziato nella nostra casa di Deliceto””. Prega manifesti se accetta continuare nella carica di Maestro in Deliceto. I novizi partino presto. () – 0803, 0128″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR. Caposele. – “”Stimatissimo Padre, è stato qui il Card. D. Cesare  Abiguenta””: gli prega de convenire con lui la predica quaressimale di Calitri e comunicargli il nome del predicatore. Su D. Gaetano di Caro (?). () – 0803, 0018″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre Rettore mio, mi ha dispiaciuto il passo dato””. Gli acclude un rescritto della S.Sede favorevole, con note del P. Pavone. Circa un candidato al noviziato, esaminato in Pagani, ma licenziato, perchè non trovato idoneo. () – 0803, 0134″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Caro Padre, non ancora siete arrivato, e parlate di miseria,  per carità allargate pure il cuore e non tanto la mano””: Esortazione ad essere amanta della santa povertà. Pensa che si va introducendo la “”rilasciatezza”” e lusso. “”Ho inteso cose  delle nostre case appena terminato il Capitolo che mi hanno  fatto stordire””. Consigli di comportamento nel noviziato. () – 0803, 0025″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Santorelli, Costantino CSSR. Ciorani – “”Padre mio caro, non creda VR che circa il consaputo novizio [Almonte] non ci sia pensato””: manifesta tutto quanto è stato fatto al riguardo. () – 0803, 0123″

 

Villani, Andrea CSSR       ” A: Santorelli, Costantino CSSR. Ciorani. – “”Padre mio caro, quando già era determinatomandare il P. Meo  da Mons. di Nola per l’affare del novizio…””: sullo stesso novizio di Nola. La lettera è bucchellata. () – 0803, 0124″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio. Questa mattina è partito il P. Colombo per  Napoli””.  Notizie sui PP.Cardone, Corrado, Giordano, gli Studenti, delle Armi. () – 0803, 0175″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Roma. – “”Padre mio. Ho ricevuta la sua e l’aspetto qui assieme col P.  Negri che dopo tanta spesa e vostro incomodo non si è fatto  niente””. Circa diversi Padri: P. Tajano a Scafati a far la novena. P. Saccardi a Castellammare. P. Amati a Pozzuoli. P. Costanzo rimanga a Roma “”se ci è speranza di far qualche cosa  di buono per l’unione””. P Tannoia annota: “”4 luglio. Il P.  R.M. mi aspetta””. () – 0803, 0187″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Re di Napoli – “”Il P. D. Andrea Villani Rettore Maggiore della Congregazione  del Smo. Redentore””: chiede il permesso di communicarsi con le case dello Stato Pontificio e in particolare con quella di Benevento, per servirsi del loro aiuto. () – 0802B, 0316″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio. Ho ricevuta la sua. Circa la cosa di Superiore  interino di cotesta casa…mi ritratto; solamente la prego di  aiutare il P. Errico in tutto quello che può””. Gli dispiace che P. Santoro sia andato a Deliceto, quando l’aveva chiamato a Pagani. Sul Vicario Capitolare di Bovino. () – 0803, 0173″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: De Paola, Giuseppe CSSR – “”Padre mio. Ho goduto sentire..”” che ha migliorato in salute. Gli concede le facoltà di confessare e l’esorta a compiere con zelo questo ministero. () – 0803, 0167″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli di Pagani – “”Punti risoluti nella Consulta Generale tenuta nella Casa di  S. Michele de’ Pagani principiata all’18 Aprile dell anno  1791″” 11 disposizioni: professori dell’umanità e di filosofia; reintegrazione del Fr. Pietro nelle case del Regno;partenza per Roma dei PP. Neri e Pavone allo scopo di ottenere l’unione con le case dello Stato, ma passando per Benevento per parlare con il Cardinale; deposizione del Rettore di Deliceto P. Amato; punizione dei PP. Spizoco e Giordano;recezione di novizi; Consultori per la casa di Trppea; sull’obbligo che hanno il rettori di convocare la Consulta; celebrazione delle Messe segnate in Catanzaro; sul P. Lanotte. Sottoscrivono Villani e i suoi Consultori: Stefano Liguori, Lorenzo Negri, Giambattista di Costanzo, Giuseppe G. Cardone, Giovanni Mazzini. () – 0803, 0182″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli CSSR del Regno – “”Padri e Fratelli miei in Gesù. Avendo io chiamato tutti i  Rettori ed altri Padri delle nostre case…essi medesimi mi  hanno proposto di metterci di nuovo in piede il vestiario””. Cosi hanno preso 8 disposizioni a questo scopo, sotto il titolo: “”Piano per il vestiario, o sia monte comune a  beneficio di tutte queste case del Regno, affinche non vi sia  motivo di lagnaze tra i rispettivi Rettore e i tra i  soggetti””. Sottoscrivono P. Andrea Villani, Lorenzo Negri, Giambattista Ansalone (?), Francesco Amati e Giammaria d’Agostino. Segue dopo il “”Computo dell’introito ed esito del  Vestiario. () – 0803, 0184”

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri di Ciorani – “”Padri miei in Gesù. Sento con maraviglia che qualcheduno  delle Riverenze Vostre…”” Non vuole celebrare a intenzione della casa. ma alla sua intenzione. Villani ricorda che il Regolamento è stato abolito intieramente con Real Dispaccio del 23 ottobre 1790. Si deve obbedire e celebrare a intenzione della casa. Impone tre giorni di ritiro a quelli che si sono rifiutato a obbedire. () – 0803, 0179″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR e P.Lorenzo Negri. Roma. – “”PP. miei in GesuC. Dovendo le RR.vostre prendere medicamenti,  le prego a ritornarsene qui senza dare alcun passo”” Si parla di una supplica presentata alla S. Sede, che ha ricevuto come risposta lectum.  C’è una nota di Tannoia su questa lettera. () – 0803, 0188″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri di Ciorani o Caposele? – “”Padri miei, ho ricevuto la vostra e con dispiacere ho inteso  le vostre lagnanze..”” per gli Studenti venuti da Deliceto. Ma anche a Pagani ci sono Studenti. Spiega la situazione e prega  “”a non fare sentire a detti giovani lagnanze””. () – 0803, 0176″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri CSSR – “”Padri miei in Gesù. Ha voluto il Signore questa volta  visitarci…”” Da un Padre di Catanzaro si è fatto un ricorso a alla Suprema Giunta di Corrispondenza di Napoli per chiedere che in una delle 4 Case della Calabria si stabilisca noviziato e studentato e si nomini Un Vicario Provinciale interino per i casi urgenti e per le recezioni. P. Villani ricorre anche contro tale pretesa e ottiene un Officio che rifiuta il ricorso di Catanzaro e obbliga a sottomettersi alla Regola approvata CSSR sotto pena di espulsione. Villani aggiunge altre disposizioni per domandare l’appoggio di tutti. () – 0803, 0180″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Perrotti, Giambattista Barone – “”Sono venuti i Padri di Roma””. Chiede il suo aiuto per ottenere dal Re di Napoli il permesso di applicare quello ottenuto a Roma: l’unione delle case del Regno e dello Stato sotto un Superiore Generale residente nel Regno; e chiedere inoltre il permesso di ricorrere a Roma per la convoca del Capitolo Generale. Indica la maniera di procedere nel ricorso al Re. () – 0802B, 0333″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”P. mio. Ho ricevuta la sua, ed intesa l’altra…V. R non  creda che qui si dorme””. P. Corrado in Napoli, per il consaputto affare. Sul Fratello Volpicelli, sul P. Errico. Sul candidato di Foggia, Gaetano Tarantino. () – 0803, 0174″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto, – “”Padre mio. Ho letto la sua, e molto mi è dispiaciuto sentire  in che stato sia ridotto cotesto Studentato””. Ha scritto al P. Neri d’intendersi con Tannoia e il Rettore per cercare l’espediente che si deve prendere. Propone uno. () – 0803, 0178″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Mancini, Gerardo CSSR – “”Padre mio, VR senza meno si porti qui quanto più presto  può…”” Lo ha assegnato per la Compagnia della Calabria, cioè ai 24 soggetti destinati alla Calabria. () – 0803, 0177″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli CSSR del Regno – “”Fratelli miei in Gesù. Quanto mi avevano amareggiato le  notizie che mi erano pervenute di non portasi le RR.VV.  troppobene, altrettanto mi sono consolato nell’essere stato  assicurato aver con tutta la sommissione e docilità ricevuti  quei miei ordini””. Manifesta l’amore che ha per tutti; che dimenticherà il passato, sperando che continueranno a portarsi bene. () – 0803, 0183″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli di Ciorani – “”PP e Fratelli miei in Gesù. Eliggo””: Nomina Rettore di Ciorani P. Giambattista Anzalone. Consultori:Giuseppe Pavone, Pasquale Maria Caprioli. Ammonitore: Stefano Liguori. Prefetto degli Studenti: P. Pavone. () – 0803, 0169″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio. Si manda il presente aposta””. Fratello Ciao, venuto a Pagani, chiede la dispensa dai voti. Villani dispone che si portino a Pagani tutti gli Studenti, per sentir loro. Chiede a Tabboia di disporre tutto per il loro viaggio. Ha ciamato anche il P. Negri. Aspetta l’annunzio di avere ricevuto la circolare. Morte del Signore D. Vincenzo de Angelis. () – 0803, 0181″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. [Deliceto] – “”Padre mio. Credo che VR già sa, che il P. Rettore Amato si  ritrova in Napoli””: ammalato. La Prega che durante l’assenza del Rettore, lui sia il Superiore interino di Deliceto. () – 0803, 0171″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli CSSR – “”Padri e Fratelli miei in GesùC. Io come sapete già sto a  momenti per passare all’eternità…”” Prega ai Padri e Fratelli napoletani di ricevere i congregati tornati dalle case dello Stato, non come nuovi membri, ma come fratelli che sono entrati, fatto la professione e destinati gia dal tempo di  “”Monsignore nostro Padre””. La precedenza dunque si regola secondo la data di professione. () – 0803, 0170″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria e Lorenzo Negri CSSR. Roma. – “”Padri miei in GesuC. Ho stimato mandare ancora nello Stato il  nostro P. Costanzo per l’affare che si sta trattando dalle  RR.VV. dell’unione”” Dice che non intende richiamarli, ma nomina Costanzo allo scopo che possa continuare l’affare dell’unione con P. De Paola, se loro volessero ritirarsi “”per  prendere i bagni””.  Tannoia nel 4 foglio scrive: “”5 giugno.  Richiamata polittica (?) del P.R.M.”” () – 0803, 0186″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio caro. Per lo giovine di Foggia….agli Studenti che  si trovano fuori..  Sembra che si tratta degli Studenti. (Scrittura molto confusa e difficile) () – 0803, 0172”

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: [Tannoia, Antonio Maria CSSR. Roma] – “”Padre mio. Dopo averle scritte due mie…ricevo una sua””: Si ha confirmato che si doveva cominciare il trattato da Frosinone e che “”l’unico mezzo nelle circostanze presenti è  l’unione””. Invierà le carte che domanda. Nel 4 foglio si legge una nota di Tannoia: “”andata per Frosinone  e  per la  Procura””. () – 0803, 0185″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore  ” A: Padri e Fratelli di Ciorani – “”PP e Fratelli miei in Gesù, per adempimento del mio officio  di Rettore Maggiore…”” Inviaa a Ciorani come Visitatore il P. Giuseppe Gaetano Cardone. Da tutti sia riconosciuto e ubbedito. () – 0803, 0168″

 

Villani, Andrea CSSR Rettore Maggiore e i suoi Consultori             ” A: Menechini, Francesco Saverio CSSR – “”Oggi ventuno Novembre””: esaminate le mancanze dello Studente Menechini, iudicano che non è meritevole di espulsione e lo conservano nella Congregazione, imposta una penitenza. Sottoscrivono P. Villani, Giovanni Mazzini, Lorenzo Negri e Giuseppe Cardone. () – 0803, 0189″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, li rimetto la risposta fatta da Pianese al P.  Pavone per nostro Regolamento. Prega inviare le Bolle rimaste. P. Pavone ha premura per il denaro delle Bulle. Sul P. Francescantonio Lapiccola: P. Michele gli porta la dispensa. Sullo Studente Antonio Maria de Luca. “”Gli Studenti non devono  trattare colli novizi””. Su Giuseppe d’Oria. Sulle missioni chieste dall’arcivescovo di Matera. () – 0803, 0142″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, dal P. Pavone ricevei una a lui scritta,ma a me  diretta””: gli rimprovano l’uso del tabacco e la frequentazione dei monasteri. Risponde a tutto cio. () – 0803, 0152″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, non consolazione mia e di Mons. nostro P. al quale  ho fatto sentire quello VR m’aveva scritto delle due  giovani…ritirati. Mons. quasi n’aveva pianto per tenerezza””. Circa il lettore dell’umanità. Faccia venire in Deliceto gli Studenti che sono in Caposele. () – 0803, 0140″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, spero esserci gia concluso per il Maestro  d’Umanità, approvato e proposto dal Sig. Canonico Acierna (di Nola). Onorario convenuto. Sugli studi di filosofia. () – 0803, 0159”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio. Questa sia comune col P. Rettore e col P.  Lapiccola””. Circa questo Padre, che ottenuta la dispensa dai voti dallo Stato, vuole fare i giuramenti nella Congregazione ed essere ascritto ad una comunità- P. Villani comunica le condizioni per accettarlo ai giuramenti. Infermità di Tannoia. Circa il P. Mauro. Sul professore d’umanità: ne parlerà P. Corrado. Circa il P. Polestra. Circa P. Gaudino. () – 0803, 0147″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio,  ? (si aspettava) qui il commodo per mandarvi il  P. Mauro, ma non è venuto””. Partirà per visitare le case di Caposele e Deliceto e porterà con se il P. Meo. Non si può fare la consulta, perchè P. Corrado non può venire. Ordinazione del Fr. Santoro: si vogliono tre attestati in forma di Bulla. () – 0803, 0161″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, circa il lettore per l’umanità non si è lasciato  ne si lascia far diligenza””. Il P. Corrado in Napoli cercherà i libri che devono leggersi di filosofia. Sul P. Gaudino. () – 0803, 0145″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Caprioli, Pasquale CSSR Superiore ne’ Ciorani – “”Per adempimento del mio dovere”” :ordina di compiere il dispaccio reale del 24.02.1781, in cui si stabilisce il tempo in cui il Redentoristi non possono chiedere limosine. () – 0803, 0164″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, mi pare che s’accosta il tempo per far ritirare  costà li Studenti di Caposele, onde VR se l’intenda col  Rettore di Caposele””. Su un giovane sacerdote che accetta di essere lettore per l’umanità. P. Meo e gli Sudenti. Su Giuseppe d’Oria. () – 0803, 0141″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, li scrissi per la posta, ora li ripeto, per il  figlio di P.Innocenzio mi rimetto a VR””. Sul mal comportamento del P. Vito Polestra. Cappotto per il Fr. Andre. () – 0803, 0150″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Il latore di questa D. Pietroantonio ?lucci si porta costà  già ricevuto ed approvato””. Fatto lo sperimento, può entrare nel noviziato. P. Lappicola, farà i giuramenti, si porterà in Deliceto e poi in Caposele, ibi assegnato. () – 0803, 0156″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio, ho ricevuta la sua circa il Maestro dell’Umanità””. Circa questo Maestro gli scriverà P. Pavone. Sul vescovo di Bovino, niente nuovo. Notizie: sulla soppressione di 4 religioni.I giovani venuti sono stati approvati. () – 0803, 0157″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, il latore di questa D. Nicola Nappi, è già  ricevuto et approvato””. Cosa fare per farlo incominciare il noviziato. Chiede se è venuto il professore di umanità e come va lo studio della filosofia. () – 0803, 0154″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Comunità di Nocera – “”Stabilimenti fatti coll’aiuto di Dio nella consulta tenuta in  questa casa di Nocera in questo mese di Luglio 1784″”. XXII stabilimenti: sulla recezione di candidati, i novizi, gli Studenti, i Fratelli laici, l’osservanza, i Rettori locali. () – 0803, 0162″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, bisogna adorare sempre le Divine disposizioni.”” Sul vescovo Mons. Molinari trasferito da Scala a Bovino. Ha visitato già il noviziato. Bisogna prudenza, perché “”non ci  può sentire nominare la Morale [di S.Alfonso], perchè la crede  lassa””. Sono stato ricevuti altri due candidati d’Otrajano. Sul maestro d’umanità. () – 0803, 0155″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, riauguro a VR ed a tutti di codesta Communità le  passate feste della S. Pasca…”” Circa il maestro d’umanità: ciò che scrive P. Corrado sulle qualità e onorari. Circa il Fratello Santoro: la sua salute. Circa un sacerdote che vuole ingressare nella Congregazione: vada a Deliceto in esperimento. Sul candidato Vincenzo Magaldi, il Fr.Angelo Marsili. Sul P. Mauro. () – 0803, 0160″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ricevei le due sue e l’acchiusi al P. Corrado,  pregandogli ancora a venire, se può””. Aspetta risposta. Ma  “”Vr. no si disanimi”” () – 0803, 0158″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, aspetiamo da VR qualche notizia delli Studenti,  delli novizi e del lettore dell’umanità…”” Sulla paga che domanda questo lettore. Sulle missioni di Matera e Cerignola. Circa Giuseppe d’Oria.Ha ricevuto la sua lettera. Scriverà al P. Neri per il lettore. () – 0803, 0143″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio. Mi ricordo benissimo che vi parlai  dell’ordinazione di Patroni, ma io intendeva del fratello  minore  [Filippo Patroni de’ Griffi n.07.08.1769, fratello di Cataldo, n.13.03.1766] Cataldo non aveva gli studi necessari per l’ordinazione. E stato ordinato nel 1790 e morto pochi giorni dopo. Circa il mausoleo (per S. Alfonso?): denaro riservato a tale effetto. Per la stampa degli scritti del P. Di Meo acclude un documento di procura rilasciato al P. Tannoia oal P. Corrado per sbrigare questa facenda. () – 0803, 0166”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, circa li studenti, già vi scrissi per la posta, e  scrissi anche al P. Neri””. Accorda la liecnza per i giuramenti di Fratello Mauro. Circa il P. Gaudino. () – 0803, 0144″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, si porta costà il latore di questa D. Francesco  Menichini, cugino del nostro Fratello Santoro, già approvato e  ricevuto””. Indica come si deve procedere con questo candidato. Aspetta altri due candidati: da Corato e da Ascoli. () – 0803, 0153″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, VR teme per l’Incurabili (?), ma io sono più  vicino””.  Circa il P. Mauro e il P. Gaudino. “”Padre mio, non  so se vada bene andare assieme Studenti e novizi””. Sul lettore per l’umanità, ha parlato con D. Saverio Marunni, che sta in Napoli e P. Corrado parlerà con il medesimo. “”A VR preme  questo, ma li dico che la cura di codesti giovani mi tiene  occupato””. () – 0803, 0146″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: I Rettori delle case: P. Caprioli in Ciorani; Mansione in Nocera; ? in Caposele e Apicella in Deliceto. – “”Affinché in cotesta casa non vi sia chi manchi..””. 17 disposizioni che debbono osservare i Rettori delle Case. Ci sono l’originale (1 foglio) firmato dal P. Villani, e due copie. () – 0803, 0165″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, li rimetto una a me diretta dal P. Mauro, dove  dice lo istesso forse aveva scritto a V.R.”” Gli comunica ciò che gli ha risposto. Circa il medico. Sul lettore di umanità. () – 0803, 0149″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutore ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, VR ? ..che io mi lusinga non avere mancato””: ha fatto tutto il possibile riguardo al lettore di umanità, Saverio Mancini.Sulla materia che debbono esporre i lettori:  “”non bisogna abbracciare tanto””. Sul P. Polestra. () – 0803, 0151″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Coadiutorel               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio, spero che non si lamenti più di libri, mentre  credo, che il P. Lapiccola ce l’avrà mandati o manderà””. Circa il vescovo di Scala [Nicola Molinari] trasferito a Bovino: sul exequatur alle bulle.Sembra che in morale era probabilista. Dolci per i novizi. () – 0803, 0148″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Rettori delle case – “”Padre.. mio, quest’oggi è sortita la nostra elezione di due  soggetti, laquale è caduta sopra il P. Meo e Cardone. Le  racchiudo una copia”” della maniera di procedere per l’elezione. Avverta però VR che in detta intimazione si mettono solo quelle parole: Per accettare il nuovo  Regolamento.”” () – 0803, 0116″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, spero…domani partire per li Pagani””. Sulla sua salute. Non è possibile dargli i Padri che desidera. Spiega le ragioni: impegni apostolici dei Padri. Circa Maffei () – 0803, 0064″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: [Rettore di S.Angelo?] – “”Padre mio, circa il P. Grosso…”” E’ già Prefetto dei Giovani. In S.Angelo ci sono pochi Padri. () – 0803, 0006″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Padri e Fratelli CSSR – Copia della circolare: “”Padri miei cari manus Domini tetigit  nos. Non è nè Maffei, nè il Barone che ci perseguita, ma sono  i difetti nostri, per li quali Dio benedetto giustamente ci  perseguita””: esortazione a vivere da veri seguaci del Redentore. () – 0803, 0034″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Praticelli, Giovanni Battista CSSR. Deliceto. – “”Padre mio caro, con indicibile consolazione ho ricevuto la  notizia d’ essere già asceso al S. Sacerdozio””. Complimenti e auguri. Fra tanto rimane in Deliceto. () – 0803, 0084″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Padri e Fratelli CSSR – “”Essendo la mia principal cura e dovere””: sull’osservanza regolare, specialmente sulla pratica della povertà, su cui da diverse disposizioni, e sulla carità verso tutti, specialmente con gli ammalati. Esorta alla conversione coloro che non vivono secondo le Regole e Costituzioni. () – 0803, 0046″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, scrivo (?) con premura a Ciorani””: a quella casa sta assegnata la Messa. Sulle ordinazioni dei nostri: per [Antonio] Fiorentino ed altri non c’è scrupulo: il fatto  è fatto, ma lui stava risoluto non fare più così ordinare. () – 0803, 0045″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho goduto sentire esserci licenziata la  febre…Monsignore nostro si mantiene e per grazia di Dio  tiene un capo di ferro e buona memoria”” Sul P. Fiocchi. Molte richieste di missioni ed esercizi, che non si può attendere. Sui processi della Congregazione: dice Celano che le cose ora vanno bene. () – 0803, 0107″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, di nuovo la prego doppo Caposele portarsi qui…e  la prego di non essere così facile a condannarmi…del resto,  chi giudica me dominus est””. () – 0803, 0035″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, per le missioni d’Abruzzo, mi ci vedo impigliato,  perchè li Padri non sono di ferro, ne confirmati in grazia””. Puo inviare i PP. De Sanctis, Acena, Fiorentino, Pavone, Paraventi. Superiore P. Pavone. Scrivergli a Pavone di ritirarsi e fare almeno pochi giorni di ritiro. Circa il quarto d’Appiano: bisogna riflettere. Circa l’affitto. () – 0803, 0069″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho letta la sua scritta al P. Majone. V.R. dice  bene…”” Sulla lite con il Barone. La proposta di intervenire i Mons. Testa e Sanseverino, non è accettata dal Barone, onde la causa la seguiterà la Camera Reale. “”Padre mio, se Mons.  nostro si ritira ne Pagani, ivi con li PP. più antichi e  cordati si penserà a…quello che può impedire il mantenimento  dell’opera…””. Con P. Majone ebbe incontro con Mons. Testa e Mons. Sanseverino: parere di questi. () – 0803, 0108″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio caro. Dite al P. Blascia, a chi non rispondo per  mancanza di tempo, che…si porti qui, per portarsi poi in  Napoli per trattare il consaputo affare…”” () – 0803, 0101″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A:  – “”Padre mio, io stamatina sono giunto qui a Dio sa come””. Gli ha scritto via Napoli con lettera acclusa dittata da Mons. Liguori. Sulla costituzione di patrimonio: Mons. Liguori ha fatto far un foglio bianco di procura, affidato al P. Tannoia. () – 0803, 0072″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Caione, Gaspare CSSR. Caposele. – “”Padre mio, l’affare dell’Arcivescovo, io aveva timore del disgusto del Principe. Manda 4 libre di terroncino. La prega di portarsi in Pagani verso il 15 di giugno per la consulta e l’elezione dei nuovi rettori. () – 0803, 0041”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, le Massime eterne…”” gli manderà Fr. Francesco. Sull’affare del terreno in Bracigliano: P. Leo e Majone. Sulle missioni. Cica lo Studentato. Circa il denaro di D. Innocenzio. Veda di fare un abbocamento con Maffei: “”bisogna  pigliare quello si può e smorzare quanto si può il fuoco””. Sul P. Crescuolo, P. Colombo, P. Vecchione. () – 0803, 0062″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR.  Corato. – “”Padre mio caro, ho goduto sentire dalla sua””: rimanga a Corato fintanto si ristabilisce. “”Mons. nostro si mantiene ha  fatta una nuova opereta, cioè dieci dissertazioni sopra i  novissimi. Dicono sia buona. Non perde tempo””. L’esorta a impegnarsi per la Cronica della Congregazione. Sui Padri Cimino e Cajone. Sulle missioni dei Padri di Scifelli. Sul nuovo arcivescovo di Palermo. Sul Cardinale di Benevento. Sul arcivescovato di Napoli. () – 0803, 0110″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, VR sa quanto io sono stato lontano dal dare  precetti d’ubbidienza à soggetti, ma ora…”” Acclude una nota dei soggetti morti e prega “”a fare un Reassunto della loro  vita””. Chieda alle case notizie sui loro morti. Questa opera ha la preferenza su quella dell’Ape, “”che non ne ricavarete  niente per l’eternità””. () – 0803, 0094″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”P. mio, io mi ritrovo qui per due giorni. Mons. nostro avendo  inteso il rumore fatto da Maffei per la permuta del territorio  vuole che io tenga mano, e non si aggiungano legna al fuoco. Comunicare al P. Majone questo. () – 0803, 0060”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, circa il patrimonio di Praticelli: difficoltà nella costituzione di patrimonio. Si cerca la strada da seguire. () – 0803, 0079”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, le sue le ricevei in tempo che non li potei  rispondere per la posta””: ringrazia per la cura che ha della casa di Deliceto. Inviare a Caposele il Fratello Stefano per 15 giorni. Sul P. Epifanio Mazzarelli. D.Felice è stato licenziato da Mons. (Liguori). “”Li nostri Padri della Sicilia  sono stati in prossimo pericolo dello sfratto da quel Regno””. A causa di un professore del Seminario. Sul Fratello Leonardo. Sul P. Costanzo. Sul comportamento nelle missioni. Sul denaro di Ciorani. Riguardo a Cirillo. Lite della cappellania. () – 0803, 0068″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, io ancora mi ritrovo qui circondato dalle merci  (?)… Da Napoli ha ricevuto notizia che è falso che Maffei abbia fatto ricorso contro la Congregazione. Confidenza in Dio. () – 0803, 0105”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio, Monsignore nostro ha stimato mandare in codesta  casa per Rettore (?) il P. Strina, come lo stesso Monsignore  ne scriverà. Sulla fondazione in Frosinone: cosa prodigiosa. Descrizione della casa. Sulla grotta del Beato Felice. () – 0803, 0111”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, si sono ricevute le scritture, libro, lettere..Ho  veduto l’eccessiva fatiga che avete fatto, per questo spero  che possano giovare per la lite…”” Circa il P. Domenico Blescia. “”La sua l’ho letta a Mons.nostro, che quasi niente  sente, e lui se n’è dimostrato inteso”” Sugli imbrogli a Deliceto: raccomnda silenzio e imparzialità. Su Mons. Rossi. () – 0803, 0099″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Superiori e soggetti CSSR – “”Avicinandosi il tempo che i Padri devono uscire alle sante  Missioni…”” A- I-III Avvisi ai Superiori locali riguardo ai Padri destinati alle missioni.  B-I-IX, ai Superiori delle missioni: modo di procedere con i missionari.  C-Ai Padri: I-VII come debbono portarsi e procedere. Firma del P. Villani. () – 0803, 0115″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, circa il figliolo si farà quanto si può””: sulla accettazione di questo ragazzo. () – 0803, 0088″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Margotta, Francesco Maria CSSR – “”Ho ricevuto la sua””: Gli ringrazia della notizia di suo ritorno.Sul regalo delle “”Moniche””. Sulla missione di Sarno. () – 0803, 0011″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, cosa volete io dica””: infligge un castigo a un Fratello coadiutore. () – 0803, 0008″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, la pena intesa dalla sua, lo sa Dio benedetto.  Padre mio io sono il Giona causa di tutte le tempeste…”” Ha fatto bene a no far uscire (a colui del quale scrive Tannoia). Circa Bartolomeo e Romualdo. Sul territorio affitto. Sul Fratello Antonio. () – 0803, 0082″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, li rimetto la Nota, dove vede la croce, quelli si  devono togliere; dove ci è la C, di questi Mons. non ne ha  cognizione””. Sulle opere di Voltaire e Roussau, il Dizionario di Monsa, opera di Nonnotte contro Voltaire e gli increduli e i librai. Su Maffei. () – 0803, 0112″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Maria Angela del Cielo, suor – “”Col P. Mazzini verranno altri due P.””: per dare gli esercizi alla comunità e al pubblico. P. Fiocchi non può venire. “”Io  nell’entrante settimana partirò per fare un giro per le nostre  case…”” Sulla fondazione di S.Agata. () – 0803, 0036″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Ansalone, Giovanni Battista CSSR. Ciorani. – “”Pade mio, quanto mi dispacque la sua ripugnanza per Deliceto,  altretanto mi sono consolato nel sentirlo risoluto  d’ubbidire..Dio ci ha chiamato alla Congregazione a fare la  sua Divina Volontà”” () – 0803, 0092″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Santorelli, Costantino CSSR – “”Padre mio, quel figliolo Abbanante (?), non si deve licnziare, ma aiutarlo quanto si può. Ma si biogna licenzarlo, prima darle parte al vescovo. () – 0803, 0005”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ho ricevuto la sua””: consiglio sul modo di procedere. Sulla missione di Ariana. Sul P. Ansalone. () – 0803, 0004″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Delicet – “”Padre mio, mi ha fatto meraviglia sentire, che qui si tratta  di far nuove Regole…Vorrei che coloro che v’anno dato tali  notizie l’osservassero quelle si sono e osservassero con  esattezza la vita comune, essendo pure certo che tanto durerà  la Congregazione, quanto si manterrà la vita comune…Li dico  però che l’inferno…si è svegliato dentro, specialmente nella  benedetta casa di Ciorani””. () – 0803, 0114″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Pare mio,ho scritto a Pionerale ch’adesso non pensi p. a  mssione di Montepeluso””. Per Conversano s’intendano con Tannoia. Va a Napoli per l’affare con Tanucci. () – 0803, 0053″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Canosa. – “”Padre mio, ieri ricevei la sua, io ce ne ho scritte due,  spero l’abbia ricevute: sulla lite pendente di Deliceto. Circa il P. Romano da licenziare dal Seminario. Lo mandi a Pagani per la dispensa.Chiedere dall’arcivescovo di Trani una lettera di raccomandazione al luogo tenente, e ritorni quanto prima a Deliceto. Mandi, se la trova, la storia di Trajano Boccalino.  “”Ora che Fratello Pascullo si ritrova in Canosa, parlate al  proposito al Vicario e vedere di farlo ordinare suddiacono””. Se ha stabilito di non ricorrere al nostro privilegio per le ordinazioni, ma al vescovo proprio. Parlare con il padre del ordinando sul patrimonio. () – 0803, 0043″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, in Amalfi, dove ho dati l’esercizi a due  Monasteri, al seminario e Clero, ho ricevute due sue. Manifesta il dispiacere avuto per il lungo trattenimento dei missionari in Martina. Ha odinato il loro ritorno immediato. () – 0803, 0086”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, credeva avere qualche notizia da VR. intorno al  denaro””. Sulla costruzione di stanze per gli esercitanti. Commento cio che si dice dai missionari che egli è stato mal informato sul loro comportamento nelle missioni. () – 0803, 0066″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho pensato mandare lo stesso corriero per la via  d’Arienzo con li ricorsi””. Affinchè Mons. Liguori lo correga. Per Crepezio, suo padre lo vuole con minaccia di ricorso. Sulla missione di Ariano e Attajano, i Padri da inviare. Circa l’infermo di Bartolomeo. P. Blasucci e venuto a Napoli a defendere il vescovo e i Padri imposturati. () – 0803, 0080″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Caione, Gaspare CSSR. Caposele. – “”Padre mio, sicome li scrissi da Santangelo””: lo chiama a Pagani per il 15.06. Presenza a Ciorani nella nostra casa del arcivescovo e i canonici. Sul processo promosso contro la Congregazione. Niente nuovo: si ripete la stessa canzone. () – 0803, 0002″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio: si portano costì due Studenti. Rimangono sotto la direzzzione del P. Pavone: se manca. Tannoia nomine un responsabile. Lo studente [Michele] Rota viene per aggiustare alcune cose della sua casa. Prega mandare a S.Angelo il Fratello Tommasi’Antonio (?). () – 0803, 0077”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, son quindici giorni che mi ritrovo qui, chiamato  ad M.re e per una caduta patita per la strada…e dopo mi  spragiunse la febbre””. Sul patrimonio per Lorenzo Neri, della diocesi di Muro. Faccia quello che gli scrive P. Majone. () – 0803, 0058″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, per Fratello Praticelli…”” Sull’ordinazione di questo Studente. Risponde alle lamentazioni di Tannoia riguadanti i due Studenti inviatigli. Spiega le ragioni. Sul Fratello Stefano. Sulla necessità di dare ai missionari un tempo di raccoglimiento, altrimenti la Congregazione sarà distrutta. () – 0803, 0078″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, viene fratello Romualdo””: lo invia a Deliceto e indica i castighi che gli ha imposto. () – 0803, 0071″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio caro ho goduto sentirlo in qualche maniera  ristorato””. Ha dovuto ritirarsi dalla missione di Bosco. Il nuovo arcivescovo di Napoli ha concesso tutte le facoltà. Si dice che S.Gennaro non abia fatto il miracolo. Sullo sviluppo della lite: si dorme. “”Mons. nostro mi pare stia abbattuto””. () – 0803, 0109″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre Rettore mio caro, si manda fratello Stefano, ma  Fr.Pascale non vuol venire””. Circa il P. Genito. Sulla bisaccia. “”Padre mio, mala tempora sunt. onde non è tempo di  far fuoco””. () – 0803, 0075″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Sant’Angelo a Cupolo. – “”Padre mio, io credeva…””: prega che non rimanga tropo a S.Angelo, ma torni a Deliceto, per non mancare alla cura degli studenti, di cui chiede informazioni.Si tratterrà a Ciorani 4 giorni. () – 0803, 0093″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio,..la risposta…”” (c’è un buco nel foglio). Sull’affare Alessio (?). “”Sulle cose nostre. Il Commissario si  spiegò con Celano d’esserci favorevole e farci una buona  relazione. Sul Barone. () – 0803, 0098”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Del Cielo, Suor Angela. Scala. – “”tanto per li comandi che VR mi porse per il P. Mazzini,  quanto per l’ordini do cotesto dignssimo Prelato, mi dispiace  non poterle servire””: Spiega le ragioni: mala salute del P. Mazzini, trppo tempo  dei missionari fuori casa,impegno del P. Fiocchi per la missione nel feudo del Principe della Rocca. () – 0803, 0040″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuta la sua, ed io gia stava inteso e  persuaso de sconcerti di codesta Casa. Ma quello che più mi  dispiace, ci è, che attualmente ci sono molti giovani, li  quali sapranno ben copiare quello che vedono e sentono””. L’esorta a svegliarsi e cercare di rimediare quel che si può. Sulla nuova elezione. () – 0803, 0113″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”P.mio, se non mi sentite nell’Onorabili o nella fossa,  tenetelo per prodigio…”” Cose particolari: sul P. Blescia, per Buonas?, circa li umanisti. E’ necessario che Tannoia si porti in Napoli, per la sua indisposizione. () – 0803, 0102″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Ansalone, Gianbattista CSSR Rettore. Deliceto. – “”Padre Rettore mio caro, ricevei la sua coll’acclusa. La feci  sentire a Mons. nostro e trattai discolparlo dalla supposta  disobbedienza””. Premura e fretta di Alfonso allo scopo di salvare l’antica Regola. Vogliono fare nuovi Consultori. Prega mandare il denaro delle Bulle. Dimissorie per lo Studente Domenico Antonio Berardi. () – 0803, 0117″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Rettori d’Iliceto e di Ciorani – “”Avendo personalmente girate tutte le nostre case ed osservato  ocularmente lo stato di ciascheduna””: espone le cose buone che ha trovato nelle case ed esorta poi all’osservanza regolare. () – 0803, 0029″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio caro, ho ricevuto la sua cll’acchiusa..Domani  piacciuto al Seignore mi porterò in Arienzo a pigliare Mons.  nostro P…già è fatto il nuovo vescovo di S.Agata, et è Mons.  Rossi, vescoo d’Ischia. Per le cose nostre nihil novi””. () – 0803, 0097″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio, l’acchiusa la legga ai Padri e Fratelli. Non mi  sono fidato di copiarla…”” Fratello Ilario sarà licenziato.  “”P. Vecchione prende qui il latte e bagni. () – 0803, 0061”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, io ieri giunsi qui, e giovedi prossimo…partirò  per S.Angelo a Cupulo””. Circa il fatto di Bartolomeo: non dare nessun passo. Sui Fratelli Antonio e Stefano. Sulla lite della Cappella. () – 0803, 0063″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tota, Michele (ex-redentorista). Cirignola per Minervino. – “”Ho ricevuto la, il fine per cui VS entrò nella Congregazione  Deus scit…Io per quanto posso li rimetto quanto di spesa per  VS aveva sofferta la Congregazione, quello che desidero si è  che si porti bene””. () – 0803, 0095″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio, ricevei l’altra sua, e li risposi: Io domani  mattina terminerò qui e nello stesso giorno, piacendo al  Signore, mi porterò in Napoli””: Vuole sapere cosa si sa di Barracano. Aiuto a Deliceto, P. Majone e la Cappellania. Circa il Fratello Antonio. Dovrà licenziae più d’un Fratello. Osservanza e tempo per la preghiera. () – 0803, 0056″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio caro, ho mandato al P. Majone quella sua nota””: Sulla sua salute. “”Circa poi che parlano di VR…la prego di  non stare a sentire””. Sulla sua venuta a Deliceto. Sul P. Genito: pensa mandarlo al noviziato. Fr. Stefano, per pochi giorini in S.Angelo. Il P. de Michele e i conti della casa. () – 0803, 0070″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto la sua. Godo sentire la buona lettera  ricevuta dal Principe””. Circa i Padri che desidera per Ariano non puo dargli risposta. I Padri sono fuori. P. Meo con i missionari di Ciorani sono impegnati. Riguardo a quelli di Caposele parlerà con il P. Cajone e Agostino. Deve riflettere che i Padri non ne possono più, sono “”dissipati e nello  spirito e nel corpo””. Per il figliolo, li Consultori lo  vogliono qui””. () – 0803, 0065″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Caione, Gaspare CSSR. Pagani. – “”Padre mio, si manda”” il veicolo per portarsi in Ciorani (?). Pensa andare in Deliceto. Non può fare ciò che gli ha proposto. () – 0803, 0003″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio, giachè il P. Fiocchi non viene per ora””.. Ha deciso inviare il P. Margotta ad aggiustare tutto, “”e VR.  ancora dovrà all’intutto sottomettersi””. Per Quarata pensa inviare i Padri ? e D’Agostino; P. Meo non può venire. () – 0031″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, scrivo una per 3 per farvi risparmiare la posta””: lettera scritta insieme a Tannoia ed a altri. A Tannoia: la lettera del Rettore Maggiore è arrivata tropo tardi: il fatto è fatto. Rimprovera che Padri e Fratelli facciano la questua quasi pubblica e in S.Agata anche a fronte di un convento dei Mendicanti.. Al P. Michele, al P. Colombo, avvisi diversi. () – 0803, 0047″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, è venuto un corriero da Napoli.L’acchiudo due del  P. Corrado””. Parta subito a Deliceto. Gli acchiude copia di una lettera del Rettore Maggiore (?): la lega e faccia sentire. Ordina una novena a Maria Sma. Se non c’è Tannoia legga questa lettera il P. Liguori e faccia ciò che si dice. () – 0803, 0037″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ieri ricevei la sua. Ho goduto sentire che si dia  da fare per la Casa””. Timore delle mancanze dei soggetti, confidenza nella Divina Providenza. Circa Eustachio, si rimette al Rettore Maggiore. Rimane in Aversa per gli esercizi al Clero.Circa Mons. Toschi. Sulla causa con il Barone di Ciorani. Per l’altri fratelli e Bartolomeo. () – 0803, 0055″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, circa il primo punto della sua, altro non dico:  Signore perdona…”” Circa il secondo punto, la tolda e quanto fatto è stato ordine di Monsignore nostro Padre.  In quanto al Fratello Berardi non può in coscienza ammeterlo all’oblazione. () – 0803, 0091″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, do a VR e a tutti di qesta casa il buon principio  del 73.. Trasferimento di Fratelli tra Deliceto e Pagani. Passa in Napoli e in diocesi di Aversa. () – 0803, 0085”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Il pedone è partito di notte senza saperlo””: per la posta scrisse la licenza di portarsi in Pagani. Si porti con Fratello Daniele.. “”Padre mio, avertite tutti Padri e Fratelli  a non inserirsi in cosa che possa dar gelosia e di nuovo  inquietarci””. Parlare con Mons. de Bovino sulla sua richiesta. Non fare cosa senza prima bene consigliarla. () – 0803, 0059″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ieri terminiamo la novena de morti in  Castellamare, et oggi cominciaremo qui l’esercizi ad una  Congregazione””. Si rallegra delle compre fatte del legname. Per i libretti ha scritto al P. Majone. () – 0803, 0050″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Rettore d’Iliceto – “”Essendosi nella passata consulta pensate e risolute alcune  cose per lo buon governo della Congregazione…”” Da 7 disposizioni su diversi punti d’osservanza. () – 0803, 0028″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ricevei la sua, io credo abbia già ricevuti docati  dieci…Ora tutti gridano ricorsi…La prego poi a dilatare il  cuore””. Raccomanda le missioni della campagna. Missione in Aversa. Missione della Bella () – 0803, 0052″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Delicet. – “”Padre Rettore mio caro, io…mercoledì 9..devo partire per li  Ciorani: mi chiamano in fretta, perchè la casa sta sotto sopra  per il Rettore””. Farà la consulta là e chiamerà P. Cajone. Se non può venire in Deliceto per la visita, invierà con tutte le facoltà il P. Corrado, ma si deve aspettare il ritorno dei Padri dalle missioni. Sul patrimonio di Praticelli. () – 0803, 0076″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, ricevei la sua e spero che VR abbia prima di  partire ricevuta anche la mia””. Gli ha pregato di portarsi in Santangelo e prendere il novizio Fraticelli (?) e il Fratello Tozzo, i quali se si portano bene, potranno fare l’oblazione compiuto l’anno. VR poi nella sua scrive molte cose e molti  sentimenti circa il passato e circa il futuro””.”” Risponde a tutto questo. Tutto si è disposto con il parere dei savi. Sui processi della Congregazione. Interessi d’Iliceto. () – 0803, 0038″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”il P. Genito l’ho ritrovato qui””: prega gli invie i vestiti d’inverno di cui a bisogno per andare alle missioni. () – 0803, 0073″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Padre mio caro, sento che gli Studenti””.. Sono insodisfatti della condotta del Prefetto. Prega senta discretamente ogni Studente, per conoscere se hanno ragione. () – 0803, 0100″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto la sua. Circa l.Officii qui si dicono,  et anche ne Ciorani ora, ma se ne parlò di nuovo à Mons.  nostro””. Sul temore che i nostri privilegi siano causa di scontro con le Regalie e la giurisdizione dei vescovi. () – 0803, 0096″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Di Michele, Michele CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, mi dispiace sentire lo stato in cui si trova  codesto P. Rettore, ma lui dovrebbe ubbdire all’infermiere””. Dopo si porti lì per passare alla misione di Montrefalcone. Slu Fratello Lonardo. I suoi impegni. () – 0803, 0081″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, lunedì mi ritirai qui, fui un giorno in Napoli, ne  ci’è cosa nuova””. Sulla scrittura inviata da Tannoia. Circa il Fratello Eustachio: non dare nessun passo ancora: espone le ragioni. () – 0803, 0057″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, si lamenta di me circa Bartolomeo, quando VR  l’aveva sempre mandato in giro””. Parla di fuga. Non si può averlo ancora per espulso. E’un attrappamento. () – 0803, 0083″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Giovenale, Francesco CSSR Rettore. S.Angelo a Cupolo. – “”Padre mio, io col P. Cajone lunedì giunsimo qua dopo uno  stentato viaggio””. Sulla fondazione in Scifelli (Santa Cecilia): la casa e i Padri della comunità: P. de Paola, Rettore,P. Grossi, P. Amati, P. Tartaglia. Verrano P. Buonomano e Apicella. Messe assegnate. Sul Fratello Stefano. Mandare subito il S.?. Sull’acquisto del cane da caccia dal M.Crescani. Le cose da inviare a S.Cecilia. P. Cajone prega di mandargli il Fratello Giuseppe. () – 0803, 0089″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A:  – “”Padre mio, ricevei la sua scritta da Roma, e quest’ultima  scritta da Lecce””. Si è troppo trattenuto in Roma. Lo chiama a Pagani. Sull’elezione dei nuovi governanti d’Iliceto. “”Forse  fra giorni sarà qui il P. Tandoja””. L’esito delle misiioni viene non tanto dalle prediche ma dalla vita esemplare dei missionari. () – 0803, 0007″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, io giovedì giunsi qui, chiamato da Monsignore  nostro e perchè non mi sentiva molto bene…Padre mio, la casa  è scassata, e non sono buono per niente””. Conti. Missioni in Aversa, Bonino e Lacedogna: se non viene P. Fiocchi, vada Tannoia. “”Viene il P. Vecchione. Fratello Errico non viene”” Dimissorie da chiedere a Mons. Amato. () – 0803, 0048″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Del Cielo, Suor Angela. Scala. – “”Mi sono consolato nel sentire il piacere incontrato da  codesta Communità del P. Leo…”” Nuova educanda. P. Mazzini ancora ammalato. “”Mi prendo poi la confidenza di pregarla a  non fare andare tanto a lungo il suono ed il canto, che si fa  nel parlatorio…”” () – 0803, 0042″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Innominato. – “”Padre mio, per li studenti li ho raccomndato al P. Liguori””. Sugli esercizi di Bagnoli cercati dal P. Avena. () – 0803, 0001″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, nuovamente mi fa premura il Rettore di Caposele  per Fratello Venenzio…che senza di questo non può far  niente””.  P. Villani chiede a Tannoia di inviare quel Fratello all’inizio di giugno. Sull’ammissione di Francesco Peluso. () – 0803, 0067″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto la sua. Io gia aveva con dispiacere la  sua infermità. Su due candidati giovani si rimette a Tannoia. Circa i processi della Congregazione: ricorsi del Barone. Sulla pensione di S.Alfonso. Non gli permette Mons.nostro allontanarsi da Pagani, neppure partecipare nella missione di Nocera. () – 0803, 0103”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio: vi l’ho scritto per la posta…””: notizie su diversi Padri: Fiocchi, Caprioli, Cimino, Majone (“”è qui””), Corrado, Ansalone. In poscritto: “”Padre mio, per carità non  scrivere con cifre e..?”” () – 0803, 0049″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio, sento le vostre angustie””: esortazione ad accettare la croce. Invia il P. Fiocchi, che faccia ancora la visita e veda di darci riparo. Mandare P. Volpicelli a Caposele. Sul Fratello Nicola. () – 0803, 0030″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Cajone, Gaspare  CSSR. Pagani. – “”Padre mio, domenica verso le 18 e mezza giunsi qui Dio sa  come””. 4 Padri sono fuori la casa. Finiti gli esercizi lo invita a “”portarsi qui”” (Ciorani?), per andare dopo ad Iliceto. Per gli esercizi in Gaeta invierà il P. Picone. () – 0803, 0087″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Innominato [Margotta Francesco Maria CSSR?] – “”Sono arrivati i figlioli”” :il più grande è inviato a Nocera; il più piccolo resta ibi. Su libri richiesti. Invia il libretto di canzoncine a D.Angelo e a “”VR””. Sull’Assenso Reale da ottenersi con tutta la segretezza per una fondazione. Malattia di Alfonso. Donato e il suo patrimonio da stabilire. Sulle licenze vescovile per quelli che sono di passaggio. Sul noviziato. P. Mazzini verrà alla casa di materdomini tra pocchi giorni. () – 0803, 0015″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Comunità di Ciorani – “”Cose da osservarsi in questa nostra Casa della SSma Trinità  de’ Ciorani””. X disposizioni riguardante l’osservanza, la povertà, il regime degli Studenti. () – 0803, 0051″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Padre mio, sento già fllo Bartolomeo costì e cha abbia  portato 30 docati””. La prega di inviare al P. Fiocchi 20 docati. Sulla sua caduta in una grada all’oscuro: sto col  braccio a canna””. Sul Fratello Bartolomeo. Riguardo a Francesco Peluso. () – 0803, 0039″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, ho ricevuto qui una sua, e spero ch’abbia ricevuta  l’altra mia””. Si trova a S.Angelo per ossequiare al nuovo arcivescovo cardinale de Benevento e trattare con lui. Sullo sviluppo dei processi della Congregazione. Ricorso di Maffei. Desiderio di Alfonso di recarse presso la sua Maestà, ma è impossibile nel suo stato. Soltanto due giovani nel noviziato. () – 0803, 0104″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, Fratello Stefano non si è mandato finora costà”” e spiega le ragioni.In lettera da Ciorani gli ha accluso un foglio in bianco di Mons. Liguori per la costituzione di patrimonio per lo studente Praticelli. P. de Paola non può incomodare l’amico D. Carmine per somma grande di denaro. I bagni. () – 0803, 0074″

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”Padre mio, sento con pena che VR si sia aggravato della  lettera che li feci. Per carità, come siete così facile a  pigliarvi colera… Sulla missione di Montepeloso. Spiegazioni. () – 0803, 0054”

 

Villani, Andrea CSSR Vicario Generale    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Padre mio, giachè il P. Fiocchi non viene per ora””.. Ha deciso inviare il P. Margotta ad aggiustare tutto, “”e VR.  ancora dovrà all’intutto sottomettersi””. Per Quarata pensa inviare i Padri ? e D’Agostino; P. Meo non può venire. () – 0031″

 

 

Vincenzo             ” A: Fratello mio – “”Per mano di Nunziante””: chiede aiuto economico e l’invio delle mesate dovutegli. Il Re ha rinnovato l’imposta delle decime. () – 0802B, 0137″

 

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Ho ricevuto con molto piacere la vostra lettera””: salute di Tannoia, miniacciato d’idropesia. Anche lui è ottogenario. Ma Tannoia ancora lavora a dare a luce la vita del Fratello Gerardo.Gli fa sapere che è apparsa l’opera intitolata: “”Del  Trattamento delle Api in Fattignana (?). Saggio dell’Abate  Teodoro Monticelli””. Fa l’analisi di quest’opera. () – 0802B, 0417″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Giorni sono accompagnato du una lettera…ricevei l’opera  Della coltura delle Api””. Ringrazia e fa l’elogio di questa opera e poi anche del lavoro fatto per raccogliere documentazione per la Vita di Mons. Liguori. () – 0802B, 0403″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto. – “”mi è dispiaciuto””: Sulle opere che prepara Tannoia. Gli dispiace che si impegni in un’opera dove l’autore non potrà mai felicemente riuscire in quel secolo illuminato. Considerazioni sulle cautele da osservare nelle scritture delle opere. Invia copia della storia del monastero di dei PP. Agostiniani di Ariano. Diversi dati riguardanti la storia d’Iliceto, da non confondere con Deliceto,annota. () – 0802B, 0171″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Nel passato mese del decorso anno”” ricevè una sua lettera. Non aveva risposto perché era andato a S.Agata a deporre nel processo di beatificazione di Mons. Liguori. Ha ricevuto il Ristretto latino della Vita del Servo di Dio: lo ringrazia con effusione. () – 0802B, 0392″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Per mano del””: ha rivuto l’opera Vita deol B.Benvenuto. Ringraziamenti. Elogio dell’opera. () – 0802B, 0221″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevei per mano del Sig.Domenico Vaciota, la vostra…”” Con la notizia del decreto sull’eroicità delle virtù del Venerabile Liguori. Gli ha pregato di ottenere l’Officio e Messa dell’Immacolata. Sulla salute di Tannoia. () – 0802B, 0424″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Con la posta passata”” ha ricevuto una lettera con la scrittura di Tannoia, indirizzata a Angelo Stole. Ariano. Ma gli fa sapere che tale nome non esiste. Sulla rinovata Accademia degli Immaturi in Napoli. Sulla vita del Beato Benvenuto. () – 0802B, 0367″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto – “”Vi ho scritto””: risponde alla richiesta fattagli da Tannoia, annessa a questa lettera, che si è trovata la lettera 93 del libro X del Papa Gregorio IX citata dal Rainaldi, però non tratta del beato Benvenuto, ma dei miracoli del Frate Giovanni. () – 0802B, 0203″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Sono premuto dall’amico incombenzato””: per trovare più facilmente l’istrumento che domanda, chiede gli faccia sapere la data o almeno l’anno del documento. Sull’autore della copia di un Diploma e suo registro. Missione in Cerreto. () – 0802B, 0366″

 

Vitale, Tommaso              ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Ricevei…la Vita del canonico Giuseppe Domenico La Monica”” di Corato. Fa l’elogio di questa opera di Tannoia. () – 0802B, 0369″

 

 

Vito, ?   ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Deliceto (?) – “”Caro Padre mio amatissimo””: sull’affare che gli ha confidato. Indica la ragione che ha avuto il Fratello Tommaso per portarsi a Deliceto: il fuggire il servizio militare. Si raccomanda alle sue preghiere. Sull’opera Guida delle anime. () – 0802B, 0145″

 

 

Vizzari, Domenico P O    A:  – Una gloria napoletana. Mons. Emilio Giacomo Cavalieri dei Pii Operai, Vescovo di Troia dal 1694 al 1726. Dati biografici del Cavalieri. Commissione per l’nizio della  causa di beatificazione. Fu direttore spirituale di S.Paolo della Croce, che guidò ed aiutò nella fondazione dei Passinisti. () – 0801, 0055

 

Vizzari, Domenico P O    A:  – Inventario degli Archivi di S.Balbina (Buste 3550-3555), S. Giuseppe alla Lungara (Buste 3556-3562, S.Lorenzo ai Monti e Madonna dei Monti (Buste 3563-3575) che si trovano nell’Archivio di Stato di Roma, Fondo Corporazioni Religiose Maschili. Per studiare l’attività dei Pii Operai nella casa di Roma in S. Giuseppe alla Lungara. () – 0801, 0054

 

Vizzari, Domenico P O    ” A:  – Fotocopia di un articolo il cui titolo è: “”La Riforma del  Capitolo Generale della Congregazione dei Pii Operai nel  1716″”. Espone lo sviluppo delle norme predenti riguardanti il Capitolo Generale e termina l’articolo: “”Il grande sconfitto  della acerrima lotta fu il P. D.Tommaso Falcoia il quale, dopo  essere stato Rettore della Casa di Roma, Procuratore Generale  e Preposito, fu messo in disparte e visse per tredici anni  nell’ombra, confessore della Casa di S.Nicola alla Carità””. () – 0801, 0052″

 

Vizzari, Domenico P O    ” A:  – Fotocopia dell’articolo “”Inventario dell’Archivio di S.Nicola  alla Carità””, dei Pii Operai, preso dall’Archivio di Stato di Napoli. Fondo Monasteri soppressi. Documentazione riguardante le Costituzioni, lo stato reale, i processi. () – 0801, 0053″

Documenti Primi Padri

- Z -

Z

Zuccari, Filippo Abate    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR – “”Nell’antipassata settimana ricevei””: Ringrazia la lettera e il regalo inviatogli, ma chiede di non inviare più regali. Ha parlato con il P. Lacerra su ciò che ha fatto e farà. Sul Capitolo Generale. () – 0802B, 0339″

 

Zuccari, Filippo Abate    ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. – “”Oggi ho ricevuta la letttera di V.R.”” Non ha più veduto il P. Lacerra. Sul ritardo della convocación del Capitolo Generale. Sulla facoltà che domanda per l’elezione del nuovo Consultore. Sul P. de Paola in riguardo alla morte del P. Villani. () – 0802B, 0341″

 

Zuccari, Phiippo               ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto. – “”Non mi dilungo in rispondere alla favoritissima sua””: Non puo rispondere all’argomento proposto. Lui non ha voto in causa. () – 0802B, 0251″

 

 

Zunica, Francesco arcivescovo di Acerenza e Matera      ” A: Tannoia, Antonio Maria CSSR. Iliceto – “”Ho ricevuta la fede degli Esercizi Spirituali””. Può enviare le copie delle Memorie della vita del Beato Benvenuto per smaltirle. Missioni in autono. Magari si faccia la riunione delle due parte della CSSR. () – 0802B, 0244″

 

Zunica, Francesco vescovo di Acerenza e Matera              A: D’Errico, Giuseppe CSSR – Si lamenta di non poter avere le missioni nella sua diocesi, come sperava. (1783.12.29) – 0830. 0926

Visit Us

Archivum Generale

Largo Brancaccio 31

00185 ROMA – Italia

WORKING HOURS

Monday – Friday
09:00 am – 12:00 pm
Saturday – Sunday – Closed

Quick Links

Newsletter

Stay up to date with our latest news, receive exclusive deals, and more.

© APNR - Pagani 2022

Agenda Biografie

BIBLIOGRAFIA

C. 1884… = Catalogus Congregationis SS. Redemptoris annorum 1884 , 1887, 1890, 1895, 1905, 1910

Damiani Gaetano DAMIANI. Litterae Annales de rebus gestis Prov. Neapolitanae C. SS. R. (1912 – 1915), Napoli, Melfi e Joele, 191 5

De Risio = Alessandro DE RISIO, Cronache della Congregazione del SS. Redentore, Palermo, Virzi Bernardo, 1858

Pittigliani = Riccardo PITTIGLIANI, Litterae Annales de rebus Provinciae Romanae C. SS. R. (1912 – 1913), Roma, Editrice Italo – irlandese, 1914

S. B. = Salvatore SCHIAVONE, Biografie dei Redentoristi Napoletani, Pagani, Casa Ed . S . Alfonso di Donini e Figli, 1938

Salvatore GIAMMUSSORedentoristi in Sicilia. Memorie bicentenarie (1761 – 1961), Palermo, A. BE. T. E., 1960

SH. = Spicilegium Historicum Congregationis SS. Redemptoris. Organo dell’Istituto Storico dei Redentoristi, Roma, 1(1953) – 25 (1977)

Tannoia = Antonio TANNOIA, Vita ed Istituto del Ven. Servo di Dio Alfonso M. Liguori, Tomi tre, Napoli, presso Vincenzo Orsini, 1798 – 1802

FONTI MANOSCRITTE

AG. = Archivio Generale della Congregazione

AA. PP. = Atti personali. Raccolta XXXVI II – XXXIX
C. I. = Catalogo degli ammessi nella Congregazione del SS. R. (ammessi nel Noviziato dall’anno 1732 al 1847, con notizie personali).
Dal 1824 aggiornato dal P . Sabelli
C. II. = Catalogo di tutti i Padri, Studenti e Novizi coristi della Congregazione del SS. Redentore (dall’anno 1825 al 1832) con notizie personali. Compilato dal P. Sabelli.
C.III . = Catalogo 1° dei Padri, Studenti e Novizi coristi della Congregazione del SS. Redentore (dall’anno 1838 al 1861) con ulteriori notizie personali. Compilato dal P . Sabelli fino al 1848 incluso.
C. V. = Libro dei registri del noviziato della Congregazione del SS. Redentore . Aperto per la seconda volta in Ciorani (dal 4 giugno 1781 al 1861 ).

Kuntz = Federico Kuntz, Commentaria de hominibus et rebus Cong. SS. Red. 20 vol.

Landi = Giuseppe Landi, storia della Congregazione del SS.mo Redentore. 2 vol

APNR = Archivio della Provincia Napoletana Redentorista

AA . PP. = Atti personali custoditi in distinti raccoglitori e disposti in ordine alfabetico

Cocle = Cronistoria del governo del P. Celestino Cocle da Rettore
Maggiore dal 1824 al 1831

C. G. = Libro delle Consulte Generali (dall’agosto 1783 al luglio
1857: elezione dei Consultori Generali e sostituzione dei Visitatori; ricezione dei Novizi; dispense ed espulsioni; nomine dei Rettori locali e altri officiali)

D. A. = Dati anagrafici, statistiche e stati personali delle Comunità. Serie di antichi elenchi custoditi in tre distinte cartelle.

G . B. = Gestione del P. Berruti, Rett. Magg. (dal marzo 1855 all’aprile 1872, con notizie sui Novizi e Defunti).
I . R. = Indice dei Requisiti alla Ricezione e Professione dei Coristi della Cong. del SS. Redentore depositati in Archivio. (Annota per ciascuno i documenti degli Atti Personali).
L. O. = Libro delle Ordinazioni. Registro delle dimissorie e bolle
delle ordinazioni dei giovani della C . del SS. Red. (che comincia
dal mese di settembre 1824 fino al 1840) . Col registro delle ordinazioni permesse dal P. Rett. Magg. Mansione.
Q. D. P. = Qualificazione dei documenti personali esistenti in Archivio di tutti i Soggetti attualmente non ancora sacerdoti della
Cong. del SS. Redentore (dall’anno 1822 in poi).
R. U. = Registro Usciti. Repertorio di carte di alcuni Soggetti coristi, Dispensati o Espulsi. E’ un elenco alfabetico con riferimento ad Atti custoditi in Archivio.
SO. = Salvatore Schiavone. Opera manoscritta in 12 volumi con numerose informazioni sui Padri, Chierici e F.lli Coadiutori.

APR. = Archivio della Provincia Romana
E . N. = Elenco dei Novizi e Neo-professi dell’Alta Italia, dall’anno 1837 al 1895

APP. = Archivio della Provincia Palermitana.
Reg. Messe = Registro de/le Messe (dal 1841) tenuto dal P . Filippo Dolcimascolo e successore.
Sched.= Schedario e raccolta documenti curati dal P. Salvatore Giammusso, e distribuiti in fascicoli