Archivio Provincia
Napoletana Redentorista

dell'Italia Meridionale - Pagani (SA)

Sala Principale
⇒Torna a Fondi APNR 

Richieste di nuove Fondazioni

SegnaturaRegesto
G – Richieste di fondazioni
Ga – Domande
03Ga01Gennaro Talamo propone al signor d. Alfonso detta fondazione, nonostante la opposizione di qualcuno che vorrebbe che i padri si dedicassero all’ insegnamento. (Originale manoscritto) (04/03/1734)
03Ga02Donazione a d. Alfonso de Liguori di tutti i beni dei signori di Falcone per una fondazione nella citt? se ? di gradimento del Re, o se questi dissenziente, a beneficio delle Missioni. (Originale manoscritto) (1770)
03Ga03Promessa di invio di due padri in S. Maria di Nuova Luce. E De Scalis con abitazione adiacente. Sembra che non vi siano andati. (Originale manoscritto) (31/08/1802)
03Ga04Lascito di ducati duecento per una fondazione di Redentoristi. Propensione del Comune a creare piuttosto un Conservatorio per donzelle. Interessamento del Re. Documenti due. (Originale manoscritto) (17/01/1816)
03Ga055 documenti. Proposta dell’Intendente di Salerno. Accettazione, a condizioni, del Rettore Maggiore, per il soppresso Monastero di S. M. della Pace dei Domenicani di Olevano. Lunga lista di beni sufficienti al mantenimento della Comunit?. (Originale manosc
03Ga06Richiesta dell’ Intendente della Calabria Citeriore, e assenso del Vescovo di Tropea per una fondazione in Ajello. Documenti due. (Originale manoscritto) (29/07/1812)
03Ga07Il Sindaco, i Decurioni e i Cittadini con una lunga sottoscrizione chiedono, dietro consenso di sua Maest? e del Vesc. di Tropea, chiedono una fondazione nel ex locale dei Padri Paolotti, offrendo le rendite di quattro Monasteri soppressi. Documenti due.
03Ga08Si offriva un vecchio e diruto Monastero in Castel Vecchio Subequo. (Originale manoscritto) (15/03/1828)
03Ga09Il Sindaco e il Decurionato offrivano per abitazione il soppresso Convento degli ex Domenicani, promettendo di sloggiare le due Brigate di Gendarmeria che ivi risiedevano. (Originale manoscritto) (29/03/1829)
03Ga10Proposta del Sindaco e del Decurionato coll’ assenso del Vescovo e del Sovrano, offrendo a dimora l’ ex Convento dei Minori Osservanti. (Originale manoscritto) (07/11/1832)
03Ga11Il p. Menichini tratta di questa fondazione desiderata dal Vescovo di Oristano del Regno di Sardegna. Risposta al detto padre. Inclusa una lettera del p. Miccich? per una visita al padre morente del P. Capraro. Documenti due. (Originale manoscritto) (06/0
03Ga12Eventuale concessione dell’ ex Convento dei pp. Conventuali, la chiesa e un fertilissimo terreno, e in pi? sussidio in scudi. A richiesta del Priore Comunale. (Originale manoscritto) (28/12/1834)
03Ga13Richiesta di incrementare la Missione di Filippopoli con l’invio di altri padri che affiancassero il p. Giovanni Nepomuceno Pt?cek. (Originale manoscritto) (23/06/1838)
03Ga14Il Vescovo rivolge le pi? vive premure per la fondazione di un Collegio che sarebbe utile per la citt? e la Diocesi. (Originale manoscritto) (13/04/1839)
03Ga15Veniva proposto il collegio di S. Carlo olim Oratorio di San Filippo Neri. Esistono solo tre documenti di amministrazione. (Originale manoscritto) (1844)
03Ga16Proposta di una fondazione nella ex casa dei Gesuiti con pianta del Collegio e pratiche. Documenti cinque. (Originale manoscritto) (1847)
03Ga17Richiesta dalla Commissione Esecutrice del Concordato, a istanza del Marchese Cappelli, e proposta sin dal 1819, non fu accettata perch? a poca distanza dalla Casa di Aquila. (Originale manoscritto) (07/05/1851)
03Ga18Richiesta avanzata dal Ministero degli Affari Ecclesiastici, dietro supplica trasmessa dal Re, e che offriva per residenza il locale dei soppressi Cisterciensi in San Giovanni in Fiore (CS). Implorata dagli stessi Decurioni della citt? e da tutto il popol
03Ga19Roma, chiesa dello Spirito Santo. Il Cardinale Cosenza fa vive premure per l’ apertura di questa casa, dato anche l’ interessamento del Sovrano e del Marchese Del Vasto; vuole anzi che tre Padri si portino subito ad occupare il quartino. Documenti tre. (O
03Ga20Il dott. Leopoldo De Lelio, medico, lascia per testamento i suoi beni per la fondazione di una casa religiosa. (Originale manoscritto) (19/06/1855)
03Ga21Esposto del Proposto del Collegio dei Barnabiti, e lascito per una fondazione. Documenti due. (Originale manoscritto) (23/05/1856)
03Ga22Proposta del Vescovo di Mazara; mirabili e copiosi frutti di una Missione e delega al p. Costa per la accettazione del Barone delli Naduri per detta fondazione. Documenti tre. (Originale manoscritto) (25/03/1857)
03Ga23Frutti ubertosi di una recente Missione, e proposta del Consiglio Comunale e del Luogotenente Generale nei Reali Domini al di l? del Faro per una fondazione in citt?. Documenti cinque. (Originale manoscritto) (20/03/1857)
03Ga24Trattative per una fondazione per Missioni illiriche, coll’ assenso di mons. Vitosic vesc. di Veglia, in Dalmazia. (Originale manoscritto) (07/12/1859)
03Ga25Dietro invito del Vescovo di Larino, e parere favorevole del Re . Documento unico. (Originale manoscritto) (03/06/1843)
03Ga26Invito del Vescovo, e assenso del Ministero degli affari ecclesiastici e della istruzione per lo stabilimento nel soppresso Convento degli Antoniani. Documenti tre. (Originale manoscritto) (24/03/1860)
03Ga27Offerta dal sac. Francesco Epifani, che avrebbe donato un casino di 8 stanze con giardino e dei fondi dell’ annua rendita di lire mille; e in pi? messe quotidiane e festive, e il vitto gratuito per tutto un anno. (Originale manoscritto) (1860)
03Ga28Fondazione specialmente proposta dalla Congrega del Carmine, che assicura il consenso del Vescovo e del Clero. (Originale manoscritto) (08/02/1873)
03Ga29Missione ivi tenuta nel 1842 e copiosi frutti che vengono descritti. Proposta di una fondazione. (Originale manoscritto) (22/05/1886)
03Ga30Due proposte in diversi tempi. La prima avanzata, nel 1 maggio 1757, dal parlamento della citt?, i cui funzionari si sottoscrivono; e la seconda fatta al Rettore Maggiore per un testamento fatto da Monsignor Basile. Documenti cinque. (Copia manoscritta) (
03Ga31Calorose richieste del sacerdote Francesco Carisdeo che chiede un fondazione a Carpino e una sua ammissione in Congregazione. Documenti cinque. (Originale manoscritto) (07/06/1891)
03Ga32Il Vescovo dei Marsi, a mezzo del p. De Feo Raffaele, propone questa fondazione offrendo la rendita di Lire 1600 circa. (Originale manoscritto) (19/12/1892)
03Ga33Proposta del Vescovo di S. Marco e Bisignano e specialmente del sac. d. Leopoldo De Carlo, appoggiata vivamente dal p. Bresciani, per la fondazione nell’ antico e artistico Convento dei Minori Osservanti con un grande orto e un fondo rustico. Documenti tr
03Ga34Proposta dell’arciprete Vincenzo Mirra per una chiesa gi? arredata e una casa adiacente. (Originale manoscritto) (04/09/1915)
03Ga35Richiesta di fondazione di una Casa a Cava de’ Tirreni. (Originale manoscritto) (02/04/1891)
03Ga36Invito del Vesc. S. E. mons. Cesarano, e Convenzione tra questi e i Redentoristi con l’ approvazione della S. Sede, per una fondazione nella Chiesa di S. Giovanni a Campo detta S. Maria delle Grazie. Documenti quattro. (Copia dattiloscritta) (26/03/1935)
03Ga37Pratica per la fondazione di una casa, con aggiunte note per il Colle S. Alfonso. Documenti quattro. (Copia dattiloscritta) (23/05/1959)
03Ga38Il Vescovo di Tricarico richiede l’assegnazione almeno di un padre per dette borgate prive di parroco. (Copia dattiloscritta) (08/07/1959)
03Ga39Il Vescovo, S. E. Di Girolamo chiedeva premurosamente che i padri fossero tornati a Villa Liberi, offrendo la migliore Parrocchia con Casa sufficiente. Documenti quattro. (Originale manoscritto + copia dattiloscritta) (25/02/1960)
03Ga40del Vescovo e rifiuto del p. Provinciale. Documenti due. (Originale manoscritto) (19/06/1962)
03Ga41Da p. Salvatore Meschino. Su una fondazione a Calvello. (Copia dattiloscritta) (05/12/1969)
03Ga42Napoli (la Pacella). Si richiede espressamente una fondazione di Cioranisti, dietro consulta della Real Camera di S. Chiara. (Originale manoscritto) ()
03Ga43Al Padre Rettore e ai Padri Consultori. Il vescovo di Policastro, Nicola Maria Laudisio, chiede di aprire una casa di Padri Missionari. (Originale manoscritto) (09/04/1843)
03Ga44Al Padre Rettore Maggiore. Si chiede di fondare una casa a Lauria. (Originale manoscritto) (09/04/1843)
03Ga45Mons. Laudisio scrive al Padre Vicario affinch? parli con i padri consultori. (Originale manoscritto) (10/10/1849)
03Ga46Da p. Tocco a p. Berruti. Condizioni dei luoghi per la fondazione a Lauria. (Originale manoscritto) (02/10/1859)
03Ga47Da G. B. Potenza. Resoconto dei beni per la fondazione a Lauria. (Originale manoscritto) (22/10/1859)
03Ga48Da p. Raffaele Tocco. Condizioni e dotazioni della casa di Lauria. (Originale manoscritto) (22/10/1859)
03Ga49Da p. G. B. Potenza a p. Celestino Berruti. Problemi su un fondo detto Canuso. (Originale manoscritto) (29/10/1859)
03Ga50Da p. G. B. Potenza. Condizioni in cui si trova la casa che mons. Laudisio ha intenzione di donare. (Originale manoscritto) (29/10/1859)
03Ga51A p. Berruti da p. Potenza. Gli accordi vanno innanzi ma vorrebbe anche dei riscontri con lui. (Originale manoscritto) (05/11/1859)
03Ga52Da p. Potenza. Stato della casa per la fondazione a Lauria. (Originale manoscritto) (03/12/1859)
03Ga53Inventario degli oggetti per la casa e la chiesa di Lauria. (Originale manoscritto) (1859)
03Ga54Da p. G. B. Potenza a p. Berruti. Varie condizioni per la fondazione a Lauria. (Originale manoscritto) (12/03/1860)
03Ga55Dalla Cassa Ecclesiastica al Rettore Maggiore della Congregazione. Chiedono informazioni sulla fondazione di una casa redentorista a Lauria con appovazione di mons. Laudisio. (Originale manoscritto) (12/02/1864)
03Ga56Da p. C. Berruti al direttore della Cassa Ecclesistica di Napoli. Lo informa degli eventi accaduti per la fondazione a Lauria di una casa redentorista per volere di mons. Laudisio. (Originale manoscritto) (15/02/1864)
03Ga57Condizione poste per la fondazione di un collegio redentorista a Lauria. (Originale manoscritto) ()

Download del Report Richiesta per nuove fondazioni